Stampa
Categoria: 2020
Visite: 3155

Tipologia: Protocollo aziendale
Data firma: 14 aprile 2020
Parti: Leo Shoes/Confindustria e RLS, RSPP, MC e Filctem-Cgil, Uiltec-Uil, Femca-Cisl
Settori: Tessili-Calzature, Leo Shoes
Fonte: filctemcgil.it


Protocollo interno di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19

In ottemperanza al DPCM dell’8 marzo ed al "Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” del 14 marzo 2020, è stato redatto il seguente protocollo interno della Leo Shoes srl, in collaborazione con gli RLS, l’RSPP e il Medico Competente e sentito anche il Comitato per l’applicazione e la verifica delle regole previsto all'art. 13 dello stesso protocollo di regolamentazione su richiamato. Il protocollo interno si applicherà fino alla fine dell’emergenza o comunque sino a quando non sarà sostituito, in tutto o in parte, da un accordo successivo.
La finalità ò quella di mettere in atto una serie di misure precauzionali per la prevenzione del virus COVID-19:
• messa a disposizione del personale della Struttura di DPI: mascherine, occhiali protettivi/visiere, tuta monouso, guanti;
• dimostrazione del corretto uso dei DPI;
• invito al personale di lavarsi regolarmente le mani;
• raccomandazione al personale di seguire scrupolosamente la disinfezione dei piani delle apparecchiature e del banco di lavoro;
• messa a disposizione di gel disinfettante in tutti i reparti;
• affissione del decalogo del Ministero della Salute in vari punti della Struttura;
• istruzioni agli addetti delle pulizie di disinfettare quotidianamente le attrezzature, i reparti, le maniglie e i piani di lavoro, usando amuchina liquida o alcool.
La Struttura metterà in atto ulteriori misure di contenimento dell’infezione da COVID19:
• ingresso lavoratori
• divieto di accesso ad individui con febbre >37,5°;
• gestione degli ambienti lavorativi;
• intensificazione delle procedure di pulizia e disinfezione degli ambienti di lavoro;

Orario di lavoro
L'azienda ha deciso di riaprire gradualmente utilizzando il 50% della propria forza lavoro con cicli alternati settimanali. L'orario pertanto sarà di 7.80 ore giornaliere ripartito in 4 scaglioni per meglio gestire ì flussi in entrata e di uscita dalla struttura.
1° scaglione (circa 100 persone) dalle ore 6:30 alle 15:20
2° scaglione (circa 100 persone) dalle ore 7:00 alle ore 15:40
3° scaglione (circa 100 persone! dalle ore 7:30 alle ore 16:20
4° scaglione (circa 30 persone) d He ore 8:00 alle ore 16:40

Ingresso
1. È vietato l’ingresso a chiunque presenti una temperatura corporea superiore a 37,5 °C e a chi, negli ultimi 14 giorni, abbia avuto contatti con soggetti risultati positivi al COVID-19.
2. Sia il personale che i fornitori e i collaboratori esterni ed eventuali accompagnatori saranno sottoposti al controllo della temperatura corporea prima di entrare in struttura dal personale della guardiola. Per far ciò sarò allestito un check-point poco fuori il perimetro della struttura per facilitare la rilevazione e io scorrimento dei febbricitanti e degli idonei all'ingresso in struttura
3. I fornitori e i collaboratori avranno orari di entrata differenti dal personale in modo da non intralciare il normale proseguo dell’attività di rilevazione della temperatura corporea.

Ambiente di lavoro
Nei luogo di lavoro saranno apposti in posizione ben visibile cartelli su cui sono riportate le procedure da seguire per il corretto lavaggio delle mani e le norme di comportamento da seguire per contenere il contagio da Coronavirus
È opportuno evitare situazioni di affollamento dì ogni genere negli ambienti di lavoro, sia con riguardo a personale dipendente che al personale esterno. Tali indicazioni dovranno essere applicate anche nella gestione degli accessi ai luoghi produttivi (inizio fine turno) o nelle occasioni dì aggregazione (es. pause)
Saranno identificate uno o più persone preposte a fornire ogni opportuno chiarimento In merito ai contenuti diffusi e a vigilare sull’attuazione delle misure di prevenzione

Gestione rilevazione presenze (badge)
1) Durante l’operazione di timbratura del badge dovrà essere obbligatoriamente rispettata la distanza di sicurezza interpersonale di almeno 1 metro.
2) Sarà verificata la possibilità di mandare a scaglioni di 25 lavoratori

