Stampa
Categoria: 1997
Visite: 5172

Tipologia: CIA
Data firma: 24 giugno 1997
Parti: Alpitel eRSU Alpitel/Fiom-Cgil
Settori: Metalmeccanici, Alpitel
Fonte: contrattazione.cgil.it

Sommario:

Ipotesi di accordo Roma
Ipotesi di accordo Frosinone
Ipotesi di accordo Rieti
Premessa
A. Campo di applicazione
B. Organizzazione del lavoro
C. Relazioni sindacali
C1 Coordinamento Sindacale Nazionale Aziendale

C2 Monte ore per permessi sindacali retribuiti.
C3 Informazione
D. Premio di risultato (PdR)
E. Indennità di trasferta - Diaria - Tempi di viaggio
E1 Indennità di piccola trasferta (PT)
E2 Trasferta nel comune
E3 Trattamento di trasferta
E4 Tempo di viaggio
F. Indennità di mensa - Buoni pasto
F1 Indennità di mensa
F2 Buoni pasto - Ticket
G. Quattordicesima erogazione
H. Armonizzazione elementi differenti
H1 Indennità assegnazione mezzo sociale
I. Sicurezza ed ambiente
J. Indumenti protettivi-vestiario
K. Pagamento della retribuzione

Contratto Integrativo Alpitel spa

Ipotesi di accordo
Roma, lì 24 giugno 1997, tra Alpitel spa […] e la RSU Alpitel spa di Roma, assistiti dalla Fiom Cgil Lazio, Fiom Cgil Roma […], si concorda quanto segue
Le Parti presa visione del documento relativo al rinnovo del Contratto Integrativo Aziendale nei seguenti punti: "Premessa, Campo di applicazione, Organizzazione del Lavoro, Relazioni Sindacali, Premio di Risultato, Indennità di trasferta - diaria - tempi di viaggio, Indennità di Mensa – Buoni pasto, 14° erogazione, Armonizzazione Elementi Differenti, Sicurezza ed Ambiente, Indumenti protettivi - vestiario, Pagamento retribuzione, Ferie - ex festività – riduzione orario - festività patronale, Decorrenza e durata." ne accettano integralmente i contenuti approvandone quanto di competenza.
A seguito della riduzione dei volumi di attività nel campo delle installazioni telefoniche tradizionali nel Cantiere di Roma e alla conseguente diversificazione della produzione, con la creazione anche a Roma delle linee di produzione SR (sviluppo sistemi e reti radio) e LB (larga banda), i locali di Via Portuense 953, risultano insufficienti a contenere le attività del centro.
Pertanto si è reso necessario disporre di un nuovo centro, localizzato in Pomezia, via Don Tazzoli 19, per trasferire parte della attività.
A seguito di quanto premesso, la nuova organizzazione delle attività dell'ex cantiere dì Roma risulta la seguente:
Roma, via Portuense, 953: Centro per le attività della linea SR e LB (magazzino materiali, attrezzature, deposito automezzi)
Roma, viale Egeo, … : Uffici per tutte le linee.
Pomezia, via ….: Centro per le attività della linea TB (magazzino materiali, attrezzature, deposito automezzi, assistenza tecnica).
Pertanto nel centro di Pomezia verranno trasferiti tutti i dipendenti operanti su tale linea di produzione. Il trasferimento avverrà dal 1° luglio 1997 e non comporterà aggravi di costì per l'azienda per maggiori esborsi di salari e stipendi.
Premesso quanto sopra per i cantieri di Roma e provincia, considerate le problematiche connesse alle aree metropolitane, si concorda di erogare ai lavoratori che svolgono la loro attività in luoghi sempre diversi e variabili ricadenti all'interno del raccordo anulare un'indennità aggiuntiva di L.2.000 alla Piccola Trasferta - Fascia 1 prevista al punto E1 dell'accordo aziendale Alpitel
Ricadono nella Fascia 3 della Piccola Trasferta tutte le altre località.
Si concorda una verifica entro novembre 97 della nuova impostazione concordata e nella stessa sede saranno verificati i livelli di inquadramento.

