Stampa
Categoria: 2000
Visite: 6683

Tipologia: Accordo
Data firma: 24 novembre 2000
Validità: 31.12.2003
Parti: Cementeria di Merone/Unioni Industriali e RSU/OO.SS.
Settori: Edilizia, Cemento, Cementeria di Merone
Fonte: contrattazione.cgil.it


Sommario:

Premessa
Sistema di Relazioni Industriali
Formazione Professionale
Inquadramento Professionale
Appalti
Ambiente e sicurezza
Orario
Rappresentanze Sindacali Unitarie
Premio di Risultato
Previdenza Complementare
Comunicazione dei risultati ed erogazione del Nuovo Premio di Risultato (NPR)
Durata del presente Accordo
Varie
Allegati

Verbale di accordo del 24 novembre 2000
(da sottoporre alle assemblee dei lavoratori)

Tra la Cementeria di Merone spa […], assistita dalle Unioni Industriali di Como, Alessandria, Varese […], e il Coordinamento delle RSU della Cementeria di Merone spa, unità Produttive di Merone, Ternate e Centro di Macinazione di Morano, assistite dalle OO.SS. Territoriali […] e Regionale della Lombardia […] e del Piemonte […]

Premesso che
Il mercato del cemento richiede sempre di più interventi volti ad aumentare la sostenibilità dell'efficienza e della competitività industriale, è interesse comune favorire la partecipazione più attiva dei lavoratori alla vita aziendale per migliorare la qualità e l'efficacia delle prestazioni lavorative nonché la condivisione anche da parte dei lavoratori del miglioramento dei risultati conseguiti;
La effettuazione di rilevanti investimenti ed innovazioni tecnologiche costituisce altresì fondamentale fattore strategico e competitivo;
Il presupposto principale per l'instaurazione di un moderno ed efficace sistema di relazioni sindacali si basa sia sul rispetto delle reciproche coerenze che su un sistema concertativo di informazione e consultazione continuo e periodico, rivolto all’obiettivo condiviso di migliorare il livello di competitività dell'Azienda;
Le Parti con il presente Accordo si danno atto di aver espletato quanto previsto al punto 2.1 dell'Accordo del 23 luglio1993, sulla contrattazione di secondo livello;
Il presente Accordo ha validità fino a tutto il 2003 e nova e sostituisce tutti i precedenti accordi in materia, salvo quanto esplicitamente confermato nel presente accordo, si concorda quanto segue

Sistema di Relazioni Industriali
Le Parti, nel confermare quanto previsto dal "Protocollo sulle Relazioni Sindacali" del 8/3/99 definiscono un programma di incontri a cadenza annuale, cosi come previsto dal punto A Disciplina Generale, del vigente CCNL che avranno come oggetto:
1. Sviluppi societari ed investimenti, con Particolare attenzione al reperimento delle materie prime e delle fonti energetiche;
2. Verifica della situazione occupazionale e andamento premio.
Le date di tali incontri - di norma 2 in corso d'anno - verranno individuate e comunicate entro e non oltre il primo trimestre di ogni anno.
Con riferimento ai temi di cui ai punti 1. e 2., l'informazione aziendale, ove possibile in forma scritta, verterà sulle iniziative di volta in volta programmate o attuate per il consolidamento e lo sviluppo delle attività
Per favorire un preciso e finalizzato sistema d’informazione/consultazione, le Parti, individuano quale idonea e reciproca forma di coinvolgimento, la istituzione di due Commissioni di lavoro che avranno precipuamente il compito di effettuare studi/analisi congiunti sulle tematiche sopra enunciate e di fornire alle Pani eventuali, ulteriori strumenti per la corretta individuazione di percorsi idonei allo sviluppo del sistema di relazioni sindacali.
Tali commissioni saranno composte da tre membri di parte sindacale e tre di parte aziendale. Le commissioni potranno, su specifici argomenti, decidere all’unanimità delle componenti di invitare esperti di comprovata capacità professionale scelti di comune accordo.
Per quanto riguarda le tematiche legate al contesto aziendale e alla specificità di ogni Unità Produttiva, le Parti confermano quanto già previsto dal "Protocollo sulle relazioni sindacali" dell'8 marzo 1999, ritenendo ciascuna RSU titolare ad affrontare con la direzione aziendale, le tematiche relative all'organizzazione del lavoro, agli orari ed alla formazione professionale.

Formazione Professionale
In considerazione della crescente rilevanza che la formazione professionale assume rispetto alla necessità di un costante aumento delle responsabilità, competenze e capacità professionali e per far fronte alla evoluzione tecnologica, ai continui cambiamenti dei contesti competitivi e degli aspetti organizzativi, le Parti, confermano la volontà di affrontare tale tematica a livello di ciascuna Unità produttiva.
Sulla base dei fabbisogni rilevati, verranno programmati percorsi formativi specifici, il cui sviluppo nel corso dell'anno sarà verificato dall'Azienda e da ciascuna RSU.

Appalti
Di norma, ogni quadrimestre, l'Azienda illustrerà alle RSU di ciascuna Unità Produttiva la tipologia delle attività date in appalto così come previsto dall'Art. 34 del vigente CCNL.
Inoltre l’Azienda si impegna ad inserire nei contratti di appalto apposite clausole che obblighino le imprese appaltatrici all'osservanza degli obblighi ad esse derivanti dalle norme di legge in materia di igiene e sicurezza del lavoro, in materia di assicurazioni sociali e previdenziali nonché di applicazione dei rispettivi contratti collettivi di lavoro, chiedendone opportuna documentazione.

Ambiente e sicurezza
Le parti -entrambe attente alle tematiche inerenti l'ambiente, la Sicurezza e l’igiene sui luoghi di lavoro- concordano di ricercare soluzioni per una sempre estesa tutela della persona sul luogo di lavoro e sugli impatti ambientali interni ed esterni.
Nell'ottica di un lavoro comune e di un coinvolgimento attivo e consapevole dei lavoratori alla prevenzione dei rischi ed alla difesa dell’ambiente, si effettueranno incontri periodici tra la Direzione e la RSU di ciascuna Unità Produttiva per monitorare i dati statistici globali relativi all'andamento del fenomeno infortunistico e delle eventuali malattie professionali, proponendo iniziative ed interventi finalizzati alla rimozione dei fattori causanti, duali ad esempio nuove pubblicazioni informative.
L'Azienda s'impegna ad organizzare un incontro annuale fra RSPP ed RLS in modo da confrontare esperienze, al fine di migliorare le condizioni di sicurezza e prevenzione dei rischi.

Orario
Nell'ambito di ciascuna Unità Produttiva la Direzione fornirà periodicamente alla RSU informazioni dettagliate sul lavoro straordinario.
Le Parti verificheranno l'applicazione delle normative vigenti, con Particolare riguardo all'utilizzo della banca delle ore.

Rappresentanze Sindacali Unitarie
La RSU di ciascuna Unità Produttiva avrà a disposizione da ciascuna Direzione una adeguata dotazione composta da Personal Computer e stampante.
Nell'ambito delle ore di permesso sindacale, saranno realizzati specifici momenti formativi, sulla base di progetti concordati, rivolti a n. 2 componenti la RSU di ciascuna Unità Produttiva, sull'utilizzo di base degli strumenti informatici forniti in dotazione.

Durata del presente Accordo
[…]
In caso di sopraggiunta impossibilità di applicazione del presente Accordo, dovuta esclusivamente a fattori eccezionali e non prevedibili -quali, ad esempio, cause di forra maggiore e/o calamità naturali- le Parti, sin da ora, concordano di incontrarsi per reperire idonee soluzioni.