Stampa
Categoria: Normativa regionale
Visite: 5649

Regione Piemonte
D.D. 2 novembre 2015, n. 712
Approvazione delle Procedure per l'accertamento degli adempimenti relativi alla formazione alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro di cui al DLgs 81/08 e s.m.i.
B.U.R. 21 gennaio 2016, n. 3

Premesso che:
- la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro sono certamente fra gli indicatori principali del grado di civiltà di un Paese e che la formazione può costituire, se ben progettata e realizzata, uno strumento di notevole efficacia sia per creare la necessaria consapevolezza in merito all’importanza di questo tema, sia per accrescere conoscenze e competenze di tutte le figure a vario titolo coinvolte nella gestione dei processi che promuovono la sicurezza;
- negli ultimi anni il legislatore ha voluto dare un segnale inequivocabile in tal senso, estendendo notevolmente l’obbligo formativo ed entrando nel dettaglio della definizione dei percorsi formativi stessi, coinvolgendo la conferenza per i rapporti fra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano;
- anche la Regione Piemonte è intervenuta in materia approvando, con DGR n. 22-5962 del 17.06.2013 e s.m.i., le Indicazioni operative per la formazione alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro di cui al DLgs 81/08 e s.m.i. (d’ora innanzi dette per brevità “Indicazioni operative”) con il fine di semplificare e uniformare le procedure per l’organizzazione e la fruizione dei corsi, nonché di favorire e monitorare la qualità dei corsi stessi;
considerato che
- l’art. 13 del DLgs 81/08 stabilisce che “La vigilanza sull’applicazione della legislazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro è svolta dalla Azienda Sanitaria Locale competente per territorio”;
- gli Accordi Stato-Regioni e i decreti legislativi e ministeriali inerenti la formazione alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro sono incontrovertibilmente definibili come “legislazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro”;
- da quanto rilevato nei precedenti punti risulta evidente che le Aziende Sanitarie Locali svolgono attività di vigilanza in materia di formazione alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;
considerato inoltre che
- l’attività di vigilanza e controllo da parte delle ASL su questo importante fattore della prevenzione può essere ottimizzata avendo a disposizione uno strumento di supporto che faciliti la corretta individuazione degli obblighi normativi e uniformi le procedure operative dei servizi SPreSAL su tutto il territorio regionale;
ciò premesso, tenendo conto della normativa nazionale e dei recenti provvedimenti regionali in materia, in particolare le Indicazioni operative per la formazione alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro approvate con DGR n. 22-5962 del 17-06-2013 e s.m.i., si ritiene opportuno approvare un documento di indirizzo che agevoli e uniformi sul territorio regionale l’attività di controllo da parte delle Aziende Sanitarie Locali in merito alla formazione alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

IL DIRIGENTE DEL SETTORE

visto il DLgs 81/08 e s.m.i.
vista la DGR n. 22-5962 del 17.06.2013;
vista la DD n. 239 del 01.04.2014;

determina

di prendere atto che, ai sensi dell’art. 13, comma 1, del DLgs 81/08, le Aziende Sanitarie Locali svolgono attività di vigilanza in materia di formazione alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;
di approvare le Procedure per l’accertamento degli adempimenti relativi alla formazione alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro di cui al DLgs 81/08 e s.m.i., allegate alla presente determinazione per farne parte integrante e sostanziale.
Il presente provvedimento non comporta oneri di spesa a carico del bilancio regionale e sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte, ai sensi dell’articolo 61 dello Statuto e dell’art. 5 della LR 22/10.

Il Dirigente del Settore
Gianfranco Corgiat Loia

Allegato
Procedure per l’accertamento degli adempimenti relativi alla formazione alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro di cui al dlgs 81/08 e s.m.i.