Stampa
Categoria: 2020
Visite: 2577

Tipologia: Accordo COVID-19
Data firma: 30 aprile 2020
Validità: 31 luglio 2020
Parti: Balmain e RSU/Filctem-Cgil
Settori: Tessili, Balmain
Fonte: filctemcgil.it


Verbale di accordo

Il giorno 30 aprile 2020 in modalità remoto video-conferenza in ossequio ai vari DPCM che si sono susseguiti nel corso dei mesi di marzo e aprile 2020, si sono incontrati: la società Balmain Italia srl […] (di seguito anche la "Società" o "Balmain"), la Rappresentanza Sindacale Unitaria di Balmain Italia srl […] (di seguito anche "RSU"), assistita da Filctem - Cgil […], unitamente anche le "Parti".

Premesso che:
- È in corso su tutto il territorio nazionale un'emergenza sanitaria dovuta alla diffusione del virus SARS-Cov-2 che provoca la malattia COVID-19;
Il Governo italiano ha adottato Stringenti misure volte al contenimento dei rischi e alla tutela della salute, concedendo peraltro alle Regioni dì adottare - se del caso - misure localmente più restrittive;
Balmain ha recepito e reagito in maniera reattiva a tutte le varie disposizioni atte al contenimento del contagio, perseguendo la tutela della salute e sicurezza dei propri dipendenti. In questo senso, Balmain ha promosso la massima informazione, nonché il massimo utilizzo di modalità di lavoro agile per le attività che possono essere svolte presso il proprio domicilio oppure ia fruizione di permessi e ferie;
In data 14 marzo 2020 è stato sottoscritto il “Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro" (di seguito "Protocollo 14 marzo 2020");
- Nel contesto dell'evoluzione socio-economica dettata dalla diffusione del virus, che ha procrastinato la sospensione delle attività, con l'obiettivo di preparare il terreno alla ripartenza, secondo i tempi e le modalità che saranno previsti dai provvedimenti governativi, il 15 aprile 2020 è stato sottoscritto il “Protocollo condiviso del settore moda - Regolamentazione delle misure di contrasto e contenimento del contagio covid-19 nelle imprese del settore moda" (di seguito anche "Protocollo 15 aprile 2020");
- Con ordinanza n. 38 del 18 aprile 2020 (di seguito anche "Ord.Tosc. 38"), la Regione Toscana ha da ultimo regolamentato l'accesso e l'attività lavorativa nelle varie sedi, con l’obiettivo di garantire le tutele minime atte a minimizzare il rischio di contagio e II benessere dei lavoratori; In data 26 aprile 2020 è stato emanato un DPCM che consente la graduale riapertura di ulteriori attività produttive e commerciali a far data dal 04 maggio 2020, nel rispetto del “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro fra Governo e le parti sociali", sottoscritto tra il Governo e le parti sociali in data 24 aprile 2020 e allegato al numero 6 del predetto DPCM (di seguito anche il "Protocollo 24 aprile 2020") che integra il Protocollo 14 marzo 2020.
- Le Parti intendono recepire e adeguare allo specifico contesto organizzativo le disposizioni del Protocollo 15 aprile 2020, del Protocollo 24 aprile 2020 nonché le misure del DPCM del 26 aprile 2020 e deIl'Ord.Tosc.38 in un apposito "Protocollo Balmain", con l'obiettivo di disciplinare le condizioni che assicurino gli adeguati livelli di protezione delle persone all'interno dell'azienda, siano esse esterne o interne;
Tutto ciò premesso
1. Parti convengono di adottare il presente Protocollo Balmain qui allegato (e a tutti gli effetti parte integrante del presente accordo) per definire le modalità di accesso e di svolgimento dell'attività lavorativa nei luoghi di lavoro per tutta la durata dell'emergenza sanitaria dovuta dalla diffusione del virus SARS-Cov-2, individuando le misure e precauzioni - in accordo con la normativa nazionale e regionale di tempo in tempo in vigore e con le indicazioni dell'istituto Superiore di Sanità- necessarie a tutelare, la salute delle persone nonché la salubrità dei locali;
2. Le Parti convengono di istituire apposito Comitato Aziendale, per l'applicazione e la verifica delle regole del Protocollo Balmain con la partecipazione di:
a. Datore di lavoro;
b. HR;
c. RSPP;
d. Medico competente;
e. RSU;
f. RLS - in fase di nomina;
Il Comitato Aziendale:
• coopera nell'aggiornamento del presente Protocollo Balmain;
• Individua e propone le modalità di informazione a tutti i dipendenti sui contenuti del Protocollo Balmain;
• verifica l'applicazione del Protocollo Balmain e l’efficacia delle misure adottate;
• propone al datore di lavoro le necessarie modifiche di aggiornamento;
3. I membri del Comitato Aziendale collaborano nell'ambito delle rispettive competenze e responsabilità, incontrandosi quindicinalmente a richiesta di una delle Parti, o comunque ogni volta che se ne determinerà la necessità, anche attraverso modalità da remoto (videoconferenza), salvo il manifestarsi di esigenze che richiedano ulteriori incontri. Tutte le osservazioni o proposte che dovessero emergere nei succitati incontri dovranno tenere in considerazione i diversi dipartimenti e ruoli, con particolare riferimento a vincoli tecnici, tecnologici e di organizzazione del lavoro, nonché l'economicità e fattibilità delle soluzioni eventualmente proposte.
4. Il presente Accordo resterà in vigore per tutta la durata della fase di Emergenza, come da delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020 - i cui termine è stabilito in via presuntiva al 31 luglio 2020.

