Stampa
Categoria: Accordi interistituzionali, protocolli ed intese
Visite: 7059

ACCORDO


tra


Istituto Nazionale Infortuni sul Lavoro Direzione Regionale per la Sicilia (INAIL), con sede in Palermo, Viale Del Fante, 58/d nella persona del Direttore Regionale dott.ssa Daniela Petrucci

e

Azienda Sanitaria Provinciale (ASP) di Ragusa, con sede in Ragusa, Piazza Igea, l nella persona del Direttore Generale dott. Maurizio Aricò

Oggetto
Progetto per la realizzazione di un modello sperimentale di Sistema di Gestione della Sicurezza sul Lavoro (SGSL)

PREMESSO CHE


• sia l’INAIL che l’ASP sono, ai sensi delle vigenti disposizioni legislative nazionali e regionali, attori istituzionali che devono concorrere alla realizzazione di programmi di intervento finalizzati a migliorare la condizione di salute e sicurezza dei lavoratori;
• il Decreto legislativo n. 81 /2008 e s.m.i. rafforza i compiti istituzionali in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro puntando sul potenziamento delle azioni di sistema - a livello nazionale e territoriale - in logiche di interazioni, sinergie e coordinamento;
• lo stesso Decreto, in particolare agli artt. 9 e 11, definisce le competenze dell’INAIL in ambito di informazione, formazione, assistenza, consulenza e di attività promozionali nei confronti delle imprese, finalizzate ad elevare i livelli qualitativi della salute e sicurezza sul lavoro;
• l’art. 30 del Decreto legislativo n. 81/2008 e s.m.i. definisce i requisiti di un modello idoneo di organizzazione e di gestione della salute e sicurezza sul lavoro per la gestione della salute e sicurezza sul lavoro ed avente efficacia esimente della responsabilità amministrativa.

PRESO ATTO CHE


• l’Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa ha iniziato un percorso per l’implementazione del Sistema di Gestione UNI - INAIL al fine di migliorare il livello di Sicurezza negli Ambienti di Lavoro, formulando, in tal senso, una proposta di collaborazione nei confronti dell’INAIL Sicilia per la realizzazione di un modello di Sistema di Gestione della Sicurezza relativo alle Strutture Sanitarie, partendo dagli ospedali della Provincia di Ragusa, in funzione anche della specifica organizzazione aziendale dettata, dalia normativa regionale ed in particolare dalla riforma del SSR del 2009 e dai relativi atti aziendali che ne sono derivati.

CONSIDERATO CHE


• l’INAIL persegue da anni, quali obiettivi prioritari della propria attività, nel settore della prevenzione, la promozione e l’adozione di sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) - attraverso anche l’elaborazione e la diffusione di Linee Guida e Linee di Indirizzo in logiche di valorizzazione delle interazioni di settore, di crescita dei livelli di formazione delle figure professionali nella specifica materia e di costante aggiornamento professionale adeguate alle specifiche esigenze di area;
• l’elaborazione del Progetto e la sua sperimentazione applicativa può rappresentare riferimento di sviluppo da sottoporre ai previsti livelli di condivisione del Sistema Regione in termini di ampliamento quali/quantitativo degli ambiti di sperimentazione territoriale, nonché di indicazioni operative in logiche di diffusione, trasferimento metodologico ed applicazione in altre aziende sanitarie del territorio regionale, non appena conclusa la fase sperimentale nella Provincia di Ragusa;
• è interesse condiviso ricercare, sviluppare e potenziare - nell’ambito del processo avviato di crescita dei sistema istituzionale - le interazioni, in logiche di valorizzazione dei rispettivi compiti ed ambiti di competenza istituzionale;
• è convinzione condivisa che la collaborazione tra le due componenti consentirà di ottimizzare gli obiettivi del Progetto con il comune contributo di professionalità, esperienze e risorse nel campo specifico delle strutture sanitarie, rafforzando le potenzialità progettuali e l’impatto dei risultati che saranno raggiunti a beneficio del sistema istituzionale della prevenzione complessivamente considerato.

Tutto quanto sopra premesso e considerato, le Parti convengono:



Art. 1 - Finalità della collaborazione
Le Parti intendono sviluppare la collaborazione con la finalità di realizzare un modello sperimentale di Sistema di Gestione della Sicurezza sul Lavoro (SGSL) nelle Strutture Sanitarie della provincia di Ragusa in attuazione di modelli di organizzazione e di gestione per quanto attiene la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi dell’art. 30 del D.Lgs. 81/2008, anche in previsione di sviluppo di cui alle premesse e alle considerazioni formulate.

