Stampa
Categoria: Normativa regionale
Visite: 6142

Regione Marche
Deliberazione della Giunta Regionale, 14 novembre 2011, n. 1514
D.G.R. N. 2197/99 “Corsi di formazione professionale, con rilascio di titolo di abilitazione, per operatori e dirigenti di imprese, dedite ad attività di bonifica, rimozione e smaltimento amianto” - CORSI DI AGGIORNAMENTO.

LA GIUNTA REGIONALE

VISTO il documento istruttorio riportato in calce alla presente deliberazione predisposto dall’ Agenzia Regionale Sanitaria dal quale si rileva la necessità di adottare il presente atto;
RITENUTO, per i motivi riportati nel predetto documento istruttorio e che vengono condivisi, di deliberare in merito;
VISTA la proposta del Direttore dell’Agenzia Regionale Sanitaria che contiene il parere favorevole di cui all’articolo 16, comma 1, lettera d) della legge regionale 15 ottobre 2001, n. 20 sotto il profilo della legittimità e della regolarità tecnica e l’attestazione dello stesso che dalla deliberazione non deriva né può derivare alcun impegno di spesa a carico della Regione Marche;
VISTO l’articolo 28 dello statuto della regione;
Con la votazione, resa in forma palese, riportata a pagina 1

DELIBERA

- di approvare l’Allegato A, parte integrante e sostanziale del presente atto; inerente “FORMAZIONE CONTINUA E OBBLIGATORIA IN MATERIA DI ESPOSIZIONE ALL’AMIANTO - Corsi di aggiornamento per gli addetti alle attività di rimozione, smaltimento e di bonifica dell'amianto livello operativo e gestionale ai sensi del D.Lgs. 81/2008”;
- di incaricare l’ASUR - Area Vasta 1 - Centro di Formazione Permanente per la Prevenzione della ex Z.T. 2 di Urbino - dell’espletamento dei corsi di aggiornamento di cui al punto precedente con le modalità e i termini previsti nell’Allegato A;
- di stabilire che gli addetti alle attività di rimozione, smaltimento e di bonifica dell'amianto - livello operativo e gestionale, successivamente all’abilitazione di cui all’art. 10 - comma 2 lett. h) - della Legge 27.03.92, n. 257 e dell’art. 10 del D.P.R. 08.08.94, debbano svolgere l’attività formativa di aggiornamento, con le modalità indicate nell’allegato A, con cadenza quinquennale;
- di stabilire che i soggetti già abilitati, ai sensi della normativa sopra richiamata, debbano ottemperare agli obblighi di aggiornamento entro i termini di cui all’Allegato A;
di stabilire che le imprese non possano utilizzare nel territorio della Regione Marche i soggetti abilitati, senza che questi abbiano adempiuto agli obblighi di formazione previsti dalla presente deliberazione;
- di stabilire che i corsi di formazione in questione siano finanziati esclusivamente con intervento economico dei soggetti richiedenti o delle imprese di appartenenza;
- di stabilire che la spesa derivante dall’attuazione della presente deliberazione è a carico del bilancio dell’ASUR nei limiti del budget assegnato dalla Regione Marche.

