Stampa
Categoria: 2020
Visite: 2177

Tipologia: Accordo Regolamento Comitato Territoriale
Data firma: 30 luglio 2020
Parti: Api e Cgil, Cisl, Uil
Settori: PMI, Novara e Vco
Fonte: cgilnovaravco.it


Verbale di accordo
Regolamento attuativo del Comitato Territoriale in materia di COVID-19 del 30 luglio 2020


Tra Api Novara, Vco e Vercelli […], e Cgil Novara e Vco […], Cisl Piemonte Orientale […], Uil Novara e Vco […], (di seguito congiuntamente “le Parti"), si è convenuto di redigere il presente Accordo in materia di funzioni e regolamento del Comitato Territoriale in materia di Covid19 del xx luglio 2020.

Premesso che
in data 30 luglio 2020 è stato costituito presso l’OPPC territoriale di Novara e Vco, istituito tra Api Novara, Vco e Vercelli / Cgil Novara e Vco, Cisl Piemonte Orientale e Uil Novara e Vco, il Comitato Teditoriale per la Provincia di Novara e per la Provincia del Vco in materia di COVID19 in applicazione delle indicazioni contenute nel Protocollo per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID19 negli ambienti lavoro siglato da Governo e Parti Sociali Nazionali il 24 aprile 2020, recepite inizialmente dal DPCM del 26 aprile 2020 e successivo DL del 17 maggio 2020, confermando la volontà delle Parti di definire congiuntamente un percorso condiviso utile alla ripresa/prosecuzione dell’attività lavorativa nelle aziende in salute e sicurezza.
Ciò premesso, si concorda quanto segue:
1) La riapertura/prosecuzione delle attività deve avvenire mettendo in atto tutte le misure atte a contrastare e contenere la diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro, considerato che il Corona-virus rappresenta un rischio biologico generico normalmente esterno alla maggior parte delle attività lavorative, per il quale occorre attuare misure uguali per tutta la popolazione, compresa quella lavorativa, e trasversale a tutte le attività produttive. È necessario pertanto che le aziende mettano in atto le misure di precauzione idonee secondo le disposizioni normative e le indicazioni delle Autorità Sanitarie competenti; in ragione di ciò tutte le aziende che non lo abbiano ancora fatto, predisporranno ed attueranno le misure anti contagio previste dal Protocollo Condiviso del 24 aprile 2020 tramite un Protocollo aziendale e procedure applicate in modo coerente al lavoro reale dell’azienda, a tale fine il Comitato Territoriale OPPC avrà il compito di realizzare, in collaborazione con le parti sociali, una campagna informativa finalizzata al contrasto e al contenimento della diffusione del virus COVID-19 e alla tutela della salute dei lavoratori.
2) In coerenza con quanto previsto dall’Accordo del 24 aprile 2020 e s.m.i., il Comitato Territoriale OPPC avrà, ove non sia costituito il Comitato Aziendale, funzione di monitoraggio delle misure anti-contagio nelle aziende; il monitoraggio verrà effettuato attraverso una lista di controllo dedicata (check list).
3) Le aziende aderenti, direttamente o per il tramite dell’Associazione, invieranno al Comitato Territoriale OPPC, presso un indirizzo di posta elettronica dedicato, il documento elaborato tramite la lista di controllo (check list), costituente parte integrante del DVR e suo aggiornamento ai fini stabiliti dal Protocollo.
4) Per le aziende che non lo avessero realizzato dovrà essere da loro effettuato l’aggiornamento informativo/formativo dei lavoratori e di tutte le figure dell’organigramma della sicurezza, finalizzato a prevenire ogni possibile forma di diffusione del contagio nelle aziende; i RLS avranno il compito di contribuire a diffondere le indicazioni del Protocollo presso i lavoratori e le aziende, ove presenti.
5) Tale aggiornamento avverrà in modalità a distanza e si avvarrà, qualora ritenuto necessario, di docenti scelti anche nell’ambito di operatori dei Servizi di Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro delle ASL che già si occupano della tematica, con anche la collaborazione di altri esperti individuati dall’OPPC.
6) Api Novara, Vco e Vercelli informa tutte le imprese aderenti, tramite invio di apposita comunicazione, della costituzione del Comitato Territoriale OPPC.
7) Api Novara, Vco e Vercelli / Cgil Novara e Vco, Cisl Piemonte Orientale e Uil Novara e Vco mettono a disposizione, tramite i propri siti web, le procedure di contatto e la modulistica informativa e quella per l’applicazione del Protocollo condiviso.
8) Compiti del Comitato Territoriale OPPC.
Nello specifico, il Comitato:
a) dopo l’esame della documentazione inviata dall’azienda si riserva la possibilità di prendere contatto con la stessa per verificare le eventuali criticità emerse nell’applicazione del Protocollo al fine di rimuovere gli impedimenti che possono aver ostacolato la ripresa dell'attività produttiva in sicurezza; qualora sia ritenuto necessario, effettua visite per la verifica dell’applicazione del Protocollo, in collaborazione con l’Azienda interessata;
b) nel caso di aziende, con peculiari esigenze derivanti dalla complessità organizzativa, tecnica, produttiva, che sottopongano un protocollo aziendale anti-contagio particolarmente articolato il Comitato Territoriale potrà invitare i responsabili delle stesse aziende ad un incontro ai fini di un’analisi più approfondita;
c) Il Comitato Territoriale, nell’ambito della sua attività, qualora si rendesse necessaria una valutazione aggiuntiva, per la quale non si rilevino al proprio interno competenze adeguate, potrà avvalersi di consulenze esterne anche attraverso appositi accordi con le Autorità sanitarie locali ed altri soggetti pubblici/privati aventi competenza in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, coinvolti nelle iniziative del contrasto alla diffusione del COVID-19;
d) Ai fini della maggiore diffusione possibile tra le aziende del ruolo e delle attività del Comitato Territoriale OPPC, il Comitato richiederà, per il tramite del sistema di rappresentanza dell’OPPC, agli Istituti preposti dell’Inps e dell’Inail i riferimenti delle aziende non associate ma comunque interessate e destinatarie dell’informazione di costituzione del Comitato OPPC e del suo relativo regolamento.

Novara 30 luglio 2020