Stampa
Categoria: 2021
Visite: 1460

Tipologia: Accordo
Data firma: 29 gennaio 2021
Parti: Edison e Filctem-Cgil, Flaei-Cisl, Femca-Cisl, Uiltec-Uil, Coordinamento RSU
Settori: Chimici, Edison
Fonte: filctemcgil.it


Verbale di accordo

Il giorno 29 gennaio 2021 si sono incontrati in videoconferenza Edison spa (di seguito Edison) […], in nome e per conto delle sue Società controllate in cui sono applicati il CCNL per gli addetti al Settore Elettrico, il CCNL per il settore Gas-Acqua ed il CCNL Energia e Petrolio e le Segreterie Nazionali delle OO.SS. del settore energia […] Filctem-Cgil, […] Flaei-Cisl, […] Femca-Cisl, […] Uiltec-Uil, presente il Coordinamento Unitario Nazionale delle RSU Edison

Premesso che:
✓ il 13 novembre 2020 Edison e le Organizzazioni Sindacali avevano sottoscritto un accordo contenente le misure di prevenzione igienico sanitaria e le misure di carattere organizzativo per far fronte alla emergenza sanitaria correlata alla pandemia da COVID-19 fino al 31 gennaio 2021;
✓ le Parti hanno preso atto che con deliberazione del Consiglio dei Ministri del 13 gennaio 2021 lo stato di emergenza sanitaria attualmente in atto è stato prorogato al 30 aprile 2021;
✓ il perdurare di tale situazione di emergenza nel Paese rende necessario continuare a rispettare rigorosamente i protocolli di salute e sicurezza già adottati in tutti i luoghi di lavoro, che devono essere accompagnati dall’osservanza di comportamenti socialmente responsabili a partire dalla vita privata e sociale di tutti i giorni;
si conviene quanto segue
In coerenza con le disposizioni normative pro-tempore vigenti, con i protocolli sottoscritti dalle Parti Sociali a livello nazionale e con gli accordi in essere nel Gruppo Edison nonchè con le linee guida aziendali per la gestione delle attività lavorative in presenza nelle varie pag. 1
sedi, le misure di prevenzione igienico sanitarie e le misure organizzative attualmente adottate vengono prorogate fino al 30 aprile 2021.
Vengono in particolare confermate:
✓ le misure di prevenzione igienico/sanitarie adottate in tutte le sedi aziendali e finalizzate a contenere specifici e differenziati rischi anche a livello locale
conseguenti a disposizioni di legge/ordinanze,
✓ la campagna volontaria di somministrazione dei test rapidi “antigenici” per tutto il personale che svolge la propria attività in presenza o in alternanza sede aziendale / da remoto,
✓ la disciplina dello smart work emergenziale come definita, da ultimo, nell’accordo del 13 novembre 2020 con particolare riferimento alle “regole di comportamento” ed all’erogazione del ticket restaurant elettronico;
✓ le flessibilità in atto per tutelare le situazioni di fragilità e/o collegate alla gestione dell’emergenza sanitaria nell’ambito personale e/o del proprio nucleo familiare,
✓ l’esercizio dei diritti e delle libertà sindacali vigenti per norme di legge e/o di contratti collettivi di ogni livello anche in caso di attività continuativa in smart work,
✓ l’accesso alle iniziative di formazione nell’ambito dei piani annuali definiti anche attraverso la piattaforma on line per le attività di e-learning,
✓ le trasferte strettamente correlate a criteri di indifferibilità per garantire la gestione degli impianti, dei cantieri e delle attività necessarie ad assicurare la continuità dei servizi ai clienti.
Le Parti confermano inoltre - a questo livello di confronto - l’impegno ad incontrarsi entro la metà del mese di aprile sia per valutare e adottare tempestivamente - per quanto di specifica e rispettiva competenza - ogni ulteriore misura si rendesse necessaria in relazione all’evoluzione del complessivo quadro normativo e sia per definire la disciplina dello smart work una volta terminata l’attuale fase emergenziale.
Il presente verbale di accordo è considerato approvato e sottoscritto in remoto attraverso accettazione del suo contenuto via e-mail.