Stampa
Categoria: Covid-19
Visite: 4050

Fondazione Studi Consulenti del Lavoro

 

Approfondimento del 22 marzo 2021

 

Protocolli anti-contagio,test e vaccini: la mappa per il datore di lavoro

Le FAQ della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro con le risposte ai quesiti più frequenti in materia

A cura di: Barbara Garbelli, Paola Martinucci

 

Sommario

INTRODUZIONE

VACCINO E AMBIENTI DI LAVORO

1. Il datore di lavoro può imporre il vaccino al lavoratore in base alle previsioni normative vigenti?
2. Come comportarsi di fronte al rifiuto del lavoratore di vaccinarsi?
3. Cosa deve fare oggi il datore di lavoro?
4. Al lavoratore che non si sottoponga al vaccino viene riconosciuto l’infortunio in caso di contagio?
TEST E TAMPONI IN AMBIENTE DI LAVORO
5. È possibile introdurre il test sierologico e/o il tampone molecolare come misura obbligatoria preventiva? Qual è il loro rapporto con il Protocollo anti-contagio aziendale? Come si colloca il parere del medico competente in questo contesto?
LA QUESTIONE PRIVACY LEGATA A TAMPONI, TEST E VACCINI
6. Come si configura il trattamento del dato relativo ai test (sierologico e tampone molecolare) in azienda?
7. Il trattamento del dato relativo al vaccino: quali disposizioni?
8. Vaccino somministrato in ambiente di lavoro: come si evolve la “questione privacy”?
GESTIONE DEI CONTAGI E ASSENZA DEI LAVORATORI
9. Il lavoratore posto in quarantena, sorveglianza precauzionale o isolamento può prestare attività lavorativa?
10. Definizione di quarantena e isolamento
11. Come si configura il contatto stretto che origina la quarantena?
 

 


fonte: consulentidellavoro.it