Stampa
Categoria: 2020
Visite: 2183

Tipologia: Accordo
Data firma: 21 settembre 2020
Validità: 01.10.2020 - 31.12.2020
Parti: Gruppo Zurich Italia e First-Cisl, Fisac-Cgil, Fna, Snfia, Uilca
Settori: Credito Assicurazioni, Gruppo Zurich
Fonte: fisac-cgil.it


Verbale di accordo tra il Gruppo Zurich Italia e le Organizzazioni Sindacali First/Cisl, Fisac/Cgil, Fna, Snfia e Uilca

Premesso
- l'attuale contesto, le misure sino ad ora adottate sia a livello nazionale sia a livello aziendale nonché la comune e prioritaria volontà di assicurare misure precauzionali a tutela della salute e della sicurezza dei dipendenti;
- il percorso iniziato tra le Parti in coincidenza dell'inizio dell'emergenza sanitaria, volto a condividere soluzioni che, nel contesto che ha colpito il Paese e nelle sue evoluzioni, bilancino la tutela dei dipendenti ed il regolare funzionamento dell'organizzazione aziendale;
- la comune volontà di definire un modello progressivo basato sul principio di volontarietà che contemperi sia le esigenze di una nuova socialità fisica e di un ritorno ad una graduale normalità sia la facoltà di proseguire, nei termini ad oggi in essere, nello svolgimento della propria prestazione lavorativa da remoto;
- la straordinarietà delle misure previste nel presente Accordo e, conseguentemente, la loro validità per il solo periodo compreso tra il 1° ottobre e il 31 dicembre 2020.
Tutto ciò premesso le Parti
convengono che
1) la premessa costituisce parte integrante del presente Accordo;
2) ciascun dipendente potrà continuare a prestare la propria attività lavorativa secondo l'attuale modalità di lavoro da remoto (smart working per cinque giorni a settimana) sino al 31 dicembre 2020;
3) in considerazione di quanto indicato in premessa viene definito un piano di rientro su base volontaria, a partire dal 19 ottobre 2020, per la sola sede di Mac 9. Rimane valido quanto previsto per le sedi sul territorio e per la sede di Milano Fucini, alle quali non sarà consentito l'accesso; i dipendenti della sede di Fucini potranno accedere alla sede di Mac 9;
4) fermo restando il principio della volontarietà ed al fine di garantire un meccanismo di rientro che tuteli la salute e la sicurezza dei dipendenti, il piano prevederà la suddivisione della popolazione aziendale delle sedi di Mac 9 e Fucini in tre gruppi che potranno entrare nella sede di Mac 9 su turni predefiniti, per una settimana ogni tre settimane, nel limite massimo di 150 dipendenti al giorno. Le Parti precisano che da tale numero massimo verranno esclusi i dipendenti che si trovino in situazioni di fragilità o che convivano con soggetti considerati fragili. A tal fine l'Azienda trasmetterà a tutti i dipendenti un'apposita procedura che consentirà di sottoporre all'attenzione del medico competente situazioni di fragilità personali o di familiari conviventi;
5) nell'ambito della settimana del gruppo di appartenenza, i dipendenti che decideranno volontariamente di accedere alla sede dovranno preventivamente prenotare una postazione di lavoro, per ciascuna giornata di presenza, attraverso un'apposita app che verrà messa a disposizione dall'Azienda e che sarà cura del dipendente scaricare sullo smartphone aziendale. In assenza di prenotazione della postazione secondo la modalità descritta, l'accesso alla sede non sarà consentito in alcun modo. Nelle giornate di presenza in sede i dipendenti dovranno attenersi a quanto previsto dal CCNL e dal CIA in vigore.
Fermo il principio di volontarietà, nel caso di eventuali variazioni rispetto al numero di dipendenti indicato al punto sub 4) condizionate dall'evolversi dell'emergenza sanitaria e/o nel caso di motivi straordinari e contingenti legati all'organizzazione produttiva aziendale che rendessero strettamente necessaria la presenza presso la sede di Mac 9 di altri dipendenti oltre a quelli volontari, le Parti si incontreranno per concordare il numero delle persone coinvolte che dovrà comunque essere limitato, nel rispetto delle procedure di salute e sicurezza.
Le Parti, infine, ribadiscono che il presente Accordo cesserà i suoi effetti il 31 dicembre 2020. Superato tale termine si intenderà decaduto, senza che i suoi contenuti costituiscano presupposto nelle future contrattazioni in merito agli istituti qui normati.
Resta ferma l'agibilità sindacale all'interno dei locali aziendali nel rispetto dei protocolli di sicurezza.
 

Milano, 21 settembre 2020