Stampa
Categoria: Normativa regionale
Visite: 3863

Regione Piemonte
D.D. 5 febbraio 2014, n. 84
Modifica della DD. n. 847 del 29.10.2013 e sostituzione dell'allegato modello applicativo proposto dalla Regione Piemonte per la valutazione del rischio chimico.
BUR. 15 maggio 2014, n. 20


Premesso che:
- con DD. n. 847 del 29.10.2013 è stato approvato il nuovo modello applicativo denominato “Inforisk”, proposto dalla Regione Piemonte per la valutazione del rischio chimico.
Considerato che:
- in data 16.12.2013 la Regione Piemonte è venuta a conoscenza della registrazione del marchio “InfoRISK”, per un programma software, avvenuta in data 30.03.1998, a seguito di domanda depositata in data 23.02.1996 da un’impresa di consulenza nel settore delle tecnologie dell'informatica;
- risulta avvenuto, in data 6.12.2013, il deposito di una nuova domanda di registrazione del medesimo marchio, da parte di una società di servizi che opera nei settori della Medicina del Lavoro e della Sicurezza e Salute sui luoghi di Lavoro;
- la predetta società ha recentemente realizzato un software per la gestione e la valutazione del rischio chimico, basato sul nuovo modello applicativo approvato con la DD sopraccitata;
- l’Amministrazione regionale non ha conferito alcun incarico per la realizzazione di programmi informatici connessi al modello, né ha riconosciuto e validato i contenuti di software ideati da soggetti terzi.
Ritenuto necessario:
- modificare la DD n. 847 del 29.10.2013 eliminando ogni riferimento al termine “Inforisk” in quanto confondibile con il marchio “InfoRISK”, oggetto di registrazione e sostituire l’allegato ivi contenuto con l’allegato alla presente determinazione, quale parte integrante e sostanziale.
Tutto ciò premesso,

IL DIRIGENTE

Visti l’art. 17 della L.R. 23/2008 e s.m.i.;
Vista la DD n. 847 del 29.10.2013;

determina

- di modificare la DD n. 847 del 29.10.2013 eliminando ogni riferimento al termine “Inforisk” e sostituire l’allegato ivi contenuto con l’allegato alla presente determinazione, quale parte integrante e sostanziale.
Ogni altra disposizione contenuta nella DD n. 847 del 29.10.2013 non in contrasto con la presente, rimane invariata.
Il presente provvedimento non comporta oneri di spesa a carico del bilancio regionale.
Avverso la presente determinazione è ammesso ricorso entro il termine di 60 giorni innanzi al TAR per il Piemonte.
La presente determinazione sarà pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte, ai sensi dell’art. 61 dello Statuto e dell’art. 5 della L.R. 22/2010.
 

Il Dirigente del Settore
Gianfranco Corgiat Loia
 

Allegato