Stampa
Categoria: 1973
Visite: 4799

Tipologia: Accordo
Data firma: 12 ottobre 1973
Parti: Fiat e RSA-Flm
Settori: Metalmeccanici, Fiat
Fonte: mirafiori-accordielotte.org

Sommario:
Ambiente di lavoro
Rotazione sul terzo turno nei settori operativi
Sviluppo professionale e corsi di preparazione


Accordo dei centri meccanografici del 12 ottobre 1973

Ambiente di lavoro:
L’azienda si impegna a migliorare le condizioni ambientali dei Centri Elaborazione Dati. A tal fine, sulla base delle verifiche effettuate dai Laboratori Centrali della Società Fiat, si darà corso agli interventi in modo da completare il programma dei miglioramenti entro il 31 dicembre 1973, salvo casi particolari di ritardo che entro tale data saranno esaminati congiuntamente con il Comitato Ambiente.
Il Comitato Ambiente, nell'ambito delle competenze previste dall'accordo 5 agosto 1971, può intervenire per l'esame congiunto del programma nelle fasi di attuazione.
Verranno inoltre esaminate le misure idonee a rendere più confortevoli gli ambienti interessati.


Rotazione sul terzo turno nei settori operativi
In relazione a quanto stabilito dall'accordo 5 agosto 1971, parte III, punto 4), l'azienda porterà il sistema in atto di alternanza nei diversi turni da cicli di tre settimane a cicli che consentano l'effettuazione di un turno notturno settimanale ogni 5 settimane, ove ciò sia consentito dal contesto organizzativo connesso a tale soluzione.
In rapporto a quanto sopra, si conviene di effettuare verifiche sui problemi attinenti alle varie fasi di attuazione.

Sviluppo professionale e corsi di preparazione
Fermo restando quanto previsto dalla parte VII, punto 4 e 5 dell'accordo 5 agosto 1971 e del vigente contratto collettivo nazionale di lavoro in materia di mobilità professionale, l'azienda favorirà la copertura delle posizioni di programmatore con il personale già in forza ai Centri Elaborazione Dati in possesso dei requisiti necessari.
A tale fine, nel quadro delle effettive esigenze aziendali e di organico, si provvederà, ad addestrare gli interessati anche mediante corsi di preparazione professionale secondo le modalità ed i criteri indicati nel punto 5, parte VII, dell'accordo 5/8/71.
Il personale adibito alla perforazione potrà essere immesso, qualora le esigenze di organico le richiedano, in lavori vari amministrativi o di gestione ausiliaria nei Centri Elaborazione Dati, sempreché siano in possesso dei requisiti necessari.
Qualora il sistema di rotazione sui turni lo consenta, anche in relazione al divieto di lavoro notturno del personale femminile, la possibilità di inserire perforatrici in posizioni vacanti dei settori operativi dei Centri Elaborazione Dati sarà valutata in funzione delle capacità e delle attitudini personali con riferimento alle particolari condizioni e caratteristiche di tale attività.
L'azienda favorirà la rotazione del personale adibito alla perforazione programmando la rotazione all'interno del personale medesimo con tempi compatibili con le caratteristiche dei singoli posti di lavoro. Il programma di rotazione sarà determinato tenendo conto delle esigenze di servizio e dei lavoratori interessati.