Stampa
Categoria: 2009
Visite: 5016

Tipologia: Accordo
Data firma: 16 giugno 2009
Parti: Fiat e Fim, Fiom, Uilm, Fismic
Settori: Metalmeccanici, Fiat
Fonte: FIOM CGIL - UIL

Sommario:

 Verbale
Allegati
Allegato 1 - Pianificazione partecipanti coinvolti nel pilota
Allegato 2 - Pianificazione Progetto Healt & Safety First - Pilota 2009
 Allegato 3 - Pianificazione sviluppo formazione 1ª fase unità locale
Allegato 4 - Elenco delle società del Gruppo Fiat interessate al piano
Allegato 5 - Costituzione del Comitato di Pilotaggio
Health & Safety First -Modello di formazione e miglioramento continuo per la sicurezza

Verbale di accordo

Il 16 giugno 2009, presso la sede Fiat del Lingotto, in Torino, si sono incontrate Fiat SpA, in nome e per conto proprio e delle Società del Gruppo Fiat, di cui all'allegato elenco, assistita dall'Unione Industriale di Torino; le Organizzazioni Sindacali: Fim Fiom Uilm Fismic Nazionali; per esaminare, discutere e definire il Progetto Formativo "Health & Safety First"

Premesso che:
- il progetto è stato presentato nelle sue linee generali alle Segreterie Nazionali presso la sede Fiat del Lingotto il 6 aprile u.s. ed è stato dettagliatamente illustrato nei suoi contenuti e discusso tra le Parti nella stessa sede di Roma nel corso degli incontri dell'11 maggio e del 5 giugno 2009;
- in quest'ultima occasione, tenuto conto delle osservazioni e modifiche emerse nell'incontro, è stato convenuto di riunirsi in data odierna per definire l'avvio del progetto, con particolare riferimento all'iniziativa pilota;
- il progetto interessa con modalità omogenee e secondo un programma rigorosamente unitario tutti gli stabilimenti di produzione del Gruppo Fiat in Italia ed è rivolto, prioritariamente, alle figure professionali coinvolte per lo sviluppo e l'attuazione del SGSSL: Datori di lavoro, Responsabili e Addetti SPP, Dirigenti, Preposti, Operatori UTE/Gruppi Integrati, RLS;
- il progetto non concerne le attività informative e formative di base previste obbligatoriamente dal D.Lgs. 81/2008, le quali hanno già coinvolto tutto il personale interessato, né le attività formative di aggiornamento obbligatorio, previste dal D.Lgs. 81/2008 e dal CCNL Metalmeccanici che saranno realizzate entro il 2009;
- le finalità, i contenuti, le metodologie e le modalità didattiche del Progetto "Health & Safety First" sono state condivise nei suddetti incontri e sono considerate approvate dalle Parti nella formulazione ultima del progetto stesso, verificata in data odierna alla luce delle modifiche e integrazioni convenute. Il documento si intende pertanto approvato nella versione intitolata "Health & Safety First - 16 giugno 2009" composta da 31 pagine, sottoscritto e allegato al presente accordo, di cui fa parte integrante.

