Stampa
Categoria: Documentazione istituzionale
Visite: 3842

Accordo di collaborazione “AUTOTRASPORTO SICURO”
tra

INAIL Sede Territoriale di Avellino (di seguito INAIL), rappresentata dal Direttore provinciale dott.ssa Grazia Memmolo, domiciliato per la carica presso via Jannaccone 18/14, Avellino, unitamente al Comitato Consultivo Provinciale (di seguito Co.Co.Pro.) rappresentato dal Presidente dr. Crescenzo Ventre

e

Federazione Autotrasportatori Italiana della provincia di Avellino (di seguito FAI), rappresentata dal Presidente dr. Roberto Barbieri, domiciliato per la carica presso via Rivarano 16/b, Monteforte Irpino (AV)
Compartimento della Polizia Stradale di Avellino (di seguito Polizia Stradale), rappresentato dal Vice Questore dr. Salvatore Imparato, domiciliato per la carica presso via Palatucci, Avellino
Organismo Paritetico Autotrasportatori della Regione Campania (di seguito O.P.A.R.C.), rappresentata dal Segretario provinciale dott.ssa Angela Voto, domiciliato per la carica presso via Antonio Amato 20-22 A, Salerno

Premesso che

• la sicurezza delle persone nella circolazione stradale, rientra tra le finalità primarie di ordine sociale ed economico perseguite dallo Stato italiano e dall’unione Europea;
• il Ministero dell’interno - dipartimento della Pubblica Sicurezza servizio Polizia Stradale e l’INAIL hanno sottoscritto un protocollo d’intesa in data 23 febbraio 2011 finalizzato a promuovere la sperimentazione di soluzioni pratiche che favoriscano la prevenzione e contribuiscano a diffondere la cultura della salute e della sicurezza stradale;
• l’INAIL, ai sensi dell’art. 11, comma 5 del D.lgs. n. 81/2008, finanzia con risorse proprie, anche nell’ambito di protocolli/accordi con le parti sociali, progetti di investimento e formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro, volti a sperimentare soluzioni innovative e strumenti di natura organizzativa e gestionale;
• il Consiglio di Indirizzo e Vigilanza dell’INAIL ha espresso la volontà di valorizzare forme di collaborazione tra le parti sociali;
• le linee di indirizzo operative per la prevenzione 2012-2013 prevedono espressamente di scegliere le parti sociali e gli enti bilaterali in qualità di partner dei progetti di prevenzione;
• la missione dell’INAIL è garantire la tutela integrale del lavoratore attraverso l’attuazione di interventi finalizzati in primis alla prevenzione;
• la F.A.I. è la più grande associazione imprenditoriale del settore Trasporto merci per conto di terzi su strada in Italia, diretta, voluta e sostenuta unicamente dagli autotrasportatori;
• la FAI svolge e sostiene un ruolo sindacale importante, rendendosi portavoce della categoria per la valutazione e risoluzione di molteplici problematiche legate a normative di settore, contrattazione collettiva nazionale di lavoro, formazione e lavoro agli imprenditori e dei loro addetti, fisco e contabilità delle imprese, costi di esercizio e sviluppo delle attività di trasporto nazionale ed internazionale, sensibile inoltre a tutte le problematiche in materia di Sicurezza in tutti gli ambiti di sua competenza;
• le attività della Polizia Stradale, come specialità della Polizia di Stato riguardano la prevenzione del fenomeno infortunistico, l’accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale nonché la rilevazione degli incidenti stradali;
• l’O.P.A.R.C è un organismo paritetico che nasce dal coordinamento interprovinciale FAI in collaborazione con la UIL trasporti Campania;
• l’O.P.A.R.C. ha come finalità attività di informazione, consulenza, formazione, promozione in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, nei confronti delle imprese appartenenti al comparto dell’autotrasporto;

