Stampa
Categoria: 2012
Visite: 2096

Tipologia: Accordo
Data firma: 14 settembre 2012
Validità: 01.01.2012 - 31.12.2014
Parti: Rachelli Italia srl e Flai-Cgil Milano e RSU
Settori: Agroindustriale, Alimentaristi, Rachelli Italia
Fonte: FLAI Lombardia

Sommario:

Premessa
1. Premessa
2. Relazioni industriali
3. Professionalità
4. Lavoro straordinario
5. Lavoro straordinario Festivo
6. Lavoro supplementare part time
7. Turno notturno
8. Ferie, Rol ed Ex Festività
9. Mensa
10. Ambiente e sicurezza
11. Premio Fedeltà
12. Disciplina del Premio Aziendale
13. Agevolazioni fiscali istituti riconducibili a incrementi di produttività, qualità, redditività, innovazione, efficienza organizzativa o ad ogni altro elemento rilevante ai fini del miglioramento della competitività aziendale
14. Decorrenza e durata

Addì 14 Settembre 2012 In Pero, presso l'azienda Rachelli Italia srl, tra la Rachelli Italia srl [...] e la Flai-Cgil Milano [...], con la partecipazione della RSU.

Premesso che
• Sono state fornite dall'azienda le informazioni relative alla "Parte Prima" del vigente CCNL, con particolare riferimento alle componenti produttive ed economiche, illustrando i risultati complessivi raggiunti.
• Si evidenziano tutte le difficoltà che si riscontrano giorno per giorno in un mercato caratterizzato dall'alta competitività e dalla grave crisi economica che ha investito il nostro paese.
[...]
tutto ciò premesso le Parti concordano quanto segue

1. Premessa
Tutto ciò che non viene modificato dell'accordo stipulato in data 31 Luglio 2008 continua a mantenere la propria efficacia.

2. Relazioni industriali
Il modello di relazioni interattive al quale le Parti intendono ispirarsi risponde a logiche di reciproca disponibilità all'interscambio informativo in un quadro di scorrevolezza e costruttività nei rapporti interni ed esterni atto a favorire la crescita di un coinvolgimento partecipativo finalizzato a maggiore consapevolezza e orientato alla ricerca di positive risposte alle problematiche affrontate.
Nel corso degli incontri l'azienda ha illustrato l'andamento del settore in cui opera, caratterizzato da una variabilità di volumi commercializzati e venduti, da una notevole contrazione dei tempi di richiesta di evasione degli ordini - che negli ultimi anni si è sempre ancor più accentuata - nonché da una forte competizione tra diversi soggetti produttori e della distribuzione, con un impatto diretto sulla contrazione dei prezzi finali di vendita. Pertanto, oltre a quanto previsto dal CCNL in tema di un quadro informativo - annualmente fornito - si concordano incontri semestrali per verificare le ricadute degli investimenti e delle politiche industriali e commerciali, l'andamento occupazionale, le fasi evolutive del premio per obiettivi, l'ambiente di lavoro, la sicurezza, i progetti formativi e quant'altro ritenuto, di volta in volta, di comune interesse. Inoltre si concordano incontri mensili tra la RSU e la Direzione Aziendale per verificare e valutare, nei limiti dei dati conosciuti dall'azienda, i programmi di produzione del mese successivo, conoscere eventuali cambiamenti o modifiche degli orari di lavoro, verificare richieste di prestazioni in regime di flessibilità e per effettuare valutazioni sui fabbisogni occupazionali ed affrontare le problematiche del sito produttivo.

3. Professionalità
In tema di formazione, la società continua a considerare strategico, per l'intrinseca valenza del vantaggio competitivo, lo sviluppo delle conoscenze professionali, anche attraverso specifiche iniziative mirate alla diffusione di conoscenze legate alle nuove tecnologie.
Continueranno, pertanto, ad essere oggetto di esame congiunto progetti, anche sperimentali, diretti alla formazione di figure polivalenti in grado di assecondare le continue esigenze di trasformazione dei modelli organizzativi e produttivi, al fine di favorire, da un lato, la crescita professionale e la valorizzazione delle risorse umane e, dall'altro, il soddisfacimento delle esigenze aziendali.
La società ha provveduto ad aggiornare, a fronte di cambiamenti organizzativi ed tecnologici intercorsi negli anni, il mansionario già in essere per le varie figure presenti in azienda, sia impiegatizie che produttive. In caso di ulteriore modifiche, necessarie in funzione di eventuali cambiamenti organizzativi/produttivi, la RSU verrà messa a conoscenza di tali modifiche.
Nelle identificazioni di mansioni e livelli del sistema organizzativo aziendale si è definito un tempo formativo di massima per ogni mansione svolta. La RSU verrà messa a conoscenza, a metà di ogni percorso formativo dei lavoratori, dello stato di apprendimento e di eventuali ritardi dei tempi di formazione. I mansionari e la tabella degli inquadramenti ad essi corrispondenti sono parte integrante dell'accordo.

4. Lavoro straordinario
L'effettuazione di lavoro straordinario in regime giornaliero sarà richiesta, di norma, entro le ore 15,00 per le richieste di mezz'ora/un'ora a fine giornata; l'effettuazione di lavoro straordinario per i lavoratori addetti al secondo turno sarà richiesta entro le ore 13,30 per le richieste di mezz'ora a fine turno.
L'effettuazione di lavoro straordinario nella giornata di Sabato sarà richiesta entro il Giovedì precedente.

5. Lavoro straordinario Festivo
Le prestazioni lavorative che saranno effettuate durante le giornate festive, saranno retribuite con la normale paga oraria maggiorata del 70%.

7. Turno notturno
Viene confermato l'accordo sottoscritto il 18 Ottobre 2011, che fa parte integrante del presente, concordando che ai responsabili che assicurano la reperibilità durante detto turno sarà corrisposta un'indennità di reperibilità dell'importo di € 4,00 (quattro/00) per ogni notte durante la quale gli stessi saranno reperibili e pronti all'intervento in caso di necessità.

10. Ambiente e sicurezza
La società, riconfermando il costante impegno per il miglioramento sia degli ambienti di lavoro che delle condizioni di sicurezza a tutti i livelli, in aggiunta ai corsi mirati già istituiti per il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, attiverà delle iniziative di sensibilizzazione di tutto il personale oltre ad una programmazione di interventi necessari che saranno oggetto di verifiche congiunte.
A riconferma di quanto sopra, l'azienda si impegna, con l'attivo supporto del RLS, a proseguire nelle attività di monitoraggio negli ambienti di lavoro e nelle iniziative di sensibilizzazione ad ogni livello, per poter elevare ulteriormente i livelli di sicurezza, di igiene e di qualità dell'ambiente di lavoro. A tal proposito viene programmato un incontro annuale tra l'azienda, il RLS e la RSU per una informazione su interventi in materia da attuare.