Stampa
Categoria: 1998
Visite: 2690

Tipologia: Ipotesi di accordo
Data firma: 30 giugno 1998
Validità: 01.07.1998 - 30.06.2002
Parti: Corneliani/Associazione Industriali e RSU/Filtea-Cgil, Filta-Cisl, Uilta-Uil
Settori: Tessili, Corneliani Mantova
Fonte: contrattazione.cgil.it

Sommario
:

Premessa
Relazioni industriali e Informazioni
Qualità e Organizzazione del lavoro
Decentramento
Part time
Ambiente
Fondo di previdenza integrativa e Diritti
Professionalità
Parte economica
* Mensa
* Premio feriale
* Premio di qualità
Occupazione
Decorrenza e durata
Una tantum
Dichiarazione a verbale

Ipotesi di accordo

Il giorno 30 giugno 1998 presso la sede dell'Associazione Industriali della provincia di Mantova, la ditta F.lli Corneliani spa […], assistiti dal[…]l'Associazione Industriali di Mantova e le RSU della ditta stessa […], assistiti da […] Filtea Cgil provinciale, da […] Filta Cisl provinciale e da […] Uilta Uil provinciale, hanno stipulato il seguente accordo integrativo aziendale.

Premessa
Pur non avendo attraversato nella sua storia le gravi difficoltà che la maggior parte delle aziende strutturate hanno dovuto affrontare in quest'ultimo decennio, la ditta Corneliani è conscia della nuove sfide legate all'ingresso nella UME e al cambiamento dei consumi e del nuovo consumatore globale.
Solo marchi conosciuti potranno sperare di mantenere i mercati tradizionali e di aprire quelli futuri. La competizione si giocherà tra America Europa e Asia.
Per vendere un vestito nella fascia alta bisognerà dare oltre al prodotto un alto valore aggiunto e cioè:
* Un marchio forte e conosciuto
* Un'immagine che faccia sognare.
* Una qualità ed un servizio impeccabile
Per avere un contatto diretto con il consumatore e poter trasmettere un'immagine forte, la strada percorsa dai maggiori stilisti e marchi famosi, è stata quella di aprire negozi monomarca propri od in Franchising.
Anche la Corneliani è obbligata a seguire questo indirizzo, data la collocazione nell'alta fascia del mercato, impostale dalla sua struttura dei costi che sono al vertice della categoria.
Necessario quindi, dopo l'apertura del negozio di Montenapoleone, attuare quanto prima possibile nuove aperture nelle più importanti capitali del mondo.
Ciò non solo per acquisire nuovi clienti e consumatori, ma anche per mantenere le quote di mercato raggiunte.
Per fare questi investimenti vitali l'azienda avrà bisogno di rilevanti capitali che soprattutto dovranno essere garantiti dall'auto finanziamento.
La vocazione al prodotto di alta qualità dovrà sempre più coinvolgere tutta la struttura aziendale, onde permettere la realizzazione di capi ancora più raffinati e di nicchia, dato il livello dei costi aziendali non sopportabili diversamente.
L'impegno contenuto in questa trattativa è finalizzato a far si che lo stabilimento di Mantova possa continuare ad essere il riferimento centrale dell'azienda Corneliani con il concorso di tutti i dipendenti in modo che si realizzi una partecipazione attiva ed interessata che consenta di determinare livelli di redditività e produttività in linea con i competitor nazionali ed esteri pena l'esclusione dal mercato.

Relazioni industriali e Informazioni
Le parti concordano che nell'ambito dell'autonomia imprenditoriale e nel rispetto delle distinte responsabilità si ottimizzi, per quanto possibile, l'informativa aziendale al fine di una migliore comprensione dei vari problemi e quindi della loro soluzione.
Il sistema informativo in atto in azienda che si articola a vari livelli e momenti attraverso gli incontri semestrali, il paritetico, l'esecutivo delle RSU, la commissione ambiente ed il comitato tecnico per la qualità, ha prodotto un elevato livello di informazioni ed è stato determinante per il conseguimento di positive relazioni industriali.
L'azienda conferma di voler continuare ad assicurare l'attuale flusso informativo e si impegna a migliorarlo in maniera da favorire un ruolo attivo delle maestranze. Nel corso degli incontri semestrali saranno fornite anche informazioni di massima sulla strategia commerciale e l'apertura di eventuali nuovi punti vendita.
Nell'ambito di questa informativa l'azienda aderisce alla richiesta di rivitalizzare lo spirito negli incontri ed approfondire particolari argomenti ritenuti interessanti dalle RSU, stabilendo anche intervalli temporali in merito ai problemi da affrontare.
Su temi specifici finalizzati al miglioramento della qualità, dei tempi di attraversamento e dell'organizzazione del lavoro le parti convengono che a livello aziendale si stabilirà, di volta in volta, quale delle commissioni già esistenti potrà essere interessata o potranno essere costituiti gruppi di lavoro finalizzati all'approfondimento di singoli problemi.

