Stampa
Categoria: 1996
Visite: 3482

Tipologia: Accordo
Data firma: 17 gennaio 1996
Validità: 17.01.1996 - 31.12.1998
Parti: Officina Meccanica BB/Api di Bologna e CdF/Fiom
Settori: Metalmeccanici, PMI, Officina Meccanica BB Casalecchio di R. (Bo)
Fonte: contrattazione.cgil.it

Sommario:

1) Informazioni
2) Organizzazione del lavoro
3) Investimenti
4) Ambiente di lavoro
5) Diritti individuali
6) Visite mediche
7) Pensione Integrative
8) Inquadramento
9) Orario di lavoro
10) Salario
11) Premio di risultato
12) Decorrenza e durata

Tra la Ditta Officina Meccanica BB […], assistita dall'Api di Bologna […] e i lavoratori dipendenti, rappresentati dal CdF e assistiti dalla Fiom Provinciale […], si è convenuto quanto segue:

1) Informazioni
La Direzione aziendale conferma la propria disponibilità ad attivare un sistema informativo periodico strutturato su due sessioni di incontro da tenersi di norma nei mesi di novembre e maggio per una verifica degli andamenti economici e produttivi dell'impresa. Nella prima sessione verranno analizzate le prime risultanze consuntive dell'anno in corso e la prima bozza di budget, mentre nella seconda sessione, si procederà alla verifica del consuntivo e del budget definitivo.

2) Organizzazione del lavoro
La Direzione Aziendale conferma la propria valutazione di positività dell'esperienza della Sede tecnica Bilaterale costituita con l'accordo aziendale 22/10/92 quale luogo di approfondimento delle tematiche organizzative dell'impresa; pertanto l'Azienda si impegna a mantenere viva quella esperienza di confronto e dialogo, tramite una periodicità quadrimestrale di incontro. Degli incontri effettuati nella Sede tecnica Bilaterale verranno redatti appositi verbali. In caso di avvio di esperienze di inserimenti di nuovi modelli organizzativi la Sede Tecnica Bilaterale sarà il luogo ove verranno effettuate le prime analisi di fattibilità.

3) Investimenti
La Direzione Aziendale conferma per quanto attiene la politica di investimenti da effettuarsi nel breve-medio periodo le direttrici di intervento già esposte nella Sede tecnica Bilaterale, direttrici che avevano trovato il pieno consenso delle componenti in tale Sede presenti. In particolare è stata ribadita la indispensabilità di procedere ad una politica di investimenti armonica rispetto alla necessaria riacquisizione di redditività dell'impresa con criteri selettivi che partano dalla acquisizione e manutenzione delle utensilerie necessarie e dalla manutenzione straordinaria degli impianti strategici per l'impresa.
Nell'allegato 1 al presente accordo vengono elencati i principali interventi effettuati e da effettuare nel breve periodo. Nel quadro delle compatibilità precedentemente espresse e tenendo conto della obbligatorietà di destinare risorse agli interventi di natura ambientale, l'impresa valuterà le opportunità anche di investimenti sostitutivi di impianti.

4) Ambiente di lavoro
La Direzione Aziendale si impegna a dare piena attuazione all'A.I. 27/10/95 Confapi/Cgil-Cisl-Uil in materia di ambiente e sicurezza sul lavoro. Per quanto attiene le richieste in tema di "climatizzazione" la Direzione Aziendale ha comunicato di aver proceduto alla calendarizzazione di alcuni interventi riguardanti l'impianto di riscaldamento, a partire dallo studio di fattibilità di una modifica della caldaia e del carburante utilizzato. Per quanto attiene l'impianto di ventilazione l'Azienda si impegna a valutare sul piano tecnico ed economico possibili interventi tesi al miglioramento della situazione. In ogni caso l'Azienda si impegna a considerare tale problematica con caratteristica di priorità.

6) Visite mediche
L'Azienda corrisponderà ai lavoratori che si assentino per l'effettuazione di visite mediche specialistiche presso strutture pubbliche o private la retribuzione delle ore perdute alle seguenti condizioni:
a) il lavoratore dovrà comunicare per iscritto, tramite l'apposito modulo predisposto dall'Azienda, e preventivamente l'assenza al superiore diretto e consegnare a posteriori all'ufficio personale la certificazione medica comprovante l'effettuazione della visita e la durata della stessa;
b) l'Azienda per ciascuna visita retribuirà il tempo di permanenza presso il centro medico risultante dal certificato e la mezz'ora precedente e susseguente la visita entro i limiti delle ore di lavoro effettivamente perdute;
c) ciascun dipendente potrà usufruire fino ad un massimo di 12 h di permesso per anno solare.
Il dipendente che avesse esaurito il proprio monte ore personale potrà attingere da un monte ore globale pari ad una ora all'anno per dipendente in forza al 1 gennaio di ciascun anno.
Quanto convenuto nel presente accordo entra in vigore dal 1/1/96 per la totalità dei lavoratori dipendenti, con esclusione dei lavoratori che già fruiscono di permessi retribuiti di n.6 ore al mese non cumulabili su base annua. Tali lavoratori non vengono computati per il calcolo del monte ore globale di cui al precedente comma.

9) Orario di lavoro
Le Parti verificata la sperimentazione effettuata sulle modalità di fruizione della riduzione dell'orario di lavoro contrattualmente prevista convengono di dare applicazione alle stesse attraverso l'utilizzo di permessi retribuiti in gruppi di ore individuali. Al fine della fruizione di tali permessi i lavoratori dovranno presentare richiesta negli appositi moduli con almeno 48 ore di anticipo. Per quanto non diversamente disciplinato vengono confermate le normative contrattuali vigenti.