Stampa
Categoria: 2020
Visite: 2649

Tipologia: Protocollo
Data firma: 17 aprile 2020
Parti: Piaggio e OO.SS.
Settori: Metalmeccanici, Piaggio
Fonte: uilmnazionale.it


Protocollo per la ripresa delle attività Linee Guida Piaggio & C. spa

1) Attività preliminare
1.A) Pulizia, igienizzazione e sanificazione ambienti di lavoro

Le procedure e i prodotti da utilizzare sono definiti in specifici protocolli predisposti dai fornitori di servizi di pulizia, che dovranno certificare che le attività sono state svolte nel rispetto delle indicazioni delle autorità competenti.
Le aree oggetto di pulizia e igienizzazione prima della ripresa delle attività sono le seguenti:
o postazioni di lavoro, sale riunioni, uffici, magazzini, aree logistiche, showrooms;
o spogliatoi, servizi igienici e docce,
o aree relax, mense e caffetterie, distributori d'acqua;
o sale mediche
o condizionatori d'aria e termoventilatori;
o aree aziendali assegnate ai fornitori.

1. A.i) Servizio di pulizia e igienizzazione
Al fine di rafforzare le attività di pulizia e igienizzazione degli ambienti di lavoro ordinarie degli uffici e degli stabilimenti verrà effettuato dalla ditta appaltatrice del servizio una pulizia con prodotti specifici a base di cloro di tutte le superfici a contatto con le mani (come ad esempio maniglie, ripieni, specchi, sanitari, scrivanie, computer, mouse e tastiere) e dei mezzi (compresi i volanti, le poltrone e gli abitacoli delle autovetture e dei carrelli).
I bagni dotati solo di impianti ad aria calda per l'asciugatura delle mani saranno integrati con dispenser di carta, per consentire alle persone di aprire le porte senza toccare maniglie o altre superfici.

1.A.ii) Sanificazione
Nel caso di presenza di una persona che ha contratto i virus COVID-19 all'interno dei locali aziendali, l'azienda procede alla sanificazione secondo le disposizioni della circolare n. 5443 del 22 febbraio 2020 del Ministero della Salute nonché alla loro successiva ventilazione.
In particolare Piaggio procede alla saturazione igienizzante delle aree interessate con l'intervento di ditte specializzate effettuando rilevazioni con tampone prima e dopo l'azione igienizzante per controllarne l'efficacia.
L'attività di sanificazione viene svolta anche nelle aree del Centro Medico dello stabilimento interessato.

1.B) Informazione ai lavoratori
Prima di riattivare le attività sarà garantita la massima diffusione ai lavoratori tramite un pacchetto di informazioni in merito alle misure e regole da adottare all'intero dei locali aziendali.
Il pacchetto informativo include:
o Indicazioni su misure preventive da applicare,
o modalità per il lavaggio delle mani sia con acqua e sapone sia con liquido igienizzante; o modalità di pulizia individuale delle superfici di lavoro
o misure di distanziamento all'interno delle mense
o modalità di gestione delle riunioni;
o indicazioni di comportamento per visitatori e fornitori
o modalità di utilizzo dei DPI specifici
o informazioni dai medici competenti per la gestione di possibili sintomi di Covid-19 e attività di prevenzione da adottare nelle situazioni di emergenza.
La distribuzione del pacchetto avverrà con la consegna di dépliant cartacei agli ingressi lavorativi e potrà essere supportata tramite l'utilizzo di piattaforme on-line di e-learning e/o intranet aziendale e/o piattaforme di comunicazione digitale.
A tutti i dipendenti verrà comunicato il link al sito del Ministero della Salute dedicato all'emergenza Covid 19 che viene costantemente aggiornato: http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus?gclid=CjOKCQjw9tbzBRDVARIsAMBplx8A