Le Parti concordano che:
- il Progetto sia elemento rilevante per l'obiettivo di determinare condizioni concrete per il passaggio da comportamenti formali a comportamenti effettivi in materia di salute e sicurezza;
- deve essere considerato essenziale il ruolo dell'RLS allo scopo di assicurare il raggiungimento dell'obiettivo comune, e pertanto si impegnano a individuare entro il dicembre 2009 le modalità migliori per garantire agli RLS il coinvolgimento, la conoscenza e l'accesso alla valutazione dei rischi individuati nel documento relativo, anche alla luce delle proposte che potranno emergere nelle prime edizioni del Pilota;
- le caratteristiche del Progetto sono assolutamente coerenti con le finalità di sviluppo della formazione professionale attraverso il miglioramento delle competenze, in coerenza con le logiche e le finalità previste per la formazione condivisa nell'ambito del fondo interprofessionale Fondimpresa;
- il Piano, secondo la modalità e in contenuti comuni condivisi in base al presente accordo, sarà presentato per il finanziamento da ciascuna Società del Gruppo Fiat di cui all'allegato elenco;
- lo sviluppo del programma, integralmente per l'iniziativa pilota e prioritariamente, in funzione alle specifiche disponibilità, per il piano a regime, sarà alimentato con le risorse disponibili sul conto formazione;
- nei casi specifici in cui dette risorse non possano essere sufficienti, le Parti si impegnano a presentare, in capo alle specifiche Società, piani in materia compatibilmente con eventuali avvisi messi a disposizione del fondo interprofessionale, per l'accesso a risorse di sistema;
- il Progetto Formativo sarà articolato su un ciclo di formazione suddiviso in tre fasi:
1) Formazione iniziale di preparazione all'azione, con l'obiettivo di sviluppare conoscenza, consapevolezza e responsabilità;
2) Sviluppo di cantieri sperimentali, con l'obiettivo di passare all'applicazione dei comportamenti;
3) Consolidamento modello formativo nelle prassi operative di lavoro, con l'obiettivo di mettere in pratica comportamenti duraturi;
- ciascuna figura professionale sarà coinvolta nel rispetto e per lo sviluppo della propria funzione e dello specifico ruolo professionale, come previsto dal D.Lgs. 81/2008 e dal SGSSL;
- il Progetto Formativo si articolerà in un'iniziativa Pilota, di sperimentazione del modello formativo, con attività formativa prevalentemente svolta nel 2009;
- il Progetto Formativo avrà il suo sviluppo a regime, nelle tre fasi suddette, a partire dal 2010 per completarsi entro il 2011;
- si verificherà nel corso dell'attuazione dell'iniziativa Pilota la possibilità e le eventuali modalità utili per proporre la condivisione del suddetto modello formativo alle imprese fornitrici che svolgono attività presso gli stabilimenti di produzione delle Società del Gruppo Fiat.

Le Parti convengono inoltre che:
- la rilevanza qualitativa del Progetto, considerate le caratteristiche innovative del modello formativo, e la rilevanza quantitativa in termini di popolazione coinvolta, rendono necessaria la massima attenzione allo sviluppo dello stesso in tutte le sue fasi;
- le caratteristiche del Progetto rendono assolutamente necessario salvaguardarne il carattere unitario e omogeneo, assicurandone una regia unica a livello nazionale, anche al fine di poter indirizzare, monitorare e migliorare lo sviluppo delle attività formative e raccogliere i risultati delle stesse per consentire la condivisione e la massima valorizzazione delle esperienze emerse nei singoli stabilimenti.

Le Parti concordano infine di:
- costituire il "Comitato Responsabile del Progetto H&SF", che opererà svolgendo anche le funzioni di Comitato Paritetico di Pilotaggio per l'attuazione dei piani formativi delle Società del Gruppo Fiat coinvolte nel Progetto Formativo;
- affidare al "Comitato Responsabile del Progetto H&SF" i compiti di indirizzo, validazione degli impianti progettuali, monitoraggio, implementazione e coordinamento delle iniziative svolte a livello locale di stabilimento, nonché i compiti amministrativi propri del Comitato Paritetico di Pilotaggio;
- in ottemperanza a quanto previsto dal Regolamento di Fondimpresa concordano in base al presente accordo di istituire il Comitato di Pilotaggio del Progetto H&SF, costituito da componenti indicati nell'elenco di cui all'Allegato n. 5;
- articolare l'iniziativa pilota a partire dal mese di settembre 2009, con termine indicativo entro gennaio 2010, interessando in parallelo i siti e i lavoratori nelle diverse qualifiche, come indicato nell'allegato n. 1;
- dal marzo 2010, dopo la verifica del progetto pilota, il piano formativo si implementerà su tutti gli stabilimenti, a partire da quelli dell'area meridionale;
- considerare valido e vincolante il presente verbale per lo sviluppo dell'iniziativa successiva in tutte le unità produttive delle Società del Gruppo Fiat, costituendo
pertanto documento con validità permanente per i diversi Piani formativi che saranno redatti per l'attuazione del Progetto Formativo;
- individuare a livello locale le figure di coordinamento che opereranno funzionalmente in relazione con il Comitato Responsabile del Progetto.
A quest'ultimo proposito le Parti convengono sulla necessità che nelle unità produttive interessate all'iniziativa Pilota l'avvio della stessa sia preceduta da una specifica riunione per la presentazione e ratifica del Progetto alla Direzione aziendale e alle RSU.
Le Parti convengono infine che il monitoraggio e l'implementazione del Progetto, anche allo scopo di raccoglierne le esperienze e elaborarne le proposte, saranno seguiti dalla competente Commissione Prevenzione e Sicurezza del Lavoro per le unità produttive in cui è costituita, dai Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza per quelle non meno di mille dipendenti.
Le parti si incontreranno nuovamente entro il corrente mese di giugno e entro il 15 luglio per la validazione della progettazione di dettaglio.
Le parti si incontreranno inoltre nel mese di settembre per verificare l'avvio dell'iniziativa pilota ed entro il 15 gennaio 2010 per definire dettagliatamente l'articolazione delle edizioni del progetto a regime nel corso degli anni 2010 e 2011.
Si allegano e fanno parte integrante del presente accordo i seguenti allegati:

