Stampa
Categoria: Documentazione istituzionale
Visite: 1952

CONVENZIONE

TRA


INAIL - DIREZIONE REGIONALE PER LA TOSCANA, con sede in Firenze, Via Bufalini n. 7, rappresentata dal Dott. Giovanni Asaro, nato a Trapani *** nella sua qualità di Direttore Regionale di INAIL Toscana
 

E
 

Comune di Viareggio, con sede a Viareggio, P.zza Nieri e Paolini n. 1, rappresentata dal Dott. Fabrizio Petruzzi nato a Como *** nella sua qualità di Segretario Comunale
 

E
 

Fondazione Carnevale, con sede in Viareggio, Via Santa Maria Goretti n. 5, rappresentata dalla Dott.ssa Maria Lina Marcucci, nata a Barga (Lu) *** nella sua qualità di Presidente
 

E
 

L'AREA DELLA RICERCA DI PISA DEL CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE (di seguito CNR) con sede in Pisa, Via G. Moruzzi n° 1, c.a.p. 56124, ***, rappresentato dal Presidente Dott. Domenico Laforenza, nato a Acquaviva delle Fonti (BA), ***
(di seguito indicate come "le Parti")

 

PREMESSO

• che il D.lgs. n. 38/2000 ha rimodulato ed ampliato i compiti dell'INAIL, contribuendo alla sua evoluzione da soggetto erogatore di prestazioni assicurative a soggetto attivo di protezione sociale, orientato alla tutela globale dei lavoratori contro gli infortuni sul lavoro e le tecnopatie, tutela comprensiva di interventi prevenzionali, curativi, riabilitativi e di reinserimento dei lavoratori disabili;
• che l'INAIL in attuazione del D.Lgs. 38/2000 e del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i ha tra i suoi obiettivi strategici la tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro;
• che agli artt. 9 e 10 del Decreto Legislativo n. 81/2008, e successive modificazioni, l'INAIL vede assegnati compiti di informazione, formazione, assistenza, consulenza e promozione della cultura della salute e sicurezza del lavoro;
• che le Linee Operative per la Prevenzione 2017 emanate dalla Direzione Centrale Prevenzione INAIL indicano tra gli obiettivi prioritari dell'attività in campo prevenzionale la promozione della cultura della prevenzione attraverso azioni di sistema e di interazione a sostegno del costante aggiornamento professionale delle figure coinvolte, con particolare riguardo alle medie, piccole e micro imprese.
• che all'INAIL il legislatore ha affidato compiti di formazione specialistica in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro ed è pertanto impegnato nello sviluppo di progetti prevenzionali nelle specifiche materie in sinergia con gli altri attori per la sicurezza;
• che INAIL - Direzione Regionale per la Toscana e il CNR Area di Ricerca di Pisa e Comune di Viareggio sono fortemente impegnati nello sviluppo di una sinergica cultura della prevenzione nei luoghi di lavoro;
• vista la proposta di progetto che propone l'implementazione di moduli formativi ed informativi diretti ai lavoratori impegnati nelle attività di montaggio, allestimento e smontaggio dei carri allegorici, nonché al personale addetto alla movimentazione della scena del carro ed alle maschere che animano il carro durante la sfilata e la redazione di Linee di Indirizzo;
• che la Fondazione Carnevale costituita nel 1985 dal comune di Viareggio organizza in piena autonomia giuridica, patrimoniale ed economica le sfilate allegoriche e si è resa disponibile ad attuare operativamente il progetto;
• che è interesse delle parti potenziare le strategie di miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori, assegnando particolare rilievo alla formazione specifica e qualificante dei lavoratori di un settore quale quello delle Manifestazioni ed eventi dove i dati infortunistici registrano numeri assai importanti per frequenza e gravità e dove i lavoratori coinvolti appartengono a figure contrattuali diverse e a "mestieri" differenti che interferiscono tra loro;
• che è interesse comune addivenire ad una collaborazione al fine di rendere più efficiente la politica della prevenzione nell'ambito della sicurezza nel settore delle manifestazioni fieristiche ed in particolare del Carnevale di Viareggio oggetto sociale della Fondazione Carnevale di Viareggio, Fondazione che persegue unicamente finalità di interesse pubblico ed è partecipata al cento per cento dal Comune di Viareggio;
• che INAIL - Direzione Regionale per la Toscana ritiene compatibile con le proprie linee di indirizzo prevenzionale il modello innovativo di formazione specifica che si propone la realizzazione di un “campo prova” dove le maestranze, di provenienza soprattutto artigiana, saranno addestrate ad affrontare i rischi propri del montaggio ed all’allestimento dei carri allegorici in sicurezza previa una formazione specifica sulla valutazione dei rischi propri ed interferenti;
• che l'Area della Ricerca del CNR di Pisa, è la più grande e la più importante Area della Ricerca a livello nazionale, è impegnata da quasi un decennio nella promozione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro in un percorso, quello sulla via della sicurezza, intrapreso in questi anni per promuovere la cultura della sicurezza e della legalità, con più iniziative volte a sensibilizzare e offrire un contributo alla diffusione della cultura e dell'etica della sicurezza, con la costruzione di reti e sinergie tra Istituzioni ed Enti diversi, con il mondo delle imprese e professionale, in virtù del ruolo sociale che ricopre nel campo della conoscenza, dell'innovazione e della competitività del sistema industriale nazionale, fornendo tecnologie e soluzioni ai bisogni emergenti nel settore pubblico e privato, che il Comune di Viareggio è impegnato in azioni che sempre più si indirizzino ad una particolare e puntuale attenzione alle problematiche legate alla sicurezza soprattutto per il Carnevale di Viareggio che si configura quale evento di risonanza nazionale ed internazionale unico per l'importanza delle strutture utilizzate e dei "mestieri" coinvolti;
• che la Fondazione Carnevale quale organizzatore, gestore e realizzatore delle manifestazioni allegoriche del Carnevale e degli eventi ad esse connesse ha particolare interesse al loro svolgimento in condizioni operative all'avanguardia con l'evoluzione della legislazione tecnica e secondo le migliori esperienze segnalate da Enti autorevoli nel campo della ricerca applicata e della sicurezza;
• che è convincimento delle parti che solo attraverso la costruzione di reti e sinergie tra più Enti ed istituzioni anche diversi ma comunque impegnati nel campo della sicurezza si possa fornire modelli di prevenzione sempre più efficaci per la riduzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali.
 