2) Ripresa attività
2.A) Rilevazione temperatura in ingresso

La rilevazione volontaria della temperatura, approntata affinché non sia visibile a terzi, viene effettuata da personale abilitato di società terze e coordinato dal Medico Competente presso i punti di ingresso allo stabilimento
Trattandosi di una rilevazione volontaria, Piaggio richiede a tutti i propri dipendenti e visitatori che entrano nello stabilimento di Pontedera il consenso in linea con le indicazioni del GDPR.
La rilevazione è svolta con termometro digitale ad infrarossi con rilevazione frontale NON contact, in attesa di valutare l'utilizzo di strumenti di rilevazione sistematica della temperatura corporea (es. termoscanner) al fine di velocizzare le procedure in ingresso minimizzando i rischi connessi.
Lo svolgimento delle attività all'inizio di ogni turno lavorativo (per quanto riguarda i dipendenti) ed ogni qualvolta un fornitore, consulente, cliente, appaltatore, autotrasportatore acceda allo stabilimento/alla sede.
La dotazione per il personale che eseguirà la rilevazione sarà costituita dai seguenti DPI: guanti monouso, occhiali e maschera.
I dipendenti dirigenti (o altri) che accedono con l'auto dovranno fermarsi in corrispondenza della portineria e sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea.

2.B) Organizzazione attività lavorativa
L'organizzazione del lavoro sarà modificata in base alle esigenze sanitarie e produttive:
o Adozione di soluzioni idonee a garantire il distanziamento in ingresso e uscita dallo stabilimento con segnaletica orizzontale, verticale e barriere fisiche;
o Verifica della possibilità che le linee di montaggio lavorino su turni sfalsati per ridurre la compresenza nelle aree comuni;
o Distribuzione delle pause collettive all'interno di tutto il turno differenziandole nei singoli reparti in modo da evitare assembramenti;
o Organizzazione delle attività lavorative tali garantire il distanziamento sociale anche attraverso l'utilizzo di barriere di protezione o di apposita segnaletica orizzontale. Nelle posizioni più critiche e/o laddove non sia possibile garantire il distanziamento fisico saranno introdotti specifici DPI, come ad esempio mascherine FFP2 o similari;
o Possibilità di adottare modalità di lavoro agile, compatibilmente con le esigenze di carattere tecnico organizzativo, per attività specifiche, non altrimenti procrastinabili o per soggetti con particolari patologie valutate dal Medico Competente

2.C) Servizio di pulizia e disinfezione
Sono adottati specifici processi e cicli di pulizia e ove necessario di igienizzazione degli ambienti di lavoro a cura del fornitore di servizi di pulizia.
Negli uffici e stabilimenti è prevista una pulizia giornaliera con prodotti specifici a base di cloro di tutte le superfici a contatto con le mani, come ad esempio scrivanie, computer, mouse e tastiere o, nei bagni, specchi, maniglie, ripiani, pareti e sanitari (incluso anche il cassetto di carico/scarico).
I bagni di tutti gli stabilimenti dotati solo di impianti ad aria calda per l'asciugatura delle mani sono stati dotati di dispenser di fazzoletti di carta, per consentire alle persone di aprire le porte senza toccare maniglie o altre superfici.
Piaggio ha inoltre installato dispenser di soluzione idroalcolica igienizzante per le mani presso i locali mensa e presso tutti i rilevatori di presenza/timbratrici presenti negli uffici e stabilimenti.

2.D) Mensa e aree comuni
o Ampliamento degli orari di fruibilità dei locali mensa
o Disposizione delle sedute per garantire il distanziamento fisico anche con l'utilizzo di barriere
o Possibilità di fruire del pasto presso i locali mensa con modalità specifiche tali da ridurre i tempi di attesa.
o Pulizia a fine turno (pranzo e cena) con prodotti a base di ipoclorito di sodio 0.1% (Candeggina, Promospray, Disinfettante igiene sicura).
o Sostituzione delle posate in acciaio con posate mono-uso in plastica riciclabile.
o Interdizione del banco per i condimenti sostituito con condimenti mono-uso distribuiti dagli operatori della mensa.
o Interdizione degli erogatori di bevande alla spina e re-introduzione delle bottiglie di plastica.
Inoltre, nelle altre aree comuni vengono adottate le seguenti misure:
o Accesso ai distributori di bevande e/o snack disciplinato in modo da non creare assembramenti tramite segnaletica orizzontale e verticale anche con il distanziamento delle sedute.
Accesso agli spogliatoi contingentato, assicurando il ricambio d'aria e con tempo ridotto di sosta per garantire il mantenimento della distanza fisica tra i lavoratori.

