Stampa
Categoria: Normativa regionale
Visite: 4560

Regione Toscana
Azienda Unità Sanitaria Locale Toscana Centro
Sede Legale Piazza Santa Maria Nuova n. 1 - 50122 Firenze

Delibera del Direttore Generale
PROGETTO SORVEGLIANZA SANITARIA E PERCORSO CLINICO PER EX ESPOSTI AMIANTO: APPROVAZIONE PIANO FINANZIARIO E SCHEMA DI CONVENZIONE CON LA FONDAZIONE ONLUS ATTILIA POFFERI

IL DIRETTORE GENERALE f.f.

Richiamata la Legge Regionale n. 84/2015 recante “Riordino dell’assetto istituzionale e organizzativo del Sistema Sanitario Regionale. Modifiche alla Legge Regionale 40/2005”;
Vista la Delibera del Direttore Generale USL Toscana Centro n. 2 del 07.01.16 avente ad oggetto “Conferma deleghe di funzioni ai Dirigenti in carica per la gestione delle attività della nuova Azienda USL Toscana Centro e riassunzione nella figura del DG delle funzioni già attribuite ai Vice Commissari delle Aziende Sanitarie USL 10, 11, 3 e 4";
Vista la delibera n. 1720 del 24.11.2016 di approvazione dello Statuto aziendale;
Visti:
il decreto del Presidente della Giunta Regionale Toscana n. 29 del 29.02.2016 con il quale il Dott. Paolo Morello Marchese è stato nominato Direttore Generale dell’Azienda USL Toscana Centro a decorrere dal 1° marzo 2016;
le delibere del Direttore Generale della AUSL Toscana Centro n. 292, n. 293 e n. 291 del 10.03.2016 con le quali sono stati rispettivamente nominati il Direttore Amministrativo, il Direttore Sanitario e il Direttore dei Servizi Sociali;
la delibera n. 85 del 26.01.2017 con la quale il dott. Roberto Biagini è stato nominato Vicedirettore Sanitario aziendale;
Vista la delibera n 169 del 01.02.2017 con la quale, a seguito della Nota del Presidente della Giunta Regionale Toscana del 31.01.2017, viene preso atto del subentro del Dott. Emanuele Gori nelle funzioni di Direttore Generale della Azienda USL Toscana Centro a decorrere dall’ 1 febbraio 2017, ai sensi dell’art. 3 - comma 6 - del D.Lgs. 502/1992 e vengono affidate, con la stessa decorrenza, al dott. Roberto Biagini le funzioni di Direttore Sanitario dell’Azienda;
Richiamate:
le delibere n. 826 del 31.05.2016 di approvazione del nuovo assetto organizzativo dipartimentale dell’Azienda Usl Toscana Centro e n. 1757 del 25.11.2016 con la quale è stata approvata la nuova articolazione organizzativa dei Dipartimenti e degli Staff dell’Azienda USL Toscana Centro; le delibere n. 827 del 31.05.2016 di nomina dei Direttori di Dipartimento dell’Azienda Usl Toscana Centro, n. 861 del 14.06.2016 di nomina dei Direttori delle Aree Dipartimentali, n. 1965 del 29.12.2016 con la quale sono stati nominati, fra l’altro, i Direttori delle Aree del Dipartimento Area Tecnica, il Direttore dello Staff Direzione Sanitaria e parte dei Direttori di Struttura Complessa;
Premesso che:
- che il Piano Regionale della Prevenzione (PRP) 2014/2018 approvato con Delibera GRT n. 1314 del 29/12/2015 ed in particolare i progetti n. 39 e n. 40 perseguono obiettivi di sorveglianza sanitaria epidemiologica sulle malattie professionali;
Richiamato ancora:
- la deliberazione della Giunta Regionale Toscana n. 396 del 03.05.2016 avente ad oggetto “Sorveglianza sanitaria e percorso clinico per gli ex-esposti ad amianto e sviluppo di linee di indirizzo per la sorveglianza sanitaria di ex-esposti ad altri cancerogeni occupazionali”;
- il Decreto DRT n. 8739 del 31/08/2016 avente ad oggetto “GDRT n. 396 del 03.05.2016 “Sorveglianza sanitaria e percorso clinico per gli ex-esposti e ad altri cancerogeni occupazionali. Impegno e liquidazione”;
Viste:
- la deliberazione del Direttore Generale f.f. Azienda USL Toscana Centro n. 340 del 09.03.2017 con cui è stato recepito il finanziamento concesso dalla Regione Toscana di euro 4.000 per l’attuazione degli atti previsti dalla citata Delibera di Giunta Regionale n. 396 del 03.05.2016 ed è stato individuato come Responsabile Scientifico del Progetto il dr. Giuseppe Petrioli ;
- la deliberazione del Direttore Generale f.f. Azienda USL Toscana Centro n. 542 del 14.04.2017 con cui è stato integrato il finanziamento concesso dalla Regione Toscana di euro 8.000
- la nota A00GRT_00680083_2017-02-09 della Regione Toscana dove si precisa che per tali risorse non è ritenuta applicabile la trattenuta del 15% per le spese generali in deroga a quanto previsto dal Regolamento Aziendale sui progetti finalizzati di cui alla delibera DG. n. 529/2014;
Considerato che:
