Stampa
Categoria: Prassi amministrativa
Visite: 1047


TRIBUNALE ORDINARIO DI MILANO
IL PRESIDENTE

 

Richiamato il provvedimento oggi adottato in sede di Conferenza dei Capi degli Uffici contenente le linee guida per l’attività giudiziaria per l’attuazione delle misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza COVID 19;
rilevato che allo stato attuale le misure indicate devono trovare immediata attuazione dovendosi garantire la continuità dell’attività dell’ufficio con le precauzioni disposte dalle autorità di governo e sanitarie competenti a livello statuale e regionale;
dispone
tutti i magistrati ordinari e onorari devono attenersi alle indicazioni contenute nell’allegato provvedimento.
Si evidenzia, altresì, che se nel caso concreto il giudice ravvisa l’impossibilità di garantire le condizioni ivi previste (ad es. a causa presenza di parti e di difensori in numero tale da determinare un sovraffollamento in uno spazio insufficiente) potrà sospendere e rinviare l’udienza a data congrua.
Peri servizi di Cancelleria i Dirigenti adotteranno separato provvedimento.
Si comunichi a tutti i magistrati ordinari e onorari del Tribunale e del Giudice di Pace di Milano e Rho.

Milano, 24 febbraio 2020
 

Il Presidente del Tribunale
Roberto Bichi



Corte di Appello di Milano - Procura Generale presso la Corte
Tribunale di Milano - Procura della Repubblica presso il Tribunale
Tribunale per i minorenni - Procura della Repubblica presso il Tribunale
Tribunale di Sorveglianza - Giudice di Pace di Milano
Ordine degli Avvocati di Milano


Provvedimento 1910 /Pres/2020                                                             Milano, 24 febbraio 2020
 

Linee Guida per l'attività giudiziaria degli Uffici Milanesi nell'ambito delle misure di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19


Viste:
l’ordinanza del Ministero della Salute e della Regione Lombardia in data 21 febbraio 2020;
il provvedimento del Presidente della Corte in data 22 febbraio 2020
l'ordinanza del Ministero della Salute in data 23 febbraio 2020
la nota della Prefettura di Milano in data 22 febbraio 2020
il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 23 febbraio 2020;
Non essendo stati assunti dalle autorità competenti, né a livello nazionale né a livello locale, provvedimenti di chiusura generalizzata degli uffici pubblici, l'attività giudiziaria sarà regolarmente svolta con le seguenti precauzioni:
Come già comunicato con provvedimento in data 22 febbraio 2020 del Presidente della Corte d'Appello (Provv. 1904/Pres/2020) le udienze si svolgeranno secondo i calendari già previsti.
I soli soggetti, parti processuali, difensori, testimoni, consulenti, periti, etc. autorizzati, anzi invitati, a non comparire, sono coloro che provengono dalle zone cd focolaio, per le quali è stato disposto dal Ministero della Salute e dalle autorità locali il divieto per la popolazione di allontanarsi da detti luoghi (vedi elenco allegato).
Per tutti coloro che si trovano in detta situazione la mancata comparizione, comunicata con qualsiasi mezzo (pec, email), sarò considerata legittimo impedimento e comporterà il rinvio dell'udienza.
Le udienze non interessate dalle interdizioni di cui sopra si potranno tenere o disponendo che si proceda a porte chiuse (art. 472, c. 3, c.p.p.) oppure limitando l'accesso all'aula alle persone strettamente necessarie, comunque evitando di far affluire troppe persone contemporaneamente. *
Gli avvocati sono già stati richiesti, tramite disposizione del Presidente dell'Ordine di Milano (concordata e comunicata ai Presidenti degli altri Ordini del Distretto), di limitare la presenza ai difensori e alle parti processuali strettamente necessari, evitando di portare all'udienza assistenti, stagisti e simili.
Quanto alle udienze con i detenuti, la Presidente del Tribunale di Sorveglianza, dott. Giovanna Di Rosa, comunica che i detenuti - ovviamente purché non siano malati - verranno regolarmente tradotti per le udienze.
Le altre attività e le attività di Cancelleria avranno regolare svolgimento, raccomandando l'adozione delle cautele indicate che saranno a breve compiutamente definite.
Si consiglia a tutti di mantenere prudenzialmente la distanza di sicurezza rispetto all'utenza.
L'uso di mascherine (peraltro utili solo in presenza di soggetti malati) e guanti può essere praticato se qualcuno li possiede personalmente, non essendo stato possibile alcun approvvigionamento da parte degli Uffici, in quanto esauriti presso tutte le Istituzioni pubbliche e i canali di distribuzione, anche se si sta ancora tentando di reperirli.
Si informa che è già stata richiesta una pulizia straordinaria degli uffici all'impresa di pulizia (con relativa disinfezione di scrivanie, maniglie, etc.)’, l’attività è già iniziata questa mattina e sarà portata avanti nel pomeriggio/sera e ripetuta nei prossimi giorni.
Si sta procedendo all'acquisto di distributori di gel disinfettanti, che già si trovano presso le cancellerie del Tribunale, per la collocazione nelle aule di udienza e negli altri Uffici.
Sono stati sospesi nella settimana dal 24 al 28 febbraio 2020 gli eventi già programmati, i corsi di formazione per avvocati, personale amministrativo, magistrati. Si deciderà in seguito per il periodo successivo.
Si svolgeranno regolarmente le sedute per gli esami di avvocato, fatta eccezione per coloro che provengono dalle zone indicate e che avranno cura di comunicarlo al Presidente della Commissione, avv. Leonardo Salvemini.
Tali misure avranno effetto da oggi, 24 febbraio 2020, e saranno suscettibili di modifica e integrazioni a fronte di eventuali diverse determinazioni del Ministero della Salute, del Ministero della Giustizia, della Prefettura e degli Enti locali preposti.
Consapevoli che ci attendono giornate di incertezza e di difficoltà, sappiamo di poter contare sul senso di responsabilità di tutti, rassicurandovi circa la massima attenzione affinché lo svolgimento dei servizi possa essere garantito con le dovute cautele o con ogni misura utile a prevenire possibili rischi alla salute.

*Qualora per l'afflusso delle persone non fosse contenibile la contemporanea e necessaria copresenza di parti e difensori il giudice potrà sospendere l'udienza e rinviare ad altra data congrua.

Si allegano:
• Decalogo dei comportamenti da seguire del Ministero della Salute e Istituto Superiore di Sanità
• Circolare del Ministero della Salute del 22.02.2020
• Nota della Prefettura di Milano del 22.02.2020
• Comunicato della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 23.02.2020