Letto, confermato e sottoscritto.
 

Protocollo Balmain v.1

Sommario
1. Informazione e formazione
2. Spostamento da e verso la sede di lavoro
3. Modalità di ingresso in azienda dei dipendenti - o personale assimilato ai fini della sicurezza
4. Modalità di accesso dei fornitori esterni, consulenti e rappresentanti
5. Pulizia e Sanificazione in Azienda
6. Precauzioni igieniche personali
7. Dispositivi di protezione individuali e strumenti di prevenzione
8. Gestione spazi comuni
9. Organizzazione aziendale
10. Gestione entrata e uscita dei dipendenti
11. Spostamenti interni, riunioni, eventi interni è formazione
12. Gestione di una persona sintomatica in azienda
13. Sorveglianza sanitaria/Medico Competente/RLS
14. Aggiornamenti al Protocollo
15. Disposizioni finali
Il presente Protocollo Balmain è redatto in ossequio a tutte le disposizioni governative (DPCM) e regionali che sono intervenute per il contenimento e prevenzione della patologia COVID-19.

Il Protocollo Balmain tiene altresì conto:
I. del “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per ii contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro" avvenuta in data 14 marzo 2020;
II. del "Protocollo condiviso del settore moda - Regolamentazione delle misure di contrasto e contenimento del contagio covid-19 nelle imprese del settore moda" del 15 aprile 2020;
III. del “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro fra il Governo e le parti sociali" del 24 aprile 2020, allegato al n. 6 del DPCM 26 aprile 2020.
L'obiettivo di Balmain è la tutela della salute e sicurezza di tutti i dipendenti in ottemperanza a quanto previsto nel D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e l'adozione del Protocollo Balmain è imprescindibile per la ripresa In sicurezza delle attività in loco alla sede aziendale.
Tutti le persone che accedono ai locali aziendali hanno l'obbligo di prendere visione del Protocollo Balmain. I dipendenti, inoltre, ai sensi dell'art. 20 del D.Lgs 81/2008 hanno il dovere di rispettare tutte le disposizioni della Balmain -oltreché quelle delle Autorità competenti.
Si riportano dì seguito tutte le misure messe in atto per prevenire e gestire l'emergenza da COVID-19:

1. Informazione e formazione
• Prima del rientro in azienda, l'RSPP terrà una sessione di formazione in modalità remoto (video-conferenza) sui titoli del presente Protocollo Balmain;
• Balmain dà ampia diffusione del Protocollo tramite:
o Affissione in bacheca;
o Invio tramite mail ad account di posta elettronica;
o Disponibilità presso la reception;
o Aree comuni (sale riunioni, sale d'attesa)
• Assieme al Protocollo verrà fornita una più snella Informativa, ossia un estratto più snello del presente (Allegato 1 - Informativa Aziendale e misure di prevenzione).
• L’Azienda provvederà alla massima diffusione - per mezzo di depliants informativi - delle disposizioni delie Autorità competenti.
• L'Azienda collabora con l'Autorità sanitaria competente nell'adottare misure aggiuntive specifiche.
• L'Azienda, al fine di rendere maggiormente efficacie il proprio protocollo di prevenzione COVID 19, richiederà ai propri partner commerciali (fornitori e sub-fornitori) la dichiarazione di avvenuta adozione interna del proprio protocollo.
Nel caso in cui qualche partner non abbia ancora adottato il protocollo così come invece previsto dal Protocollo del 14 marzo 2020 o lo abbia adottato non in linea con il protocollo nazionale di cui al DPCM 26 aprile 2020, Balmain si rende disponibile a condividere le proprie linee guida affinché il partner possa provvedere prontamente all'adozione delle disposizioni di sicurezza. Resta inteso che sarà richiesta la dichiarazione di adozione di protocollo ai già menzionati partner.
Balmain si riserva di valutare di sospendere la collaborazione con quei partner che non riescano a garantire adeguata tutela per la salute e sicurezza dei loro lavoratori fintanto che non siano ripristinate le condizioni di sicurezza.

2. Spostamento da e verso la sede di lavoro
• È consigliato l'utilizzo del proprio mezzo per raggiungere la sede di lavoro, evitando forme di car sharing o car pooling.
• L'Azienda metterà a disposizione n. 1 mascherina chirurgica/giorno per gli spostamenti.
• Nei casi eccezionali di car pooling tra colleghi, si deve limitare la presenza simultanea all'interno dello stesso veicolo a n. 2 persone - entrambe con mascherina chirurgica. E' preferibile che il passeggero si posizioni nel sedile posteriore, opposto al conducente.
• Sui mezzi pubblici è fatto obbligo di usare la mascherina ed è raccomandato l'uso di guanti protettivi monouso o la pulizia/sanificazione delle mani prima e dopo l'utilizzo degli stessi.