TUTTO QUANTO SOPRA PREMESSO E CONSIDERATO, LE PARTI CONVENGONO DI


stipulare il seguente accordo finalizzato alla attivazione dell'iniziativa denominata "Carnevale di Viareggio in sicurezza", progetto per la sperimentazione di metodi e strumenti efficaci per la sicurezza dei cantieri mobili e delle maestranze coinvolte che ha come obiettivo la realizzazione di percorsi formativi altamente addestrativi con un'analisi puntuale dei rischi percepiti, presenti ed interferenziali al fine di addivenire all'indicazione di buone pratiche e alla stesure di Linee di indirizzo specifiche per le manifestazioni carnevalesche, nella prospettiva di creare professionisti della sicurezza e prevenzione che possano trasmettere i valori della prevenzione in tale settore anche alle nuove generazioni che volessero continuare questo "antico mestiere".
I termini dell'accordo sono di seguito indicati.

 

Art. 1

Le premesse al presente accordo costituiscono parte integrante dello stesso in uno con gli allegati.

 

Art. 2

Le Parti concordano di individuare congiuntamente gli ambiti di intervento, in riferimento ai quali si impegnano ad attuare, sulla base delle specifiche competenze, delle professionalità possedute e dell'esperienza, una forma qualificata di collaborazione per realizzare il progetto "Carnevale di Viareggio in sicurezza" il cui contenuto forma parte integrante del presente atto ed è allegato sub A).
La realizzazione del progetto prevede attività di informazione e formazione nel processo di costruzione e scenari di cantiere, monitoraggio della sicurezza del cantiere, dal progetto alla sfilata e la redazione di Linee di indirizzo.

 

Art. 3

In particolare, per avviare concretamente un intervento congiunto, l'INAIL- Direzione Regionale per la Toscana fornirà la propria collaborazione per l'idoneo svolgimento delle attività necessarie alla realizzazione del progetto così come evidenziate nel testo del medesimo e si impegna anche a contribuire all'attività di formazione autorizzando il proprio personale dipendente, individuato da INAIL stesso sulla base di competenze specifiche e altamente qualificate, allo svolgimento di contributi professionali.
Ad ogni buon conto le parti ritengono indispensabili per la realizzazione del progetto:
• la fase di analisi e valutazione del rischio con l'integrazione della documentazione di Sicurezza richiesta dalla normativa sui cantieri mobili, anche alla luce del Decreto Interministeriale 22.07.2014 Palchi e Fiere;
• la formazione ai lavoratori impegnati nelle attività di montaggio, allestimento e smontaggio dei carri allegorici ed ai lavoratori addetti alla movimentazione della scena del carro e alle maschere che animano il carro durante la sfilata di cantiere;
• validazione del modello formativo finalizzato all'indicazione di buone pratiche ed alla stesura di Linee di indirizzo.

