Stampa
Categoria: 2011
Visite: 1828

Tipologia: Accordo integrativo
Data firma: 15 luglio 2011
Validità: 31.12.2013
Parti: Fattoria Scaldasole e RSU/Flai-Cgil
Settori: Agroindustriale, Fattoria Scaldasole
Fonte: flai.lombardia.it

Sommario:

  Premessa
1) Premio di risultato
1.1 Caratteristiche degli obiettivi. Determinazione e misurazione degli indici e dei parametri di riferimento
1.2 Importo del premio e modalità di calcolo
1.3 Ambito di applicazione
1.4 Comunicazioni e verifiche e modalità di erogazione
1.5 Relazioni industriali e investimenti
  1.6 Sicurezza sul lavoro e sicurezza degli alimenti - Formazione
1.7 Occupazione
1.8 Godimento delle ferie
1.9 Riservatezza
1.12 Durata
Allegato Tecnico A
Allegato B

Addì, 15 luglio 2011, presso la sede della Fattoria Scaldasole srl di Monguzzo (CO) si sono incontrati: la ditta Fattoria Scaldasole srl […], la RSU […], assistita dalla Flai Cgil […]

Al riguardo, premesso che:
Nel corso degli incontri precedenti, l'azienda ha fornito alla RSU ed alle Organizzazioni Sindacali informazioni sulla situazione aziendale e su quella del mercato in cui opera, sottolineando l'importanza, ai fini della competitività, il continuo miglioramento della qualità, del servizio e dell'efficienza unito ad un attento controllo dei costi;
In questo contesto, l'azienda ha sottolineato la necessità di perseguire un adeguato miglioramento delle condizioni di efficienza e competitività complessiva per rispondere efficacemente e tempestivamente alle sfide della suddetta concorrenza e creare le risorse economiche in grado di supportare l'erogazione del Premio di risultato;
Le parti concordano sulla necessità di rendere visibili gli andamenti dei suddetti fattori (costi, qualità, servizio), per quegli aspetti che dipendono dal processo produttivo, attraverso un sistema di indicatori le cui logiche di calcolo e di valori via via raggiunti siano sistematicamente confrontati con la RSU e resi noti a tutti i lavoratori;
Tutto ciò premesso, è stato raggiunto il seguente accordo:

1.5 Relazioni industriali e investimenti
Le parti ravvisano e concordano l'opportunità di continuare le relazioni industriali che perseguono la partecipazione ed il coinvolgimento dei lavoratori al conseguimento degli obiettivi di concreto miglioramento della efficienza produttiva e della competitività aziendale e delle condizioni generali del lavoro; il modello delle relazioni industriali costruito e sperimentato nel tempo sulla base di un sano e corretto confronto dialettico, ha dimostrato una sua validità sostanzialmente positiva.
A tale proposito si conviene di mantenere due incontri annui, in occasione del primo incontro l'azienda fornirà le informazioni di cui all'art. 2 capitolo 3 e 4 del vigente CCNL industria alimentare. Nel corso degli incontri precedenti, l'azienda ha fornito alla RSU ed alle Organizzazione sindacali comunicazione ampia ed esauriente in merito agli investimenti effettuati e da effettuarsi, ai programmi produttivi e commerciali, all'andamento del mercato e dei prodotti ed in dettaglio: consolidamento degli investimenti tecnologici, Utilities, qualitativi e di sicurezza allo stabilimento necessari per mantenere il massimo livello di qualità , efficienza e flessibilità produttive; Investimenti in ricerca & sviluppo, tesi a migliorare ed innovare le caratteristiche dei prodotti attuali e nuovi; il miglioramento continuo dei livelli di efficienza nell'ambito della produzione con particolare attenzione / focus sul fronte dei costi, nonché ai dati relativi all'occupazione, all’andamento economico dell’azienda, ai rapporti intersocietari con le imprese collegate.

1.6 Sicurezza sul lavoro e sicurezza degli alimenti - Formazione
Le parti ritengono di fondamentale importanza proseguire sul percorso formativo con l’obiettivo di incrementare la partecipazione dei lavoratori ad un processo di miglioramento dell'efficienza ed efficacia complessiva del sistema aziendale.
Le parti si danno atto della reciproca disponibilità a procedere ad una analisi dei fabbisogni formativi, alla luce dello sviluppo economico, tecnologico ed organizzativo dell'azienda, nonché alla sempre maggiore attenzione attribuita agli aspetti di qualità del prodotto ed ai temi della sicurezza alimentare.
Ciò potrà riguardare sostanzialmente:
1. l’inserimento dei nuovi assunti con le relative istruzioni operative, anche in termini di affiancamento;
2. iniziative informative e formative sulla sicurezza e sull'ambiente di lavoro, con particolare attenzione alle seguenti situazioni:
- nuove assunzioni;
- trasferimento o cambiamento di mansioni;
- introduzione di nuove attrezzature e tecnologie;
- attività di pronto soccorso, di squadre antiincendio e di evacuazione dei lavoratori.
- sicurezza ed all'igiene dei prodotti alimentari e dei processi di lavorazione degli alimenti;
- igiene ambientale e sicurezza sul luogo di lavoro
- qualità
In questo ambito e come per i precedenti anni, l'azienda intende, anche attraverso percorsi concordati con le RSU, proseguire in programmi di formazione per i quali potranno essere richiesti finanziamenti regionali ai sensi della L. 236/1993, Fondimpresa o altri contributi previsti dalla normativa vigente.
Le parti convengono di realizzare entro fine anno un apposito corso di formazione, per tutti i lavoratori, sui meccanismi e gli indicatori dei Premio di Risultato concordato nel presente accordo, al fine di rendere più trasparente e comprensibile gli indicatori e di condividere gli obiettivi.

1.7 Occupazione
Le parti convengono di analizzare l'organizzazione del lavoro al fine di verificare le sostituzioni del normale turn-over per uscite volontarie e pensionamenti, in modo da garantire una maggior efficienza organizzativa e un puntuale godimento delle ferie ai lavoratori.

1.8 Godimento delle ferie
Si conviene di posticipare entro il primo quadrimestre dell'anno successivo i termini per l’utilizzo delle ferie dell'anno precedente; per quanto riguarda eventuali residui pregressi l'azienda potrà predisporre calendari di utilizzo, anche attraverso assunzioni di contratti a temine per consentire l’esaurimento di monte-ferie.

Allegato B
Alla data odierna in Fattoria Scaldasole sono previste ed erogabili alle relative maestranze le seguenti indennità per coloro che abbiano a svolgere determinate attività operative:
1. Indennità di disagio:
a. Indennità Cella: per coloro che svolgono la loro prevalente attività nelle celle frigorifere verrà corrisposta una indennità […]
b. Indennità maneggio denaro […]
c. Indennità conduzione caldaia: al personale dipendente in possesso dell'attestato di conduttore caldaie per la cui gestione è richiesto tale attestato verrà corrisposta una indennità […]
d. Attività di scansione raggi X: al personale dipendente coinvolto in attività di "scansione raggi x del prodotto finito" verrà corrisposta un importo forfettario a titolo di indennità cella determinato sulla risultante delle quantità di volumi di prodotto scansionato e calcolato come da seguente formula:

<![if !vml]><![endif]>
____________ x 3%
         N

V= Volumi di prodotto scansionato(Bancali)
R= Ritmi Std di scansione
O- N.° operatori necessari
C.(MODv)= Costo medio ora Manodopera diretta operatori
N= N.° di operatori coinvolti