3. Modalità di ingresso in azienda dei dipendenti - o personale assimilato ai fini della sicurezza
• I dipendenti che dovranno accedere ai locali aziendali per rendere la propria prestazione avranno l'obbligo - prima di lasciare il domicilio - di controllare la propria temperatura corporea e di verificare la presenza di altri sintomi influenzali. In caso di febbre (oltre 137,5°) o altri sintomi, è fatto obbligo di rimanere al proprio domicilio, di chiamare il proprio medico di Famiglia e l'Autorità Sanitaria.
Nello specifico, si intendono "altri sintomi":
o Forte spossatezza
o Tosse secca
o Anosmia o iposmia (ossia perdita o diminuzione dell’olfatto)
o Ageusia (perdita del gusto)
o Difficoltà respiratorie
o Congestione nasale
o Mal di testa
o Diarrea
• Indipendentemente dall'insorgenza dei sintomi sopra descritti, è precluso l'accesso in azienda a chi negli ultimi 14 giorni i) abbia avuto contatti con soggetti risultati positivi al COVID-19 (o sospetti tali) oppure se ii) un componente del nucleo familiare abbia avuto contatti con un caso sospetto o confermato di COVID-19.
• A tutto il personale interno e a tutti gli esterni verrà rilevata la temperatura corporea (previa informazione e presa visione dell'informativa privacy di cui all'Allegato 2 - Informativa sul trattamento dei dati personali) all’ingresso presso i locali aziendali.
Tale operazione sarà condotta dagli addetti alla reception, muniti dì DPI (maschera FFP2, guanti monouso e occhiali In policarbonato), tramite termometro scanner a infrarossi. L'inizio delle operazioni di rilevamento della temperatura corporea sarà subordinato all'arrivo della strumentazione (termometro scanner a infrarossi). Fintanto che non sia possibile rilevare la temperatura corporea, a tutto il personale interno ed esterno sarà richiesto di rilasciare l’autodichiarazione ove sarà indicata:
a. Per i dipendenti (Allegato 3 - Autodichiarazione Dipendenti)
o Assenza di temperatura oltre i 37,5°
o Assenza di contatti con malati (effettivi o sospetti) di COVID-19
b. Per gli esterni (Allegato 4 -Autodichiarazione Fornitori ed Esterni)
o Assenza di temperatura oltre i 37,5°
o Assenza altri sintomi relativi a COVID-19
o Assenza di contatti con malati (effettivi o sospetti) di COVID-19
• Allorché sarà possibile rilevare la temperatura corporea con le strumentazioni apposite, dovrà comunque essere resa l'autodichiarazione di cui sopra.
• In caso di temperatura superiore ai 37,5° non sarà consentito l'accesso. Le persone saranno invitate a rientrare presso il domicilio e a contattare il Medico Generale e l'Autorità Sanitaria, informando HR della circostanza.
• L'ingresso di personale già risultato positivo a COVID-19 sarà consentita - fermo restando quanto sopra - solo previa comunicazione avente oggetto la certificazione medica da cui risulti "avvenuta negativizzazione" del tampone, secondo le modalità previste, rilasciata dal dipartimento di prevenzione territoriale di competenza.

4. Modalità di accesso dei fornitori esterni, consulenti e rappresentanti
• Il Protocollo Balmain, l'informativa e tutti gli aggiornamenti saranno comunicati via email e portati a conoscenza degli appaltatori e fornitori che dovranno fare accesso in via continuativa in sede {società consulenza informatica; portierato; pulizie).
• Viene ridotto, per quanto possibile, l'accesso ai locali aziendali da parte di fornitori, appaltatori e consulenti,
• Il personale esterno potrà accedere ai locali aziendali solo previa compilazione dell'autodichiarazione (Allegato 4) e nel rispetto di tutte le indicazioni presenti nel Protocollo Balmain (ad esempio per quanto concerne DPI o altri strumenti analoghi).
• A trasportatori e corrieri non è consentito l'accesso nei locali aziendali, dovendo rimanere nella baia di carico e scarico. Qualora si rendesse necessaria la discesa dal mezzo aziendale, l'autista indossa mascherine o strumenti a copertura di naso e bocca, mantenendo in ogni caso la distanza di almeno 1,80 metri dal personale aziendale.
La consegna di eventuale posta/merce a mano dovrà avvenire secondo la seguente procedura;
i. L'autista, indossando la mascherina, scende dal mezzo, posiziona a terra (o su piattaforma predisposta) Il plico e il supporto per il contrassegno (macchina, foglio etc).
ii. L'autista si allontana di almeno 1,80 metri al fine di consentire all'operatore Balmain, di poter apporre firma di accettazione.
iii. Una volta apposta la firma, l’operatore Balmain si allontana di almeno 1,80 metri, consentendo così all'autista di recuperare il documento/supporto di accettazione.
iv. L'operatore Balmain completa il ritiro del plico una volta che l’autista si è allontanato.
• Balmain mette a disposizione i servizi igienici del piano superiore (lato via Conti) per fornitori e consulenti.
• In caso di positività a COVID-19 di lavoratori dipendenti da aziende appaltatrici di servizio che operano all'interno dei locali aziendali, Balmain - tempestivamente informato dalla società appaltatrice - collaborerà con quest'ultima per fornire all'autorità sanitaria tutte gli elementi utili all'individuazione di eventuali contatti stretti.