Ipotesi di accordo
Roma, lì 24 giugno 1997, tra Alpitel spa […] e la RSU Alpitel spa di Frosinone e prov., assistiti dalla Fiom Cgil Lazio, Fiom Cgil Frosinone […], si concorda quanto segue
Le Parti presa visione del documento relativo al rinnovo del Contratto Integrativo Aziendale nei seguenti punti: "Premessa, Campo di applicazione, Organizzazione del Lavoro, Relazioni Sindacali, Premio di Risultato, Indennità di trasferta - diaria - tempi di viaggio, Indennità di Mensa – Buoni pasto, 14° erogazione. Armonizzazione Elementi Differenti, Sicurezza ed Ambiente, Indumenti protettivi - vestiario, Pagamento retribuzione, Ferie - ex festività – riduzione orario - festività patronale, Decorrenza e durata." ne accettano integralmente i contenuti approvandone quanto di competenza.
Per l'attività svolta in Frosinone e provincia si considerano due centri funzionali all'organizzazione del lavoro (Frosinone e Cassino) ai soli fini della determinazione delle distanze chilometriche.
Nell'ambito di tali centri i lavoratori che presteranno attività lavorativa avranno riconosciuto il trattamento previsto al punto E1 del Contratto Integrativo Alpitel relativo alla Piccola Trasferta - Fascia 2.
Fanno eccezione i Comuni particolarmente disagiati (come da cartina allegata) per i quali verranno riconosciuta la diaria e le ore di viaggio.
Si concorda una verifica entro novembre 97 della nuova impostazione concordata e nella stessa sede saranno verificati i livelli di inquadramento.

Ipotesi di accordo
Roma, lì 24 giugno 1997, tra Alpitel spa […] e la RSU Alpitel spa di Rieti e prov., assistiti dalla Fiom Cgil Lazio, Fiom Cgil Rieti […], si concorda quanto segue
Le Partì presa visione del documento relativo al rinnovo del Contratto Integrativo Aziendale nei seguenti punti: "Premessa, Campo di applicazione, Organizzazione del Lavoro, Relazioni Sindacali, Premio di Risultato, Indennità di trasferta - diaria - tempi di viaggio, Indennità di Mensa – Buoni pasto, 14° erogazione. Armonizzazione Elementi Differenti, Sicurezza ed Ambiente, Indumenti protettivi - vestiario, Pagamento retribuzione, Ferie - ex festività – riduzione orario - festività patronale, Decorrenza e durata." ne accettano integralmente i contenuti approvandone quanto di competenza.
Per l'attività svolta in Rieti e provincia si considerano due centri funzionali all'organizzazione del lavoro (Rieti e Poggio Mirteto) ai soli fini della determinazione delle distanze chilometriche.
Nell'ambito di tali centri i lavoratori che presteranno attività lavorativa avranno riconosciuto il trattamento previsto al punto E1 del Contratto Integrativo Alpitel relativo alla Piccola Trasferta - Fascia 2.
Fanno eccezione i Comuni particolarmente disagiati (come da cartina allegata) per i quali verranno riconosciuta la diana e le ore di viaggio.
Si concorda una verifica entro novembre 97 della nuova impostazione concordata e nella stessa sede saranno verificati i livelli di inquadramento.

Premessa
Nel campo delle Telecomunicazioni sono in corso mutamenti epocali; l'impiantistica in particolare imperversa in profonda crisi mettendo le aziende del settore in ginocchio dal punto di vista economico - finanziario e creando disoccupazione fra gli addetti (calo prezzi di mercato - maggior concorrenza - gare d'appalto - nuove tecnologie).
L'impresa vuole accettare le nuove sfide ed intende rimanere sul mercato con la volontà di operare nei più recenti settori come la telefonia mobile, le reti strutturate, gli impianti e le reti per i servizi multimediali, con tutti gli operatori che la fine del regime di monopolio ha fatto e farà intervenire sullo scenario nazionale.
Risulta indispensabile, per la sopravvivenza dell'impresa, procedere ad una sua profonda modificazione e ristrutturazione per avere un profilo diverso, per essere competitiva e per rispondere alle sfide del nuovo mercato.
Organizzazione e contenimento dei costi, revisione delle strutture dei centri, investimenti in ricerca tecnologica, acquisto di nuove strumentazioni e attrezzature, allestimento di laboratori, creazione di un'area di ricerca e sviluppo, riqualificazione ed aggiornamento del personale e in ultimo, la campagna pubblicitaria, dovranno permetterci di vincere la sfida per proseguire nella nostra attività.
Elemento comprimario, al fine di permettere quote di giusta redditività dell'Impresa, è rappresentato dall'organizzazione dell'impiego delle Risorse Umane che deve andare in modo particolare ad incidere efficacemente soprattutto sulla modalità di raggiungimento del posto di lavoro/cantiere.
La condivisione di queste indicazioni unita al recepimento delle regole di variabilità dei salari aziendali in dipendenza dell'andamento della produttività con l'introduzione di elementi di motivazione e di efficienza, sono la base del disegno del nuovo progetto di patto aziendale.
La nuova contrattazione integrativa, scaturisce da questi principi e, a seguito delle esperienze maturate negli ultimi anni cerca alla luce delle più recenti interpretazioni di legge e delle prese di posizione degli istituti previdenziali, di aggiornare alle mutate esigenze anche le problematiche delle trasferte in attesa di una risoluzione a livello nazionale.