Durante le fasi di lavoro
1) Sarà rispettata la distanza di sicurezza interpersonale di almeno I metro. Laddove non fosse possibile rispettare la distanza interpersonale di un metro come principale misura di contenimento, l’adozione di strumenti di protezione individuale garantirà la sicurezza;
2) Evitare il contatto ravvicinato e mantenere una distanza non inferiore a 1 metro, con chiunque mostri sintomi di malattie respiratorie come tosse e starnuti
3) Fare in modo che l’interazione con le persone non comporti possibilità di contatto stretto /contatto diretto / esposizione.
4) Sarà inibito l’uso degli ascensori per l’accesso agli uffici e potranno essere utilizzati solo in caso di necessità
5) L’utilizzo dei montacarichi sarà limitato al solo trasporto del materiale e l'accesso sarà consentito a un solo operatore;

Gestione dell’area mensa
1) L’utilizzo dell’area adibita a refettorio, sarà consentito in maniera scaglionata in modo da rispettare sempre la distanza minima di sicurezza di 1 metro tra le persone;
2) In prossimità di ogni area, è stato installato in maniera ben visibile un erogatore di gel igienizzante per le mani contenente almeno il 60% di alcol;
3) Impedire all’interno del locale mensa situazioni di copresenza di più persone che non rispettano la distanza minima di sicurezza di 1 metro tra loro;

Servizi Igienici
1) Sarà istituito l’obbligo di disinfettare le mani prima dell’entrata in bagno. Verranno installati distributori di gel igienizzante vicino alla porta di ingresso

Spostamenti interni, riunioni
1) Gli spostamenti all’interno del sito aziendale devono essere limitati al minimo indispensabile e nel rispetto delle indicazioni aziendali.
2) Non sono consentite le riunioni in presenza. Laddove le stesse fossero connotate dal carattere della necessità e urgenza dovrà essere ridotta al minimo la partecipazione necessaria e, comunque, dovranno essere garantiti il distanziamento interpersonale e un'adeguata pulizia/areazione dei locali.

Ventilazione dei locali
1) Nelle aree lavorative dotate di impianto di ventilazione, questo dovrà funzionare con la sola immissione di aria esterna senza il recupero di quella interna che verrà automaticamente espulsa
2) Negli ambienti non dotati di tale impianto sarà necessario effettuare una ventilazione naturale tramite l’apertura di finestre/porte esistenti

Utilizzo dei dispositivi di protezione individuale
1) Sarà svolto un corso di formazione sul corretto uso dei dispositivi e l’emergenza COVID-19 a tutti i lavoratori.
2) Controllare l’integrità dei dispositivi. Non indossare dispositivi non integri
3) Evitare qualsiasi contatto tra dpi potenzialmente contaminato e il viso, le mucose e la cute
4) I DPI monouso vanno smaltiti nell'apposito contenitore
5) Procedura di svestizione e smaltimento
a) Rimuovere la tuta monouso e smaltirla nel contenitore (solo per il personale di pulizia)
b) Rimuovere i guanti e smaltirli nel contenitore
c) Rimuovere gli occhiali/visiera e sanificarli prima di metterli in custodia
d) Rimuovere la mascherina maneggiandola dalla parte posteriore e smaltire nel contenitore
e) Praticare l’igiene delle mani con acqua e sapone o soluzione alcolica

Pulizia e sanificazione in azienda
1) È assicurato la pulizia giornaliera dei locali e degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni.
2) È garantito lo smaltimento dei dispositivi monouso in appositi contenitori
3) È prevista la sanificazione periodica dei locali e degli impianti di ventilazione canalizzali eseguita dalla Ditta Specializzata alla sanificazione nei giorni di chiusura dell'azienda
4) La pulizia giornaliera si svolge ad ogni fine turno.
5) Valutare all’occorrenza l’integrazione delle ordinarie modalità di pulizia degli ambienti di lavoro, con cicli di pulizia straordinaria, ispirandosi alle modalità suggerite dalla Circolare del Ministero della Salute
6) Saranno pulite con particolare attenzione tutte le superfici più frequentemente a contatto con le inani (es. porte e finestre, superfici dei servizi igienici e sanitari, corrimano, touch screen, mouse e tastiera). Allo scopo è opportuno istruire i lavoratori circa la necessità dì lasciare le postazioni di lavoro per quanto' possibile sgombre, al termine della prestazione lavorativa