- la Regione Toscana, con la sopra citata Delibera di Giunta n. 396 del 03.05.2016, dopo aver richiamato la necessità di aggiornare ed omogeneizzare la gestione sanitaria per la sorveglianza sanitaria degli ex esposti ad amianto, ha valutato in maniera favorevole l’attivazione di un Centro di Documentazione regionale sull’amianto e sui suoi effetti sulla salute da sviluppare anche con la collaborazione di associazioni no profit presenti sul territorio regionale;
Vista la legge n° 135 del 7.08.2012 “Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini”, ed in particolare l’art. 4 commi 6, 7, 8, in ottemperanza dei quali è consentito l’affidamento diretto di servizi di valore pari o inferiore ad € 200.000,00 nei confronti di “fondazioni istituite con lo scopo di promuovere lo sviluppo tecnologico e l'alta formazione tecnologica e gli enti e le associazioni operanti nel campo dei servizi socio-assistenziali e dei beni ed attività culturali, dell'istruzione e della formazione, le associazioni di promozione sociale di cui alla legge 7 dicembre 2000, n. 383, gli enti di volontariato di cui alla legge 11 agosto 1991, n. 266, le organizzazioni non governative di cui alla legge 26 febbraio 1987, n. 49, le cooperative sociali di cui alla legge 8 novembre 1991, n. 381, le associazioni sportive dilettantistiche di cui all'articolo 90 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, nonché le associazioni rappresentative, di coordinamento o di supporto degli enti territoriali e locali.”, riconoscendo quindi il terzo settore quale realtà radicata e organizzata nel territorio capace di giocare un ruolo strategico di collaborazione con i soggetti pubblici per la promozione e la protezione della salute;
Verificato che la Fondazione ONLUS “Attilia Pofferi” con sede in Pistoia, L.go San Biagio, 109 qualificata organizzazione scientifica riconosciuta dalla Regione Toscana con Decreto del Presidente n. 133/31.03.1992 ha, tra i suoi fini statutari, il dovere di sostenere la ricerca scientifica in campo oncologico e la promozione degli interventi di prevenzione e studio delle patologie oncologiche e che la stessa dispone in modo esclusivo dell’archivio digitale “Marco Vettori “, presupposto fondamentale per realizzare l’obiettivo dichiarato dalla Regione Toscana;
Ritenuto pertanto opportuno, per quanto sopra specificato, approvare la stipula della Convenzione con la Fondazione ONLUS “Attilia Pofferi”, secondo lo schema allegato alla presente deliberazione in parte integrante e sostanziale - allegato A - per attivare nel triennio 2016-2018:
• un archivio digitale “Marco Vettori”,
• interventi di promozione per divulgare e facilitare la fruizione da parte degli utenti,
• la collaborazione con ISPO per applicare le migliori forme di comunicazione dell’offerta di salute agli ex esposti all’amianto e lo sviluppo della funzione come Centro di riferimento regionale toscano per la divulgazione dei documenti che saranno prodotti durante lo svolgimento del progetto;
Ritenuto altresì di delegare il Direttore del Dipartimento della Prevenzione, Dr. Renzo Berti, alla sottoscrizione della suddetta convenzione conferendo con il presente atto il relativo mandato;
Dato atto che l’istruttoria della presente deliberazione è stata curata dal Responsabile del relativo procedimento, sig,ra Donatella Nencioni, in servizio presso la SOC Attività Amministrative della Prevenzione (ambito Firenze);
Stabilito che il Referente Aziendale e Responsabile Scientifico della convenzione è il Direttore dell’Area Funzionale PISLL pro tempore;
Ritenuto opportuno, considerata la necessità di dare al più presto esecuzione alla convenzione, di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 42, comma quarto, della L.R.T. n. 40 del 24/02/2005 e ss.mm.ii.
Dato atto che i costi derivanti dal presente atto, pari ad € 12.000 ripartiti su tre anni graveranno sull’autorizzazione finalizzata n. 100561/2016 - CdP 1101P0L611;
Dato atto della legittimità, nonché della regolarità formale e sostanziale espressa dal Dirigente che propone il presente atto;
Vista la sottoscrizione del Direttore del Dipartimento Prevenzione, Dr. Renzo Berti, che ne attesta la coerenza agli indirizzi e agli obiettivi del Dipartimento medesimo;
Su proposta del Direttore Attività amministrative Zona Distretto e Dipartimento Prevenzione;
Acquisito il parere favorevole del Direttore Amministrativo, del Direttore Sanitario f.f. e del Direttore dei Servizi Sociali;
 

