Stampa
Categoria: 2012
Visite: 2814

Tipologia: Accordo di rinnovo
Data firma: 2 agosto 2012
Validità: 02.08.2012 - 01.08.2015
Parti: Sezione Autonoma degli Edili di Confindustria-Ance e Feneal-Uil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil Catania
Settori: Edilizia, Edili ed affini, Catania
Fonte: FILCA-CISL

Sommario:

Allegato 1 - Elemento variabile della retribuzione - EVR
• Fac-simile autodichiarazione aziendale EVR
Allegato 2 - Indennità sostitutiva di mensa
Allegato 3 - Trasporto
Allegato 4 - Borsa lavoro
Allegato 5 - Prestazioni extracontrattuali
Allegato 6 - Protocollo sull'unificazione degli enti bilaterali per l'ottimizzazione delle risorse materiali ed umane
Allegato 7 - Protocollo su RLST e CPT
Allegato 8 - Protocollo per la costituzione della commissione paritetica per l'avvio dell'osservatorio territoriale sull'industria delle costruzioni
Allegato 9 - Protocollo per la costituzione della commissione paritetica di certificazione dei contratti di lavoro di cui al decreto legislativo 276/2003
Allegato 10 - Decorrenza e durata
Nota a verbale

Verbale di accordo di rinnovo del contratto provinciale del 16 aprile 2007

Catania, 2 agosto 2012, tra la Sezione Autonoma degli Edili di Confindustria Catania - Ance Catania […] e, in ordine alfabetico, Feneal Uil di Catania […], Filca Cisl di Catania […], Fillea Cgil di Catania […], si è convenuto quanto segue per il rinnovo del CCPL del 16.04.2007 integrativo del CCNL del 19.04.2010 per i dipendenti delle imprese edili ed affini da valere per la provincia di Catania

Allegato 6 - Protocollo sull’unificazione degli Enti Bilaterali per l'ottimizzazione delle risorse materiali ed umane
Le Parti nel confermare la validità del sistema degli Enti bilaterali (Cassa Edile, Scuola Edile e Cpt), quale ambito per il raggiungimento di politiche del lavoro finalizzate a garantire leale concorrenza, legalità, igiene e sicurezza del lavoro, formazione e sviluppo
Visto,
1. l’allegato Q al CCNL del 20 maggio 2004, relativo al "Sistema degli organismi paritetici di settore", il quale promuove, al fine di garantire il miglior funzionamento degli enti paritetici, "la definizione e la istituzione di forme integrate di operatività degli stessi'.
2. l’intesa sindacale sottoscritta in data 11 luglio 2008 nel quale si è dato atto dell’"utilità di provvedere all'unificazione degli Enti Paritetici".
3. il punto 4 dell'Atto di indirizzo Regionale sulle Politiche del Lavoro e delle Relazioni Industriali del 23 marzo 2012 in cui si conferma l'opportunità di procedere all'avvio di un percorso di ottimizzazione delle risorse materiali ed umane negli enti Paritetici provinciali anche attraverso percorsi di integrazione e/o unificazione degli Enti stessi
Considerato
- che obiettivo condiviso dalle parti è il raggiungimento dell'unificazione complessiva dei tre Enti Paritetici (Cassa Edile, ESEC e CPT);
- l’esigenza non più procrastinabile di procedere ad una prima fase di unificazione degli enti paritetici territoriali ESEC e CPT mediante la costituzione di un Ente Unificato per la Provincia di Catania.
Tutto ciò visto e considerato, le Parti convengono di istituire, entro 30 giorni dalla sottoscrizione del presente protocollo, una Commissione tecnica paritetica composta da 6 membri, 3 designati dall'Ance e 3 designati dalle OO.SS. dei lavoratori sottoscrittrici, per la predisposizione di un apposito Accordo tra le Parti che espliciti e quantifichi vantaggi e/o benefici e definisca modi e tempi per la realizzazione ed avvio dell'Ente Unificato (ESEC/CPT).
L'Ente Unificato adotterà lo Statuto tipo dell'ente paritetico territoriale unificato per la formazione e la sicurezza, predisposto dal Formedil Nazionale e dalla CNCPT
All’Ente Unico saranno riconosciute sia le funzioni di Comitato Paritetico Territoriale per la Prevenzione infortuni, l'igiene e l'ambiente di lavoro di cui al CCNL del settore ed al D.lgs. 81/2008 assicurate attraverso il Comitato Prevenzione Infortuni e Sicurezza, sia quelle previste dalle vigenti norme contrattuali in materia di formazione, qualificazione, riqualificazione ed orientamento professionale.
L'ente Unico svolgerà le proprie attività attraverso un proprio Consiglio di Amministrazione.

Allegato 7 - Protocollo su RLST e CPT
Le Parti, nel confermare che obiettivo comune è garantire una sempre più incisiva azione finalizzata a sviluppare e diffondere la cultura della prevenzione infortuni e della sicurezza negli ambienti di lavoro, fermo restando le rispettive autonomie e prerogative del CPT e dei RLST, convengono di porre in essere meccanismi di collaborazione, finalizzati ad una maggiore sinergia in termini di azioni e risorse.

Allegato 8 - Protocollo per la costituzione della Commissione Paritetica per l'avvio dell'Osservatorio Territoriale sull'industria delle Costruzioni
Visti gli artt. 7 del contratto integrativo provinciale del 22 marzo 2003 e 10 del contratto integrativo provinciale del 16 aprile 2007, ed il relativo regolamento di cui all/to 1 del citato contratto provinciale
Considerato che tra gli scopi, fermo restando l'autonomia delle parti, è prevista l'attivazione di un sistema informativo che, attraverso i dati raccolti presso gli Organismi paritetici operanti sul territorio provinciale, analizzi l’andamento del mercato del lavoro ed i processi di trasformazione in termini di investimenti pubblici e privati
Le Parti convengono di istituire una Commissione tecnica paritetica, composta da 6 membri, 3 su designazione Ance e 3 su designazione delle Organizzazioni Sindacali dei lavoratori firmatarie, che verifichi modalità e tempistiche per l'avvio dell'Osservatorio Territoriale, senza costi aggiuntivi al sistema, entro il mese di settembre 2012.
Nell'ottica di un graduale processo di implementazione delle attività e dei programmi, in prima istanza, a titolo esemplificativo e non esaustivo, l'Osservatorio procederà all'acquisizione di informazioni ed elaborazione di dati che abbia come primo punto di riferimento gli stessi Organismi paritetici, anche per una più mirata attività degli stessi e delle politiche di concertazione tra le Parti, finalizzata a:
- verifica dei livelli occupazionali, ore lavorate e fabbisogni formativi;
- andamento infortunistico;
- andamento del mercato delle opere pubbliche e dell'edilizia privata; con riferimento a quest'ultima anche attraverso l'avvio di convenzioni con Enti locali e ASP per la raccolta ed elaborazione di dati afferenti il rilascio dei titoli abilitativi e delle notifiche preliminari.

Nota a verbale
Le Parti convengono sull'opportunità di redigere un testo organico del contratto integrativo provinciale composto dalle norme del presente Accordo di rinnovo, integrate con quelle dei contratti integrativi precedenti ancora in vigore.