considerato che

• la riduzione del 50 % del numero dei morti da incidenti stradali è anche uno degli obiettivi europei che avrebbe dovuto essere conseguito entro il 2010, secondo quanto indicato nel Libro Bianco del 2001;
• tale obiettivo è stato solo in parte conseguito dalla Campania, che, a differenza del dato nazionale (-48,5%), si è attestata su una contrazione pari al 37,3% (dati Istat pubblicati il 13.11.2013);
• la provincia di Avellino ha registrato nel 2012 n. 425 incidenti stradali, con 714 feriti e 8 decessi;
• circa il 30% di questi incidenti sono riconducibili al lavoro e sono stati denunciati
• il fenomeno degli incidenti in itinere e in occasione di lavoro con mezzo di trasporto, secondo i dati del 2012 pubblicati nella Banca Dati Statistica dell’INAIL rappresenta circa il 10% del complesso degli infortuni denunciati nella provincia;
• e tra questi circa il 60/70% è relativo a infortuni in occasione di lavoro con mezzo di trasporto;
• la prevenzione e tutela della sicurezza sul lavoro non può, pertanto prescindere da interventi rivolti alla sicurezza stradale;

Tutto quanto sopra premesso le parti convengono quanto segue

Art. 1
Finalità e oggetto

L’INAIL, la FAI, la Polizia Stradale e l’O.P.A.R.C si impegnano a collaborare per programmare iniziative congiunte finalizzate a promuovere la sicurezza nei luoghi di lavoro, nei confronti di tutti gli operatori del settore trasporti di appartenenza alla provincia di Avellino come riportato nel progetto allegato “Autotrasporto sicuro” che forma parte integrante del presente Accordo.

Art. 2
Aspetti economici

Il Progetto avrà uno sviluppo annuale ad un costo complessivo pari a € 60.000,00 oltre iva.
L’Inail parteciperà al progetto con un importo pari a 55.000,00 € + IVA relativo ai costi diretti e la FAI con un importo pari a 5.000,00€ relativo ai costi indiretti.
A tale scopo la FAI si assumerà l’onere della gestione finanziaria delle attività, oltre che della rendicontazione finale.
L’INAIL di Avellino provvederà all’accredito della somma all’uopo appostata dalla Direzione Regionale dell’Inail Campania nel Bilancio del corrente esercizio finanziario, pari ad euro 55.000,00 oltre iva direttamente alla FAI, presentatore del progetto, successivamente alla rendicontazione finale delle attività svolte, determinandone l’effettivo importo in relazione alla congruenza delle iniziative progettuali portate a termine, tenendo conto dei vincoli di contabilità (verifica della posizione contributiva e assicurativa) nonché della documentazione contabile intestata a INAIL-Sede di Avellino corredata della documentazione giustificativa delle spese sostenute . Tutti i documenti contabili originali verranno conservati presso la FAI e saranno prodotti in copia all’INAIL.
L’importo erogato dall’INAIL non verrà in nessun modo impiegato per l’erogazione di emolumenti di qualsiasi genere ai dipendenti Inail nell’ambito dell’attività di collaborazione
Le parti relative a:
- contenuti e modalità di svolgimento del progetto
- campi di realizzazione
- voci di spesa
- cronoprogramma
sono declinate nel Progetto allegato al presente accordo, che ne costituisce parte integrante.
Ogni ulteriore attività legata al Progetto allegato e ad esso afferente non contemplata nelle voci di spesa in esso declinate si intende interamente sostenuta dalle Parti aderenti in ragione degli ambiti di competenza dei singoli firmatari.

Art. 3
Obblighi

La FAI si assume tutti gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari contenuti nelle vigenti disposizioni e si impegna, inoltre, ad utilizzare per l’affidamento di eventuali incarichi esterni, procedimenti ad evidenza pubblica con criteri di trasparenza, rotazione e pubblicità.

Art. 4
Monitoraggio

La FAI fornirà all’INAIL di Avellino trimestralmente una breve relazione sulle attività svolte al fine di valutare Io stato di avanzamento del Progetto.