2.E) Dispositivi Protezione Individuale (cd DPI)
o Messa a disposizione dei dipendenti in tutte le aree di lavoro, di relax, servizi igienici
o spogliatoi di materiale sanitario (es. gel igienizzanti e saponi disinfettanti);
o I lavoratori saranno forniti a cadenza regolare di appositi DPI, quali mascherina e, quando necessario, guanti e occhiali che dovranno essere sempre utilizzati durante le operazioni di pulizia.
o L'obbligo di indossare le mascherine è esteso a tutti i lavoratori per tutto il turno di lavoro e in tutte le attività.

2.F) Personale viaggiante e trasferte di lavoro
Per il personale viaggiante la cui mansione richiede frequenti spostamenti sul territorio le trasferte saranno definite in modo da ridurre al minimo i rischi di infezione e saranno forniti adeguati DPI con le relative norme di comportamento.
Per il restante personale, fatta salva l'applicazione delle misure sopra indicate, sono limitati al minimo necessario le trasferte lavorative che verranno preventivamente approvate tenendo conto delle reali necessità e dell'impatto per l'azienda.

2.G) Gestione riunioni
È necessario ridurre le riunioni in presenza e facilitare l'utilizzo di strumenti di comunicazione a distanza/call conference.
Qualora sia strettamente necessario incontrarsi si applicano le seguenti misure:
o limitazione del numero dei partecipanti ad un numero massimo di persone congruo alle dimensioni della sala riunioni
o predisposizione dell'elenco nominativi dei partecipanti a cura dell'organizzatore da utilizzare in caso di futura eventuale emergenza;
o affissione all'ingresso della sala riunioni di avvisi ed informazioni comportamentali;
o obbligo di garantire la distanza fisica;
o durante la riunione è vietato l’uso di un microfono a cono o di altri dispositivi di uso promiscuo;
o ventilazione della sala prima, durante e dopo l’incontro.

2.H) Gestione del personale a rischio con specifiche fragilità
Particolare attenzione è rivolta ai dipendenti con fragilità specifiche, che li rendono ipersuscettibili rispetto al virus COVID-19 necessitando di una gestione in linea con le indicazioni e i requisiti previsti dalle autorità competenti.
In ogni caso, il loro progressivo ritorno al lavoro è definito all'esito di un percorso volto a tutelare le loro condizioni di salute, sulla base delle certificazioni mediche fornite dal lavoratore interessato e degli elementi eventualmente disponibili nella cartella sanitaria e di' rischio tenuta dal medico competente. ’

3) Sorveglianza sanitaria del personale e interventi per il centro medico
In coerenza con le disposizioni nazionali e regionali vigenti e con quelle che saranno emesse in materia, sarà valutata l'acquisizione di informazioni anamnestiche e, se necessario, tramite sorveglianza medica sulle condizioni di salute di tutti i lavoratori.
Tali attività saranno svolte anche con strumenti di autodichiarazione sanitaria.
Le visite mediche periodiche saranno riprese gradualmente, con tutte le garanzie a tutela dei lavoratori, del personale del Centro Medico e dei medici competenti.

