Stampa
Categoria: 1993
Visite: 4888

Tipologia: Accordo di rinnovo
Data firma: 24 luglio 1993
Validità: 01.07.1993 - 30.06.1997
Parti: Associazione industriale lombarda - Gruppo merceologico delle aziende videofonografiche e Filis-Cgil, Fis-Cisl, Uilsic-Uil
Settori: Poligrafici e spettacolo, Industrie videofonografiche
Fonte: CNEL

Sommario:

Osservatorio
Commissione paritetica per lo studio della classificazione dei lavoratori
Quadri
1 - Classificazione
Portatori di handicap
Aspettativa
Protocollo di intenti
Art..... Applicabilità del contratto
Decorrenza e durata
Nuovi minimi tabellari contrattuali

Il giorno 24 luglio 1993 in Milano presso la sede dell'Associazione Industriale Lombarda tra l'Associazione industriale lombarda - Gruppo merceologico delle aziende videofonografiche - con la partecipazione di Afi - Fimi – Univideo, l'Associazione sindacale Intersind e Filis-Cgil, Fis-Cisl, Uilsic-Uil, nell'ambito delle direttive sugli assetti contrattuali contenuti nel protocollo 3 luglio 1993 si è convenuta la seguente ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto collettivo interprovinciale di lavoro per i dipendenti delle industrie videofonografiche 22 luglio 1989.

Osservatorio
Le parti stipulanti nella convinzione che lo sviluppo e il consolidamento di moderne relazioni industriali presuppone una comune conoscenza delle linee di evoluzione del settore, dei suoi punti di forza e dei suoi punti di debolezza e del grado di aderenza alle sue esigenze, convengono di costituire un Osservatorio.
L'Osservatorio presso l'AIL sarà costituito pariteticamente da 6 esponenti delle Associazioni stipulanti che, di comune accordo, di volta in volta, potranno essere affiancati da esperti delle materie trattate.
Ferme restando l'autonomia delle attività imprenditoriale e le rispettive distinte responsabilità degli imprenditori e delle Organizzazioni Sindacali dei lavoratori, l'Osservatorio esaminerà in particolare, con la periodicità, ritenuta opportuna, i seguenti argomenti.
- Andamento e prospettive del mercato dei più rilevanti comparti.
- Andamento e prospettive degli investimenti.
- Evoluzione delle tecnologie, dei processi produttivi, dei modelli di organizzazione e delle professionalità.
- Andamento e prospettive dell'occupazione. In questo ambito, con riferimento alla occupazione femminile sarà effettuata una attività di studio e ricerca sulle azioni positive ai sensi della legge n. 125/1991 al fine di individuare le soluzioni più appropriate rispetto alle specifiche situazioni di settore.
- Le problematiche della sicurezza e della ecologia anche in riferimento ai rapporti con le istituzioni.
- Le problematiche della formazione professionale anche in relazione all'attività degli organismi paritetici di cui all'accordo interconfederale 20.1.1993.
L'esame avverrà sia sulla base dei dati già in possesso delle Organizzazioni stipulanti che potranno essere messi a disposizione dell'Osservatorio, sia sulla base di apposite rilevazioni che potranno essere concordate.

Commissione paritetica per lo studio della classificazione dei lavoratori
Una "Commissione paritetica per lo studio della classificazione dei lavoratori" verrà costituita entro il mese di ottobre '93 con il compito di:
a) esaminare, anche a seguito dell'introduzione di tecnologie innovative, i riflessi modificativi sulla organizzazione del lavoro e/o sulla professionalità;
b) proporre alle parti stipulanti il CCIL integrazioni o aggiornamenti, sulla base delle risultanze degli esami e riguardanti fenomeni generalizzabili.
La Commissione Paritetica sarà formata da 6 componenti designati dalle Organizzazioni stipulanti ed esprimerà pareri e proposte, che verranno esaminate dalle parti stipulanti entro il 30.4.1994.

Portatori di handicap
Le Aziende, compatibilmente con le proprie possibilità tecnico organizzative, inseriranno nelle proprie strutture portatoti di handicap riconosciuti invalidi ai sensi della legge n. 482/1968 in funzione delle capacità lavorative degli stessi.

Protocollo di intenti
Le parti stipulanti, considerati il panorama produttivo e commerciale del settore Videofonografico e l'importanza di assicurare trattamenti omogenei a tutte le realtà operanti sul territorio nazionale in tale area merceologica, convengono sulla necessità che il presente contratto assuma, nell'arco di vigenza contrattuale, una caratterizzazione nazionale.
La formalizzazione avverrà nel primo - o al massimo nel secondo - biennio di vigenza del presente contratto mantenendo la sede contrattuale presso l'Assolombarda anche in funzione della prevalenza territoriale della concentrazione delle aziende del settore.

Art..... Applicabilità del contratto
Il presente contratto si applica alle aziende Videofonografiche e in particolare a tutte le aziende che svolgono attività di produzione, distribuzione o commercializzazione dei prodotti videofonografici indipendentemente dal supporto videofonografico e/o fonografico utilizzato.
Ai sensi e per gli effetti di cui agli artt. 2069 e 2070 c.c., il presente contratto potrà essere applicato dalle aziende che operano nei settori di cui al primo comma, anche al di fuori della attuale caratterizzazione territoriale del presente contratto.
Per ciò che attiene alla contrattazione di secondo livello, le parti, nel confermare che sarà ispirata ai principi del protocollo 3 luglio 1993 convengono di incontrarsi entro luglio 1994 per definire compiutamente modalità, ambito di applicazione, materie e voci della contrattazione aziendale secondo quanto previsto dal protocollo stesso.
Nella stessa circostanza si provvederà anche alla definizione delle altre discipline che il protocollo rinvia alla sede settoriale.
Conseguentemente le parti nel confermare che gli accordi avranno durata quadriennale convengono che la contrattazione aziendale sarà avviata, nel rispetto degli ambiti di applicazione che saranno stabiliti, dalla scadenza del primo biennio di validità contrattuale.