Stampa
Categoria: Prassi amministrativa
Visite: 459

Circolare n. 18 / 2022

Consiglio Nazionale delle Ricerche
Direzione Generale
 

Ai Direttori/Dirigenti/Responsabili delle
Unità Organiche e Strutture del CNR
Ai Dipendenti CNR
Loro Sedi


Oggetto: attivazione di contratti di telelavoro straordinari

Facendo seguito alla nota del Direttore Generale prot. 49821 del 5 luglio 2022, si forniscono i termini e le modalità per la presentazione delle domande di attivazione di nuovi contratti di telelavoro a far data dal 1° settembre 2022, nelle more della disciplina dei nuovi contratti a partire dall’anno 2023.
Potranno essere destinatari dei nuovi contratti di telelavoro esclusivamente i dipendenti che si trovino “in particolari situazioni dovute a condizioni di fragilità”.
A tal fine, si precisa sin da ora che le norme specificamente mirate alla gestione delle condizioni di fragilità legate alla pandemia da SARS CoV2 tramite la “sorveglianza sanitaria eccezionale” dal 31 luglio non sono più in vigore. I contratti di telelavoro straordinari saranno finalizzati a gestire le difficoltà derivanti da patologie per le quali appare particolarmente complesso per il lavoratore/lavoratrice lo spostamento/ frequenza continuativa presso il luogo di lavoro abituale.
La presenza delle condizioni di fragilità, in particolare, dovrà essere preventivamente valutata dal Medico Competente nell’ambito della visita medica prevista dall’art.41, c. 2 lett. C del D.lgs. 81/2008 (“visita a richiesta del lavoratore”) al fine di verificare l’idoneità alla mansione, a fronte della presentazione di adeguata documentazione da parte del dipendente interessato allo stesso Medico Competente.
Il Medico Competente esprimerà il relativo giudizio di idoneità che, in caso di riconoscimento delle suddette condizioni, conterrà, altresì, le indicazioni per l’adozione del telelavoro per il lavoratore o la lavoratrice.
Solo successivamente alla conclusione della predetta procedura, il Direttore/Dirigente/ Responsabile potrà inviare all’Unità Contratti di Lavoro della Direzione Centrale Gestione delle Risorse (***@pec.cnr.it; ***@cnr.it ) la richiesta di attivazione del contratto di telelavoro, cui dovrà essere allegata:
- Documentazione relativa all’accertamento medico di cui sopra;
- Attestazione, rilasciata dall’Unità Prevenzione e Protezione, relativa all’accertamento dei requisiti sulla sicurezza e sulla conformità alla normativa antinfortunistica vigente della postazione di telelavoro;
- Previsione delle giornate di presenza presso la sede di lavoro (con la previsione di un numero medio di 4 giornate di rientri in presenza al mese, anche cumulabili) 
I relativi contratti - previa acquisizione della necessaria autorizzazione da parte del Direttore Generale - decorreranno dalla data di registrazione al protocollo, successiva alla stipula e, in ogni caso, scadranno il 31 dicembre 2022.
Per informazioni circa le modalità di richiesta della visita medica di cui dall’art.41, c. 2 lett. C del D.lgs. 81/2008, è possibile contattare l’Unità Prevenzione e Protezione.
Per indicazioni circa le modalità di presentazione della domanda di attivazione dei contratti di telelavoro è possibile contattare l’Unità Contratti di Lavoro.
 

Il Direttore Generale
GIUSEPPE COLPANI