Stampa
Categoria: Prassi amministrativa
Visite: 5733

INAIL
ISTITUTO NAZIONALE PER L’ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI
Determina del Presidente 18 novembre 2015, n. 424
Protocollo d’intesa tra INAIL e Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

IL PRESIDENTE

visto il Decreto Legislativo 30 giugno 1994, n. 479, e successive modificazioni;
visto il D.P.R. n. 367 del 24 settembre 1997;
visto l’art. 7 del Decreto Legge 31 maggio 2010, n. 78, come convertito dalla Legge n. 122 del 30 luglio 2010;
visto il D.P.R. del 12 maggio 2012 di nomina a Presidente dell’Istituto;
visto il Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i. ed in particolare gli artt. 9 e 10;
viste le “Norme sull’Ordinamento amministrativo/contabile in attuazione dell’art. 43 del Regolamento di Organizzazione”, di cui alla propria determinazione n. 10 del 16 gennaio 2013;
visto il Decreto Legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla Legge 9 agosto 2013, n. 98, recante disposizioni urgenti per il rilancio dell’economia;
visto l’articolo 10 del Decreto Legge 12 settembre 2013, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla Legge 8 novembre 2013, n. 128, recante misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca;
visto il Decreto Legge 24 aprile 2014, n. 66 convertito, con modificazioni dalla Legge 23 giugno 2014, n. 89;
vista la Legge 13 luglio 2015, n. 107, recante riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti;
visti i Protocolli di Intesa tra Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e Inail del 20 febbraio 2002, 29 gennaio e 18 maggio 2007 con i quali è stata consolidata la collaborazione tra Inail e Miur attraverso l’attivazione di programmi di interventi per la sensibilizzazione dei giovani studenti sulle tematiche della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;
vista la Carta d’Intenti sottoscritta in data 24 giugno 2010 tra il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e l’Inail con la quale si è definito un piano di azioni in materia di educazione alla sicurezza sul lavoro, alla legalità e alla responsabilità nell’ambito dell’insegnamento di “Cittadinanza e Costituzione“ ed il successivo Addendum, siglato in data 7 dicembre 2011, con il quale sono stati integrati ed ampliati gli obiettivi indicati nella Carta stessa per la definizione di una pianificazione strategica degli interventi da realizzare sul territorio nazionale;
evidenziato che l’Inail nell’esplicazione della propria attività istituzionale ha sempre collaborato con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per la realizzazione di progetti intesi alla promozione ed alla diffusione della cultura della salute e della sicurezza in ogni ambiente di vita, studio e lavoro, anche attraverso il coinvolgimento delle proprie strutture territoriali;
condivisa l’importanza di promuovere iniziative di carattere formativo a sostegno di interventi per la sicurezza degli edifici scolastici e per la prevenzione e protezione dai rischi connessi;
considerato che il miglioramento della cultura della salute e sicurezza nei luoghi di apprendimento può essere realizzato attraverso lo sviluppo di attività e progetti volti alla riduzione sistematica degli eventi infortunistici e delle malattie professionali;
condivisa l’esigenza di fornire al personale scolastico ed agli studenti una idonea formazione sui temi della sicurezza degli edifici scolastici anche al fine di preservare la salute e l’incolumità degli stessi all’interno delle medesime istituzioni scolastiche;
ravvisata la necessità di incidere in maniera significativa nel processo di maturazione nei giovani della consapevolezza dei valori della salute e della sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro, anche attraverso la realizzazione di proposte progettuali, educative e didattiche, che mirano a promuovere nelle giovani generazioni la comprensione delle problematiche riferite alle tematiche della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;
ritenuto che la sinergia tra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e l’Inail costituisca una modalità funzionale per contribuire a diffondere la cultura della prevenzione nel mondo della scuola;
visti la relazione del Direttore Generale in data 18 novembre 2015 e lo schema di Protocollo d’intesa ivi allegato,

DETERMINA

di approvare lo schema di Protocollo d’intesa tra Inail e Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca che, allegato, costituisce parte integrante della presente determinazione.

f.to Prof. Massimo DE FELICE


PROTOCOLLO D'INTESA
TRA
IL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’ UNIVERSITÀ' E DELLA RICERCA
(di seguito, MIUR)
E
L’ISTITUTO NAZIONALE PER L’ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO
(di seguito, INAIL)