DELIBERA

per i motivi espressi in narrativa:
1) di approvare lo schema di convenzione che si allega al presente atto sotto lettera “A” e il piano finanziario allegato “B” quali parti integranti e sostanziali dello stesso, predisposto al fine di regolamentare i rapporti giuridico-economici che intercorreranno tra l’Azienda USL Toscana Centro - Dipartimento della Prevenzione, e Fondazione ONLUS “Attilia Pofferi”;
2) di delegare il Direttore del Dipartimento della Prevenzione, Dr. Renzo Berti, alla stipula della convenzione Allegato “A” allegato alla presente deliberazione, conferendo con il presente atto il relativo mandato;
3) di nominare Responsabile Scientifico del Progetto e Referente aziendale dell’esecuzione della convenzione il Direttore dell’Area Funzionale PISLL pro tempore;
4) di stabilire che i costi derivanti dal presente atto, pari ad euro 12.000 graveranno sull’autor. 100561/2016, cdp 1101P0L611;
5) di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile, attesa l’urgenza di provvedere nel merito;
6) di trasmettere copia del presente atto alla S.O.S Bilancio della ex Azienda USL 10 Firenze e alla S.O.C Controllo di gestione e reporting;
7) di trasmettere la presente determinazione al Collegio Sindacale a norma di quanto previsto dall’art. 42 comma 2, della L.R.T. 40/2005 e ss.mm.ii.

IL DIRETTORE GENERALE f.f.
(Dr. Emanuele Gori)

IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO (Dr. Enrico Volpe)
IL DIRETTORE SANITARIO f.f. (Dr. Roberto Biagini)
IL DIRETTORE DEI SERVIZI SOCIALI (Dr.ssa Rossella Boldrini)


Allegato A
 

CONVENZIONE
TRA
 

L’Azienda USL Toscana Centro - *** - in seguito indicata ASL, con sede in Firenze, Piazza Santa Maria Nuova n.1, rappresentata dal Dott. Renzo Berti, non in proprio ma nella sua qualità di Direttore del Dipartimento Prevenzione, giusta la Deliberazione AUSL n. 827 del 31 maggio 2016

E

Fondazione ONLUS "Attilia Pofferi" - in seguito indicata Fondazione, con sede in Pistoia, L.go San Biagio, 109, ***, rappresentata da Vincenzo De Giorgi, Presidente della Fondazione ONLUS Attilia Pofferi, e suo Rappresentante legale
 

PREMESSO

che la Fondazione ha, tra i suoi fini statutari, il dovere di sostenere la ricerca scientifica in campo oncologico e la promozione degli interventi di prevenzione e studio delle patologie oncologiche; che nell’ambito dei suddetti scopi, la Fondazione, tramite il proprio Centro di Documentazione sull’amianto e sulle malattie amianto correlate Marco Vettori, collaborerà con la Regione Toscana al Progetto: ” Sorveglianza sanitaria e percorso clinico per gli ex esposti ad amianto e sviluppo di linee di indirizzo per la sorveglianza sanitaria di ex esposti ad altri cancerogeni occupazionali”, per il periodo 2016-2018 per lo svolgimento delle seguenti attività:
1) mantenimento dell’Archivio Vettori, comprensivo di canone annuale di gestione del sito, del trattamento dei documenti per pubblicarli sul sito stesso.
2) interventi di promozione per divulgare i contenuti dell’Archivio Vettori, al fine di facilitare la fruizione da parte degli utenti che vi accederanno online, e formazione e informazione sui temi contenuti nei documenti dell’Archivio, rivolti a studiosi e a tutti coloro che vogliano approfondire la conoscenza delle tematiche legate all’uso e alla lavorazione dell’amianto, come si è svolta negli anni precedenti la messa al bando.
3) collaborazione con ISPO per individuare le migliori forme di comunicazione dell’offerta di salute agli ex esposti all’amianto, e rendere omogenee le procedure che saranno attuate in tutte le ASL toscane, al fine di reclutare il maggior numero di persone interessate.
4) sviluppo della funzione di Centro di Riferimento Regionale Toscano per la divulgazione dei documenti che saranno prodotti durante lo svolgimento del Progetto “Sorveglianza sanitaria e percorso clinico per gli ex esposti ad amianto e sviluppo di linee di indirizzo per la sorveglianza sanitaria di ex esposti ad altri cancerogeni occupazionali”.
Richiamata la deliberazione di GRT n. 396 del 3 maggio 2016
 

