Stampa
Categoria: Documentazione sindacale
Visite: 2207

OPRA LOMBARDIA
ORGANISMO PARITETICO REGIONALE DELL’ARTIGIANATO

Prot. N 30/2020/GS/SC/ms
Delibera COVID-19 N. 2
Note per la costituzione e il funzionamento dei Comitati territoriali
 

Visto
il “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” del 24 aprile 2020, successivamente chiamato “Protocollo condiviso”;
Visti
Il DL n° 33 del 16 maggio 2020 e il DPCM 17 maggio 2020;
Vista
la Delibera COVID-19 approvata dall' OPRA l'11 maggio 2020 contenente le regole per la costituzione, il funzionamento ed i compiti dei Comitati territoriali costituiti presso gli OPTA di cui al punto 13, secondo paragrafo del precitato Protocollo condiviso ;
Considerata
la necessità, in questa particolare fase di emergenza sanitaria per il contagio da coronavirus e fino alla vigenza dell'emergenza epidemiologica e del Protocollo condiviso, di sviluppare una procedura di riferimento per l'attività dei Comitati territoriali finalizzata all' applicazione e alla verifica delle regole del Protocollo di regolamentazione;
Considerato
che i datori di lavoro in generale debbono adottare per la ripresa dell'attività il Protocollo condiviso;
Preso atto
dei costituendi Comitati territoriali presso gli OPTA, quali sedi di attuazione del punto 13 del citato Protocollo condiviso e degli eventuali protocolli aziendali integrativi delle aziende artigiane e non artigiane che aderiscono al sistema della pariteticità di OPRA Lombardia, con priorità a quelle già iscritte alla pariteticità regionale e in regola con i contributi associativi;

Delibera:
1. OPRA riconosce e prende atto che le aziende debbono aver adottato il Protocollo condiviso del 24 aprile 2020 al fine della ripresa dell'attività.
2. Ai fini di quanto al punto 1), all'interno delle attività di verifica dell'applicazione del protocollo ad opera dei Comitati territoriali, le aziende inviano la comunicazione allegata e la scheda di “Verifica delle regole del Protocollo di regolamentazione” elaborata in sede di Regione Lombardia e scaricabile dal sito OPRA quale documento di autovalutazione per l'applicazione del Protocollo.
3. In coerenza con i principi di cui ai punti 1) e 2) l'attività di verifica dell'applicazione del Protocollo da parte dei Comitati territoriali si svolgerà o a seguito di richiesta da parte delle aziende o tramite piani di verifica a campione sviluppati dai singoli Comitati territoriali presso gli OPTA, anche sulla base di proposte avanzate dai RLST.
4. Il Comitato territoriale è a disposizione delle aziende che hanno indicato criticità nell'applicazione del Protocollo, al fine di rimuovere gli impedimenti che ostacolano la ripresa dell'attività produttiva in sicurezza.
5. Sia per le decisioni assunte dal Comitato territoriale in riferimento alla valutazione della documentazione pervenuta, sia per le richieste fatte in forma scritta dalle aziende [capoverso 2) della Delibera di OPRA dell'11 maggio 2020 (“Compiti del Comitato territoriale ...”), il Comitato territoriale decide in autonomia le tempistiche delle proprie attività, comprese le visite, avvalendosi anche dei RLST in virtù delle loro attribuzioni e competenze; le attività di verifica dell'applicazione del Protocollo condiviso si svolgeranno comunque nel rispetto delle forme e secondo le procedure previste per l'esercizio dei diritti di accesso e consultazione degli RLST previsti dall'Accordo Interconfederale Regionale lombardo del 20 febbraio 2013.
6. Nel caso in cui, a seguito di visite aziendali o attività iniziate precedentemente la costituzione del Comitato territoriale, il RLST sia stato coinvolto direttamente dalle aziende nell'attività di verifica dell'applicazione del Protocollo, lo stesso darà continuità al rapporto, unicamente per chiudere l'azione/visita, e ne informerà il Comitato territoriale rimettendo allo stesso tutti gli elementi acquisiti (anche di carattere documentale); il Comitato territoriali assumerà le eventuali valutazioni conseguenti.
7. Le aziende che hanno avviato un percorso di condivisione del Protocollo aziendale, precedentemente alla delibera di OPRA del 11 maggio 2020 e reso partecipe il RLST, trovano riferimento nel Comitato territoriale mantenendo gli atti prodotti come richiamato nel punto 6).
8. I coordinatori dell'OPTA si fanno carico di convocare per iscritto i soggetti individuati dalla Delibera di OPRA dell'11 maggio 2020, indicando nell'oggetto la costituzione del Comitato territoriale. Il Comitato territoriale, attraverso OPTA, comunicherà le delibere/gli atti assunti compresa la composizione del Comitato territoriale, tutti i dati, la documentazione e i report mensili, utilizzando l'apposito quadro creato sul gestionale OPRA.
9. All'interno del Comitato territoriale il ruolo di coordinamento, per quanto attiene a convocazioni e gestione delle attività, viene assunto di norma dai rispettivi coordinatori dell'OPTA, salvo diversa pattuizione.
10. Le Parti sociali comunicano all'OPRA, e per conoscenza all'OPTA, i nominativi dei rispettivi componenti designati nel Comitato territoriale.
11. Il Comitato territoriale definisce nella prima convocazione, nel rispetto dei principi di pariteticità tra organizzazioni datoriali artigiane e organizzazioni sindacali dei lavoratori e delle norme contenute nella presente delibera, regole proprie di funzionamento (convocazioni, calendario attività, validità delle sedute ecc.).
12. In caso di controversie e/o di impedimenti alla costituzione vale la previsione della Delibera di OPRA dell'11 maggio 2020 (“OPRA Lombardia, al fine di sostenere e coadiuvare i comitati territoriali costituiti presso gli OPTA...”).
13. Sarà avviato un percorso formativo/informativo on line di base per i componenti dedicato al ruolo dei Comitati territoriali, compiti e funzioni, rispetto all'emergenza sanitaria COVID- 19 ed all'applicazione del Protocollo condiviso del 24 aprile 2020.
14. OPRA, considerata la straordinaria situazione di emergenza sanitaria, in via eccezionale, si fa carico di fornire ai componenti del Comitato territoriale i DPI e gli strumenti di protezione necessari per lo svolgimento delle attività di verifica.
15. OPRA si impegna ad integrare e modificare i contenuti della delibera in merito all'evolversi delle esperienze maturate sul territorio ed alle modifiche delle norme e del Protocollo attualmente vigente.

I COORDINATORI


Fonte: opra.lombardia.it