Stampa
Categoria: 2001
Visite: 6153

Tipologia: Accordo
Data firma: 28 novembre 2001
Validità: 31.12.2004
Parti: Cartiera Lucchese/Associazione Industriali e RSU/Fistel-Cisl, Slc-Cgil
Settori: Poligrafici e Spettacolo, Az. carta, Cartiera Lucchese Porcari (Lu)
Fonte: contrattazione.cgil.it

Sommario:

Investimenti e occupazione
Formazione
Formazione continua sul lavoro

Formazione e inserimento al lavoro
Monitoraggio del fenomeno infortunistico
Antincendio
Pronto soccorso
Formazione professionale
Ambiente e sicurezza
Inquadramento
Premio di risultato
Parametro efficienza impianti
Parametro qualità
Parametro redditività
Certificazioni di qualità e ambientale
Modalità di distribuzione del premio

Verbale di accordo

Il giorno 28 novembre 2001 presso la Sede dell'Associazione Industriali della Provincia di Lucca, tra la Soc. Cartiera Lucchese spa - stabilimento di Porcari […], assistiti da[…]ll'Associazione Industriali e la Rappresentanza Sindacale Unitaria della Cartiera Lucchese spa […], assistiti dalla […] Fistel-Cisl e […] Slc-Cgil, è stato convenuto quanto segue in merito alle richieste avanzate con lettera del 26 febbraio 2001.

Investimenti e occupazione
L'Azienda ha illustrato la situazione del mercato in cui opera che vede una riduzione nei consumi delle carte monolucide per imballi flessibili, ed ha informato sulle proprie strategie commerciali e distributive che la vedono sempre più presente nella grande distribuzione e nei mercati mondiali. In questo ambito rientra anche l'investimento produttivo sul territorio francese.
L'obiettivo dei prossimi anni, a fronte di una concorrenza anche estera sempre più aggressiva, in particolare modo dai paesi dell'Est Europa, è mantenere la migliore competitività attraverso il costante miglioramento della qualità dei prodotti, il servizio alla clientela, intervenendo con i necessari aggiornamenti impiantistici sia sulle macchine continue sia nelle preparazioni impasto. In particolare sono allo studio varie ipotesi di miglioramento impiantistico/produttivo su PM4. Entro il 1° semestre dell'anno 2002 l'Azienda informerà la RSU sulle decisioni in merito.
Nei prossimi mesi lo Stabilimento di Porcari otterrà le certificazioni di qualità (ISO 9001/VISION 2000) ed ambientali (ISO 14001) richieste sia dalla grande distribuzione che dall'industria in generale. Al riguardo saranno effettuati specifici corsi di formazione per tutti i lavoratori.
Il livello occupazionale dello Stabilimento si prevede stabile.

Formazione
Formazione continua sul lavoro

Per quanto riguarda la formazione e l'informazione, generale e specifica, l'Azienda dichiara che tali attività vengono da tempo svolte in ambito aziendale (corsi per carrellisti, per manutentori, quadri intermedi, per l'uso dei mezzi di sollevamento, ecc.).
Tali attività di addestramento e formazione, sia generale che specifica, verranno ciclicamente ripetute ed aggiornate, previa informativa alla RSU e RLS

Formazione e inserimento al lavoro
L'Azienda ha istituito una procedura aziendale che prevede per i neo assunti, senza specifica esperienza individuale nel ciclo produttivo aziendale, due giornate di informazione (con consegna di manuali sul rumore, prevenzione, infortuni, antincendio, ecc.) e di formazione sul ciclo produttivo, sulle mansioni esistenti in azienda, sui rischi generali di stabilimento, sui rischi specifici legati alle mansioni.
L'inserimento nella mansione viene effettuato previo affiancamento a personale esperto per un minimo di 40 ore. Analogamente si procede per il mutamento a nuove mansioni.
Al termine del periodo di affiancamento viene verificato l'effettivo apprendimento delle nozioni impartite.

Monitoraggio del fenomeno infortunistico
L'Azienda dichiara che il fenomeno infortunistico nel suo insieme è costantemente ed attentamente monitorato e che informerà periodicamente (di norma attraverso riunioni semestrali) la RSU sul suo andamento generale ed in particolare sulle sue principali variabili: indice di frequenza, durata media, indice di incidenza, indice di accadimento. Nel corso di tali incontri le parti valuteranno congiuntamente gli indici sopra richiamati. Ed inoltre saranno esaminate le modalità di accadimento degli eventi infortunistici aziendali nonché le situazioni che abbiano dato luogo ad incidenti, ancorché gli stessi non abbiano causato accadimenti infortunistici, al fine di adottare ipotesi di soluzioni e di contrasto del fenomeno.

