Stampa
Categoria: 2001
Visite: 2888

Tipologia: Ipotesi CIA
Data firma: 13 giugno 2001
Validità: 01.01.2000 - 31.12.2003
Parti: Ikea e Fisascat-Cisl, Filcams-Cgil, Uiltucs-Uil, RSA/RSU
Settori: Commercio, GDO, Ikea
Fonte: filcams.cgil.it

Sommario:

  Premessa
Ambito di applicazione e vigenza
Sistema di relazioni sindacali
Rappresentante per l’Italia nel CAE
Inquadramenti professionali
Premio di partecipazione
Part - time
Contratti a tempo determinato
  Congedi parentali
Ricollocazione a seguito di aspettative/congedi
Occupazione femminile
Apprendistato
Infortunio
Nuove aperture
Dichiarazione delle parti

Ipotesi Contratto Integrativo Aziendale

Milano, 13 giugno 2001 Ipotesi di Accordo tra Ikea Italia Retail srl (“Ikea”) […], e le Organizzazioni Sindacali Nazionali […], la Fisascat/Cisl, […] la Filcams/Cgil, […] la Uiltucs/Uil, i Rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali territoriali interessate e le RSU/RSA dei Negozi (le “OO.SS.”)

Premesso che
In data 29 marzo 2000 le OO.SS. hanno sottoposto ad Ikea un testo contenente la piattaforma rivendicativa per il rinnovo del contratto integrativo aziendale.
Tale piattaforma ha formato oggetto di approfondito confronto tra le parti, da cui sono scaturite le intese qui di seguito individuate.
Si concorda quanto segue

Ambito di applicazione e vigenza
Il presente contratto integrativo è applicabile a tutti i negozi Ikea attualmente aperti (Corsico, Carugate, Grugliasco, Casalecchio, Roncadelle, Genova e Roma) e al Service Office di Ikea.
Quanto alle nuove aperture, si rinvia a quanto specificamente indicato al riguardo dal presente accordo.
Il presente contratto integrativo sostituisce e integra ogni altra intesa vigente a livello nazionale in merito alle materie in esso disciplinate.
La vigenza del presente contratto integrativo è definita come segue:
- quanto alla parte normativa dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2003, salvo quanto diversamente disposto da singoli paragrafi.
- quanto alla parte economica dall’1 settembre 2000 al 31 agosto 2004

Sistema di relazioni sindacali
Si concorda che il sistema di relazioni sindacali sarà articolato su due distinti livelli – nazionale/aziendale e territoriale/di negozio - e che le materie di competenza di ciascun livello saranno le seguenti:
Livello nazionale/aziendale
Informazione preventiva su:
· investimenti per nuovi insediamenti, acquisizioni ed eventuali diversificazioni di mercato
· investimenti per innovazioni tecnologiche
· livelli occupazionali, con dati disaggregati in ordine alle tipologie di impiego, professionalità, sesso, età
· obiettivi di natura economica
· progetti ed investimenti in tema di formazione professionale
Informazione a consuntivo su:
· fatturato
· risultati gestionali e di bilancio in relazione ai trend ipotizzati
· risultati delle iniziative formative
· andamento del lavoro straordinario e supplementare
Contrattazione:
· premio di partecipazione (struttura, obiettivi, parametri, remunerazione)
· tutte le materie trattate nel contratto integrativo
· tutto quanto attenga alla voce salario
· tutto quanto attenga, come regolamentazione e come impatto, nell’ambito delle materie normalmente oggetto di contrattazione aziendale, alle attività di più negozi.
Livello territoriale/di negozio
Informazione preventiva su:
· investimenti relativi al negozio
· livelli occupazionali previsti
· livelli occupazionali, con dati disaggregati in ordine alle tipologie di impiego, professionalità, sesso, età
· andamento relativo a produttività e redditività
Informazione preventiva e confronto su:
· obiettivi economici di negozio così come indicato alla voce “Premio di Partecipazione”
· formazione
· inquadramenti
· tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori
· organizzazione del lavoro, turni e nastri orari, utilizzo degli impianti
Informazione a consuntivo su:
· fatturato di negozio
· risultati utili al calcolo per l’erogazione del premio di partecipazione
· andamento del lavoro straordinario e supplementare, compreso quello dei tempi determinati, del singolo negozio secondo quanto indicato nella tabella allegata (all.1)
Contrattazione su:
· obiettivi e parametri per il premio di partecipazione per la parte demandata al negozio dalla trattativa nazionale
· criteri e modalità in base alle quali, al verificarsi dei presupposti organizzativi e dei requisiti che lo consentano, ciascun lavoratore/trice part-time potrà richiedere il consolidamento nel proprio orario di lavoro, in tutto o in parte, delle ore di lavoro supplementare dal medesimo/a svolte in via non meramente occasionale

Rappresentante per l’Italia nel CAE
Le parti convengono che, al fine di facilitare la partecipazione alle attività del CAE del componente italiano designato dalle OO.SS., verrà istituito un monte ore individuale annuo (distinto rispetto al monte ore della RSU/RSA di appartenenza), di 48 ore.
La persona designata usufruirà dei suddetti permessi retribuiti, di durata pari ai tempi di effettiva partecipazione e da richiedersi secondo la prassi in uso, nell’ambito del proprio orario di lavoro per partecipare alle riunioni ufficialmente indette dal CAE ed alle attività informative collegate.
Qualora il componente italiano del CAE fosse impossibilitato a svolgere le attività ad esso relative, le ore potranno essere usufruite dal sostituto designato dalle stesse OO.SS.
Le ore non fruite nell’anno decadranno.

Part - time
[…]
Si conviene che la partecipazione di tutti i lavoratori/trici part-time alle iniziative di formazione connesse alla DL[gs] 626/94 non concorrano al raggiungimento del tetto di ore supplementari
[…]

Ricollocazione a seguito di aspettative/congedi
A seguito dell’aspettativa facoltativa e dei periodi di congedo di cui agli art.4-5-6- della lex 53 dell’8 marzo 2000, il lavoratore/la lavoratrice sarà ricollocato/a nel posto di lavoro che ricopriva al momento della richiesta dell’astensione o del congedo, o comunque a svolgere mansioni equivalenti.
Laddove siano intervenuti cambiamenti tecnologici e/o legati all’ organizzazione del lavoro, si conviene che Ikea attiverà un percorso formativo, anche in riferimento all’art. 9, per il reinserimento nella posizione per le lavoratrici/lavoratori che rientrano in azienda. Il programma di formazione si articolerà in un lasso di tempo di tre mesi e le linee guida saranno definite dalle parti a livello nazionale.
Per ciò che riguarda l’applicazione degli art. 5-6, le parti rimandano ad una proposta che sarà elaborata nell’ambito della Commissione sull’occupazione femminile, sulla base di un lavoro di studio e di analisi delle esperienze maturate a livello di singolo negozio.

Occupazione femminile
Le parti convengono di costituire un gruppo di lavoro a livello nazionale, composto da rappresentanti di Ikea, delle RSA/RSU e delle OO.SS. per promuovere campagne di informazione sulle norme contrattuali e legislativa in materia di:
- Pari opportunità ed azioni positive (l. 10 aprile 1991, n. 125)
- Maternità
- Congedi parentali
- Molestie sessuali
In tale contesto le parti potranno avviare attività e percorsi formativi congiunti, anche nell’ambito di programmi europei.