1 - Pianificazione partecipanti coinvolti nel pilota;
2 - Pianificazione progetto healt & safety first - pilota 2009;
3 - Pianificazione sviluppo formazione 1ª fase unità locale;
4 - Elenco delle società del Gruppo Fiat interessate al piano;
5 - Costituzione del comitato di pilotaggio.

Per la Società del Gruppo Fiat
Per l'Unione Industriale di Torino
Per le Organizzazioni Sindacali: Fim-Cisl, Uilm-Uil, Fiom-Cgil, Fismic

Allegati
Allegato 1 - Pianificazione partecipanti coinvolti nel pilota


Allegato 1 - Pianificazione partecipanti coinvolti nel pilota

Legal EntityUnità LocaleTipologia corso

Determinazione n. Corsi

Tot All.All. x corsoN. edizioni
Magneti Marelli Sistemi di ScaricoVenaria
 
DL + RSPP/ASPP + Dirigenti561
RLS10 
DL + RSPP/ASPP + RLS441
Preposti1653
UTE126525
Totali152 30
Fiat Group Automobiles
 
Torino Mirafiori CarrozzeriaDL + RSPP/ASPP + Dirigenti1863
RLS771
DL + RSPP/ASPP + RLS2555
Preposti771
UTE310562
Totali367 72
IVECO - FPT DrivelineTorino SturaDL + RSPP/ASPP + Dirigenti881
RLS771
DL + RSPP/ASPP + RLS1462
Preposti1052
UTE135527
Totali174 33
ComauGrugliascoDL + RSPP/ASPP + Dirigenti441
RLS10 
DL + RSPP/ASPP + RLS551
Preposti551
UTE57511
Totali72 14
CNH ItaliaModenaDL + RSPP/ASPP + Dirigenti1553
RLS441
DL + RSPP/ASPP + RLS1954
Preposti661
UTE140528
Totali184 37
IVECOBresciaDL + RSPP/ASPP + Dirigenti1653
RLS771
DL + RSPP/ASPP + RLS2354
Preposti991
UTE230546
Totali285 55
Totali Generale Piani CF  1.234 241

1 - L'unico RLS Comau frequenterà 8 ore corso RLS Iveco - FPT Driveline e 4 ore nel gruppo RSPP/Dirig. Comau;
2 - L'unico RLS MM frequenterà 8 ore corso RLS Iveco - FPT Driveline e 4 ore nel gruppo RSPP/Dirig. MM;
3 - La composizione dei gruppi potrà subire variazioni in funzione delle esigenze delle unità produttive coinvolte.



Allegato n. 2 - Pianificazione Progetto Healt & Safety First - Pilota 2009


Allegato n. 2 - Pianificazione Progetto Healt & Safety First - Pilota 2009

Macro attività

2009

2010

GiugnoLuglioAgostoSettembreOttobreNovembreDicembreGennaio
1 - Attività di progettazione esecutiva                                
2 - Attività di microprogettazione                                
3 - Grafica, stampati e distribuzione                                
4 - Validazione finale impianto progettazione                                
5 - Logistica (calendari, pianificazione su sedi)                                
6 - Documenti FIMA (Accordo/Comit Pilot)                                
7 - Redazione e Presentazione Piani CF FIMA                                
8 - Approvazione Piani CF FIMA                                
9 - Inizi corso Piani CF FIMA                                
10 - Piano comunicazione sui destinatari                                
11 - Periodo sviluppo attività formative Fase 1                                
12 - Step di monitoraggio Gruppo Direz. Generale Progetto                                
13 - Step monitor. Gruppo Direz. Locale Prog. (ogni merc. h. 9)                                
14 - Liquidazione fornitori e Rendicontazione                                