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE
 

Art. 1. - Oggetto della convenzione ed obbligazioni a carico della Fondazione
La Fondazione si impegna a realizzare le seguenti azioni progettuali riferito al triennio 2016-2018:
Anno 2016
Attivazione dell’Archivio digitale www.archiviovettori.it, con l’inserimento di un campione di documenti (circa 6000 pagine singole, al momento attuale, di circa 30.000 pagine presenti attualmente in sede, ma che sono destinati a crescere di numero) rappresentativo dell’archivio cartaceo donato da Marco Vettori, nel 2013.
Per l’inserimento dei documenti verrà corrisposto un costo unitario per pagina e, successivamente, per documento intero inserito.
L’attivazione e la gestione del sito sono gestiti da Hyperborea s.r.l., società proprietaria del software DocTrace, per la cui utilizzazione la Fondazione Pofferi paga un canone annuale. 
2 presentazioni dell’Archivio Vettori: 20 Maggio 2016 e 20 Dicembre 2016.
Totale importo 4000 Euro/anno.
Anno 2017
1) Proseguimento dell’inserimento delle pagine dell’Archivio Vettori, con conseguenti costi relativi; Pagamento dei costi relativi alla gestione dell’archivio elettronico.
2) Interventi di promozione per divulgare i contenuti dell’Archivio Vettori, al fine di facilitare la fruizione da parte degli utenti che vi accederanno online, e formazione e informazione sui temi contenuti nei documenti dell’Archivio, rivolti a studiosi e a tutti coloro che vogliano approfondire la conoscenza delle tematiche legate all’uso e alla lavorazione dell’amianto, come si è svolta negli anni precedenti la messa al bando.
3) Collaborazione con ISPO per individuare le migliori forme di comunicazione dell’offerta di salute agli ex esposti all’amianto, e rendere omogenee le procedure che saranno attuate in tutte le ASL toscane, al fine di reclutare il maggior numero di persone interessate.
4) Sviluppo della funzione di Centro di Riferimento Regionale Toscano per la divulgazione dei documenti che saranno prodotti durante lo svolgimento del Progetto “Sorveglianza sanitaria e percorso clinico per gli ex esposti ad amianto e sviluppo di linee di indirizzo per la sorveglianza sanitaria di ex esposti ad altri cancerogeni occupazionali” (Delibera Regione Toscana n° 396 del 3 Maggio 2016), e altri documenti utili per il lavoro di definizione di pregressa esposizione all’amianto. Totale importo 4000 Euro/anno.
Anno 2018
1) Proseguimento dell’inserimento delle pagine dell’Archivio Vettori, con conseguenti costi relativi; Pagamento dei costi relativi alla gestione dell’archivio elettronico.
2) Proseguimento e sviluppo di interventi di promozione per divulgare i contenuti dell’Archivio Vettori, al fine di facilitare la fruizione da parte degli utenti che vi accederanno online, e formazione e informazione sui temi contenuti nei documenti dell’Archivio, rivolti a studiosi e a tutti coloro che vogliano approfondire la conoscenza delle tematiche legate all’uso e alla lavorazione dell’amianto, come si è svolta negli anni precedenti la messa al bando.
3) Proseguimento e sviluppo della collaborazione con ISPO per applicare le migliori forme di comunicazione dell’offerta di salute agli ex esposti all’amianto, e rendere omogenee le procedure che saranno attuate in tutte le ASL toscane, al fine di reclutare il maggior numero di persone interessate.
4) Sviluppo della funzione di Centro di Riferimento Regionale Toscano per la divulgazione dei documenti che saranno prodotti durante lo svolgimento del Progetto “Sorveglianza sanitaria e percorso clinico per gli ex esposti ad amianto e sviluppo di linee di indirizzo per la sorveglianza sanitaria di ex esposti ad altri cancerogeni occupazionali” (Delibera Regione Toscana n° 396 del 3 Maggio 2016), e altri documenti utili per il lavoro di definizione di pregressa esposizione all’amianto. Totale importo 4000 Euro/anno.

