Stampa
Categoria: 2017
Visite: 1855

Tipologia: CPL
Data firma: 30 gennaio 2017
Validità: dal 01.01.2017
Parti: Ance e Feneal-Uil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil
Settori: Edilizia, Edili ed affini, Imperia
Fonte: filcacisl.it

Sommario:

  Verbale di accordo
Premessa
Osservatorio provinciale del settore delle costruzioni
Lavori Pubblici
Lavori Privati
Enti Bilaterali
Operai
Indennità territoriale di settore
EVR Elemento variabile della retribuzione
Indennità di trasporto
  Mensa
Vestiario
Carenza malattia
Norma premiale per le contribuzioni in cassa edile
Rappresentante per la sicurezza dei lavoratori (RLST)
Impiegati
Premio di produzione
EVR - Elemento variabile della retribuzione
Mensa
Validità e durata

Contratto collettivo di lavoro integrativo del CCNL 1° luglio 2014 per le imprese edili ed affini

Verbale di accordo
In Imperia, il giorno 30 gennaio 2017, tra Ance Imperia […] e, in ordine alfabetico la Federazione Nazionale Edili Legno Affini Legno - Feneal Uil della provincia di Imperia […], la Federazione Italiana Lavoratori Costruzioni Affini - Filca - Cisl di Imperia e Savona […], la Federazione Italiana Lavoratori del Legno, dell'Edilizia e Industria Affini - Fillea - Cgil della provincia di Imperia […], viene sottoscritto il presente accordo provinciale, integrativo del CCNL per gli operai dipendenti dalle imprese edili ed affini, stipulato in Roma il 1° luglio 2014 tra Ance, Feneal-Uil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil, da valere per tutta la Provincia d'Imperia.

Le Parti Premesso
• che in relazione al presente accordo, integrativo del CCNL 1° luglio 2014, stipulato da Ance e Federazioni Sindacali nazionali del settore, le Organizzazioni sindacali provinciali sopra citate, a richiesta dell'Ance Imperia, confermano e ribadiscono che, nello spirito di continuità del perseguimento del comune obiettivo di unitarietà nella rappresentanza e di omogeneità nelle condizioni del settore, il contratto integrativo provinciale qui rinnovato sarà l'unico applicabile a tutte le imprese dell'industria delle costruzioni edili della provincia di Imperia ed ai relativi dipendenti, fatta salva l'eventuale maturazione di diversi intendimenti comunemente concordati con le rispettive Organizzazioni nazionali, sulla base di esigenze circostanziate, sopravvenute e, comunque, coerenti con l'obiettivo sopra evidenziato;
• che costituisce altresì presupposto, comunemente condiviso ed essenziale, la conferma dell'unicità del sistema degli Enti Paritetici territoriali di categoria,
convengono quanto segue.

Osservatorio provinciale del settore delle costruzioni
Si ribadisce l'importanza dell'Osservatorio Provinciale del Settore delle Costruzioni, quale fondamentale strumento per una sempre maggiore attenzione alle problematiche legate al settore dell'edilizia, in considerazione della strategicità che esso riveste nell'economia della Provincia di Imperia.
Le parti, considerata la necessità di una maggiore tutela delle imprese che operano in piena legalità e trasparenza nei confronti delle forme di lavoro irregolari, avvantaggiate dal meccanismo del massimo ribasso nelle gare di appalto, s'impegnano a continuare promuovere degli incontri con le stazioni appaltanti del territorio, al fine di contrastare fenomeni di concorrenza sleale, affinché, tra i criteri di aggiudicazione degli appalti, vengano considerati anche i requisiti qualitativi delle imprese, nonché le capacità tecniche, organizzative, produttive e finanziarie idonee alla realizzazione della gara d'appalto, come anche previsto dal nuovo codice degli appalti.
L'Osservatorio svolge i compiti appresso analiticamente indicati, nonché ogni altro compito relativo all'analisi della situazione del comparto delle costruzioni nella Provincia di Imperia che le Parti contraenti riterranno congiuntamente di affidargli.