5. Pulizia e Sanificazione in Azienda
• A premessa, il Protocollo Balmain riconosce come:
o Pulizia: è l'insieme di operazioni che occorre mettere in atto per rimuovere lo "sporco visibile" di qualsiasi natura (polvere, grasso, liquidi, materiale organico, ecc.) da qualsiasi tipo di ambiente, superficie, macchinario, ecc. La pulizia si ottiene con la rimozione manuale o meccanica dello sporco, anche eventualmente con acqua e/o sostanze detergenti (detersione). La pulizia è un'operazione preliminare e si perfeziona ed è indispensabile ai fini delle successive fasi di sanificazione.
o Sanificazione: è un intervento mirato ad eliminare alla base qualsiasi batterio ed agente contaminante che con le comuni pulizie non si riescono a rimuovere.
La sanificazione si attua avvalendosi di prodotti chimici detergenti (detersione), necessari per riportare il carico microbico entro standard di igiene accettabili ed ottimali che dipendono dalla destinazione d’uso degli ambienti interessati. La sanificazione deve comunque essere sempre assolutamente preceduta dalla pulizia.
• In via preventiva e cautelativa, Balmain ha effettuato un'opera di completa sanificazione e disinfettazione straordinaria in data 20 marzo 2020,
• Balmain garantisce la pulizia e la sanificazione giornaliere tramite il fornitore del servizio di pulizie di tutti i locali aziendali, in particolar modo di quelle aree/superfici che sono soggette a maggior transito/sosta/contatti - a titolo di esempio:
o Gli uffici (scrivanie, poggia gomiti delle sedie, tastiere, mouse, schermi, telefoni, stampanti touch)
o Spazi comuni di transito (scale, corrimani, maniglie e porte)
o Bagni
o Area delle vending machine
o Infermeria
o Carrello elevatore
Giornalmente la ditta di pulizia rilascerà certificazione di avvenuta pulizia e sanificazione e Balmain registrerà detti interventi in un registro informatico.
• Nel caso dì presenza di una persona con COVID-19 all'interno dei locali aziendali, si procede alla pulizia e sanificazione totale dello stabilimento secondo le disposizioni della circolare n. 5443 del 22 febbraio 2020 del Ministero della Salute.
• Con riferimento al Rapporto ISS COVID-19 n. 5/2020, negli ambienti di lavoro sì provvede a garantire la sanificazione mensile degli impianti di climatizzazione nonché ad impostare gli impianti di aerazione in modo tale da limitare il più possibile il ricircolo dell'aria favorendo immissione di aria esterna, opportunamente purificata con sistemi di filtraggio indicati all'interno del summenzionato Rapporto.

6. Precauzioni igieniche personali
• È in corso una campagna di comunicazione e sensibilizzazione sul lavaggio frequente delle mani come azione di massima efficacia preventiva.
• In tutti i servizi igienici è messo a disposizione Idoneo detergente per lavare le mani, oltre ad essere esposta informativa contenente le indicazioni del Ministero della Salute.
• Dispenser di gel sono collocati presso la reception, presso l'area comune delle vending machines, presso l'area comune del primo piano, in magazzino. Si rammenta che una frequente igienizzazione delle mani tramite acqua/sapone esclude la necessità di ricorrere al gel.

