Stampa
Categoria: 1996
Visite: 4555

Tipologia: Accordo
Data firma: 22 ottobre 1996
Validità: 03.09.1996 - 31.12.1999
Parti: Molteni e RSU/Flc
Settori: Edilizia-Legno, Molteni Giussano (Mb)
Fonte: contrattazione.cgil.it

Sommario:

1. Relazioni industriali
2. Inquadramento
3. Ambiente di lavoro - Organizzazione del lavoro
4. Parte economica
4.1 Premio di risultato
4.2 Modalità di calcolo dei parametri e importi erogabili dal premio di risultato
4.3 Computo degli importi erogabili
5. Sistema di verifica e comunicazioni
6. Durata dell'accordo

Verbale di accordo

In data 22/10/1996, presso la sede della Società in Giussano (MI), Via Rossini 50, tra la Molteni & C. spa […], e la RSU della ditta Molteni & C. spa […], assistiti dalla FLC […], si è convenuto quanto segue:

1. Relazioni industriali
Le parti si danno atto che, a fronte di una situazione di mercato caratterizzata da sempre maggiori livelli di competitività, sono necessari interventi finalizzati al miglioramento costante della produttività, della qualità dei prodotti e dei servizi ai clienti.
Un valido strumento per il raggiungimento di tali obiettivi è costituito da un corretto sistema di relazioni industriali, nell'ambito del quale il dialogo tra Direzione e RSU, nel rispetto dei reciprochi ruoli, è parte rilevante.
Per dare pratica applicazione a quanto sopra detto, le parti ritengono che il sistema delle informazioni contrattuali venga articolato in un incontro, di norma annuale, nell'ambito del quale verrà prestata attenzione ai programmi produttivi, agli investimenti, alle eventuali modifiche organizzative e agli interventi in tema di ambiente di lavoro e sicurezza.

3. Ambiente di lavoro - Organizzazione del lavoro
Premesso che la tutela della salute e il miglioramento delle condizioni di lavoro sono sempre più parte della cultura aziendale, la direzione aziendale continuerà nell'attuazione di quanto stabilito dal D.L[gs]. 626/94 e successive modificazioni, secondo i termini e le modalità stabilite da tali dispositivi, nonché da accordi interconfederali in essere sul territorio.
Nel continuo rispetto delle vigenti normative contrattuali e di legge in tema di orario di lavoro, la direzione aziendale e le RSU inseriranno nel sistema delle relazioni industriali strumenti di verifica e di gestione dell'orario di lavoro.
In particolare, nell'incontro annuale previsto, e comunque entro il mese di marzo di ogni anno, in apposito incontro, la direzione aziendale sottoporrà alla RSU le prospettive di lavoro per l'intero anno.
In tale ambito saranno programmati i riposi collettivi, calendarizzando possibilmente fruizione di ferie, riduzioni di orario e festività soppresse.
Per quanto infine concerne l’orario di lavoro, le parti continueranno a dare piena attuazione al disposto contrattuale di cui agli Artt. 7 e 12 del CCNL.