Note
Attività 1-4-12-13 svolte con OO.SS.
Attività 3 1° step contenuti/grafica 2° step stampa e distribuzione
Attività 4 previsti due step: 1° per macro e 2° per micro progettazione
Attività 4 2° step per validazione anche del piano di comunicazione iniziale ai destinatari
Attività 5 nel 1° step simulazione calendari in base a esigenze unità locali e nel 2° step verifica e nuovi calendari in base a variazioni produzione
Attività 6, 7, 8, 9, 14 obbligatorie per procedure FIMA



Allegato 3 - Pianificazione sviluppo formazione 1ª fase unità locale


Allegato 3 - Pianificazione sviluppo formazione 1ª fase unità locale

Anno20092010
Mese3°                       4°
OttobreNovembreDicembre             Gennaio
Settimana10°11°12°
DL + RSPP + ASPP + Dirig 44                   
DL + RSPP + ASPP + Dirig + RLS4                     
RLS   44                 
PREPOSTI     2222222222222    
UTE/GI                  2222

Note
1 - DL + RSPP + ASPP + Dirig. - RLS programmazione con incontri di 4 ore, 1 solo incontro a settimana
2 - DL + RSPP + ASPP + Dirig. + RLS presenza per 2 ore finali del modulo Medico competente
3 - Preposti e UTE/GI programmazione con incontri di 2 ore, 2 incontri a settimana (con intervallo nella settimana di almeno 2 giornate tra il 1° e 2° incontro)


Allegato n. 4 - Elenco delle società del Gruppo Fiat interessate al piano

Abarth & C. S.p.A.
Fiat Group Automobiles S.p.A.
Sata S.p.A.
Sevel S.p.A.
Maserati S.p.A.
Itca Produzione S.p.A.
Iveco S.p.A.
Irisbus Italia S.p.A.
Astra Veicoli Industriali S.p.A.
Altra S.p.A.
Officine Brennero S.p.A.
Fiat Powetrain Technologies S.p.A.
FMA Srl
CNH Italia S.p.A.
NH Kobelco Construction Machinery S.p.A.
Teksid Aluminum S.p.A.
Magneti Marelli S.p.A.
Sistemi Sospensioni S.p.A.
Sistemi Comandi Meccanici S.p.A.
Industrie Plastica S.p.A.
Ergom Soffiaggio Srl
Plastic Components And Modules Automotive S.p.A.
Automotive Lighting Rear Lamps Italia S.p.A.
Automotive Lighting Italia S.p.A.
Comau S.p.A.
TEA S.p.A.

Allegato n. 5 - Costituzione del Comitato di Pilotaggio

Il 16 giugno 2009, presso la sede Fiat del Lingotto, in Torino Fiat S.p.A., in nome e per conto proprio e delle Società del Gruppo Fiat, di cui all'allegato elenco, assistita dall'Unione Industriale di Torino e le Organizzazioni Sindacali Fim Fiom Uilm Fismic Nazionali hanno definito, sulla base dell'accordo stipulato in data odierna, cui il presente è allegato e di cui è parte integrante e sostanziale, il Comitato di Pilotaggio relativo al Progetto Formativo "Health & Safety First".
In base a quanto convenuto nel suddetto accordo e in ottemperanza a quanto previsto dal Regolamento di Fondimpresa, le Parti concordano di istituire il Comitato di Pilotaggio, che svolgerà anche i compiti ivi definiti per il "Comitato Responsabile del Progetto H&SF", costituito dai seguenti componenti:

Per le Società del Gruppo Fiat:
[...]
Per le Organizzazioni Sindacali:
1. [...] O.S. Fim Cisl
2. [...] O.S. Fiom Cgil
3. [...] O.S. Uilm Uil
4. [...] O.S. Fismic