7. Dispositivi di protezione individuali e strumenti di prevenzione
• Al rientro in azienda ogni dipendente riceverà:
o 2 mascherine in tessuto lavabili
o 2 mascherine chirurgiche
o 1 mascherina FFP2
o 1 paio di guanti monouso o 1 paio di occhiali in policarbonato
Ogni giorno, il personale interno cui sia garantito l'accesso in azienda riceverà 2 mascherine chirurgiche e 1 paio di guanti monouso.
• Le mascherine chirurgiche devono essere indossate dal momento in cui si scende dalla macchina fino a quando è raggiunta la propria postazione.
Si rammentano a tal proposito le modalità di utilizzo delle mascherine:
a. prima di indossare le mascherine eseguire correttamente la procedura di igiene delle mani
b. posizionare la mascherina con cura per coprire bocca e naso e legarla saldamente per ridurre al minimo gli spazi tra il viso e la mascherina
c. durante l'uso, evitare di toccare direttamente la mascherina: maneggiarla utilizzando i lacci e comunque sempre avendo effettuato correttamente la procedura di igiene delle mani e/o con guanti puliti.
d. rimuovere la mascherina evitando di toccare la parte anteriore, ma rimuovendo il laccio o l'elastico dalla nuca
e. dopo la rimozione della maschera, o ogni volta che si tocca inavvertitamente una maschera usata, lavare le mani usando un detergente a base di alcool o con acqua e sapone
f. non indossare mai più mascherine medico-chirurgiche sovrapposte
g. non riutilizzare le mascherine monouso
h. sostituire la maschera medico-chirurgica con una nuova mascherina pulita al termine delle attività
• Balmain opterà per la riassegnazione delle postazioni al fine di limitare la copresenza di più persone all’interno di un medesimo ambiente, con l'obiettivo di garantire il distanziamento di almeno 1,80 metri.
• In ogni caso è previsto l’uso di mascherine chirurgiche per tutti i lavoratori che condividono spazi in comune, per tutta la durata della prestazione lavorativa.
• Balmain opterà per l'installazione di barriere fisiche ad integrazione di quanto sopra In caso di postazioni di lavoro poste l'una frontalmente all'altra
• I movimenti all'interno dei locali aziendali, consentiti solo se indispensabili, sono possibili esclusivamente indossando mascherina chirurgica e guanti monouso.
• Gli addetti al magazzino e alla reception indossano sempre guanti monouso e mascherina chirurgica.
Inoltre, gli addetti alla reception indossano sempre occhiali in policarbonato al momento della rilevazione della temperatura corporea di personale interno ed esterno nonché durante le operazioni di riscontro dei visitatori o di ricezione di eventuali plichi postali.
• Al fine di tutelare gli addetti alla reception e come strumento "integrativo" - non sostitutivo - di quanto sopra, Balmain sta valutando la fattibilità di installare pannelli plexiglass.
Qualora non fosse possibile, per motivi strutturali del desk della reception, l'installazione del plexiglass, gli addetti riceveranno - in aggiunta ai dispositivi previsti - due mascherine con schermo e individuali detergenti per la pulizia. In caso di dotazione della mascherina integrale, non sarà necessario indossare gli occhiali in policarbonato al punto che precede.

8. Gestione spazi comuni
• Non è consentita la sosta prolungata nell'area vending machine. Una volta effettuato l'acquisto, i dipendenti sostano il minimo indispensabile e si affrettano a raggiungere la postazione lavorativa. A tal proposito, Balmain affigge cartellonistica dedicata.
• La sala refettorio rimane aperta al solo fine di poter scaldare le proprie vivande. L'accesso sarà consentito a due persone per volta. Non è consentita la consumazione dei pasti fino al termine dell'emergenza sanitaria.
• La cosiddetta "pausa sigaretta" è consentita a un numero massimo simultaneo di 2 persone, fermo restando il mantenimento della distanza di sicurezza di almeno 1,80 metri

9. Organizzazione aziendale
• Per tutti i dipendenti che possono rendere la propria prestazione lavorativa presso il proprio domicilio continuerà ad essere incentivata la modalità di lavoro agile (cd. Smartworking). Durante lo Smartworking, il lavoratore utilizzerà i mezzi tecnologici e informatici a sua disposizione secondo quanto previsto dall'art. 18 c. 1 della L. n. 81/2017 per rendere la prestazione lavorativa secondo le linee guida in materia di protezione dei dati personali e di salvaguardia delle informazioni di business condivise con la scrivente Società, mantenendo il proprio diritto alla disconnessione.
I costi degli strumenti e della relativa manutenzione saranno a carico della Società. Eventuali ulteriori costi sostenuti dal dipendente direttamente e/o indirettamente collegati allo svolgimento della prestazione lavorativa in modalità Smartworking non saranno rimborsati dalla Società. Per chi ha telefono aziendale, la connessione a Internet può essere effettuata anche tramite hotspot da telefono in dotazione.
L’orario di lavoro, l’inquadramento contrattuale, la retribuzione e le mansioni del lavoratore rimarranno le medesime specificate nel contratto di assunzione e successive integrazioni tempo per tempo comunicate al lavoratore. Durante lo Smartworking non saranno autorizzate ore di straordinario.
Durante la prestazione in Smartworking rimangono fermi ogni obbligo contrattuale e ogni esplicazione del potere direttivo, organizzativo e disciplinare del datore di lavoro.
È stata consegnata al lavoratore autocertificazione informativa scritta nella quale sono individuati i rischi generali e I rischi specifici in materia di sicurezza sul lavoro connessi alla particolare modalità di esecuzione del rapporto di lavorò In modalità agile nel rispetto dell'art. 22 della L. 81/2017.
Le giornate in Smartworking dovranno essere indicate nel prospetto presenze con la sigla "Smart” nella colonna "minori presenze”
• Sono sospese/annullate tutte le trasferte su territorio nazionale/internazionale. Compatibilmente con le normative di tempo in tempo in vigore, potranno essere eccezionalmente autorizzate trasferte nel solo territorio nazionale che non prevedano pernottamento. Dette trasferte - anche all'interno del medesimo comune - dovranno essere autorizzate dal Dirigente in accordo con HR. Il personale in trasferta ha l'obbligo di mettere in atto tutte le misure prevenzionistiche utili alla limitazione dèi contagio.

