Stampa
Categoria: Normativa regionale
Visite: 588

Provincia Autonoma di Bolzano - Alto Adige
Ordinanza presidenziale contingibile e urgente 3 settembre 2021, n. 30
Ulteriori misure urgenti per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19
 

IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA
VISTO

• l’articolo 8, primo comma, punti 13, 19, 25 e 26, l’articolo 9, primo comma, punto 10, e l’articolo 52, secondo comma, dello Statuto d’autonomia, anche in riferimento all’articolo 10 della legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3;
• la legge provinciale 8 maggio 2020, n. 4, e successive modifiche;
• il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 2 marzo 2021, prorogato fino al 31 dicembre 2021 dal decreto-legge 23 luglio 2021, n. 105;
• il decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, convertito con modificazioni, dalla legge 17 giugno 2021, n. 87;
• il decreto-legge 6 agosto 2021, n. 111;
• le ordinanze presidenziali contingibili e urgenti n. 28 del 30 luglio 2021 e n. 29 del 27 agosto 2021;
• la nota del 30.08.2021, prot. n. 0207717/21, del Direttore Generale e del Direttore Sanitario dell’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige;
• la nota del 03.09.2021, prot. n. 682072, del Ministero della Salute;
 

CONSTATATO

• che con deliberazione del Consiglio dei Ministri del 22 luglio 2021 lo stato di emergenza relativo al rischio sanitario da COVID-19, originariamente proclamato con deliberazione del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020, è stato prorogato fino al 31 dicembre 2021;
• che il decreto-legge 6 agosto 2021, n. 111, prevede lo svolgimento in presenza delle attività scolastiche e didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché l’attuazione di un programma di screening della popolazione scolastica, organizzato a livello statale, al fine di monitorare la diffusione del contagio da Sars-CoV-2;
• che con l’ordinanza presidenziale contingibile e urgente n. 29 del 27.08.2021 sono state disposte le misure di sicurezza per l’inizio dell’anno scolastico 2021-2022;
• che con nota del 30.08.2021, prot. n. 0207717/21, del Direttore Generale e del Direttore Sanitario dell’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige sono stati comunicati i risultati del progetto di screening con test antigenici rapidi nasali nella popolazione scolastica svolto tra aprile e giugno 2021.
In tale nota si riporta, tra l’altro, che attualmente il 30% dei nuovi casi di infezione da Sars-CoV-2 riguarda la fascia di età dei minori di 20 anni, ovverosia la popolazione in età scolare, e che perciò appare auspicabile supportare con strategie di monitoraggio e di prevenzione la ripresa delle attività scolastiche in presenza. L’ambito delle scuole di ogni ordine e grado rappresenta, con ca. 80.000 alunne e alunni e ca. 20.000 operatrici e operatori scolastici, una quota parte molto rilevante della popolazione complessiva (ca 19%). È pertanto di primario interesse, per ragioni di sanità pubblica, monitorare attentamente l’andamento della diffusione dell’infezione da Sars-CoV-2 nelle scuole.
Nella nota dell’Azienda Sanitaria si evidenzia come il progetto di screening, che ha interessato la popolazione scolastica provinciale attraverso la somministrazione di 794.035 test rapidi in 554 scuole, abbia permesso il mantenimento delle attività didattiche in presenza in gran parte delle istituzioni scolastiche, evitando, al verificarsi di casi di positività, la misura della quarantena per tutte le classi coinvolte.
Il Direttore Generale e il Direttore Sanitario dell’Azienda Sanitaria chiedono, quindi, se il Ministero della Salute ritenga che la strategia della Provincia di Bolzano, che prevede anche l’utilizzo di test antigenici nasali quale misura aggiuntiva idonea a contribuire a migliorare la sorveglianza sanitaria e a integrare efficacemente le possibilità di monitoraggio nel contesto della popolazione scolastica, possa ritenersi conforme al Piano di monitoraggio della circolazione del Sars-CoV-2 nelle scuole pubblicato il 18.08.2021;
• che, in attesa dell’implementazione del predetto screening statale e in considerazione dell’inizio anticipato dell’attività scolastica in provincia di Bolzano rispetto al resto del territorio statale, si ritiene fondamentale garantire lo svolgimento in sicurezza delle attività in presenza, offrendo alle alunne e agli alunni delle scuole di ogni ordine e grado la possibilità di sottoporsi periodicamente a test per il rilevamento del Sars-CoV-2;
• che sulla somministrazione di tali test è stato consultato il Ministro della Salute, che con nota del 03.09.2021, prot. n. 682072, ha condiviso il proposito di procedere alle attività di screening descritte, come potenziamento del monitoraggio della circolazione del Sars-CoV-2 nel contesto scolastico;
• che si rende pertanto necessario emanare le seguenti misure, oltre ad alcune precisazioni in merito alle misure già vigenti;
 

ORDINA

quanto segue:
1) nelle prime quattro settimane dell’anno scolastico 2021-2022 gli alunni e le alunne delle scuole di ogni ordine e grado nel territorio provinciale sono invitati a sottoporsi con cadenza regolare a uno screening organizzato dall’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige, che fornirà le necessarie indicazioni operative;
2) gli alunni e le alunne delle scuole di ogni ordine e grado che usufruiscono del servizio di mensa nell’ambito dell’attività scolastica sono esentati dall’obbligo di presentazione della certificazione verde;
3) il punto n. 9) dell’ordinanza presidenziale n. 29 del 27.08.2021 è così sostituito: “qualora nell’ambito dell’orario scolastico siano svolte attività sportive o culturali in impianti sportivi o luoghi della cultura esterni alla scuola, le studentesse e gli studenti coinvolti nelle attività sono esentati dall’obbligo di presentazione della certificazione verde, a condizione che la struttura o l’impianto siano utilizzati esclusivamente dalla classe o dal gruppo di studentesse e studenti partecipanti;”
4) il punto n. 11) dell’ordinanza presidenziale n. 29 del 27.08.2021 è abrogato.
Il mancato rispetto delle misure di cui alla presente ordinanza è sanzionato secondo quanto previsto dall’articolo 4 del decreto- legge 25 marzo 2020, n. 19, modificato con legge di conversione n. 35/2020, dal decreto- legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito con legge n. 74/2020, e dalla legge provinciale 8 maggio 2020, n. 4.
La presente ordinanza, in quanto atto destinato alla generalità dei cittadini, è pubblicata sul sito istituzionale della Provincia autonoma di Bolzano, nonché sul Bollettino Ufficiale della Regione ai sensi dell’articolo 4, comma 1, lettera d), della legge regionale 19 giugno 2009, n. 2, ed è trasmessa al Presidente del Consiglio dei Ministri e al Commissario del Governo per la provincia di Bolzano.
 

Arno Kompatscher
Il Presidente della Provincia e Commissario speciale per l’emergenza COVID-19