Stampa
Categoria: 2014
Visite: 2634

Tipologia: Accordo
Data firma: 29 dicembre 2014
Validità: 01.01.2014 - 31.12.2016
Parti: Newlat/Associazione Industriali e RSU/Flai-Cgil, Fai-Cisl
Settori: Agroindustriale, Newlat Reggio Emilia/Cremona
Fonte: flai.lombardia.it

Sommario:

  1 Premessa
2 Relazioni industriali
3 Occupazione
4 Riservatezza
5 Ambiente e sicurezza sul lavoro
6 Permessi rol / ex festività
  7 Mensa
8 Reperibilità
9 Premio raggiungimento obiettivi aziendali
10 Erogazione del premio
10 Decorrenza e durata
Allegati

Verbale di accordo

Cremona, 29 dicembre 2014, tra Newlat spa con sede legale in Reggio Emilia, via J. F. Kennedy n, 16, e stabilimento in Corte de' Frati (Cr) […], assistiti dall’Associazione Industriali di Cremona […] e RSU del sito di Newlat spa sede di Corte De’ Frati (Cr), assistita dalla Flai-Cgil e dalla Fai-Cisl rappresentate […], si conviene quanto segue:

1 Premessa
Le parti, nonostante la generale situazione economica e le dinamiche aziendali in atto, hanno dato vita al confronto previsto dall'art. 6 del CCNL, finalizzato alla definizione di un accordo integrativo aziendale, avente ad oggetto materie non definite da altri livelli di contrattazione.

2 Relazioni industriali
Le Parti, quindi, confermano ü modello di relazioni previsto dal CCNL di riferimento e sulla necessità di sviluppare un sistema di relazioni industriali fondato su trasparenza, credibilità e rispetto degli accordi condivisi a qualsiasi livello relazionale. Un modello che valorizzi gli specifici ruoli di ciascuna delle parti nel rispetto delle proprie caratteristiche e competenze in un’ottica di contrapposizione positiva volta alta ricerca di soluzioni che permettano di raggiungere i livelli di efficienza e produttività necessari per lo sviluppo dell'Azienda. Su tali modelli di efficienza e produttività si basano gli strumenti di valorizzazione economica dei. contributo dei dipendenti al raggiungimento degli obiettivi di crescita della marginalità dell'impresa. Tale modello diviene strumento fondamentale per permettere il consolidamento e lo sviluppo dell’Azienda ed affrontare le nuove sfide determinate dai profondi cambiamenti negli scenari competitivi e nelle strategie di business.
È prevista una metodologia di confronto-informazione, preventiva, sui principali processi dì ristrutturazione che abbiano riflessi occupazionali, organizzativi, professionali, nonché sull’ambiente e la sicurezza sul luogo di lavoro,
Nel corso dell’anno sono previsti confronti aziendali che verteranno, in particolare, sull'Informativa generale, sulle comunicazioni relative alle, ferie collettive, formazione, utilizzo lavoratori somministrati, utilizzo contratti a tempo determinato, stages ed a tutte le altre materie previste dai CCNL.
Sono, altresì, previsti incontri tra di Coordinatore e/o Responsabile di stabilimento e la RSU per approfondire questioni inerenti la fruizione delle ferie, gli ordini di servizio, le problematiche produttive, gli inquadramenti, ecc..

3 Occupazione
Il mercato dei prodotti alimentari, ed in particolare il settore in cui opera il Gruppo, è oggi fortemente diversificato e concorrenziale, con una gamma di prodotti molto variegata, dì cui alcuni di nicchia, e fortemente condizionato dalla stagionalità non solo della materia prima ma anche dei consumi. Le esigenze del consumatore - sempre più attento alla qualità e freschezza de! prodotto - sono sempre più mutevoli e specifiche così come il rapporto con il trade diviene ogni giorno più complesso ed articolato.
Per fronteggiare le sfide competitive in atto sul mercato e per sostenere i costi di produzione determinati dalla attuate situazione le Parti concordano sulla necessità di individuare strumenti di flessibilità e modelli organizzativi in grado di assicurare l'ottimale utilizzo calendari annui di lavoro avverrà, tenuto anche conto delle esigenze dei lavoratori, comunque in sintonia con i periodi di minor attività produttiva consentano gli opportuni adattamenti alle esigenze dei mercato previa informativa e confronto con le RSU.

5 Ambiente e sicurezza sul lavoro
Confermano l’importanza che riveste l'attenzione e la prevenzione sui temi della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e si adopereranno per sviluppare e favorire la più ampia collaborazione e lo scambio di informazioni tra RSPP Aziendale e RLS nella gestione delle problematiche quotidiane su tali temi.
Si terranno confronti relativi ai corsi formativi per tutto il personale, al fine di favorire la prevenzione degli infortuni e la tutela dei lavoratori.

8 Reperibilità
A far data dal 1° gennaio 2015 viene introdotto, in sostituzione del trattamento attualmente in essere, l'istituto della reperibilità per gli addetti alla manutenzione secondo le seguenti modalità:
- Reperibilità giornaliera dai lunedì al venerdì = euro 10,00 lordi
- Reperibilità giornaliera sabato e domenica = euro 15,00 lordi
in caso di effettiva chiamata verranno riconosciute all'interessato minimo 2 ore anche in caso di interventi di durata inferiore.