10. Gestione entrata e uscita dei dipendenti
• L'ingresso e l'uscita nello/dallo stabilimento sono separati.
• Tutti gli ingressi - anche nel corso della giornata - devono essere effettuati attraverso l'accesso principale (reception), lato viuzzo del Piscetto; tutte le uscite -anche nel corso della giornata - devono essere effettuate attraverso l'accesso vicino alla sala CED, lato via Conti.

11. Spostamenti interni, riunioni, eventi interni e formazione
• Gli spostamenti interni sono limitati al minimo Indispensabile, privilegiando telefono o mail, e a patto che siano rispettate le previsioni di cui al punto 8.
• Sono vietate le riunioni in presenza. Laddove caratterizzate da necessità e/o urgenza, gli incontri potranno avvenire nelle sole sale riunioni, garantendo la minima partecipazione al fine del rispetto dell'obbligo di distanziamento di almeno 1,80 metri. All’ingresso di ogni sala riunione sarà affissa Informativa sul numero massimo di persone che possono simultaneamente accedervi.
• Sono sospesi e annullati tutti gli eventi interni e ogni attività di formazione in modalità in aula, anche obbligatoria, anche se già organizzati.
• Ove non possibile l'erogazione in modalità a distanza, il mancato completamento della formazione professionale e/o abilitante entro i termini previsti per tutti i ruoli/funzioni aziendali in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, dovuto all'emergenza in corso e quindi per causa di forza maggiore, non comporta l'impossibilità a continuare lo svolgimento dello specifico ruolo/funzione.

12. Gestione di una persona sintomatica in azienda
• Nel caso in cui una persona presente In azienda sviluppi febbre e sintomi di infezione respiratoria, dovrà dichiararlo immediatamente a HR, e si dovrà procedere all'isolamento in base alte disposizioni dell'Autorità Sanitaria. L'Azienda informerà tempestivamente l'Autorità Sanitaria.
• Nel caso di una persona positiva a Covid-19, l'Azienda collabora con l'Autorità Sanitaria alla definizione dei contatti stretti. Nel periodo dell'indagine, l'Azienda potrà chiedere ai possibili contatti stretti di lasciare in via cautelativa i locali aziendali.

13. Sorveglianza sanitaria/Medico Competente/RLS
• La sorveglianza sanitaria del personale proseguirà rispettando le misure igieniche contenute nelle indicazioni del Ministero della Salute.
• Saranno privilegiate, in questo periodo, le visite preventive, le visite a richiesta e le visite da rientro da malattia.
• La sorveglianza sanitaria periodica non sarà interrotta, al fine di:
o intercettare possibili casi e sintomi sospetti del contagio
o consentire al medico competente di informare e formare i lavoratori In merito alle misure di prevenzione da mettere in atto per evitare la diffusione del contagio.
• Nell'integrare e proporre tutte le misure di regolamentazione legate al COVID-19 il medico competente collabora con il datore di lavoro e le RLS/RLST.
• Il medico competente segnala all'Azienda situazioni di particolare fragilità e patologie attuali e pregresse dei dipendenti e Balmain provvede alla loro tutela nel rispetto della privacy.
In particolare, i soggetti affetti da stati dì immunodepressione congenita o acquisita ovvero con patologie croniche o con multi morbilità (Broncopneumopatie croniche, Cardiopatici, Diabetici scompensati, affetti da Sclerosi Multipla, Oncologici in terapia solo a titolo esemplificativo) dovranno segnalare la propria condizione a Balmain, nel rispetto della loro privacy. Quest'ultimo comunicherà le generalità del lavoratore e il suo recapito telefonico al Medico Competente aziendale qualora questi abbia necessità di contattarlo ai fine di valutare la sua posizione lavorativa alla luce delle su condizioni di salute.
Balmain si coordina con il Medico competente preventivamente alla ripresa dell'attività dì soggetti in situazione di fragilità - anche in relazione all’età.
• Balmain si coordina altresì Con il Medico Competente per il reinserimento lavorativo di soggetti con pregressa infezione da COVID-19. Il reintegro di tali soggetti può avvenire - ferma restando la certificazione di negativizzazione del tampone - solo a seguito di visita medica anche a prescindere dalla scadenza del termine dei 60 giorni previsti dall'art. 41, comma 2, lett. e-ter del Dlgs 81/2008).

14. Aggiornamenti ai Protocollo
• Le linee guida del Protocollo Balmain saranno oggetto di costante revisione e aggiornamento sulla base delle disposizioni delle Autorità nonché dell’Autorità Scientifica.
• Istruzioni operative che dovessero rendersi necessarie per le attuazioni dei punti del Protocollo si intendono facenti parte dello stesso.