Art. 5
Comitato di coordinamento

Al fine di definire il piano operativo per l’attuazione dell’Accordo e di monitorare e valutare i risultati ottenuti in relazione agli obiettivi individuati le parti istituiscono un Comitato di coordinamento operativo formato da:
• 2 membri nominati dall’INAIL di Avellino
• 2 membri nominati dalla FAI
• 2 membri nominati dalla Polizia Stradale di Avellino
• 1 membro nominato dall’O.P.A.R.C

Art. 6
Proprietà intellettuale

I risultati e i prodotti, intermedi e finali, derivanti dall’attività oggetto del presente Accordo sono di proprietà esclusiva dell’INAIL, che potrà autorizzarne la riproduzione e/o divulgazione purché non a fini di lucro.
Essi potranno essere utilizzati da ciascuna delle Parti contraenti liberamente e gratuitamente ai soli fini scientifici, nelle attività istituzionali, purché corredati dal logo dell’INAIL.

Art. 7
Forme di collaborazione

La FAI provvederà alla realizzazione di detto progetto avvalendosi della collaborazione della Delta srl con sede legale in Salerno alla via Antonio Amato n. 22, società di servizi e di formazione di diretta emanazione dell’O.PA.R.C. (Organismo Paritetico Autotrasporti della Regione Campania).
Le parti si impegnano a condividere il Progetto con le Parti sindacali maggiormente rappresentative a livello provinciale, individuando le eventuali modalità di collaborazione.

Art. 8
Obblighi di riservatezza

Le Parti si impegnano a garantire la massima riservatezza riguardo alle informazioni acquisite, i dati, i metodi di analisi, le ricerche e simili, di cui vengano a conoscenza nell’ambito dello svolgimento delle attività comuni, di non divulgarle a terzi e di utilizzarle esclusivamente per le finalità del presente Accordo.

Art. 9
Durata e scadenza

Il presente accordo avrà durata annuale. La durata potrà essere modificata solo tramite accordo sottoscritto dalle stesse parti firmatarie.

Art. 10
Registrazione e bolli

La registrazione del presente Accordo, da effettuarsi solo in caso d’uso, sarà assoggettata alla normativa vigente.
Tutte le relative spese, compreso il bollo graveranno sulla parte che ne richiede la registrazione.

Art. 11
Foro competente

Per ogni controversia in merito al presente Accordo sarà competente in via esclusiva il Foro di Avellino.

Avellino, 22 novembre 2013

Il Dirigente dell’INAIL Avellino
Grazia Memmolo

Il Presidente FAI di Avellino
Roberto Barbieri

Il Comandante della Polizia Stradale di Avellino
Salvatore Imparato

Il Presidente dell’O.PA.R.C.
Angela Voto

Il Presidente del Comitato Consultivo Provinciale INAIL Avellino
Crescenzo Ventre


Avellino, 02 luglio 2013
rif. ns. prot. n. 1177/2013

 

 

 

Spett.le

INAIL
Sede di Avellino
Via Iannaccone n.12/14
83100-AVELLINO


Oggetto: Proposta progettuale “AUTOTRASPORTO SICURO”