Antincendio
L'Azienda dichiara che sono da tempo state istituite le squadre antincendio con personale specificamente formato nei corsi organizzati con la collaborazione dei Vigili del fuoco.
L'Azienda dichiara che, come previsto dalle vigenti disposizioni, organizzerà corsi periodici di aggiornamento delle squadre antincendio.
L'Azienda, nell'ambito dell'organizzazione del piano di emergenza, programmerà le relative prove d'esodo.

Pronto soccorso
L'Azienda ha da tempo costituito la squadra di pronto soccorso che è stata formata nei corsi specifici organizzati da medici competenti in accordo con il programma ASL.
Tali corsi saranno periodicamente ripetuti per integrare la squadra e per l'aggiornamento dei componenti la squadra medesima.

Formazione professionale
L'Azienda da sempre, in occasione dell'introduzione di nuove tecnologie, nuovi impianti o sistemi produttivi, provvede ad effettuare corsi di formazione collegati all'introduzione delle nuove tecnologie e/o modalità di fabbricazione.
Conferma il proprio impegno anche per le occasioni future dichiarando la propria disponibilità ad una preventiva informazione alla RSU sui programmi di formazione conseguenti.

Ambiente e sicurezza
Carrelli
Relativamente alle richieste di limitare la velocità dei carrelli elevatori, si precisa che ad oggi non sono state ancora individuate idonee soluzioni tecniche che permettano di risolvere la questione senza pregiudizio della sicurezza dell'operatore ed anche della conformità delle modifiche alle norme vigenti. Peraltro l'Azienda comunque ribadisce il suo impegno nella ricerca della migliore soluzione tecnica idonea allo scopo. Comunque, nei prossimi corsi di formazione in materia, sarà tenuto in particolare attenzione il problema della limitazione della velocità di esercizio dei carrelli.
L'Azienda sta provvedendo ad una analisi complessiva del proprio parco carrelli. In questa ottica terrà conto di quanto evidenziato dalla RSU - RLS circa l'utilizzo di un carrello elettrico al reparto PM4.
Per quanto riguarda la richiesta di sedili ergonomici viene evidenziato che la questione è attualmente in fase di studio da parte delle AUSL in collaborazione con l'Università di Siena.
L'Azienda precisa infine che i carrelli di più frequente utilizzo sono già dotati di cabinatura e che anche gli altri ne verranno dotati man mano che si procederà alla loro sostituzione.
Officina meccanica
Entro dicembre del corrente anno verranno ultimati i lavori che hanno determinato lo sbriciolamento del soffitto. La verifica del tetto in eternit e le eventuali soluzioni fanno parte di un intervento più globale per il quale l'azienda valuterà le opportune soluzioni prevedibilmente entro l'anno 2002.
L'Azienda conferma la validità dello scaffale per le pompe.
Sono stati avviati i lavori per il corretto funzionamento del portone.
Officina meccanica carrelli
L'Azienda conferma l'idoneità sotto l'aspetto funzionale dell'officina meccanica carrelli. Verrà verificata l'impermeabilizzazione del soffitto entro il 1° quadrimestre 2002.
Officina elettrica
Le parti prendono atto che sono stati ultimati i lavori relativamente a detta officina.
Macchina 4
Entro l'autunno 2001 verranno ultimati i lavori per mitigare la temperatura invernale allo spappolatore. Sono state verniciate e controllate le passerelle degli impianti Krofta ed i tubi del metano. Entro dicembre sarà migliorato l'isolamento dei ventilatori dell'area comburente. L'Azienda individuerà soluzioni per rendere inaccessibile l'area cappe.
Verranno effettuate le opportune verifiche per limitare, in caso di forti temporali, infiltrazioni di acqua alla zona "mangiafili".
L'Azienda valuterà nei prossimi mesi soluzioni per abbattere ulteriormente la polvere alla ribobinatrice.
L'Azienda sta valutando le opportune soluzioni, anche in termini di turnazioni degli addetti, per la migliore soluzione relativa agli stivaggi e ne illustrerà le risultanze alle RSU entro il 1° semestre 2002. Verrà comunque meglio delimitata l'area di stoccaggio.
L'Azienda provvederà nei tempi tecnici necessari ad un esame di tutte le superfici in vetro ed alla relativa manutenzione.
Entro il 1° semestre 2002 verrà ultimata la cabina alla riboninatrice.
Macchina 2
L'Azienda ha già effettuato gli interventi mirati ad abbattere il problema delle condense. Il definitivo intervento verrà eseguito entro l'anno; successivamente sarà verificata l'adeguatezza delle soluzioni effettuate.
É stata installata la passerella per l'accesso al serbatoio di stoccaggio policroruro e verrà formalizzata adeguata procedura per il corretto utilizzo del policroruro.
L'Azienda valuterà eventuali soluzioni per ovviare al problema pulizia delle cinghie bobina, anche attraverso il montaggio di una scaletta.
Verrà montata entro l'anno alla ribobinatrice una semi cabina simile a quella già installata nelle ribobinatrici di PM3.