 

Art. 4

L'INAIL- Direzione Regionale per la Toscana L’INAIL comparteciperà in maniera tendenzialmente paritaria per la realizzazione del progetto con un contributo al Comune di Viareggio o, per esso, alla Fondazione Carnevale quale soggetto preposto alla gestione "dell'evento Carnevale" come indicato in premessa.
Pertanto, l'oggetto del contributo è strettamente connesso con l'attività che la Fondazione Carnevale di Viareggio svolgerà per la concreta realizzazione del progetto, e, conseguentemente lo stesso contributo, non configurandosi quale corrispettivo erogato a fronte di specifici servizi resi dai beneficiari, è da ritenersi fuori campo applicazione IVA ai sensi degli artt. 1 e 4 del DPR n. 633/72 e s.m.i.
L'importo è dettagliato e articolato nel piano finanziario al quale si rimanda contenuto nell'allegato B) che forma parte integrante del presente atto. Tale importo è comprensivo delle spese necessarie per lo svolgimento delle attività di cui al citato allegato e delle spese di allestimento utili al percorso formativo/consulenziale e sarà corrisposto in tre tranches.
L'importo relativo alla prima tranche (pari al 20%) di pagamento avverrà dopo una relazione di avvio del progetto debitamente rendicontata, gli importi relativi alla seconda e terza tranches (pari al 40% cadauno) a conclusione delle fasi di avanzamento legate alle attività cronoprogrammate nell'allegato "A" e debitamente rendicontate.

 

Art. 5

Le Parti valutano insieme l'opportunità di procedere al deposito di eventuali brevetti concernenti i risultati o le invenzioni frutto del progetto collaborativo, fatti salvi i diritti di proprietà intellettuale e quelli derivanti dallo sfruttamento dell'invenzione, che sono disciplinati dalle leggi vigenti in materia e dagli appositi regolamenti delle Parti sottoscrittrici.
In ogni caso la proprietà intellettuale relativa alle metodologie ed agli studi, frutto del progetto collaborativo, sarà riconosciuta a ciascuna Parte.
Le Parti si impegnano ad assicurare la riservatezza nei riguardi di terzi in relazione a dati, notizie ed informazioni eventualmente trasmesse dai docenti, nonché tra le Parti.

 

Art. 6

La collaborazione tra le Parti viene gestita per l'intera durata dell'accordo da un Comitato di coordinamento.
Il Comitato, i cui membri sono:
a) per il Comune di Viareggio il Legale rappresentante o suo delegato;
b) per INAIL, il Dirigente Ufficio Attività Istituzionali della Direzione Regionale per la Toscana;
c) per il CNR Area della Ricerca di Pisa, il Dott. Ing. Ottavio Virilli che potrà ricorrere all'opera di collaboratori interni e/o esterni al CNR;
d) per la Fondazione Carnevale il Presidente Dott.ssa Maria Lina Marcucci;
si avvarrà del supporto amministrativo e tecnico delle strutture dei soggetti firmatari e curerà tra l'altro l'attività di monitoraggio e verifica dei risultati delle attività previste dal presente accordo.
Per ogni ambito di intervento individuato il Comitato definirà piani operativi.

 

Art. 7

Le parti si danno atto dell'esigenza di tutelare e promuovere l'immagine dell'iniziativa comune e quella di ciascuna di esse.
In particolare il logo di INAIL, del Comune di Viareggio e del CNR Area Ricerca di Pisa saranno utilizzati nell'ambito delle attività comuni oggetto del presente accordo.
L'utilizzazione del logo delle Parti, straordinaria o estranea all'azione istituzionale corrispondente all'oggetto di cui all'art. 2 del presente accordo, richiederà il consenso della Parte interessata.

 

Art. 8

Per le finalità che si intendono perseguire con l’iniziativa di cui al presente accordo si prevede che il progetto abbia una durata di circa otto mesi previa verifica intermedia, all'esito della quale potranno essere riviste modalità operative, impegno e oneri in relazione al buon esito del progetto.

 

Art. 9

L'INAIL - Direzione Regionale per la Toscana, qualora l’attività non sia svolta in modo soddisfacente per il raggiungimento degli obiettivi programmati di cui ai precedenti artt. 2 e 3 può recedere dal presente accordo erogando il contributo per l'attività svolta, da determinarsi con riguardo al risultato utile che ne sia derivato all'Istituto stesso.

 

Art. 10

Foro competente in caso di controversie sarà quello di Firenze, rinunziando espressamente fin da ora le Parti alla competenza di qualsiasi altra sede.
Il presente accordo decorre dalla data della sua stipula.
Letto, confermato e sottoscritto digitalmente, ai sensi dell'art. 15, comma 2 bis (così come modificato dall'art. 6, comma 2, Legge n. 221/2012) della L. n. 241/1990 e ss.mm.ii.
 

Per l'INAIL
Il Direttore Regionale Toscana
Dott. Giovanni Asaro
Per il CNR Area Ricerca Pisa
Il Presidente
Dott. Domenico Laforenza
Per il Comune di Viareggio
Il Segretario Comunale
Dott. Fabrizio Petruzzi

Per la Fondazione Carnevale
Il Presidente
Dott.ssa Maria Lina Marcucci
   

Fonte: inail.it