Stampa
Categoria: 2020
Visite: 524

Tipologia: Accordo decentrato
Data firma: 10 luglio 2020
Parti: Delegazione di parte pubblica e Delegazione di parte sindacale (RSU e Fp-Cgil, Cisl-Fp, Uil-Pa, Confintesa-Fp, Confsal-Unsa, Flp, Usb-Pi)
Settori: P.A., Dipartimento Pubblica Sicurezza
Fonte: poliziadistato.it


Accordo decentrato del dipartimento della pubblica sicurezza per la prevenzione e la sicurezza nei luoghi di lavoro in ordine all’emergenza sanitaria da COVID-19

In data 10 luglio 2020 la Delegazione di parte pubblica del Dipartimento della Pubblica Sicurezza e la Delegazione di parte sindacale composta dai componenti della RSU del Dipartimento e dai rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Pa, Confintesa Fp, Confsal/Unsa, Flp e Usb Pi, in considerazione:
• dell’evolversi della situazione epidemiologica da COVID-19 e delle correlate misure di prevenzione e contenimento del contagio;
• del CCNL relativo al personale del Comparto Funzioni Centrali - Triennio 2016-2018, sottoscritto in data 12 febbraio 2018 ed in particolare l’art. 7 comma 6, che prevede che sono oggetto di contrattazione integrativa alla lettera k) “le misure concernenti la salute e la sicurezza sul lavoro” e alla lettera o) “i criteri per l’individuazione di fasce temporali di flessibilità in entrata e in uscita, al fine di conseguire una maggiore conciliazione tra vita lavorativa e vita familiare”;
• del Protocollo di accordo per la prevenzione e la sicurezza in ordine all’emergenza sanitaria da COVID-19 sottoscritto in data 28 maggio 2020 tra l’Amministrazione e le Organizzazioni Sindacali rappresentative del personale, dirigente e non, dell’Amministrazione Civile dell’interno, nel quale, alla pag. 7, è specificato che i contenuti del “protocollo costituiranno oggetto di contrattazione in sede decentrata a norma dell’art. 7 lettera k) e o) del CCNL funzioni centrali triennio 2016/2018”;
• della necessità di dover validare anche in sede decentrata il suindicato accordo con la delegazione sindacale del personale contrattualizzato del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, in attuazione di quanto previsto nel citato Protocollo;
Considerato, altresì,
• il contenuto della circolare della Direzione Centrale di Sanità N. 850/A.P1-3255 dell’8 maggio 2020 concernente “Misure e procedure da adottare per il contenimento del rischio di contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e nei servizi della Polizia di Stato” e verificata la sostanziale sovrapponibilità delle misure adottate dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza con detta circolare ed il Protocollo sopra specificato;
• quanto previsto dalle circolari del Servizio di Prevenzione e Protezione della Segreteria del Dipartimento della Pubblica Sicurezza N. 555 Prot. 2642 del 28 febbraio 2020, e N.555 Prot. 3426 del 19 marzo 2020, rispettivamente concernenti “Polmonite da nuovo coronavirus (COVID-19)” e “Polmonite da nuovo coronavirus (COVID-19). Ulteriori misure di prevenzione e protezione”;
le parti concordano quanto segue
Al fine di promuovere ed agevolare il ricorso a misure necessarie per il contenimento della diffusione del contagio da COVID-19, mettere in sicurezza gli ambienti di lavoro e di accesso al pubblico e garantire contestualmente la continuità dei servizi, viene sottoscritto il presente accordo decentrato tra il Dipartimento della Pubblica Sicurezza e la suindicata delegazione di parte Sindacale del personale dell’Amministrazione Civile ivi in servizio, ai sensi dell’art. 7 comma 6, lettera k) e o) del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro - Funzioni Centrali triennio 2016-2018 sottoscritto il 12 febbraio 2018.
Le parti suindicate, richiamate tutte le prescrizioni contenute nel “Protocollo di accordo per la prevenzione e la sicurezza in ordine all’emergenza sanitaria da COVID-19” sottoscritto in data 28 maggio 2020 tra l’Amministrazione e le Organizzazioni Sindacali rappresentative del personale, dirigente e non, dell’Amministrazione Civile dell’interno, convengono nell’adottare le stesse per tutti gli Uffici Centrali del Dipartimento della Pubblica Sicurezza e per tutto il personale ivi in servizio, assicurando i medesimi criteri applicativi previsti dalle circolari emanate in materia dal Dipartimento ed il Protocollo di accordo per la prevenzione e la sicurezza in ordine all’emergenza sanitaria da “COVID 19”.
Le parti concordano che, per evitare ai dipendenti che raggiungono il posto di lavoro con i mezzi pubblici di utilizzare gli stessi negli orari di maggiore affollamento, durante il periodo dell’emergenza sanitaria la fascia oraria in ingresso, compatibilmente con le esigenze di servizio, è rimodulata dalle ore 7,00 alle 11,00, con prosieguo dell’orario fino al completamento di quello d’obbligo.
Ulteriori prescrizioni relative alla prevenzione e sicurezza dei luoghi di lavoro con la valutazione del rischio da COVID-19, saranno oggetto di aggiornamento ed integrazione del DVR (Documento di Valutazione del Rischio), con il coinvolgimento di tutte le figure ordinariamente previste dal D.Lgs 81/2008 tramite le usuali forme di partecipazione sindacale in esso contenute.