PREMESSA
La sicurezza sul luogo di lavoro consiste in tutta quella serie di misure di prevenzione e protezione (tecniche, organizzative e procedurali), che devono essere adottate dal datore di lavoro, dai suoi collaboratori (i dirigenti e i preposti), medico competente e dai lavoratori stessi.
Le misure di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori hanno il fine di migliorare le condizioni di lavoro, ridurre la possibilità di infortuni ai dipendenti dell’azienda, agli altri lavoratori, ai collaboratori esterni, anche occasionalmente all’interno dell’Azienda. Misure di igiene e tutela della salute devono essere adottate al fine di proteggere il lavoratore, da possibili danni alla salute come infortuni sul lavoro e malattie professionali, nonché la popolazione generale e l’ambiente.
In Italia, la salute e la sicurezza sul lavoro sono regolamentate attualmente dal D.Lgs. 81/2008 (conosciuto come Testo unico sulla sicurezza sul lavoro), entrato in vigore il 15 maggio 2008, e dalle relative Disposizioni correttive, ovvero dal “D.Lgs. 106/2009”. Questo decreto, che ha avuto molti precedenti normativi storici (risalenti al 1955 e 1956) ed altri più recenti (D.Lgs 626/l994), recepisce in Italia, le Direttive Europee (n. 123 del 3 agosto 2007) in materia di tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori, coordinandole in un unico testo normativo, che prevede specifiche sanzioni a carico degli inadempienti.
È chiaro che. per Testo Unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro si intende l’insieme delle norme contenute nel Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 che - in attuazione dell’articolo 1 della Legge 3 agosto 2007, n. 123 - ha riformato, riunito ed armonizzato, abrogandole, le disposizioni dettate da numerose precedenti normative in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro succedutesi nell’arco di quasi sessantanni, al fine di adeguare il corpus normativo all’evolversi della tecnica e del sistema di organizzazione del lavoro.
Il D.Lgs 81/2008 propone un sistema di gestione della sicurezza e della salute in ambito lavorativo preventivo e permanente, attraverso:
• l’individuazione dei fattori e delle sorgenti di rischi;
• la riduzione, che deve tendere al minimo del rischio;
• il continuo controllo delle misure preventive messe in atto;
• l’elaborazione di una strategia aziendale che comprenda tutti i fattori di una pianificazione (tecnologie, organizzazione, condizioni operative....ect)
Lo stesso decreto legislativo, è la connessione tra “Responsabilità Sociale” e “Salute e Sicurezza”; infatti in esso viene più volte richiamato il termine di responsabilità sociale sia attraverso una definizione, sia come modo di fare impresa per prevenire gli incidenti sul lavoro. Inoltre, ha ridefinito in modo chiaro le responsabilità e le figure in ambito aziendale (principali attori in materia di salute e sicurezza). Ci riferiamo nello specifico al Datore di Lavoro, RSPP, RLS, Dirigenti, Preposti, addetti all’Antincendio, addetti al Pronto Soccorso e infine, ma non ultimi, ai LAVORATORI tutti. Tutte figure rigorosamente formate ognuno in ambito alle proprie competenze e incarichi ricevuti e/o assegnati.
La recente legge di riordino del sistema Sicurezza sul lavoro valorizza le principali figure della Sicurezza ed in modo particolare della loro formazione di base, periodica e di aggiornamento, ora disciplinati anche dai recenti Accordi tra Stato. Regioni e Province Autonome di Trento e Bolzano del 21/12/2011 e del 22/02/2012.
Tutto ciò premesso, la scrivente Federazione Autotrasportatori Italiana, Associazione più rappresentativa della Provincia di Avellino, in qualità dì Ente Formatore che vanta una decennale esperienza nella formazione del personale viaggiante, in modo particolare nelle materie riguardanti la Sicurezza nei Luoghi di Lavoro e la Sicurezza Stradale, con la presente richiesta, vuole sottoporre alla S.V. il seguente progetto formativo “AUTOTRASPORTO SICURO”, di seguito descritto. La F.A.I. attuerà il presente progetto avvalendosi della collaborazione della Delta S.r.1., con sede legale in Salerno alla via Antonio Amato n. 20/22, società di servizi e di formazione di diretta emanazione dell’O.P.A.R.C. (Organismo Paritetico Autotrasportatori della Regione Campania). Inoltre, per lo svolgimento degli stessi saranno previste un numero di 10 ore formative che l’INAIL potrà gestire con proprie risorse professionali e un convegno di presentazione e di lancio dell’iniziativa.