Art. 2 - Modalità di attuazione
Per l’efficace raggiungimento degli obiettivi di Progetto sperimentale le Parti costituiscono un Gruppo di lavoro multidisciplinare, composto da professionalità dell’INAIL e della Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa indicati dalie Parti, cui vengono affidati compiti di definizione delle linee di indirizzo, con valutazione di finalizzazione delle risorse professionali, organizzative ed economiche entro i limiti di cui al successivo articolo 3 per l’elaborazione del progetto esecutivo e la sua realizzazione, il coordinamento, il monitoraggio delle fasi di elaborazione, sviluppo esecutivo e step realizzativi.
L’elaborazione dei progetto esecutivo, nell’ambito delle complessive finalità di azione di sistema di cui all’art. 1 e lo sviluppo delle fasi realizzative vengono affidati al Gruppo di lavoro multidisciplinare.
Tale elaborazione e sviluppo devono tenere conto della progettazione di massima e delle risorse individuate nell’allegato "A".
Il Gruppo di lavoro multidisciplinare opererà in stretto raccordo tra le parti e riferirà periodicamente sullo stato di avanzamento del progetto al Dirigente dell’Ufficio Pianificazione Organizzazione e Attività Istituzionali.
Le Parti condividono la possibilità di valutare il coinvolgimento nel Gruppo di Lavoro multidisciplinare di esperti di altre Amministrazioni, Enti, Organismi che possano con il loro apporto professionale ed esperienziale contribuire alla migliore riuscita del Progetto.

Art. 3 - Impegni delle Parti
Ai fini del pieno raggiungimento degli obiettivi e delle finalità poste nel presente atto che si pongono in termini di prospettive di sviluppo della sperimentazione, le Parti si impegnano a valutare congiuntamente e a mettere in campo le componenti di infrastruttura, le professionalità possedute e le esperienze necessarie in sede di sviluppo progettuale.
L’Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa realizzerà le condizioni di partecipazione delle Strutture interessate di cui all’ art. 1 alla sperimentazione.
L’INAIL Direzione Regionale Sicilia assicurerà gli apporti delle professionalità dell’istituto per i rispettivi profili di sviluppo del Progetto.
Sul piano economico le Parti concorrono alla realizzazione complessiva del Progetto, di cui all’allegato "B", considerata la compartecipazione di risorse complessive economiche, umane e strumentali delle parti nella misura massima di:
• L’Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa euro onnicomprensive € 32.858,00;
• INAIL - Direzione Regionale Sicilia: € 34.843,96 euro onnicomprensive.
Gli impegni delle parti sono finalizzate alla realizzazione di prodotti e servizi connessi all’effettuazione dell’ attività formativa e allo sviluppo di strumenti per la gestione delle procedure prevenzionali che saranno elaborate, nonché per eventuali spese che si rendessero necessarie per le specifiche attività funzionali al pieno raggiungimento dei risultati qualitativi che si pone il Progetto, connesse ad attività di valutazione degli step realizzativi presso le Aziende sanitarie coinvolte nella sperimentazione ritenute necessarie da parte dei componenti del Gruppo di lavoro multidisciplinare di cui sopra. 

Art. 4 - Privacy
I dati personali raccolti in conseguenza e nel corso di esecuzione del presente atto vengono trattati dalle Parti ai sensi della normativa sulla privacy di cui al Decreto legislativo n. 196/2003, esclusivamente per le attività realizzate in attuazione della presente convenzione.

Art. 5 - Durata
Il presente Accordo entra in vigore dai momento della sua sottoscrizione ed ha la durata di due anni.

Art. 6 - Foro competente
Le Parti accettano di definire bonariamente qualsiasi controversia che possa nascere dal presente Accordo. Nel caso in cui non sia possibile dirimere la controversia in tal modo si conviene che competente sia il Foro di Palermo.

Palermo, 12 ottobre 2015

Per INAIL
Direzione Regionale per la Sicilia
Il Direttore Regionale
Daniela Petrucci
Per l’A.S.P.
Provinciale di Ragusa
Il Direttore Generale
Dott. Maurizio Aricò



ALLEGATI:
A) Cronoprogramma delle attività
B) Preventivo di spesa


Fonte: inail.it