Stampa
Categoria: 1996
Visite: 4114

Tipologia: Accordo
Data firma: 22 febbraio 1996
Validità: 01.01.1996 - 31.12.1998
Parti: Elf Atochem Italia e RSA/Fulc
Settori: Chimici, Elf Atochem Italia Boretto (Re)
Fonte: contrattazione.cgil.it

Sommario
:

Premio di partecipazione
• Parametri di produttività
• Parametro di redditività
• Modalità varie
Relazioni industriali
Assetti occupazionali
Orario di lavoro
Formazione
Ambiente, salute, sicurezza
Pari opportunità
Verbale di accordo

Verbale di accordo

Addì 22 febbraio 1996, a seguito di vari incontri iniziati il 27.10.95, tra la Direzione Elf Atochem Italia […] e i rappresentanti sindacali aziendali […], assistiti da […] Fulc di Guastalla (RE), si conviene quanto segue:

Premio di partecipazione
Parametri di produttività:

[…]
Sicurezza: il parametro di sicurezza viene distinto in due indici: l'indice di frequenza e l'indice di gravità.
Indice di frequenza: il parametro è espresso dal rapporto tra il numero degli infortuni rispetto alle ore lavorate moltiplicate x 10 alla sesta

If =

numero degli infortuni

x 1.000.0000

numero ore lavorate

Indice di gravità: il parametro è espresso dal rapporto tra i n° di giorni persi per infortunio e il numero delle ore lavorate moltiplicate x 10 alla terza

Ig =

gg di assenza per infortuni

x 1.000

numero ore lavorate

[…]

Relazioni industriali
Si conviene di istituire un livello di confronto costante volto ad approfondire e risolvere tra le Parti le questioni specifiche che si possono presentare nello stabilimento di Boretto. Detto confronto si svilupperà al fine di acquisire e verificare, possibilmente in via anticipata, informazioni sulla situazione aziendale quali:
* progetti relativi a processi di innovazione tecnologica ed organizzativa;
* iniziative di formazione proposte dall'azienda, considerato quale strumento che, partendo dall'analisi dei bisogni formativi, supporta la definizione di possibili percorsi professionali.

Assetti occupazionali
L'azienda si impegna a fornire alla RSU, con frequenza annuale, i dati relativi ai numero dei dipendenti totale, a part-time, a contratti di formazione lavoro e a contratti a tempo determinato dello stabilimento di Boretto.

Orario di lavoro
Fermo restando che la disciplina dell'orario di lavoro e delle sue articolazioni è regolamentata dal capitolo 4) del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro dei chimici e chimico - farmaceutici e dagli accordi aziendali esistenti in materia, le Parti concordano che:
* L'orario di lavoro deve essere considerato quale strumento per la gestione corretta delle esigenze produttive e operative che si verificano nello stabilimento di Boretto, potendosi individuare attraverso l'uso di tale strumento soluzioni idonee alla gestione di picchi e di flussi produttivi, fermo restando che ogni variazione che si configuri come una modifica strutturale a quanto previsto dal CCNL, sarà oggetto di confronto con la RSU.
* gli orari di lavoro saranno oggetto di monitoraggio finalizzato ad una corretta verifica del dato occupazionale, pertanto le parti convengono su incontri periodici per analizzare le situazioni relative.
* al fine di agevolare il personale, nello spirito della legge 125/91 art. 1 comma 5 e fatte salve le esigenze di servizio ed organizzative della Società, le Parti concordano la possibilità del personale di accedere ad un diverso orario di lavoro previa richiesta scritta. La Direzione valuterà con il diretto responsabile del richiedente possibili soluzioni organizzative, che non penalizzino la professionalità individuale.
* Regimi e quantità di orario di lavoro unitamente a quote di premio di partecipazione possono essere finalizzati a iniziative sul fronte dell'occupazione.

Formazione
Le Parti concordano sulla necessità del ricorso allo strumento formativo quale fattore di adeguamento sistematico delle competenze professionali ai mutamenti organizzativi dell'azienda: più in particolare, convengono di individuare i principali obiettivi dell'attività formativa nel:
evitare situazioni di inadeguatezza professionale
supportare i processi di cambiamento organizzativo
concorrere alla realizzazione di nuove figure professionali
fornire a ciascun dipendente nell'ambito della propria mansione quel bagaglio di conoscenze e competenze che lo mettano in condizioni di fronteggiare efficacemente le trasformazioni/cambiamenti in atto.
In relazione a quanto sopra l'Azienda si impegna a predisporre i programmi necessari di cui fornirà preventivamente le informazioni.

Ambiente, salute, sicurezza
Le parti convengono sull'opportunità di dare attuazione a quanto previsto dal capitolo 8) del CCNL e agli adempimenti delle diverse leggi e decreti legislativi vigenti in materia, realizzando programmi di addestramento dei lavoratori mirati a fornire informazioni circa:
le problematiche ergonomiche (art. 51 legge [dlgs] 626/94)
le misure di sicurezza
i piani di emergenza
Particolare rilevanza assume la formazione delle risorse finalizzate alla gestione delle problematiche di sicurezza nonché delle normative introdotte dal D.L. 626/94
Con riferimento a quanto sopra, le Parti concordano di analizzare:
il livello di informazioni e conoscenze raggiunto dai lavoratori/lavoratrici
le integrazioni eventualmente da proporre
gli obiettivi e contenuti da assegnare a future iniziative di formazione
Le Parti si impegnano ad utilizzare, nella realizzazione di tali iniziative, le risorse tecniche ed umane presenti in azienda o a livello di settore per raggiungere gli obiettivi individuati.

Pari opportunità
Le parti definiscono con il termine pari opportunità l'insieme delle azioni rivolte a consentire che il personale femminile dell'azienda non trovi limitazioni derivanti dal sesso di appartenenza, a partire dall'assunzione, nei percorsi professionali disegnabili all'interno dell'organizzazione aziendale indirizzati alla crescita di esperienze e di competenze che permettono il raggiungimento di posizioni organizzative aventi margini di autonomia e di responsabilità crescenti. L'azienda si impegna alla realizzazione di progetti che abbiano il fine di attuare le pari opportunità fra uomini e donne.
Le Parti convengono di ricercare le forme di discriminazioni indirette definite nella legge 125/91. L'azienda consegnerà annualmente il Rapporto sulla situazione del personale dello Stabilimento di Boretto così come definito dall'art. 9 L. 125.

Verbale di accordo
[…]
Potenziamento servizio mensa
L'attuale spazio adibito a mensa non consente attualmente il recepimento di ulteriori e sensibili richieste di utilizzo.
Al fine di far fronte ad eventuali incrementi del numero di lavoratori interessati all'utilizzo del servizio mensa, la Direzione aziendale si impegna ad attivare tutti i canali necessari all'ottenimento delle licenze utili alla realizzazione di una nuova struttura che sarà collocata in un'area situata su un terreno attualmente non compreso nella proprietà.
Subordinatamente alla non realizzazione delle condizioni su richiamate, l'Azienda valuterà la possibilità di trovare una soluzione all'interno dell'attuale area di proprietà.
[…]