ANALISI DEL PROGETTO
Il progetto “AUTOTRASPORTO SICURO” è sostanzialmente un “processo sociale” finalizzato a rafforzare la qualità della risposta Istituzionale sulle questioni della Sicurezza in tutte le sue forme, ed analizzare i reali bisogni dei protagonisti dello sviluppo di un determinato territorio - nel nostro caso le imprese che operano nel settore trasporti e produttivo - e finalizzato anche a creare ulteriori condizioni atte a ridurre le cause di rischio degli infortuni sui luoghi di lavoro in primis, che nel nostro progetto, rispetto ad altre realtà aziendali, si evolve all’analisi del rischio di infortunistica stradale.
Questo progetto è caratterizzato da una forte interazione tra bisogni, progettazione, erogazione e valutazione dell’impatto dell’azione formativa rispetto alle dinamiche di sviluppo, focalizzando tutte le esigenze di sicurezza.
L’intervento del progetto formativo “AUTOTRASPORTO SICURO” è focalizzato all’approfondimento e alla sensibilizzazione/formazione professionale sugli adempimenti del D.Lgs 81/08 e D.Lgs 106/09, secondo quanto previsto anche dai recenti Accordi tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano del 21/12/2011 e del 22/02/2012, inerenti le formazioni in materia di sicurezza sul lavoro; sulle nonne del nuovo Codice Della Strada e sulle norme relative ai tempi di Guida e di Riposo; ed infine, sull’addestramento per il corretto uso delle Tecnologie relative ai Cronotachigrafi Digitali ed Analogici.
In sintesi, il contenuto di tale progetto formativo contribuisce, in maniera significativa, a migliorare l’efficacia delle procedure di sicurezza aziendali, attraverso i seguenti interventi:
• Analisi dei fabbisogni formativi;
• Tracciabilità delle azioni formative proposte;
• Monitoraggio del progetto formativo;
• Riqualificazione e rafforzamento delle competenze del personale coinvolto, attraverso interventi di formazione continua;
• Raggiungimento di obbiettivi generali di accrescimento professionale e di riduzione dei rischi di infortuni sui luoghi di lavoro.

CONTENUTI DEL PROGETTO
Il presente progetto è strutturato in modo da perseguire un unico programma comune di sensibilizzazione della Sicurezza sul Lavoro nella filiera del trasporto, pertanto lo stesso conseguirà approfondimenti e sviluppi secondo le seguente tematiche e indirizzi formativi, con esclusione della formazione obbligatoria.
In particolare sarà prevista l’esecuzione di circa 10 seminari formativi aventi le seguenti tipologie e contenuti:
1. Guida Sicura, ove sarà coinvolto tutto il personale viaggiante (durata; 8 ore);
2. La Sicurezza nell’ambito del trasporto dei generi alimentari (durata: 4 ore);
3. Tempi di guida e periodi di riposo; l’uso del cronotachigrafo, digitale e analogico (durata: 6 ore);
4. Il nuovo Codice della strada e il relativo regime sanzionatorio (durata: 3 ore);
5. Orario di lavoro del personale viaggiante (durata: 4 ore) ;
6. La Sicurezza del trasporto delle merci Pericolose in regime A.D.R. (durata: 6 ore);
7. La Sicurezza degli operatori del comparto rifiuti (durata: 12 ore);
8. Safety Security - trasporto di merci ad alto rischio (durata: 3 ore);
9. Buone prassi sulla Sicurezza del carico nei trasporti su strada (durata: 6 ore);
10. Corso specifico sulla rianimazione cardiopolmonare e con l’uso di apparecchio semiautomatico di defibrillazione (durata: 8 ore);
Per un totale di circa 60 ore di formazione in aula, di cui circa 10 ore gestite dall’INAIL con proprie risorse professionali. Ogni incontro prevede un numero massimo di partecipanti non superiore a 30 unità, li progetto è studiato per il coinvolgimento di n. 20 imprese appartenenti al comparto trasporti della provincia di Avellino e per un totale minimo di circa 120 addetti. Inoltre, è prevista una seduta formativa in house dove saranno evidenziate le criticità delle attività interferenziali nell’ambito intermodale.
Per tali adempimenti e per la produzione di materiale didattico, oltre che di materiale informativo e formativo da produrre e rilasciare agli interessati, nonché l’intervento di docenti specializzati, ecc.. prevediamo ima spesa di € 55.000,00 (eurocinquantacinquemila/00) oltre IVA come costi diretti a carico dell’INAIL, più una spesa di € 5.000,00 (eurocinquemila/00) oltre IVA come costi indiretti a carico della FAI, come da piano finanziario dei costi di progetto di seguito riportato.

N.D.