Lavori Pubblici
Premesso
• che, il quadro normativo attualmente disciplinante gli interventi di lavori pubblici, non solo fornisce agli enti appaltanti puntuali indicazioni relative alla corretta stesura dei bandi di gara, ma sancisce l'obbligo per i progettisti e per le stazioni appaltanti di individuare un importo a base di gara, sulla scorta di prezzi e di costi della sicurezza congrui, desunti da prezzari aggiornati, cosicché l'indicazione nel progetto o nel bando di prezzi insufficienti costituirebbe violazione di dette norme;
che la non congruità dei prezzi e la non corretta determinazione degli oneri di sicurezza ingenera, di norma, da un lato intoppi esecutivi, contenzioso e ritardi nell'ultimazione dell'opera, con conseguenti danni sia per l'ente appaltante che per l'intera comunità, dall'altro un evidente fattore di rischio nei cantieri edili;
le Parti convengono che, sulla base dei dati forniti dall'Osservatorio, qualora vengano evidenziate palesi difformità nei bandi e negli elaborati progettuali, verranno attivate azioni congiunte volte ad una corretta applicazione della normativa vigente.
Inoltre, concordano sull'opportunità di sensibilizzare la Pubblica Amministrazione per r adozione di misure che tutelino le imprese locali nei confronti delle imprese che non concorrono in alcun modo all'economia ed all'occupazione locali.

Lavori Privati
Premesso
• che le Parti hanno nel tempo attivato iniziative congiunte finalizzate a contrastare il fenomeno del lavoro irregolare nel settore dell'edilizia privata, individuando in tale fenomeno la causa di notevoli danni per i lavoratori interessati ed una forma di concorrenza sleale nei confronti delle imprese coerenti al dettato contrattuale e normativo;
• che, nonostante le numerose iniziative che sono state compiute in questi anni, esistono ancora situazioni di manodopera irregolare che sfuggono al controllo dei soggetti preposti ad esso.
Le parti, intendendo intervenire allo scopo di prevenire ogni forma di evasione contributiva e fiscale realizzata attraverso l'uso della manodopera irregolare cui si accompagna, inoltre, una maggiore incidenza degli infortuni sul lavoro, convengono di svolgere azioni congiunte finalizzate a:
- definire misure di coordinamento nel campo della prevenzione e della informazione, soprattutto per quanto concerne la materia della sicurezza sul lavoro;
- coinvolgere gli ordini professionali affinché sensibilizzino i propri iscritti per la redazione di progetti cui unire sempre piani di sicurezza adeguati;
- Nella consapevolezza della sempre maggior difficoltà nel perseguire efficaci azioni di controllo sul fenomeno del lavoro irregolare nel campo dei lavori commissionati da privati, le Parti riconoscono la necessità di un'azione congiunta nei confronti degli Enti locali competenti affinché, unitamente alla Denuncia di Inizio Attività o a quella di Inizio Lavori conseguente al rilascio di Permesso di costruire, il committente rispetti l’obbligo di indicare gli estremi dell'impresa esecutrice, corredati dalla certificazione di regolarità contributiva e dalla dichiarazione di osservanza del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro di settore e dell'Accordo Integrativo Territoriale.

Enti Bilaterali
I) Le parti ribadiscono la comune volontà di proseguire nell'azione di razionalizzazione e Riorganizzazione degli Enti Paritetici, anche sulla scorta delle intese recentemente intervenute in materia.
II) Considerato il numero crescente, anche nella Provincia d’Imperia, di lavoratori immigrati, operanti nel settore edile, le Parti concordano sull’esigenza di prevedere politiche contrattuali adeguate, anche attraverso il pieno coinvolgimento degli Enti bilaterali di settore, anche verso i lavoratori autonomi.

Operai
Mensa

L'impresa, ove non sia istituito un servizio mensa aziendale in cantiere, dovrà provvedere, con decorrenza dal 1 gennaio 2017, a fornire un buono pasto […] per ciascun giorno lavorato o, in alternativa, dovrà corrispondere un'indennità sostitutiva di mensa […].
[…]

Vestiario
Ai lavoratori edili iscritti alla Cassa Edile della provincia di Imperia che alla data del 30 giugno di ogni anno hanno maturato un'anzianità di almeno 400 ore nei sei mesi precedenti o 600 ore nei dodici mesi precedenti, tenendo conto delle ore di lavoro ordinarie e delle ore di assenza per malattia, infortunio e congedo matrimoniale, previa acquisizione, tramite apposita scheda, delle taglie e delle misure, la Cassa Edile stessa provvederà, nel corso del mese di novembre, alla consegna di vestiario da lavoro e un paio di calzature con adeguate caratteristiche antinfortunistiche.
L'acquisto collettivo è gestito direttamente dalla Cassa Edile di Imperia che agisce in nome e per conto delle imprese iscritte.
Le modalità operative per la scelta dei capi di vestiario, l'acquisto cumulativo presso la ditta fornitrice incaricata, le consegne e gli adempimenti amministrativi sono demandate al Comitato di Gestione della Cassa Edile.
[…]