A. Campo di applicazione
Il presente accordo si applica a tutto il personale in forza all'Alpitel spa.

C. Relazioni sindacali
C1 Coordinamento Sindacale Nazionale Aziendale

Premesso che l'Alpitel spa, le RSA/RSU, le OO.SS. Fim - Fiom-Silt-Uilm nel comune convincimento dell'opportunità di coordinare l'attività sindacale dei diversi Centri Operativi Alpitel, concordano di istituire una struttura sindacale denominata "Coordinamento Nazionale" in rappresentanza di tutti i lavoratori e di tutti i centri operativi, composta da 14 dipendenti individuati tra i componenti la RSA/RSU.
I nominativi dei 14 membri del "Coordinamento Nazionale" saranno comunicati per iscritto all'Azienda a cura delle OO.SS. Nazionali e Regionali.
Le rappresentanze come sopra individuate faranno parte del Coordinamento Nazionale per tutta la durata del mandato loro affidato secondo quanto stabilito dal Regolamento RSU Fim-Fiom-Uilm, ex accordo luglio '93 a cui ha aderito anche il Silt.
Tale coordinamento affronterà temi di carattere più generali inerenti le prospettive produttive, i programmi di investimento, gli aspetti occupazionali e le innovazioni tecnico - produttive - organizzative.
Tale coordinamento, per le materie sopra esposte, avrà compiti e funzioni proprie del negoziato, fermo restando il parere vincolante ed il ruolo stabilito negli accordi che normano l'attività delle RSU.
[…]
Viene altresì individuato nel Coordinamento Nazionale un Esecutivo ristretto (6 membri) qualificato e sufficientemente rappresentativo di tutte le realtà aziendali.
Quest'ultima struttura che affronterà più particolarmente, nel confronto con l'azienda, temi più generali, se convocata da quest'ultima, avrà un monte ore aggiuntivo a quello concordato.
[…]

C3 Informazione
Al fine di ottimizzare i rapporti sindacali fra le parti l'Azienda si impegna ad informare, in occasione delle riunioni del Coordinamento Nazionale, sui dati relativi all'approvvigionamento all'esterno di prestazione e servizi (tipologie, volumi, Imprese).

I. Sicurezza ed ambiente
L'Azienda ha istituito già da alcuni anni al suo interno il "Servizio Prevenzione e Protezione"; tale servizio è finalizzato all'attività di prevenzione e protezione e informazione dai rischi professionali nell'azienda.
Ogni lavoratore, per il quale ricorre l'obbligo di visita medica periodica una cartella sanitaria individuale coperta da segreto professionale.
Le visite mediche, a seconda delle esigenze produttive vengono svolte in giornate lavorative (lunedì - venerdì) o giornate di riposo (sabato) a discrezione della Direzione in funzione delle necessità operative, sentite le RSU.
Se eseguite al sabato, l'azienda favorirà il raggiungimento del luogo ove le visite sono eseguite e riconoscer un'ora di straordinario indipendentemente dal tempo impiegato.

J. Indumenti protettivi-vestiario
Fermo restando che l'Azienda ha distribuito e manterrà in efficienza l'attrezzatura antinfortunistica individuale, ad ogni dipendente impiegato in produzione fornirà, con la periodicità, indicata i seguenti indumenti protettivi:
per i lavori esterni annualmente fornirà 1 paia pantaloni estivi , 2 camiciotti o in alternativa 2 magliette (T-shirt), 2 paia pantaloni invernali, 1 giubbino invernale (parte superiore della tuta da lavoro) ed una volta ogni tre anni 1 giaccone.
per i lavori interni annualmente fornirà 2 camiciotti e 1 grembiule corto.