_______________
DOCUMENTO ISTRUTTORIO

La Legge 27/3/1992 n. 257 “Norme relative alla cessazione dell'impiego dell'amianto" contiene norme relative alla cessazione dell'impiego dell'amianto sul territorio nazionale: l'art. 1 vieta in modo tassativo, "l'estrazione, l'importazione, l'esportazione, la commercializzazione e la produzione di amianto o di prodotti contenenti amianto".
L'art. 10, della suddetta norma, nell'ambito dei "piani di protezione dell'ambiente, di decontaminazione, di smaltimento e di bonifica, ai fini della difesa dai pericoli derivanti dall'amianto'' prevede, tra l’altro, la predisposizione di specifici corsi di formazione professionale e il rilascio di titoli di abilitazione per gli addetti alle attività di rimozione e di smaltimento dell'amianto e di bonifica delle aree interessate.
Il DPR 08.08.94 “Atto di indirizzo e coordinamento alle regioni ed alle province autonome di Trento e di Bolzano per l’adozione di piani di protezione, di decontaminazione, di smaltimento e di bonifica dell'ambiente, ai fini della difesa dai pericoli derivanti dall'amianto" prevede all’art. 10 le modalità di predisposizione di specifici corsi di formazione professionale e rilascio di titoli di abilitazione di cui sopra.
Il Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 "Attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro" ribadisce all’art. 258 - comma 3- che possono essere addetti alla rimozione, smaltimento dell’amianto e alla bonifica delle aree interessate i lavoratori che abbiano frequentato i corsi di formazione professionale di cui all'articolo 10, comma 2, lettera h), della legge 27 marzo 1992, n. 257, sopra citato. Il comma 1 del citato articolo prevede che la formazione dei lavoratori esposti ad amianto avvenga a intervalli regolari, come stabilito anche dall’art. 37 del medesimo decreto.
In merito a quanto sopra la Regione Marche con la delibera n. 3496 del 30.12.1997 ha adottato il “Piano Regionale amianto” che individua come fase importante la formazione relativa alle imprese specializzate in bonifica dell’amianto e con successiva deliberazione n. 2197 del 06.09.99 ha incaricato la ex ASUR 2.T.2 Urbino - Dipartimento di Prevenzione - Centro di Formazione per la Prevenzione dell’espletamento dei corsi di formazione professionale, a livello operativo e gestionale, per il personale di imprese dedite alle attività di bonifica degli edifici e dei siti contenenti amianto elaborati in conformità alle indicazioni previste dall’art. 10 del DPR 08.08.94.
Il Centro di Formazione per la Prevenzione della ex Z.T. 2 di Urbino ha organizzato ed espletato i corsi di formazione, ai sensi della Legge 257/92 e del DPR 08.08.94, sopra citati, dal 1999 ed attualmente gli stessi vengono periodicamente svolti.
Con decreto del Dirigente della P.F. Sanità Pubblica n. 1 del 02.12.2010 è stato costituito un Gruppo Lavoro Amianto allo scopo di affrontare le problematiche relative all’applicazione della normativa “’amianto” alla luce dell’entrata in vigore del D.Lgs. 81/2008.
Il D.Lgs 81/08 ha previsto il riassetto e la riforma delle norme vigenti in materia di salute e sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori nei luoghi di lavoro mediante il riordino e il coordinamento delle medesime in un unico testo normativo.
Anche per quanto riguarda il problema amianto il D.Lgs. 81/08 ha abrogato il precedente D.Lgs. 257/06 ed acquisito, attraverso il Capo III, tutte le procedure relative alla protezione dei rischi connessi all’esposizione: tale norme ha, pertanto, profondamente modificato i contenuti di quanto previsto dalla normativa precedente in merito alla materia “amianto”.
Si ritiene, quindi, opportuno promuovere nella Regione Marche l’aggiornamento della formazione dei soggetti che hanno conseguito l’abilitazione all’esercizio delle attività di rimozione, bonifica e smaltimento amianto, sia per quanto riguarda il livello operativo che quello gestionale.
In merito a quanto sopra, si propone:
di approvare l’Allegato A, parte integrante e sostanziale del presente atto; inerente “FORMAZIONE CONTINUA E OBBLIGATORIA IN MATERIA DI ESPOSIZIONE ALL’AMIANTO - Corsi di aggiornamento per gli addetti alle attività di rimozione, smaltimento e di bonifica dell'amianto livello operativo e gestionale ai sensi del D.Lgs. 81/2008”;
di incaricare l’ASUR - Area Vasta 1 - Centro di Formazione Permanente per la Prevenzione della ex Z.T. 2 di Urbino - dell’espletamento dei corsi di aggiornamento di cui al punto precedente con le modalità e i termini previsti nell’Allegato A;
di stabilire che gli addetti alle attività di rimozione, smaltimento e di bonifica dell’amianto - livello operativo e gestionale, successivamente all’abilitazione di cui all’art. 10 - comma 2 lett. h) - della Legge 27.03.92, n. 257 e dell’art. 10 del D.P.R. 08.08.94, debbano svolgere P attività formativa di aggiornamento, con le modalità indicate nell’allegato A. con cadenza quinquennale:
di stabilire che i soggetti già abilitati, ai sensi della normativa sopra richiamata, debbano ottemperare agli obblighi di aggiornamento entro i termini di cui all’Allegato A;
di stabilire che le imprese non possano utilizzare nel territorio della Regione Marche i soggetti abilitati, senza che questi abbiano adempiuto agli obblighi dì formazione previsti dalla presente deliberazione;
di stabilire che i corsi di formazione in questione siano finanziati esclusivamente con intervento economico dei soggetti richiedenti o delle imprese di appartenenza;
di stabilire che la spesa derivante dall’attuazione della presente deliberazione è a carico del bilancio dell’ASUR nei limiti del budget assegnato dalla Regione Marche.