3.A) Interventi per il centro medico
Ogni operatore sanitario sarà tenuto alla disinfezione (con idonei prodotti come da DPCM 04/03/2020) di tutte le superfici del Centro Medico per almeno due volte al giorno.
Tale disinfezione deve essere fatta due volte al giorno (l'infermiere del 1° turno e l'infermiere del 2° turno) e deve interessare tutte le superfici: sedie, tavoli, scrivanie di tutti gli ambulatori, dell'infermeria e dell'ufficio della Segreteria.
Ogni qualvolta l'infermiere esegue un intervento con l'ambulanza al termine dell'intervento deve eseguire una disinfezione del lettino e delle superfici dell'ambulanza.
A bordo dell'ambulanza vanno rese disponibili delle mascherine chirurgiche (in numero congruo) da far indossare al dipendente a cui l'infermiere presta il primo soccorso (che manifesti sintomi influenzali o para-influenzali) e all'autista.

3.B) Gestione di una persona sintomatica in azienda
Nel caso in cui una persona presente in azienda sviluppi febbre e sintomi di infezione respiratoria quali la tosse, lo deve dichiarare immediatamente al personale sanitario presente o, in alternativa, al proprio responsabile del personale che dovrà procedere al suo allontanamento.
Nel caso di personale risultato positivo al test il Medico Competente procede immediatamente a contattare le autorità sanitarie locali per ricostruire il quadro epidemiologico. Sulla base delle disposizioni dell'autorità, ai contatti stretti ricostruiti viene chiesto di lasciare cautelativamente lo stabilimento e di applicare le opportune misure di quarantena.
Nel caso di presenza di una persona che ha contratto i virus COVID-19 all'interno dei locali aziendali, l'azienda procede alla sanificazione dei locali secondo le disposizioni della circolare n. 5443 del 22 febbraio 2020 del Ministero della Salute nonché alla loro successiva ventilazione.
In particolare Piaggio procede alla saturazione igienizzante delle aree interessate con l'intervento di ditte specializzate (preventivamente individuate presso tutti gli stabilimenti)

4) Modalità di accesso dei fornitori e delle ditte in appalto
Qualsiasi visita di personale esterno dovrà essere possibilmente evitata ricorrendo a strumenti di comunicazione a distanza o riprogrammata al termine dell'emergenza.
Laddove sia strettamente necessario fornitori e visitatori dovranno rispettare le condizioni specifiche che la società richiede per accedere al sito e che saranno consegnate con apposito documento all'ingresso.
L'accesso in azienda resta comunque precluso a:
a) chi, negli ultimi 14 giorni, abbia avuto contatti con soggetti risultati positivi al COVID- 19 o provenga da zone a rischio secondo le indicazioni dell'OMS.
b) ai soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5° C), a cui è fortemente raccomandato di rimanere presso il proprio domicilio/residenza, contattando il proprio medico curante o le strutture sanitarie pubbliche.
Piaggio ha messo a disposizione un servizio di rilevazione della temperatura corporea per tutti coloro che accedono al perimetro aziendale nel pieno rispetto della normativa sulla "Privacy", effettuato da personale abilitato di società terze e coordinato dal medico competente.
Per l'accesso di fornitori esterni sono previste procedure di ingresso, transito e uscita, mediante modalità, percorsi e tempistiche predefinite, al fine di ridurre le occasioni di contatto con il personale in forza nei reparti/uffici coinvolti
Se possibile, gli autisti dei mezzi di trasporto devono rimanere a bordo dei propri mezzi: non è consentito l'accesso agli uffici per nessun motivo. Per le necessarie attività di approntamento delle operazioni di carico e scarico, il trasportatore dovrà attenersi alla rigorosa distanza sociale e all'uso delle mascherine chirurgiche.
In particolare il personale delle ditte esterne che svolgono attività inderogabili (impresa di pulizie, manutenzione...), dovrà sottostare a tutte le regole aziendali, ivi comprese quelle per l'accesso ai locali aziendali e all'uso dei DPI.
Le norme del presente Protocollo si estendono alle aziende in appalto che possono organizzare sedi e cantieri permanenti e provvisori all'interno dello stabilimento.

5) Il Comitato, costituito ai sensi dell'art. 13 del Protocollo sottoscritto tra Governo e Parti Sociali in data 14 Marzo 2020, si riunirà periodicamente per monitorare e verificare i contenuti del presente Protocollo

6) Allegati