Lavoro agile
1) Sarà attuato il massimo utilizzo, di modalità di lavoro agile per le attività che possono essere svolte al proprio domicilio o in modalità a distanza:

Accesso fornitori/visitatori esterni
1) Per l'accesso di fornitori esterni individuare procedure di ingresso, transito e uscita, mediante modalità, percorsi e tempistiche predefinite, al fine di ridurre le occasioni di contatto con il personale in forza nei reparti/uffici coinvolti
2) Gli autisti dei mezzi di trasporto devono rimanere a bordo dei propri mezzi: non è consentito l'accesso agli uffici per nessun motivo. Per le necessarie attività di approntamento delle attività di carico e scarico, il trasportatore dovrà attenersi alla rigorosa distanza di 1 metro
3) Per fornitori/trasportatori e/o altro personale esterno saranno individuati/installati servizi igienici dedicati, e prevedere il divieto di utilizzo di quelli del personale dipendente e garantire una adeguata pulizia giornaliera
4) Va ridotto, per quanto possibile, l’accesso ai visitatori; qualora fosse necessario l’ingresso di visitatori esterni (impresa di pulizie, manutenzione …), gli stessi dovranno sottostare a tutte le regole aziendali, ivi comprese quelle per l’accesso ai locali aziendali
5) Le varie ditte di manutenzione dovranno sottostare a tutte le regole aziendali, ivi comprese quelle per l’accesso ai locali aziendali e sarà ridotto al minimo il contatto con i collaboratori o l'utenza.
6) Quale procedura d'ingresso si stabilisce che, previo contatto telefonico il fornitore potrà accedere ai predetti locali direttamente senza alcun contatto con il personale della struttura.
7) Le procedure di consegna saranno effettuate da un solo lavoratore che dovrà attenersi ad utilizzare mascherina e guanti.

Precauzioni igieniche personali
È obbligatorio che le persone presenti in azienda adottino tutte le precauzioni igieniche, in particolare per le mani. L’azienda mette a disposizione idonei mezzi detergenti per le mani. È raccomandata la frequente pulizia delle mani con acqua e sapone.

Gestione di una persona sintomatica in azienda
Nel caso in cui una persona presente in azienda sviluppi febbre e sintomi di infezione respiratoria quali la tosse, lo deve dichiarare immediatamente all’ufficio del personale, si dovrà procedere al suo isolamento in base alle disposizioni dell'autorità sanitaria e a quello degli altri presenti dai locali, l’azienda procede immediatamente ad avvertire le autorità sanitarie competenti e i numeri di emergenza per il COVID-19 forniti dalla Regione o dal Ministero della Salute.
L'azienda collabora con le Autorità sanitarie per la definizione degli eventuali "contatti stretti" di una persona presente in azienda che sia stata riscontrata positiva al tampone COVID-19. Ciò al fine di permettere alle autorità di applicare le necessarie e opportune misure di quarantena. Nel periodo dell'indagine, l’azienda potrà chiedere agli eventuali possibili contatti stretti di lasciare cautelativamente lo stabilimento, secondo le indicazioni dell’Autorità sanitaria.

Informazione al personale della struttura
- obbligo di rimanere al proprio domicilio in presenza di febbre (oltre 37.5°) o altri sintomi influenzali e di chiamare il proprio medico di famiglia e l’autorità sanitaria;
- consapevolezza e accettazione del fatto di non poter fare ingresso o di poter permanere in azienda e di doverlo dichiarare tempestivamente laddove, anche successivamente all'ingresso, sussistano le condizioni di pericolo (sintomi di influenza, temperatura, contatto con persone positive al virus nei 14 giorni precedenti, etc.) in cui i provvedimenti dell’Autorità impongono di informare il medico di famiglia e l’Autorità sanitaria e di rimanere al proprio domicilio;
- impegno a rispettare tutte te disposizioni delle Autorità e del datore di lavoro nei fare accesso in azienda (in particolare, mantenere la distanza di sicurezza, osservare le regole di igiene delle mani e tenere comportamenti corretti sul piano dell'igiene):
- impegno a informare tempestivamente e responsabilmente ii datore di lavoro della presenza di qualsiasi sintomo influenzale durante l'espletamento della prestazione lavorativa, avendo cura di rimanere ad adeguata distanza dalle persone presenti

Casarano, 14 aprile 2020