Stampa
Categoria: Normativa regionale
Visite: 4866

Regione Toscana
Direzione Generale Organizzazione
Decreto 7 luglio 2013, n. 2676*
D.Lgs. 81/2008 (Testo unico in materia di sicurezza e salute sul lavoro): aggiornamento sistema di deleghe di funzioni del ‘Datore di lavoro’ a seguito di modifica assetto organizzativo.
B.U.R. 17 luglio 2013, n. 29

IL DIRETTORE GENERALE

Richiamato il D.Lgs. 81/2008 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro;
Preso atto che l’articolo 7 bis della L.R. 8 gennaio 2009, n. 1, “Testo unico in materia di organizzazione e ordinamento del personale”, demanda ad apposita deliberazione della Giunta regionale l’individuazione del direttore generale che assume le funzioni di datore di lavoro agli effetti del D.Lgs. 81/2008;
Vista la delibera di Giunta Regionale n. 128 del 7 marzo 2011 con la quale, tra l’altro, è stata individuata la sottoscritta, in qualità di Direttore generale della Direzione “Organizzazione e risorse”, quale Datore di Lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/2008;
Preso atto che nella su indicata delibera, ai sensi dell’art. 16 del D.Lgs. 81/2008 “Delega di funzioni”, viene richiamata la possibilità da parte del Datore di lavoro di conferire apposite deleghe per le funzioni non esclusivamente di sua competenza;
Visto il decreto 4872 del 8 novembre 2011 “D.Lgs. 81/2008 (Testo unico in materia di sicurezza e salute sul lavoro): delega di funzioni del “Datore di lavoro” nei confronti dei Direttori Generali e dei Dirigenti” con il quale venivano attribuite le relative deleghe di funzioni in materia di Sicurezza e Salute sui Luoghi di Lavoro;
Visti i decreti n. 503 del 17 febbraio 2012, n. 2430 del 11 giugno 2012 e n. 1512 del 30 aprile 2013 “D.Lgs. 81/2008 (Testo unico in materia di sicurezza e salute sul lavoro): delega di funzioni del “Datore di lavoro” nei confronti dei Direttori Generali e dei Dirigenti” con i quali veniva aggiornato il sistema delle deleghe di funzioni a seguito di mutamenti organizzativi;
Vista l’ordinanza di Protezione Civile n. 31 del 13/12/2012 della Presidenza del Consiglio dei Ministri con la quale si sancisce il subentro della Regione Toscana nelle iniziative finalizzate al definitivo risanamento ambientale della laguna di Orbetello (GR);
Tenuto conto dei mutamenti avvenuti nella struttura organizzativa, che rendono necessari o un aggiornamento al sistema di deleghe sopra citato;
Preso atto pertanto della necessità, per le motivazioni suddette, di:
- sostituire l’allegato A al decreto n. 4872 del 8 novembre 2011, così come modificato dal decreto n. 1512 del 30 aprile 2013, riportante le strutture interessate dalle deleghe e nel quale si indicano gli obblighi del datore di lavoro e dei dirigenti e si individuano le funzioni e i soggetti delegabili, con l’allegato A al presente decreto, che ne costituisce parte integrante e sostanziale;
- redigere un nuovo schema di delega relativo al Settore Ufficio di collegamento della Regione Toscana con le istituzioni comunitarie a Bruxelles di cui all’allegato B al presente decreto, che ne costituisce parte integrante e sostanziale;
- sostituire l’allegato C al decreto n. 1512 del 30 aprile 2013 (schema di delega per la DG Politiche ambientali, energia e cambiamenti climatici) con il nuovo schema di delega di cui all’allegato C al presente decreto, che ne costituisce parte integrante e sostanziale;
- sostituire l’allegato D al decreto n. 4872 del 8 novembre 2011 (schema di delega al Responsabile del Settore Patrimonio e Logistica) con il nuovo schema di delega di cui all’allegato D al presente decreto, che ne costituisce parte integrante e sostanziale;
- sostituire l’allegato H al decreto n. 4872 del 8 novembre 2011 (schema di delega al Responsabile del Settore Sistema regionale di protezione civile) con il nuovo schema di delega di cui all’allegato E al presente decreto, che ne costituisce parte integrante e sostanziale;
- redigere un nuovo schema di de lega relativo al Settore fitosanitario regionale e di vigilanza e controllo agroforestale di cui all’allegato F al presente decreto, che ne costituisce parte integrante e sostanziale;
- redigere un nuovo schema di delega relativo al Settore formazione professionale in agricoltura - Animazione rurale di cui all’allegato G al presente decreto, che ne costituisce parte integrante e sostanziale;
Dato atto che le deleghe di cui ai punti precedenti decorrono dalla data di sottoscrizione e d hanno efficacia fino al momento della cessazione dell’incarico di responsabilità di struttura del delegante e/o del delegato;
 

DECRETA
 

1. di sostituire l’allegato A al decreto n. 4872 del 8 novembre 2011, così come modificato dal decreto n. 1512 del 30 aprile 2013, riportante le strutture interessate dalle deleghe e nel quale si indicano gli obblighi del datore di lavoro e dei dirigenti e si individuano le funzioni e i soggetti delegabili, con l’allegato A al presente decreto, che ne costituisce parte integrante e sostanziale;
2. di redigere un nuovo schema di delega relativo al Settore Ufficio di collegamento della Regione Toscana con le istituzioni comunitarie a Bruxelles di cui all’allegato B al presente decreto, che ne costituisce parte integrante e sostanziale;
3. di sostituire l’allegato C al decreto n. 1512 del 30 aprile 2013 (schema di delega per la DG Politiche ambientali, energia e cambiamenti climatici) con il nuovo schema di delega di cui all’allegato C al presente decreto, che ne costituisce parte integrante e sostanziale;
4. di sostituire l’allegato D al decreto n. 4872 del 8 novembre 2011 (schema di delega al Responsabile del Settore Patrimonio e Logistica) con il nuovo schema di delega di cui all’al legato D al presente decreto, che ne costituisce parte integrante e sostanziale;
5. di sostituire l’allegato H al decreto n. 4872 del 8 novembre 2011 (schema di delega al Responsabile del Settore Sistema regionale di protezione civile) con il nuovo schema di delega di cui all’allegato E al presente decreto, che ne costituisce parte integrante e sostanziale;
6. di redigere un nuovo schema di delega relativo al Settore fitosanitario regionale e di vigilanza e controllo agroforestale di cui all’allegato F al presente decreto, che ne costituisce parte integrante e sostanziale;
7. di redigere un nuovo schema di delega relativo al Settore formazione professionale in agricoltura Animazione rurale di cui all’allegato G al presente decreto, che ne costituisce parte integrante e sostanziale;
8. di sottoscrivere con i soggetti responsabili delle strutture dei precedenti punti 2), 3) ,4), 5), 6) e 7) specifica delega, redatta ai sensi dell’art. 16 del D.Lgs. 81/2008, secondo gli schemi riportati negli allegati B, C e D al presente decreto;
9. che la delega di cui al precedente punto decorre dalla data di sottoscrizione e ha efficacia fino al momento della cessazione dell’incarico di responsabilità di struttura del delegante e/o del delegato.
Il presente atto è pubblicato integralmente sul BURT, ai sensi dell’articolo 5, comma 1 lettera e) della L.R. 23/2007, e sulla banca dati degli atti amministrativi della Giunta Regionale ai sensi dell’articolo 18, comma 2, della medesima L.R. 23/2007.
 

Il Direttore Generale
Carla Donati
 

Allegati


* certificato l’8 luglio 2013