Stampa
Categoria: 1996
Visite: 2938

Tipologia: Accordo
Data firma: 27 maggio 1996
Validità: 27.05.1996 - 30.06.1998
Parti: Fava Giuliano/Api di Bologna e RSU/Fim-Fiom-Uilm
Settori: Metalmeccanici, PMI, Fava Giuliano Bologna
Fonte: contrattazione.cgil.it

Sommario
:

1) Informazioni
2) Ambiente e sicurezza
3) Anticipo trattamento economico Inail
4) Contratti di formazione e lavoro
5) Diritti
6) Pensioni integrative
7) Orario di lavoro
8) Formazione professionale
9) Salario
10) Decorrenza e durata

Tra la ditta Fava Giuliano srl […], assistita dall'Api di Bologna […] e i lavoratori dipendenti, rappresentati dalla RSU e assistiti dalla Fim-Fiom-Uilm […], si è raggiunta un'intesa sulla base dei seguenti contenuti:

1) Informazioni
Nel corso degli incontri che hanno portato alla stipula del presente accordo aziendale la Direzione della Ditta Fava Giuliano ha esposto alla RSU ed alle OO.SS. i principali contenuti delle proprie politiche. In particolare ha sottolineato la volontà dell'impresa di mantenere una politica di investimenti sempre viva e tendente a mantenere l'impresa al passo con gli sviluppi tecnologici del settore. E' stato inoltre preannunciato che sono state avviate le procedure che porteranno alla fusione per incorporazione della ditta Inoxtecnica. A breve termine verranno avviate le procedure di consultazione sindacale di cui all'art. 47 della L. 428/90.
Le Parti hanno infine convenuto di dotarsi di un sistema informativo periodico basato su un incontro annuale, da tenersi di norma entro il mese di febbraio di ciascun anno, nel corso del quale la Direzione Aziendale fornirà informazioni in merito alle seguenti tematiche:
prospettive produttive e di mercato;
prospettive occupazionali;
investimenti e/o sostanziali modifiche della organizzazione del lavoro tali da provocare modificazioni sugli assetti occupazionali e le professionalità dei dipendenti;
modifiche sostanziali del rapporto con il lavoro esterno;
utilizzo di prestazioni di lavoro straordinario.
Per quanto attiene tale ultimo argomento verranno fornite informazioni a consuntivo e sulla base di incontri di periodicità semestrale.
Nell'incontro informativo annuo le Parti effettueranno l'esame congiunto attinente al calendario annuo di utilizzo delle ferie collettive, delle ex festività e delle riduzioni dell'orario di lavoro contrattualmente previste. Per quanto attiene il 1996 vedasi l'allegato 1 al presente accordo.

2) Ambiente e sicurezza
L'Azienda fornirà all'atto dell'assunzione n. 2 indumenti di lavoro idonei alle mansioni effettuate. Annualmente si procederà al rimpiazzo secondo usura nel massimo di n. 2 indumenti. Verranno fornite scarpe antiinfortunistiche idonee ai dipendenti che svolgono mansioni che le rendano necessarie.
L'Azienda prende atto dell'avvenuta nomina del Sig. Fabrizio Lanzi a Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza. Tale lavoratore fruirà dei diritti di cui al D.Lgs. 626/94.
Entro il 31/12/96 l'Azienda fornirà al RLS la mappa dei rischi definendo con lo stesso il necessario percorso di informazione e sensibilizzazione di tutti i lavoratori.

4) Contratti di formazione e lavoro
L'Azienda fornirà alle RSU copia dei progetti formativi dei singoli lavoratori assunti con CFL. A metà del percorso formativo dei singoli contrattisti si procederà ad una verifica congiunta dell'andamento del progetto finalizzata a facilitare il buon esito dello stesso.

5) Diritti
L'Azienda corrisponderà ai lavoratori che si assentino per l'effettuazione di visite mediche specialistiche od analisi cliniche presso strutture pubbliche e/o convenzionate la retribuzione delle ore perdute alle seguenti condizioni:
a) il lavoratore dovrà comunicare per iscritto e preventivamente l'assenza al superiore diretto e consegnare a posteriori all'ufficio personale la certificazione medica comprovante l'effettuazione della visita e la durata della stessa;
b) l'Azienda per ciascuna visita retribuirà il tempo di permanenza presso il centro medico risultante dal certificato e la mezz'ora precedente e susseguente la visita entro i limiti delle ore di lavoro effettivamente perdute;
c) ciascun dipendente potrà usufruire fino ad un massimo di 12 h di permesso per anno solare.
Il dipendente che avesse esaurito il proprio monte ore personale potrà attingere da un monte ore globale pari ad una ora all'anno per dipendente in forza al 1 gennaio di ciascun anno.
[…]

7) Orario di lavoro
L'Azienda si rende disponibile a concordare orari flessibili di entrata e di uscita, a fronte di richieste individuali. In tali accordi dovranno essere definiti i periodi di vigenza di tali orari flessibili.

8) Formazione professionale
Le Parti hanno congiuntamente ritenuto importante, ai fini dell'accrescimento del grado di elasticità aziendale, la creazione di figure professionali con caratteristiche di polivalenza di mansioni.
La Direzione Aziendale predisporrà pertanto percorsi formativi caratterizzati da fasi di affiancamento e fasi di formazione teorica e teorico-pratica. Su tali percorsi, e sui prevedibili tempi di effettuazione, verrà svolto un esame congiunto con le RSU entro il 31/10/96. A compimento di tale esame la Direzione Aziendale ricercherà i lavoratori da inserire, su base volontaria, nei percorsi formativi per le quantità che possano consentire il rispetto delle compatibilità produttive.
A conclusione dei percorsi formativi si valuterà se i lavoratori inseriti abbiano conseguito, unitamente alla polivalenza nelle mansioni, anche un accrescimento complessivo sul piano professionale tale da necessitare un diverso livello di inquadramento.
Le parti valuteranno inoltre in apposito incontro che dovrà tenersi entro il 31/10/96 la sperimentazione di un progetto di formazione teorica di base aperto a tutti i dipendenti direttamente produttivi dell'impresa, e la eventuale possibilità di interventi di supporto finanziario finalizzati allo scopo.
Tutte le fasi di formazione teorica che si dovessero svolgere in base ai progetti precedentemente esposti verranno effettuate attraverso l'utilizzo del monte-ore di cui all'art. 27 D.G. del vigente CCNL e con le stesse modalità di rapporto tra ore coincidenti con l'orario di lavoro e ore esterne all'orario medesimo.