Stampa
Categoria: 2020
Visite: 2600

Tipologia: Avviso Comune
Data firma: 25 marzo 2020
Parti: Air Liquide Italia Industria Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil
Settori: Chimici, Air Liquide
Fonte: filctemcgil.it


25/03/2020 - Avviso Comune - Air Liquide Industria e OO.SS. Nazionali

Nel contesto attuale di emergenza epidemiologica legata all'infezione da COVID-19 il sistema economico nazionale e settoriale si trova ad affrontare un forte impatto dovuto alla sensibile riduzione delle attività della maggior parte delle aziende, anche a seguito delle misure restrittive introdotte dai vari DPCM emanati dal Governo per salvaguardare la salute e la sicurezza di tutti i lavoratori e garantire il mantenimento delle attività essenziali.
Anche Air Liquide Industria, azienda che rientra tra quelle che prestano servizi ritenuti essenziali, ha registrato una drastica diminuzione delle proprie attività a seguito dell'imposizione di chiusura a numerosi propri clienti, che in alcuni casi hanno dovuto affrontare la fermata completa delle loro produzioni.
Le Parti concordano sulla priorità delle misure di salvaguardia della salute e sicurezza di tutti e riconoscono l'impegno che l'Azienda ha messo in atto effettuando tutte le azioni necessarie a tal fine anche precedentemente all'attuazione del protocollo condiviso a livello nazionale e applicato in azienda come ad esempio, informazione, distanziamento sociale, smartworking, riduzione della presenza sui siti, stipula di una polizza assicurativa a supporto di situazioni di ricovero per CoViD-19, anche per il personale in somministrazione.
Al fine di perseguire queste finalità si conviene di mettere in campo prioritariamente quelle misure che permettano di gestire il ridotto volume di attività richiesto dalla situazione.
Si individua come strumento adeguato il ricorso prioritario allo smaltimento delle ore di Ferie, ROL e Monte Ore relative agli anni precedenti, quando possibile in base alla riduzione delle attività e alle situazioni individuali, oltre all'utilizzo degli strumenti previsti dai vari DPCM a supporto delle famiglie quali ad esempio i congedi ordinari e straordinari.
Quanto sopra vuole essere un tentativo di gestione di questo difficile periodo, in ottica di responsabilità sociale, senza dover fare ricorso - almeno fino a fine Aprile - a ammortizzatori sociali. Le Parti concordano che nel caso di ricorso ad ammortizzatori sociali si incontreranno per cercare di mitigare gli effetti sui lavoratori. Le Parti si impegnano a incontrarsi entro il 30 aprile 2020 per un aggiornamento della situazione generale e aziendale mentre continueranno a garantire informazioni a livello locale.
Le Parti considerano il presente documento in linea con l'avviso comune sottoscritto tra Federchimica e OO.SS. Nazionali il 12/3/2020.
Le Parti, nella consapevolezza dell'emergenza sanitaria in atto nel nostro Paese e delle conseguenti limitazioni a riunioni, assemblee ecc., confermano che questo avviso comune è stato concordato e redatto con modalità in remoto, compresi inoltro, visione e scambio del documento stesso che si ritiene approvato dalle Parti via mail.