Art. 2. Rimborso pese per l’attività prestata
Per la realizzazione di quanto sopra riportato all'art. 1 ASL si impegna a corrispondere alla Fondazione l'importo complessivo di Euro 12.000,00 di cui euro 8.000 entro 30 giorni dalla stipula ed Euro 4.000 al termine dell'attività e previa verifica della regolare esecuzione della stessa.
Il pagamento verrà effettuato dall’Azienda previa presentazione di una nota di addebito, a mezzo mandato di pagamento con bonifico bancario sul conto corrente di seguito indicato, con spese bancarie a carico della Fondazione: codice IBAN ***
Gli Enti assumono gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’art. 3 della Legge n. 136/2010. Art. 3. - Responsabili tecnico-scientifici
I Responsabile tecnico-scientifici sono Dr.ssa Sandra Fabbri, Direttrice della Fondazione ONLUS Attilia Pofferi e per ASL il Direttore dell'AF PISLL pro-tempore. 

Art. 4. Durata
La Convenzione ha validità dalla data della stipula fino al 31 dicembre 2018. Le parti concordano che nelle more della sottoscrizione della presente convenzione, sono fatti salvi i rapporti eventualmente intercorsi tra le parti secondo quanto previsto nella medesima.

Art. 5. - Risultati finali
La Fondazione si impegna a presentare all’ASL una relazione annuale che descriva l’attività svolta ed i risultati conseguiti.
Al termine dell’attività la Fondazione produrrà una relazione finale dell’attività svolta.

Art. 6 - Cause di risoluzione
Il non corretto adempimento delle attività di ricerca e causa di risoluzione del contratto.
Salvo diverso accordo delle parti, da stabilirsi al verificarsi delle cause di risoluzione, la Fondazione riverserà all’ASL le quote residue degli importi erogati.

Art. 7. - Protezione dei dati personali
Le parti contraenti si impegnano, ognuna per gli obblighi derivanti dalla presente convenzione, al rispetto delle normative vigenti in materia di tutela dei dati personali e sono pertanto direttamente responsabili della loro tutela ed utilizzo.
Ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. 196/2003, le parti si autorizzano reciprocamente al trattamento dei dati personali informatici e/o cartacei, al fine di adempiere a tutti gli obblighi di legge e di contratto connessi all’esecuzione del rapporto instaurato con la presente convenzione.
È diritto delle parti contraenti di ottenere conferma dell’esistenza o meno di dati e di conoscere il contenuto e l’origine, verificarne l’esattezza o chiederne l’integrazione, l’aggiornamento oppure la rettificazione e di opporsi, per motivi legittimi, al loro trattamento ed alla comunicazione dei propri dati personali secondo le modalità e per le finalità sopra descritte.
Con la stipula della presente convenzione l'Azienda, in qualità di titolare del trattamento dei dati personali, designa la Fondazione, ai sensi dell'art. 29 del D.Lgs. 196/2003 (di seguito anche Codice Privacy), quale "Responsabile esterno del trattamento". Conseguentemente la Fondazione si impegna a garantire il pieno rispetto delle vigenti disposizioni in materia di protezione dei dati personali, ivi compreso il profilo relativo alla sicurezza, e ad eseguire solo i trattamenti che si rendano indispensabili per il perseguimento degli scopi dedotti nella convenzione.

Art. 8. - Controversie
Per ogni eventuale controversia che insorga tra le parti in relazione all’interpretazione, esecuzione e/o validità del presente accordo, viene nominato un collegio arbitrale di tre membri, di cui uno designato dall’azienda, uno dal Dipartimento ed il terzo, con funzioni di presidente, designato da entrambi.
Qualora ciò non fosse possibile, il Foro competente sarà in esclusiva quello di Firenze.

Art. 9. - Spese contrattuali
Il presente atto è soggetto a registrazione in caso d’uso a cura ed onere della parte che ha interesse a farlo. La presente convenzione si compone di N. 3 pagine.

Firenze,

Per l’Azienda USL Toscana Centro
Il Direttore del Dipartimento Prevenzione
Dr. Renzo Berti

Per la Fondazione ONLUS "Attilia Pofferi"
La Direttice, Dr.ssa Sandra Fabbri             Il Presidente, Prof. Vincenzo De Giorgi