(di seguito denominate le Parti)
VISTA la legge 13 luglio 2015, n. 107, recante riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti ha previsto all'articolo 1, comma 159, di istituire la giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole;
VISTO il decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n. 98, recante disposizioni urgenti per il rilancio dell’economia con cui sono state assegnate al MIUR risorse pari a 150 milioni, al fine di attuare misure urgenti di riqualificazione e di messa in sicurezza delle istituzioni scolastiche statali, con particolare riferimento a quelle con presenza di amianto;
VISTO il decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 convertito, con modificazioni dalla legge 23 giugno 2014, n. 89 e con successiva delibera CIPE 30 giugno 2014 n. 22, con il quale sono stati stanziati sempre in favore del MIUR ulteriori finanziamenti pari a 400 milioni sempre interventi di messa in sicurezza, ristrutturazione e realizzazione di interventi in materia di edilizia scolastica;
VISTO l'articolo 10 del decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2013, n. 128, recante misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca con il quale è stata autorizzata la stipula da parte delle Regioni di mutui trentennali a carico dello Stato al fine di favorire interventi straordinari di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico di immobili di proprietà pubblica adibiti all'istruzione scolastica la cui gestione è in capo al MIUR;
VISTO il decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 (di seguito decreto legislativo n. 81 del 2008), recante disposizioni in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro colloca l'Inail nel sistema prevenzionale con compiti di informazione, formazione, assistenza, consulenza e promozione della cultura della prevenzione;
VISTE le attività da esercitare per le finalità anzi citate sono indicate, tra l’altro, all’articolo 9 del citato decreto legislativo n. 81 del 2008, commi 1, 2, lett. d) ed f), 5 e 6, lettera a);
VISTO il decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, recante misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica al fine di integrare le funzioni connesse alla tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro ed il coordinamento stabile delle attività previste dall'articolo 9 del decreto legislativo n. 81 del 2008, ottimizzando le risorse ed evitando duplicazioni di attività, ha soppresso l’Ispesl e l’Ipsema, attribuendone le relative funzioni all'Inail, quale unico ente pubblico del sistema istituzionale avente compiti in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;
VISTA la Carta d'intenti sottoscritta in data 24 giugno 2010 tra il Ministero dell’istruzione dell’Università e della Ricerca, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e l'Inail con la quale si è definito un piano di azioni in materia di educazione alla sicurezza sul lavoro, alla legalità e alla responsabilità, nell’ambito dell’insegnamento di "Cittadinanza e Costituzione";
VISTO l’Addendum alla Carta di intenti, siglato in data 7 dicembre 2011, con il quale sono stati integrati ed ampliati gli obiettivi indicati nella Carta stessa per la definizione di una pianificazione strategica degli interventi da realizzare sul territorio nazionale;
VISTI i Protocolli di Intesa tra Ministero dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca e Inail del 20 febbraio 2002, 29 gennaio e 18 maggio 2007 con i quali è stata consolidata la collaborazione tra Inail e Miur attraverso l’attivazione di programmi di interventi per la sensibilizzazione dei giovani studenti sulle tematiche della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;

PREMESSO CHE

• il MIUR ha come fine istituzionale quello di diffondere e promuovere il diritto allo studio e alla formazione su tutto il territorio nazionale;
• il MIUR gestisce e attua, tra l’altro, misure di finanziamento destinate ad interventi di edilizia scolastica, anche promuovendo la diffusione della sicurezza degli edifici scolastici nelle scuole e la prevenzione e protezione dai rischi connessi alla fruizione degli ambienti di apprendimento;
• l’Inail è l’Ente pubblico del sistema istituzionale al quale il legislatore ha affidato compiti di formazione specialistica in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, che è pertanto impegnato nello sviluppo di progetti formativi e nella erogazione di percorsi formativi e di aggiornamento nelle specifiche materie;
• la promozione, la diffusione ed il consolidamento della cultura della salute e sicurezza in ogni ambiente di vita, studio e lavoro costituiscono obiettivi primari per l’Inail, che pertanto intende proseguire nella strategia di promuovere iniziative di sviluppo della cultura della prevenzione per contribuire al superamento delle distanze tra scuola e mondo del lavoro;
• il miglioramento continuo della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro non può prescindere dall’attuazione di un adeguato programma di sensibilizzazione, responsabilizzazione e promozione delle misure preventive, basato su un’efficace azione di formazione ed informazione anche di coloro i quali si inseriscono nel mondo del lavoro;