Entro il 1° semestre 2002 verranno ricercate soluzioni per migliorare il problema della fasciatura. É stata coperta la gabbia dei rifili.
Entro dicembre verranno valutate le possibili soluzioni per facilitare l'accesso alle valvole in preparazione.
Le parti prendono atto che il passeggino tela è a norma.
Entro l'anno 2002 l'Azienda valuterà eventuali modifiche alle protezioni già esistenti del cilindro compressore.
Gli addetti dell'impianto plastica saranno dotati dello strumento "uomo in piedi". Entro dicembre verrà individuato il tipo.
Al magazzino macchina è stato già potenziato l'impianto di illuminazione.
Macchina 3
Tutte le scale ed i corrimano sono stati manutenuti. Nei tempi tecnici verranno ultimati i lavori di modifica impianto eseguiti nella zona.
L'Azienda dichiara che in considerazione della saltuarietà degli interventi sulle valvole esistono già gli strumenti per l'operatività in sicurezza.
In caso di produzione di tissue verranno effettuati esami sulla polverosità.
Entro febbraio 2002 verranno create precise aree delimitate per il fumo.
Sono stati effettuati tutti i lavori per il ripristino del tetto sopra le cappe.
Tutte le vasche area preparazione impasti sono state coperte per migliorare il microclima.
In occasione della fermata estiva sono stati identificati i punti di perdita olio e si è provveduto ad evitare tale problema.
É stata potenziata l'illuminazione nella zona cilindri aspiranti.
Sono state modificate e revisionate le passerelle per l'operazione di apertura dello smorzatore.
Premesso che gli spazi in prossimità della zona macchina sono adeguati, l'Azienda si attiverà per ottimizzare l'uso dell'area.
Per problemi di spazio non è possibile per ora modificare l'attuale situazione che prevede già mezza cabina nella zona ribobinatrice.
L'Azienda nei prossimi mesi valuterà le possibili soluzioni applicabili durante le operazioni di espulsione bobina. Le perdite di olio sulla ribobinatrice sono state eliminate ed è stata sostituita la corona del fasciatore. É stata installata la passerella agli epuratori del deink.
Verrà ultimato entro l'autunno il montaggio dei vetri in plexiglas alle porte del deink.
Verranno valutate soluzioni per ovviare al problema condense. Nel frattempo sono state chiuse le tine per diminuire il vapore al deink.
L'Azienda si attiverà affinché il passaggio pedonale dalla M2 al deink venga tenuto sgombro da materiali.
Sono stati ultimati i lavori di ripristino del tetto del magazzino.
Biologico
Tutte le passerelle del reparto sono state manutenute.
Tutte le valvole verranno posizionate in modo da assicurare la migliore operatività. Il carrello in dotazione è stato sostituito.
L'Azienda, compatibilmente con le strutture esistenti, valuterà, entro il 1° semestre 2002, soluzioni per l'ampliamento della cabina esistente e lo spostamento in altro sito.
E' stato risolto il problema della movimentazione dell'urea e verranno inoltre istituiti dei registri per verificare la periodicità dei controlli.
Il problema accesso alla centralina dell'olio è stato risolto con lo spostamento della centralina medesima.
L'Azienda verificherà le condizioni delle travi del tetto dell'essiccatore e provvederà inoltre alla manutenzione periodica del nastro trasportatore.
Paraffina
In attesa dell'attuazione di un programma generale a modifica dell'intera area si provvederà ai singoli interventi man mano che se ne presenterà la necessità.
Sono stati effettuati gli interventi di ripristino della pavimentazione.
Il reparto è dotato di acqua potabile.
Sono state eliminate le perdite di vapore sulla macchina paraffina n. 1.
Verranno effettuate verifiche sull'impianto di riscaldamento installato.
Un portone è già stato manutenuto, l'altro verrà sistemato entro la fine del corrente anno.
S. Vincenzo
É stato installato un nuovo piano lavoro collegato alla bilancia che ha ovviato il problema relativo alla movimentazione delle risme.
Turbina
L'Azienda dichiara che per le attività di manutenzione delle pompe vengono adottate le procedure per gli interventi in luoghi confinati.
Entro il 1° semestre dell'anno 2002 verranno adottate idonee soluzioni per limitare il problema della scivolosità del pavimento.
Magazzino
Si prende atto che tutte le indicazioni verticali ed orizzontali sono a norma ed in quanto tali vanno strettamente rispettate dal personale dipendente e terzo.
L'Azienda per i prodotti da stivare darà le opportune indicazioni circa il bancale da utilizzare.
Relativamente al problema della espulsione delle anime, l'Azienda valuterà, entro il 1° semestre 2002, eventuali possibilità di sistemi meccanizzati.
Relativamente al piazzale materie prime sono stati effettuati gli interventi necessari al momento e, di volta in volta verranno effettuati quelli possibili, sin dal mese di dicembre 2001.
L'Azienda comunica che sono state avviate iniziative per l'ampliamento del parcheggio.