Stampa
Categoria: Normativa regionale
Visite: 4745

Regione Toscana
Direzione Generale Competitività del Sistema Regionale e Sviluppo delle Competenze Area di Coordinamento Formazione, Orientamento e Lavoro Settore Formazione e Orientamento
Decreto 18 giugno 2013, n. 2355
DGR 324/2013. Approvazione format per la presentazione dei progetti formativi sperimentali che prevedono l’uso dell’e-learning anche per la formazione specifica dei lavoratori e dei preposti.
B.U.R. 26 giugno 2013, n. 26

IL DIRIGENTE

Visto quanto disposto dall’art. 2 della LR 1/09 “Testo unico in materia di organizzazione e ordinamento del personale” che definisce i rapporti tra organi di direzione politica e dirigenza;
Visti gli artt. 6 e 9 della richiamata LR 1/09, inerenti le competenze dei responsabili di settore;
Visto il decreto del Direttore generale n. 5192 del 26.10.2010 Direzione Generale Competitività del Sistema Regionale e Sviluppo delle Competenze: settore organizzativo;
Vista la Legge Regionale del 26 luglio 2002 n. 32 (Testo Unico della normativa della Regione Toscana in materia di educazione, istruzione, orientamento, forma-zione professionale e lavoro) e successive modifiche ed integrazioni;
Visto il Regolamento di esecuzione della citata legge regionale 32/2002, emanato con Decreto del Presidente della Giunta regionale dell’8 agosto 2003, n. 47/R e successive modifiche ed integrazioni;
Vista la Deliberazione del Consiglio Regionale 17.04.2012, n. 32 -Approvazione Piano di Indirizzo Generale integrato ex art. 31 Legge Regionale 26 luglio 2002, n. 32 (Testo Unico della normativa della Regione Toscana in materia di educazione, istruzione, orientamento, formazione professionale e lavoro);
Richiamata la DGR n. 532/2009 con la quale si è provveduto ad approvare il “Disciplinare per l’attuazione del sistema regionale delle competenze previsto dal regolamento di esecuzione della L.R. 32/2002” e successive modifiche ed integrazioni;
Visto il Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81 “Attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro” e s.m.i;
Visto l’Accordo Stato - Regioni e Province autonome n. 221 del 21 dicembre 2011 “Accordo tra il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano per la formazione dei lavoratori ai sensi dell’articolo 37, comma 2, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81”;
Richiamato l’Accordo Stato - Regioni e Province autonome n. 153 del 25 luglio 2012 “ Adeguamento e linee applicative degli accordi ex articolo 34, comma 2, e 37, comma 2, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, e successive modificazioni e integrazioni”;
Considerato che l’Accordo n. 221/2011 prevede al punto 3 Metodologia di insegnamento/apprendimento - Utilizzo delle modalità di apprendimento e-Learning, che le Regioni e le Province autonome, possano individuare, nei loro atti di recepimento dell’accordo, progetti formativi sperimentali che prevedano l’utilizzo delle modalità di apprendimento e- Learning anche per la formazione specifica dei lavoratori e dei preposti;
Vista la Delibera di Giunta n. 324 del 6.5.2013 ed il relativo allegato A avente ad oggetto gli indirizzi ed i criteri per l’approvazione di progetti sperimentali che prevedano l’utilizzo delle modalità di apprendimento e-learning anche per la formazione specifica dei lavoratori e dei preposti, secondo quanto previsto dall’Accordo tra Stato-Regioni/Province Autonome n. 221 del 21.12.2011 ex art. 37, comma 2 del D.lgs. 9.4.2008 n. 81;
Considerato che l’allegato A della citata delibera prevede che gli interessati alla realizzazione di progetti sperimentali dovranno presentare domanda, unitamente al progetto formativo da approvare, alla Regione Toscana utilizzando l’apposita modulistica predisposta dal Settore Formazione e Orientamento in accordo con il settore Prevenzione e sicurezza in ambienti di vita e di lavoro, alimenti e veterinaria;
Considerato altresì che il citato allegato A stabilisce che i soggetti autorizzati ad effettuare la formazione specifica in e-learning, alla conclusione delle attività, e comunque entro 30 giorni, dovranno trasmettere alla Regione Toscana una relazione finale sull’attività svolta;
Ritenuto opportuno approvare con il presente atto il format di domanda di partecipazione per la presentazione dei progetti formativi sperimentali di cui sopra da far pervenire alla Regione Toscana, Settore Formazione e Orientamento, Allegato A), parte integrante e sostanziale del presente atto;
Ritenuto, altresì, opportuno approvare con il presente decreto il format di progettazione da allegare alla domanda di partecipazione su citata, Allegato B), parte integrante e sostanziale del presente atto;
Ritenuto opportuno stabilire che le domande di partecipazione per la presentazione dei progetti formativi sperimentali di cui alla Dgr n. 324 del 6.5.2013 dovranno pervenire, alla Regione Toscana, Settore Formazione e Orientamento, alle seguenti scadenze:
- prima scadenza: 30 agosto 2013;
- seconda scadenza: 31 dicembre 2013;
- terza scadenza: 30 aprile 2014;
Ritenuto, altresì, di stabilire che i soggetti autorizzati ad effettuare la formazione specifica in e-learning, alla conclusione delle attività, e comunque entro 30 giorni, dovranno trasmettere la relazione finale sull’attività svolta alla Regione Toscana - Settore Formazione e Orientamento;
Ritenuto che, previa valutazione dei risultati ottenuti attraverso la sperimentazione di cui sopra, potranno essere previste, con successivo decreto, ulteriori scadenze;
Sentito il Settore regionale competente Prevenzione e sicurezza in ambienti di vita e di lavoro, alimenti e veterinaria;
Vista la griglia degli indicatori finanziari inviata dal controllo di gestione al fine del completamento del Cruscotto di Governo, se ne deduce per l’attività del presente decreto il codice 0203010000;
 

DECRETA
 

Di approvare i seguenti format:
- Format di domanda di partecipazione per la presentazione dei progetti formativi sperimentali di cui alla Dgr n. 324 del 6.5.2013, allegato A), parte integrante e sostanziale del presente decreto;
- Format di progettazione per i progetti sperimentali di cui alla Dgr 324 del 6.5.2013, allegato B), parte integrante e sostanziale del presente decreto.
Il presente atto è pubblicato integralmente nel BURT ai sensi dell’art. 5, comma 1, lettera f) della L.R. 23/2007 e successive modifiche e sulla banca dati degli atti amministrativi della Giunta Regionale ai sensi dell’art. 18, comma 2, della medesima Legge regionale 23/2007.
 

Il Dirigente
Gianni Biagi
 

ALLEGATI