Stampa
Categoria: Documentazione istituzionale
Visite: 2685

ILO
Organizzazione Internazionale del Lavoro


Garantire la salute e la sicurezza sul lavoro durante una pandemia – Rapporto

 

Indice

1 Introduzione
2 La pandemia di COVID-19: in che modo ha colpito il mondo del lavoro?
3 Garantire la salute e la sicurezza sul lavoro durante una pandemia
Integrare la preparazione alle situazioni di emergenza nei sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro
Rischi per la SSL e misure di protezione
Mitigare il rischio di contagio
Gestire lo stress, i rischi psicosociali, la violenza e le molestie
Gestire i rischi ergonomici, fisici, ambientali e chimici in materia di SSL
4 Agire in maniera congiunta per garantire luoghi di lavoro salubri e sicuri
Rispondere alla pandemia
L’interrelazione tra la SSL e la salute pubblica
La condivisione coordinata delle informazioni
Il dialogo sociale sulla SSL in tempi di pandemia
Un ruolo specifico per gli operatoti della SSL
Bibliografia
Allegato. Una selezione di strumenti e risorse rilevanti per rispondere alla pandemia da COVID-19

 


Fonte: ilo.org

Copyright © Organizzazione Internazionale del Lavoro 2020
Prima pubblicazione 2020 (28 aprile 2020)
Le pubblicazioni dell’Ufficio Internazionale del Lavoro godono della protezione del diritto di autore in virtù del protocollo n. 2 della Convenzione universale per la protezione del diritto di autore. Si potranno tuttavia riprodurre brevi passaggi senza autorizzazione, alla condizione che venga menzionata la fonte. Ogni richiesta di autorizzazione di riproduzione odi traduzione va indirizzata a Publications du BIT (Droits et licenses), Bureau international du Travail, CH-1211 Genève 22,Svizzera, o tramite email a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Tali richieste sono sempre gradite.
Le biblioteche, istituzioni o altri utilizzatori registrati presso un organismo di gestione dei diritti di riproduzione possono eseguire copie conformemente alle condizioni e diritti concessi loro. Visitare il sito http://www.ifrro.org per individuare l’organismo responsabile della gestione dei diritti di riproduzione in ogni paese.