Stampa
Categoria: Prassi amministrativa
Visite: 1543

Consiglio Nazionale delle Ricerche
                   Direzione Generale


 

Direttori di Istituto
Direttori Dipartimento

Presidenti e Responsabili delle Aree di ricerca
Dirigenti/Responsabili degli Uffici dell’amministrazione centrale
OO.SS. CNR
A tutto il personale dipendente del CNR

e, p.c.      Presidente CNR

Prof. Massimo INGUSCIO
LORO SEDI

 

Oggetto: Indicazioni operative sulla gestione dell’emergenza da corona virus in attuazione del DPCM 9 marzo 2020.

Il DPCM promulgato ieri 9 marzo 2020 ha esteso all’intero territorio nazionale le misure di cui all’art. 1 del DPCM 8 marzo 2020 precedentemente previste solo per alcuni territori (Regione Lombardia, province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso, Venezia).
All’intero territorio nazionale dunque devono essere applicate le più rigorose misure di restrizione, prime fra tutte l’indicazione ad evitare ogni spostamento delle persone in entrata, uscita e transito nel territorio salvo comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o motivi di salute e il nuovo divieto di ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.
Tale indicazione continua ad affiancarsi alla raccomandazione ai datori di lavoro pubblici e privati di promuovere, fino al 3 aprile 2020, la fruizione da parte dei lavoratori dipendenti dei periodi di congedo ordinario e di ferie e di facilitare l’adozione delle modalità di lavoro agile. Le strutture del CNR localizzate nell’intero territorio nazionale dovranno attenersi a queste raccomandazioni facendo riferimento, per le procedure di attivazione, a quanto già comunicato nella nota del 6 marzo u.s.
In ottemperanza alle disposizioni da oggi in vigore sono inoltre prorogate sino al 3 aprile 2020 le misure precedentemente adottate con provvedimento del sottoscritto ed aventi termine il 15 marzo 2020 ovvero:
a) l’utilizzo del codice covid19 nei sistemi di rilevazione e certificazione degli attestati di presenza;
b) la sospensione, in via temporanea e straordinaria, dell’obbligo periodico di rientro presso la sede di lavoro relativamente ai lavoratori in regime contrattuale di telelavoro (nelle giornate di mancato rientro, si utilizzerà comunque il codice covid19);
c) Il divieto di accesso alle sedi e alle strutture del CNR a: studenti, tesisti, borsisti, dottorandi, tirocinanti, stagisti e personale esterno al CNR, fatto salvo l’accesso del personale delle ditte titolari di contratti di pulizia, vigilanza, ristorazione e manutenzione ordinaria.
d) la sospensione di tutte le attività in collaborazione con le istituzioni scolastiche di ogni ordine, fatta salva l’adozione di ulteriori provvedimenti delle autorità competenti in materia.
Al fine di limitare gli spostamenti e contenere il più possibile la diffusione del virus, fino al 3 aprile p.v.:
1. non sarà possibile autorizzare le missioni fino al prossimo 3 aprile, salvo indifferibili e straordinarie esigenze di servizio correlate alla tutela delle persone e del patrimonio tecnico-scientifico.
2. In tutte le sedi infine, fino al 3 aprile p.v., sono sospese manifestazioni, convegni, seminari, attività didattiche e/o formative in presenza organizzate dal CNR o da altri Enti.
 

DIRETTORE GENERALE