VOCI DI INVESTIMENTO

IMPORTO
(€)

1

A - COSTI DIRETTI

 

2

Retribuzione progettazione

6.000,00

3

Materiale didattico, informativo e divulgativo (es. manuali, attestati, ecc.)

3.000,00

4

Acquisto di servizi (es. blocchi, cartelle, penne, CDR, ecc.)

2.000,00

5

Retribuzione docenti/formatori e addestratori (interni e/o esterni)

22.500,00

6

Noleggio/Fitto/Leasing di beni di terzi

3.000,00

7

Eventi (es. incontri, seminari, convegni, workshop, missioni)

2,500,00

8

Pubblicazioni, Report, Studi

6.000,00

9

Comunicazione esterna (es. locandine, spot, affissioni, cartellonistica, ecc.)

4.000,00

10

Retribuzione direttori, coordinatori e controllori

4.000,00

11

Rimborsi spese di trasferta

2.000,00

12

A -TOTALE COSTI .DIRETTI

55.000

13

B - COSTI INDIRETTI

 

14

Retribuzione personale ausiliario interno (es. segretaria, portineria, manutenzioni, ecc.)

1.500,00

15

Amministrazione e contabilità generale (es. civilistico, fiscale, legale, ecc.)

1.500,00

16

Utenze e spese postali

500,00

17

Forniture per ufficio

1.500,00

18

B - TOTALE COSTI INDIRETTI

5.000,00

19

COSTO TOTALE DELL'OPERAZIONE

60.000,00


Il Segretario Provinciale


Verbale del Consiglio Direttivo O.P.A.R.C.

L’anno 2013, il giorno 7 del mese di Ottobre alle ore 9,30 si è riunito in Salerno alla via A. Amato n. 20/22 A, debitamente convocato il Consiglio Direttivo dell’O.P.A.R.C. con sede in Salerno via Antonio Amato 20 - 22 A per discutere e deliberare sul seguente ordine dei giorno:
a) Delega alla Segretaria Voto Angela alla stipula della convenzione tra l’INAIL Avellino, la FAI Avellino e l’Oparc;
b) Varie ed eventuali
Sono presenti i sigg:
1) Luigi D’Auria, in rappresentanza del coordinamento F.A.I.
2) Angela Voto, in rappresentanza del coordinamento F.A.I.
3) Ciro Russo, in rappresentanza del coordinamento F.A.I.
4) Antonio Rescigno in rappresentanza della UILTRASPORTI Campania.
Viene eletto a presiedere la seduta il Presidente Luigi D’Auria e quale segretario verbalizzante Angela Voto.
I presenti danno atto di essere sufficientemente edotti sul punto di cui all’o.d.g., in quanto già oggetto di una riunione preliminare tenutasi informalmente nel mese di settembre 2013 presso la medesima sede.
Apre la discussione il presidente, il quale descrive brevemente i contenuti del progetto “Autotrasporto sicuro” che ha la seguente finalità: creare una collaborazione tra “L’INAIL, la FAI, la Polizia Stradale e l’O.P.A.R.C. per realizzare iniziative congiunte finalizzate a promuovere la sicurezza nei luoghi di lavoro, nei confronti di tutti gli operatori del settore trasporti di appartenenza alla provincia di Avellino.
Il Presidente rammenta ai convenuti che lo Statuto prevede per ogni atto di amministrazione la firma congiunta del Presidente e del vice Presidente; ragioni di semplificazione rendono opportuno delegare la segretaria per gli adempimenti burocratici.
Dopo breve discussione, il Consiglio Direttivo approva all’unanimità e delega il Segretario, Voto Angela a tutti gli adempimenti formali per la stipula della convenzione tra INAIL - FAI e OPARC.
Non essendovi altro da discutere e da deliberare e nessuno avendo chiesto la parola in ordine alle Varie ed eventuali, la seduta è sciolta alla ore 12,00, previa lettura ed approvazione del presente verbale, che viene sottoscritto dal presidente, dalla segretaria e da tutti i presenti.

Il Presidente

Il Vice Presidente

 

Il Segretario


Fonte: inail.it