Norma premiale per le contribuzioni in cassa edile
Al fine di contrastare il lavoro sommerso ed irregolare si ritiene necessario agire anche sul fronte della premialità delle aziende virtuose, cioè delle imprese che dimostrino il rispetto integrale delle regole fissate dalla contrattazione nazionale e integrativa locale.
A tal fine, nell'interesse delle imprese regolari e dei lavoratori, le Parti convengono di riconoscere dal 1 gennaio 2017 uno sgravio contributivo a favore delle imprese che abbiano rispettato i requisiti di seguito indicati.
Riduzione contributiva
Il dispositivo premiale consiste in una riduzione dello 0,20 dell'aliquota del contributo Cassa Edile a carico del datore di lavoro.
Requisiti per la riduzione contributiva
Le imprese devono essere regolarmente iscritte alla Cassa Edile della Provincia di Imperia e devono aver ottemperato regolarmente agli adempimenti relativi alla trasmissione della denuncia mensile, secondo le previsioni del CCNL, e del versamento alla Cassa Edile, nonché aver corrisposto ai dipendenti i trattamenti economici previsti dal presente contratto integrativo, in particolare devono aver provveduto con regolarità alla consegna dei buoni pasto ai dipendenti.
Modalità per l'erogazione della riduzione contributiva
Alla Cassa Edile viene dato mandato di determinare, con periodicità semestrale, le imprese beneficiarie e l'importo spettante, previa verifica dell'avvenuto assolvimento degli obblighi di cui sopra
Entro il 31 luglio la Cassa Edile provvederà alla corresponsione degli importi spettanti in relazione al periodo ottobre - marzo.
Entro il 31 gennaio la Cassa Edile provvederà alla corresponsione degli importi spettanti in relazione al periodo aprile - settembre.

Rappresentante per la sicurezza dei lavoratori (RLST)
Con riferimento alle disposizioni di legge e contrattuali relative alla nomina, in ciascuna impresa, di un rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, e alla facoltà, nelle imprese che occupino sino a quindici dipendenti, di individuare tale rappresentante per più aziende in ambito territoriale, le Parti confermano l'istituzione della figura del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriale (RLST).
Il RLST è a disposizione dei lavoratori dipendenti da imprese edili ove non sia stato nominato un rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, che occupino sino a quindici dipendenti e operanti in Provincia di Imperia.
Le parti confermano in tre il numero degli RLST operativi per la Provincia di Imperia, e specificano quanto segue:
1. Il contributo per la gestione RLST, dovuto dalle imprese edili con un numero di dipendenti inferiore a 15 all'interno della quali non sia stato nominato il RLS, è stabilito con decorrenza dal 1.1.2017 nella misura dello 0,50%, calcolato sugli elementi di paga di cui al punto 3) dell'art. 24 del CCNL 18 giugno 2008 a garanzia della sostenibilità del servizio.
2. Il contributo di cui sopra viene versato dalle imprese alla Cassa Edile, unitamente alle altre contribuzioni e, ripartito in parti uguali, viene girato mensilmente dalla Cassa Edile alle OO.SS.LL. territoriali che hanno provveduto alla nomina degli RLST, come da loro comunicazione.
3. La sede operative degli RLST è presso le OO.SS.LL. territoriali.
4. Viene costituita una Commissione Paritetica di Verifica dell’operatività degli RLST, costituita dal Presidente di Ance Imperia e dai rappresentanti provinciali delle Federazioni sindacali Feneal-Uil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil, affinché si possa valutare entro il 1° dicembre di ogni anno l’efficienza del servizio per il mantenimento dell’istituto dei tre RLST.
5. Con riferimento al contributo di cui al punto 1 è demandato alla Cassa Edile il compito di verificare il numero di dipendenti al 30 settembre di ogni anno delle singole imprese risultante dalle denunce mensili, acquisire le comunicazioni di avvenuta nomina degli RLS, comunicare alle stesse imprese, con effetto dal 1 gennaio successivo, se il contributo risulta dovuto o meno ed inoltre fornire periodicamente alle OO.SS.LL. e all’Ance l'elenco delle imprese i cui lavoratori possano avvalersi degli RLST.

Impiegati
Mensa

È consentito agli impiegati di usufruire del servizio mensa o pasto caldo in cantiere alle stesse condizioni stabilite per gli operai.
Ove non sia istituito un servizio mensa aziendale, 1'impresa provvederà a fornire un buono pasto per ciascun giorno lavorato o, in mancanza, un'indennità sostitutiva di mensa, come da normativa prevista per gli operai.