CONSIDERATO CHE LE PARTI

• concordano sull’importanza di promuovere programmi di sostegno per la sicurezza degli edifici scolastici nelle scuole e la prevenzione e protezione dai rischi connessi;
• convengono che il miglioramento della cultura della salute e sicurezza nei luoghi di apprendimento può essere realizzato attraverso lo sviluppo di attività e progetti volti alla riduzione sistematica degli eventi infortunistici e delle malattie professionali;
• concordano sulla necessità di fornire a tutto il personale che opera nella scuola nonché agli studenti una idonea formazione sui temi della sicurezza degli edifici scolastici anche al fine di preservare la salute e l’incolumità all’interno delle medesime istituzioni scolastiche;
• concordano sulla necessità di ideare e realizzare proposte progettuali, educative e
didattiche, che mirano a promuovere nelle giovani generazioni la comprensione delle problematiche riferite alle tematiche della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;

RITENUTO CHE

in attuazione degli obiettivi generali sopra indicati, le interazioni e le sinergie tra MIUR ed Inail costituiscono una modalità funzionale per perseguire efficaci politiche di prevenzione e per fornire risposte integrate e di qualità all’esigenza di garantire la tutela della salute e sicurezza negli ambienti di apprendimento e nei luoghi di lavoro, nel rispetto dei propri ruoli e competenze;

si conviene e si stipula quanto segue:

Articolo 1
(Oggetto)

1. Oggetto del presente Protocollo è la collaborazione finalizzata all'individuazione di strategie di intervento e alla realizzazione di programmi formativi volti a favorire la diffusione della cultura della salute e della sicurezza nelle istituzioni scolastiche.

Articolo 2
(Modalità di attuazione)

1. Le Parti individuano le iniziative progettuali, con riferimento a ciascun ambito di competenza, sulla base di criteri di selezione e di priorità di reciproco interesse, tenuto conto anche delle rispettive programmazioni e pianificazioni di obiettivi e delle attività di sviluppo.
2. Le attività da svolgere in esecuzione del presente Protocollo e le relative modalità organizzative sono regolate da appositi accordi operativi definiti anche sulla base delle indicazioni del Comitato di Coordinamento previsto al successivo art. 4 e possono caratterizzarsi anche per la costituzione di team progettuali e gruppi di lavoro.
3. Le Parti possono, ove necessario, valutare, di volta in volta, l’eventuale coinvolgimento partecipativo di altre Amministrazioni, Enti e Istituzioni pubbliche, in considerazione delle specificità delle rispettive competenze.

Articolo 3
(Impegni delle Parti)

1. Il MIUR e l'Inail, in funzione delle specifiche competenze e disponibilità, si impegnano a mettere a disposizione risorse professionali, tecniche e strumentali e a rendere disponibile il proprio patrimonio di conoscenze al fine di realizzare iniziative progettuali e piani operativi con particolare riferimento a percorsi formativi rivolti al personale scolastico nonché agli studenti in attuazione del presente Protocollo, attraverso l'eventuale coinvolgimento delle proprie Strutture territoriali.
2. Le Parti si impegnano, altresì, a rendere disponibili, ove possibile, risorse finanziarie, nell'ambito delle specifiche previsioni di bilancio, finalizzate alla organizzazione congiunta di iniziative formative in materia di salute e sicurezza nei luoghi di vita, di studio e di lavoro, come definite negli accordi operativi da realizzare ai sensi dell’articolo 2 del presente Protocollo.

Articolo 4
(Comitato di Coordinamento)

1. La pianificazione, programmazione ed organizzazione generale dei piani di attività da realizzare in attuazione del presente Protocollo è svolta attraverso un Comitato di Coordinamento paritetico composto da sei rappresentanti, tre per il MIUR e tre per l’INAIL.
2. Il Comitato di Coordinamento predispone piani annuali delle attività e dei progetti, delineando gli indirizzi strategici e programmatici degli interventi da realizzare e cura, altresì, il monitoraggio dello stato di attuazione degli accordi operativi con riferimento alle singole iniziative realizzate e al livello di raggiungimento degli obiettivi e all'efficacia delle azioni.
3. Predispone il report annuale delle attività svolte da sottoporre ai rispettivi organi competenti.

Articolo 5
(Trattamento dei dati)

1. Le Parti con la sottoscrizione del presente Protocollo prestano reciproco assenso al trattamento, alla conservazione e alla comunicazione dei rispettivi dati ai sensi del decreto legislativo 196/2003.

Articolo 6
(Durata)

1. Il presente Protocollo entra in vigore alla data della sottoscrizione e ha durata triennale e può essere rinnovato o modificato alla scadenza.

Per il Ministero dell'istruzione, dell'Università
e della Ricerca
Per l’INAIL

Fonte: inail.it