Qualità e Organizzazione del lavoro
Le parti sono concordi nel ritenere che la valorizzazione delle risorse umane rivesta importanza primaria per creare una maggiore flessibilità produttiva ed organizzativa che consenta di determinare una migliore competitività dell'azienda, il continuo miglioramento dei prodotti, ed un servizio al cliente (risposta rapida, lotti frazionati, ecc.) sempre più puntuale.
Tutto questo premesso si ritiene necessario prevedere una serie di interventi mirati agli obiettivi sopra accennati e precisamente:
* Migliorare l'efficacia della formazione
* Migliorare la capacità di interscambio degli operatori nelle varie lavorazioni
* Eliminare eventuali sacche di inefficienza
Per determinare ciò le parti si impegnano a:
1. Rivedere la regolamentazione degli addestramenti e delle economie al fine di ridurre sensibilmente il ricorso all'attività extra cottimo.
2. Integrare con nuove metodologie i programmi di formazione ed addestramento professionale;
3. Rivedere la normativa riguardante il numero di lavorazioni a cottimo eseguite nella giornata specificando il concetto di operazione "tecnicamente diversa"; il tutto per facilitare l'interscambio organizzativo e l'accorpamento di mansioni, nell'ambito di una organizzazione del lavoro basata sul cottimo individuale.
4. Attivare l'organismo Aziendale "Paritetico" per la riduzione delle difettosità e dei tempi di attraversamento.
Incontri a ciò finalizzati dovranno portare alla stesura di linee guida operative entro due mesi (periodo di campionamento escluso) dalla firma del presente accordo.
L'azienda si attiverà perché la lettura e l'adozione corretta del metodo sia parte integrane del processo formativo dei lavoratori per quanto concerne l'apprendimento dei contenuti sia sotto il profilo tecnico organizzativo che sotto quello della sicurezza e dell'ergonomia.
Il metodo dovrà evidenziare oltre ai tempi di esecuzione anche le maggiorazioni fisse per pause fisiologiche (20 minuti/giorno) e quelle variabili per affaticamento, controllo qualità ed imprevisti tecnici.
Le parti prendono atto che la conoscenza ed il rispetto delle metodologie operative è la condizione essenziale per salvaguardare l'incolumità fisica dei lavoratori e per garantire una prestazione altamente qualitativa che potrà influenzare positivamente l'indice di Qualità Globale.

Decentramento
Si conferma la completa disponibilità a fornire tutte le informazioni relative al decentramento produttivo, così come previsto dal CCNL ed in particolare per quanto riguarda il decentramento, in atto o da realizzare, di fasi di lavorazioni interne.
La Corneliani inserirà nei contratti di façon l'impegno delle aziende collaboratrici a rispettare le normative previste dalle leggi in materia di lavoro dipendente.

Part time
Le parti si danno atto dell'elevata incidenza dei dipendenti con contratto di lavoro a Part-time di cui si dovrà tenere conto e dello squilibrio esistente tra coloro che prestano la loro opera al mattino rispetto a quelli occupati nell'orario pomeridiano.
L'azienda promuoverà una indagine conoscitiva per verificare l'eventuale disponibilità del personale attualmente part time a riprendere il lavoro a tempo pieno.
Per favorire una possibilità maggiore di ricambio l'azienda, d'ora in avanti, darà eventuali concessioni di part time con scadenza determinata.
Nei casi di eccezionale gravità e urgenza, compatibilmente con le esigenze tecniche produttive e nell'ottica di un riequilibrio tra mattina e pomeriggio, l'Azienda si dichiara disponibile a prendere in esame eventuali casi prospettati.

Ambiente
L'Azienda, da sempre sensibile ai problemi dell'ambiente e della salute dei lavoratori, ha realizzato, all'interno del proprio insediamento produttivo tutti gli accorgimenti suggeriti dall'esperienza e della tecnica in relazione alla sicurezza e igiene del lavoro.
In sintonia con questo spirito si riconferma la disponibilità a raccogliere eventuali nuovi suggerimenti formulati dalle RLS.
Entro due mesi dalla firma del presente accordo dovranno essere definite in azienda le procedure che consentono ai rappresentanti dei lavoratori lo spostamento immediato dal lavoro o quelle che implicano invece le autorizzazioni necessarie per visitare i reparti, accompagnati da responsabili aziendali per espletare le verifiche previste dalla legge [dlgs] 626.