ALLEGATO A

FORMAZIONE CONTINUA E OBBLIGATORIA IN MATERIA DI ESPOSIZIONE ALL’AMIANTO
Corsi di aggiornamento per gli addetti alle attività di rimozione, smaltimento e di bonifica dell'amianto - livello operativo e gestionale ai sensi del D.Lgs. 81/2008



Organizzazione dei corsi:
ASUR - Area Vasta 1 - Centro di Formazione Permanente per la Prevenzione della ex Zona Territoriale n. 2 di Urbino.

Programma corso di aggiornamento livello gestionale - 8 ore (obbligo di frequenza per tutte le ore)

Argomento

Ore

Aggiornamento sulla legislazione e sulla normativa tecnica in materia di bonifica, rimozione e smaltimento amianto nazionali e regionali

1

Documento Valutazione Rischi (DVR), Documento Valutazione Rischi Interferenti (DUVRI) e cooperazione/coordinamento tra Datori di Lavoro delle imprese e lavoratori autonomi.

2

Piano di Lavoro e documentazione necessaria per il fascicolo tecnico

2

Dispositivi Protezione Individuale (DPI)

1

Sorveglianza sanitaria

1

Prova di valutazione finale

1


Programma corso di aggiornamento livello operativo - 8 ore (obbligo di frequenza per tutte le ore)

Argomento

Ore

Aggiornamento normativo e valutazione del rischio amianto nel cantiere di bonifica.
Il rischio infortunistico nel cantiere di bonifica.

3

Contenuti e finalità del Piano di Lavoro

1

Dispositivi Protezione Individuale (DPI)

2

Sorveglianza sanitaria

1

Prova di valutazione finale

1


Numero massimo di partecipanti per corso livello gestionale n. 25
Numero massimo di partecipanti per corso livello operativo n. 30

Costo corsi:
- saranno stabiliti dal Centro di Formazione Permanente per la Prevenzione della ex Z.T. 2 di Urbino sulla base dei costi sostenuti.

Prova di valutazione finale vertente sull’accertamento delle nuove conoscenze acquisite
- livello operativo - una prova scritta inerente gli argomenti trattati nel corso
- livello gestionale - una prova scritta inerente gli argomenti trattati nei corso, un colloquio per l’approfondimento delle conoscenze e delle applicazioni tecniche di settore, della consapevolezza dei rischi specifici per i lavoratori e per l’ambiente, delle responsabilità e capacità di operare in sicurezza

Commissione di esame per la prova di valutazione finale
- Presidente: Responsabile del Centro di Formazione Permanente per la Prevenzione di Urbino;
- Membro: docente del corso di aggiornamento;
- Membro: Responsabile P.O. Prevenzione dei rischi per la collettività della Regione Marche - Agenzia Regionale Sanitaria (Rappresentante della Regione Marche);
Le funzioni di segreteria saranno curate dal personale individuato dal Responsabile del Centro di Formazione Permanente per la Prevenzione di Urbino.
La Commissione di esame opererà con le stesse modalità e con lo stesso trattamento stabilito dalla D.G.R. 2197/99.
L’Attestato di avvenuto aggiornamento sarà rilasciato dalla Regione Marche successivamente al superamento della prova di valutazione finale.
Termine entro il quale gli abilitati alle attività di rimozione, smaltimento e di bonifica dell’amianto - livello operativo e gestionale - dovranno adempiere agli obblighi dì aggiornamento:

ANNO
NEL QUALE È STATA CONSEGUITA L’ABILITAZIONE
LIVELLO OPERATIVO - LIVELLO GESTIONALE

ANNO
NEL QUALE DEVE ESSERE EFFETTUATO IL CORSO DI AGGIORNAMENTO
LIVELLO OPERATIVO - LIVELLO GESTIONALE

dal 1999 al 2007

entro l’anno 2012

dal 2008 al 2011

entro l'anno 2013


Fonte: norme.marche.it