Stampa
Categoria: 2003
Visite: 6231

Tipologia: Accordo
Data firma: 24 novembre 2003
Validità: 01.01.2003 - 31.12.2006
Parti: Fonderie Mazzucconi e Fim-Cisl, Fiom-Cgil, Uilm-Uil, RSU
Settori: Metalmeccanici, Fonderie Mazzucconi, Ambivere (Bg)
Fonte: www.contrattazione.cgil.it

Sommario:

Premessa
1) Premio di Risultato
A) Redditività
B) Obiettivi di miglioramento
C) Modalità dl erogazione del premio di risultato
2) PDR - indice di presenza
3)
4)
5)
6) validità
7) regime previdenziale/fiscale
8) Principio di trattamento contabile.
1) Professionalità
2) Commissione paritetica
3) Sicurezza e ambiente
4) Turno notturno feriale
5) Formazione professionale
6) Lavoratori con cittadinanza straniera

Verbale di accordo

Oggi 24 Novembre 2003 presso la sede della Fonderie Mazzucconi spa in Ambivere, tra i rappresentanti della Direzione […] e le Organizzazioni Sindacali dei lavoratori Fim-Cisl, Fiom-Cgil, Uilm-Uil di Bergamo […], nonché le RSU […]

Premesso che le parti si sono più volte incontrate per dare attuazione a quanto previsto dagli artt. 9 e 38 del vigente Contratto Nazionale Disciplinare Generale - Sezione III e nello spirito dell'accordo Interconfederale del 23.07.1993, nonché delle norme concordate nel verbale di accordo ministeriale 4 febbraio 1997, si è concordato

RSU - Organizzazioni Sindacale e Direzione FM hanno inoltre concordato:

2) Commissione paritetica
di coinvolgere tale Commissione sui temi della definizione e del monitoraggio degli Obiettivi (PDR), sulla professionalità e sull'organizzazione. La Commissione sarà composta da n. 4 componenti della Direzione e n. 4 rappresentanti dei lavoratori.

3) Sicurezza e ambiente
A) di organizzare un corso interno di 32 ore per gli RLS, ad integrazione di quanto previsto dalla normativa in vigore e di promuovere un'azione formativa sui preposti;
B) di recepire nel presente accordo documento aggiornato "Elenco delle operazioni vietate" introdotto in azienda a sostegno della Politica sulla Sicurezza (all. 1);
C) di condividere e sostenere la campagna rivolta alla tutela del fumo passivo, salvaguardando pertanto i non fuma ori dai danni prodotti dalla convivenza con chi fuma (le recenti normative riconducono infatti il fumo di sigaretta tra gli agenti chimici pericolosi e l'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro ha classificato il fumo passivo quale sostanza cancerogena); a tale proposito ci si impegna ad estendere gradualmente il divieto di fumare all'intero perimetro aziendale , fatte salve apposite zone dedicate.

6) Lavoratori con cittadinanza straniera
A) la partecipazione a corsi di italiano di integrazione fuori orario di lavoro comporterà per l'azienda il riconoscimento a interessati del 50% delle ore di effettiva presenza ai corsi (ordinarie), in aggiunta a quanto previsto dal CCNL sul diritto allo studio;
B) su richiesta tutte le ore di straordinario prestate potranno essere accantonate come monte ferie da utilizzare entro 24 mesi durante i periodi di chiusura collettiva per ricongiungimento alla famiglia nel paese d'origine.