15. Disposizioni finali
• Il presente Protocollo - così come le procedure operative eventualmente emanate - nonché gli aggiornamenti che si dovessero rendere necessari, sono da intendersi quale regolamento aziendali a tutti i fini e gli effetti
• Ognuno è dunque tenuto al rispetto pedissequo di quanto ivi prescritto a tutela della salute e sicurezza di tutta l'Azienda.
• La violazione delle disposizioni del presente Protocollo ha rilievo a fini disciplinari. Comportamenti non rispettosi delle misure di sicurezza potranno dunque essere oggetto di sanzione disciplinare - nel rispetto delle procedure e delle norme di Legge nonché di Contratto Collettivo applicato al rapporto di lavoro - che, nei casi più gravi, può configurare giusta causa di licenziamento.
• Fatto salvo il rilievo disciplinare di cui sopra, la Società si riserva il diritto di esigere il rimborso per multe eventualmente comminate a Balmain per negligenza dei propri dipendenti nel rispettare le disposizioni del Protocollo Balmain.

Allegato 1 - Informativa Aziendale e misure di prevenzione
A tutto il personale interno ed esterno.
tutti gli ambienti dì lavoro della Società Balmain Italia srl devono restare un luogo sicuro. Per mantenere questa condizione, la Società ha redatto uno specifico "Protocollo Balmain” al quale i comportamenti del personale e dei terzi devono uniformarsi con consapevole, costante e collaborativa puntualità. Il Protocollo Balmain è disponibile presso la reception mentre, qui di seguito, si rammentano le principali regole da seguire per accedere alle nostre sedi:
> siete invitati a controllare la vostra temperatura corporea prima di lasciare il vostro domicilio. In caso di febbre (oltre 37,5°) o altri sintomi influenzali è fatto obbligo di rimanere al proprio domicilio e di chiamare il proprio medico di curante di Medicina Generale e l'Autorità Sanitaria;
> all'ingresso sarà controllata la temperatura corporea dal personale della reception con la finalità dì prevenire il contagio da SARS-COV2. In caso di temperatura superiore ai 37,5°, non sarà consentito l'accesso ai luoghi di lavoro. Le persone in tale condizione saranno invitate a lasciare l'Azienda, non dovranno recarsi al Pronto Soccorso e/o nelle Infermerie di sede, ma dovranno contattare nel più breve tempo possibile il proprio medico curante e seguire le sue indicazioni o i numeri di riferimento regionali riportati in calce alla presente informativa;
> al personale esterno sarà richiesta un'Autodichiarazione attestante assenza di sintomi. Il rifiuto a rendere tale autodichiarazione o la presenza di una delle condizioni in essa riportate precluderanno l'accesso in azienda;
> ai sensi dell'art. 20 del D.Lgs. 81/08 (Testo Unico sulla Sicurezza) con l'accesso in Azienda è fatto obbligo di rispettare tutte le disposizioni Impartite delle Autorità e dell'Azienda stessa. In particolare, è fatto obbligo di mantenere la distanza di sicurezza di almeno 1,80 metri dalle altre persone, di osservare le regole di igiene delle mani ed osservare tutti i comportamenti richiesti;
> vige l'impegno di informare tempestivamente e responsabilmente HR del manifestarsi di qualsiasi sintomo influenzale durante l'espletamento della prestazione lavorativa, avendo cura di rimanere alla distanza di sicurezza dalle persone presenti;
> all'interno dell'azienda vige l'obbligo di indossare mascherine e guanti monouso secondo le disposizioni del Protocollo Balmain;
> è obbligo di limitare gli spostamenti all'interno del sito aziendale al minimo indispensabile e nel rispetto delle indicazioni aziendali;
> negli spazi comuni è richiesto di sostare il tempo minimo necessario:
> I corrieri non potranno accedere ai locali aziendali ma dovranno seguire le indicazioni fornite dal personale;
> è obbligo ridurre al minimo indispensabile l'ingresso di fornitori; visitatori e consulenti
> è collocata e affissa apposita segnaletica per rammentare comportamenti, cautele e condotte in linea con il principio del rispetto rigoroso del distanziamento nonché della corretta igiene personale.


Allegato 2 - Informativa sul trattamento dei dati personali
Ai sensi del Regolamento Ue n. 679/2016 (cd. GDPR), si forniscono di seguito le informazioni in merito al trattamento dei dati personali dei soggetti che, durante l'emergenza COVID-19, c.d. Coronavirus, accedono ai locali e agii uffici di Balmain Italia srl o ad altri luoghi comunque a quest'ultima riferibili.

Titolare del trattamento
Balmain SA - 44 rue Francois 1èr 75008 Paris e Balmain Italia srl, con sede legale in Via Tortona n. 25 - CAP - 20144 Milano

Tipologia di dati personali trattati e di interessati
Nei limiti delle finalità e delle modalità definite nella presente informativa, sono oggetto di trattamento:
a) i dati attinenti alla temperatura corporea;
b) le Informazioni in merito a contatti stretti ad alto rischio di esposizione, negli ultimi 14 giorni, con soggetti sospetti o risultati positivi al COVID-19;
c) le informazioni in merito alla provenienza, negli ultimi 14 giorni, da zone a rischio secondo le indicazioni dell'OMS.
d) alla presenza di sintomi influenzali (solo personale esterno - con esclusione del personale dipendente).
I dati personali oggetto di trattamenti si riferiscono a:
a) il personale di Balmain Italia srl Rispetto a tali interessati, la presente informativa integra quella già fornita per il trattamento dei dati personali funzionale all'instaurazione e all'esecuzione del rapporto di lavoro;
b) i fornitori, i trasportatori, gli appaltatori, visitatori e ogni altro soggetto terzo autorizzati ad accedere ai locali e agli uffici di Balmain Italia srl o ad altri luoghi comunque a quest'ultima riferibili.

