Stampa
Categoria: 2022
Visite: 633

Tipologia: Verbale riunione
Data firma: 6 luglio 2022
Parti: Comitato ex Protocollo 14 marzo 2020
Settori: Servizi, Poste italiane
Fonte: /failp.it


Comitato ex Protocollo 14 marzo 2020
Verbale di riunione del 06 luglio 2022


Nella giornata odierna, in modalità videoconferenza, si sono svolti i lavori del Comitato istituito con il Verbale d’Accordo del 23 marzo 2020, ai sensi del Protocollo sottoscritto in data 14 marzo 2020 dal Governo e dalle Parti Sociali.
In apertura di riunione l’Azienda ha ringraziato il Presidente uscente, Dott. C***T***, ed ha presentato alle OO.SS. il nuovo Presidente, Dott.ssa S***A***.
E’ stato poi approfondito quanto previsto dal “Protocollo condiviso di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19 negli ambienti di lavoro”, sottoscritto lo scorso 30 giugno da Governo, Parti Sociali ed INAIL, che, tenuto conto dei vari provvedimenti adottati dal Governo, dal Ministero della Salute nonché della legislazione vigente, aggiorna e rinnova le misure di contrasto e di contenimento della diffusione del SARS-CoV-2/COVID-19 negli ambienti di lavoro, già contenute nei Protocolli condivisi sottoscritti successivamente alla dichiarazione dello stato di emergenza, in particolare il 14 marzo 2020, il 24 aprile 2020, il 6 aprile 2021, sviluppati anche con il contributo tecnico-scientifico dell’INAIL.
Con un approccio coerente con l’attuale contesto normativo di riferimento, il nuovo Protocollo qualifica le mascherine FFP2 come importante presidio per la tutela della salute dei lavoratori ai fini della prevenzione del contagio, la cui disponibilità viene assicurata dall’Azienda, rimettendo al Datore di Lavoro, unitamente al Medico Competente e al RSPP, la valutazione in merito all’eventuale opportunità di adottare specifiche misure di prevenzione e contrasto della diffusione del virus SARS-CoV-2 all’interno di alcuni settori/ambienti di lavoro.
Al riguardo Azienda e OO.SS. hanno condiviso quanto segue:
a) Informazione: i lavoratori e tutti coloro che accedono al luogo di lavoro continueranno ad essere informati in merito alle misure precauzionali da seguire nel singolo sito. In particolare: i) non poter fare ingresso o permanere in Azienda e dichiarare tempestivamente la presenza di sintomi del Covid-19; ii) informare tempestivamente e responsabilmente il Datore di Lavoro della presenza di qualsiasi sintomo influenzale durante l’espletamento della prestazione lavorativa, avendo cura di rimanere ad adeguata distanza dalle persone presenti; iii) utilizzare correttamente i Dispositivi di Protezione Individuale (DPI), nelle condizioni in cui i medesimi siano stati classificati come obbligatori, per contribuire a prevenire ogni possibile forma di diffusione del contagio.
b) Dispositivi di protezione delle vie respiratorie: l’uso delle mascherine FFP2 è ritenuto obbligatorio negli ambiti organizzativi e per le figure professionali di seguito indicati: Operatori di Accoglienza, Corneristi, Consulenti operanti negli Uffici Postali (SCF, SCM, ecc.) con riferimento al periodo di presenza della clientela, venditori MIPA relativamente alle attività svolte presso la clientela, dipendenti di staff e di produzione operanti in siti a maggior concentrazione di personale limitatamente alla permanenza presso spazi comuni (a titolo esemplificativo, tornelli di accesso, ascensori, corridoi, servizi igienici, mense, punti di ristoro e aree break), personale chiamato a condividere il contemporaneo utilizzo di mezzi aziendali.
c) Precauzioni igieniche personali: l’Azienda metterà a disposizione in ogni sito idonei e sufficienti mezzi detergenti e disinfettanti per le mani, accessibili a tutti i lavoratori, ai quali sarà nuovamente raccomandata la frequente pulizia delle mani, con acqua e sapone.
d) Gestione di una persona sintomatica in Azienda: restano invariate le procedure/indicazioni relative all’isolamento di una persona con febbre o sintomi influenzali. Nel caso in cui una persona presente nel luogo di lavoro sviluppi febbre (temperatura corporea superiore a 37,5° C) e sintomi di infezione respiratoria o simil-influenzali quali la tosse, deve informare immediatamente il Datore di Lavoro e l’ufficio del personale e si dovrà procedere al suo isolamento. La persona sintomatica deve essere subito dotata - ove già non lo fosse - di mascherina FFP2.
e) Pulizie e Sanificazioni: l’Azienda conferma che porrà in essere le misure necessarie per il pieno rispetto delle indicazioni contenute nel Protocollo e si impegna altresì, all’esito degli approfondimenti interni con le Funzioni aziendali competenti, a comunicare alle OO.SS. le modalità di implementazione delle suddette misure, ivi incluse le relative tempistiche, nonché gli aspetti relativi all’areazione degli ambienti.
f) Personale delle Aziende Appaltatrici: l’Azienda ribadisce la necessità che anche il personale in questione si attenga alle misure di prevenzione e si impegna a richiamare l’attenzione in tal senso del personale medesimo, per il tramite dell’Azienda di appartenenza.
Azienda e OO.SS. confermano l’opportunità di continuare a porre particolare attenzione nei confronti dei c.d. lavoratori fragili, anche alla luce delle eventuali evoluzioni normative che dovessero intervenire.
Le Parti condividono inoltre la necessità che i Preposti proseguano nella loro attività di verifica del rispetto delle misure di contenimento del contagio.
In considerazione di quanto emerso nel corso della riunione odierna e delle continue evoluzioni relative alla gestione della crisi pandemica, le Parti condividono l’opportunità di fissare una nuova riunione del Comitato OPN, da calendarizzare comunque entro il mese di settembre 2022, in occasione della quale Azienda e OO.SS. esamineranno le prime evidenze in termini di efficacia delle misure adottate a seguito del presente Verbale.
Entro lo stesso termine, le tematiche affrontate nel corso della riunione odierna saranno oggetto di approfondimento nell’ambito degli OO.PP.RR.