Finalità e base giuridica del trattamento
I dati personali saranno trattati esclusivamente per finalità di prevenzione dal contagio da COVID-19, in esecuzione del Protocollo di sicurezza anti-contagio adottato ai sensi dell'art. 1, n. 7, lett. d) del DPCM 11 marzo2020.
La base giuridica del trattamento è, pertanto, dà rinvenirsi nell'implementazione dei protocolli di sicurezza anti-contagio ai sensi dell’art. art. 1, n. 7, lett. d) del DPCM 11 marzo 2020.

Natura del conferimento dei dati personali
Il conferimento dei dati è necessario per accedere ai locali e agli uffici di Balmain Italia srl o ad altri luoghi comunque a quest'ultima riferibili. Un eventuale rifiuto a conferirli impedisce di consentire l'ingresso.

Modalità, ambito e durata del trattamento
il trattamento è effettuato dal personale di Balmain Italia srl che agisce sulla base di specifiche istruzioni fornite in ordine alle finalità e alle modalità del trattamento.
Con riferimento alla misurazione della temperatura corporea, Balmain Italia srl non effettua alcuna registrazione del dato. L'identificazione dell'interessato e la registrazione del superamento della soglia di temperatura potrebbero avvenire solo qualora fosse necessario documentare le ragioni che hanno impedito l'accesso. In tal caso, l'interessato sarà informato della circostanza.
L'autodichiarazione è conservata per il massimo consentito dalla legge.
I dati personali non saranno oggetto di diffusione, né di comunicazione a terzi, se non in ragione delle specifiche previsioni normative (es. in caso di richiesta da parte dell'Autorità sanitaria per la ricostruzione della filiera degli eventuali contatti stretti di un lavoratore risultato positivo al COVID-19).
I dati saranno trattati per il tempo strettamente necessario a perseguire la citata finalità di prevenzione dal contagio da COVID-19 e conservati non oltre il termine dello stato d'emergenza, attualmente fissato ai 31 luglio 2020 dalla Deliberà del Consiglio dei Ministri 31 gennaio 2020.

Diritti degli interessati
In qualsiasi momento, gli interessati hanno il diritto di accedere ai propri dati personali, di chiederne la rettifica, l'aggiornamento e la relativa cancellazione. È, altresì, possibile opporsi al trattamento e richiederne la limitazione.
Queste richieste potranno essere rivolte a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Balmain SA- Service Juridique - 44 rue Francois 1er 75008 Paris.
Inoltre, nel caso in cui si ritenga che il trattamento sia stato svolto in violazione della normativa sulla protezione dei dati personali, è riconosciuto il diritto di presentare reclamo all'Autorità Garante per la protezione dei dati personali. Piazza Venezia, 11 - 00187 - Roma.

Allegato 3 - Autodichiarazione dipendenti
Il sottoscritto _____________nato a ______________ il _________ , consapevole delle sanzioni penali previste in caso di dichiarazioni mendaci, così come stabilito dall'art. 76 del DPR 445/2000
Dichiara
I. Di non avere o non avere avuto negli ultimi 5 giorni:
a. febbre con temperatura superiore ai 37,5°
II. di non aver - negli ultimi 14 giorni:
a. soggiornato (o esser transitati) fuori dai confini nazionali;
b. viaggiato in aereo
c. avuto contatti con soggetti positivi al COVID-19 o sospetti tali

Luogo e data
_______________________
Firma
_______________________

Allegato 4 - Autodichiarazione fornitori ed esterni
Il sottoscritto ______________ nato a _________________ il _________________ in qualità di ______________ della Società ______________________ con sede legale in via _____________n _______________, consapevole delle sanzioni penali previste in caso di dichiarazioni mendaci, così come stabilito dall'art.76 del D PR 445/2000
Dichiara
III, Di non avere o non avere avuto negli ultimi 5 giorni:
b. febbre con temperatura superiore ai 37,5°
c. Forte spossatezza
d. Tosse secca
e. Anosmia o iposmia (ossia perdita o diminuzione dell'olfatto)
f. Ageusia (perdita del gusto)
g. Difficoltà respiratorie
h. Congestione nasale
i. Mal di testa
j. Diarrea
IV. di non aver - negli ultimi 14 giorni:
a. soggiornato (o esser transitati) fuori dai confini nazionali;
b. viaggiato ih aereo
c. avuto contatti con soggetti positivi ai COVID-19 o sospetti tali

Luogo e data
_____________________
Firma
_____________________