Stampa
Categoria: Documentazione istituzionale
Visite: 4040

ACCORDO QUADRO DI COLLABORAZIONE

tra
INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro,

nella persona del Presidente Prof. Massimo DE FELICE rappresentante legale dell'Ente, con sede in Roma, Via IV novembre, 144

e

FEDERCHIMICA - Federazione Nazionale dell'Industria Chimica,
nella persona del Presidente Cav. Lav. Cesare PUCCIONI rappresentante legale della Federazione, con sede in Milano, Via Giovanni Da Procida 11

PREMESSO CHE

- il d.lgs. n. 38/2000 ha rimodulato ed ampliato i compiti dell'Inail, contribuendo alla sua evoluzione da soggetto erogatore di prestazioni assicurative a soggetto attivo di protezione sociale, orientato alla tutela globale delle lavoratrici e dei lavoratori contro gli infortuni sul lavoro e le tecnopatie, estendendo la tutela anche ad interventi prevenzionali;
- il quadro normativa in materia di salute e sicurezza sul lavoro (d.lgs. 81/08 e s.m.) colloca l'Inail nel sistema prevenzionale con compiti di informazione, formazione, assistenza, consulenza e promozione della cultura della prevenzione;
- il d.l. n. 78 del 31 maggio 2010, convertito nella l. n. 122 del 30 luglio 2010, al fine di integrare le funzioni connesse alla tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro ed il coordinamento stabile delle attività previste dall'art. 9 del d.lgs. 81/08, ottimizzando le risorse ed evitando duplicazioni di attività, ha soppresso l'Ispesl e l'Ipsema, attribuendone le funzioni all'Inail, quale unico ente pubblico del sistema istituzionale avente compiti in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro;
- Inail persegue le suddette finalità privilegiando le sinergie con i diversi soggetti del sistema prevenzionale nazionale, in particolare con le Associazioni rappresentative delle Parti Sociali, datoriali e sindacali;
- Federchimica è la Federazione Nazionale dell'Industria Chimica aderente a Confindustria, e in ambito europeo al CEFIC (European Chemical Industry Council) ed ECEG (European Chemical Employers Group), che associa circa 1.400 imprese chimiche, per un totale di circa 90.000 addetti. La Federazione è divisa in 17 Associazioni di settore a loro volta suddivise in 40 gruppi merceologici che costituiscono l'articolato tessuto industriale della Filiera Chimica;
- Federchimica gestisce per l'Italia il programma volontario dell'industria chimica mondiale precedentemente denominato "Responsible Care", ora "Programma RC", adottato in Italia dal 1992 e attualmente condiviso da 167 imprese associate di grande, media e piccola dimensione, nazionali ed estere, operanti in Italia; le imprese che aderiscono a questo programma sono impegnate a migliorare continuamente le prestazioni nelle aree della sicurezza e della salute dei dipendenti lungo la filiera chimica oltre che in quelle della protezione dell'ambiente;
- Federchimica ha costituito e gestisce il SET (Servizio Emergenze Trasporti), un programma di cooperazione nazionale, con le autorità pubbliche, per prevenire e gestire gli incidenti nella logistica delle sostanze chimiche;
- la Federazione organizza Workshop insieme ai Vigili del Fuoco destinati all'aggiornamento delle competenze tecniche e delle esperienze operative in Europa in merito alla prevenzione e gestione delle emergenze nella logistica chimica;
- Federchimica intende garantire nell'ambito della filiera chimica qualità e sicurezza nei luoghi di lavoro, in un quadro di misure che rafforzino la prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali.

CONSIDERATO CHE


- sono obiettivi comuni delle Parti lo sviluppo della cultura della sicurezza sul lavoro e lo sviluppo di attività e progetti volti alla riduzione sistematica degli eventi infortunistici e delle malattie professionali;
- il miglioramento continuo della sicurezza e salute nei luoghi di lavoro non può prescindere dallo sviluppo e applicazione di buone pratiche di carattere tecnico, organizzativo e formativo, attraverso approcci metodologici innovativi che tengano conto delle evoluzioni tecniche, normative e dell'organizzazione del lavoro.

RITENUTO CHE


- in attuazione degli obiettivi generali sopra indicati, le sinergie tra Inail e Federchimica costituiscono una modalità funzionale per fornire risposte integrate e di qualità ai bisogni di salute e sicurezza sul lavoro;
- Inail e Federchimica, per un'efficace azione prevenzionale e per il raggiungimento degli obiettivi sopra indicati, reputano necessario favorire il coinvolgimento delle Organizzazioni sindacali rappresentative dei lavoratori del settore nello sviluppo delle attività congiunte, in un'ottica di partecipazione.

TUTTO CIÒ PREMESSO SI STIPULA E SI CONVIENE QUANTO SEGUE

ARTICOLO 1 - OGGETTO DELLA COLLABORAZIONE

L'oggetto del presente accordo-quadro è finalizzato a:
- definire settori di intervento e piani operativi ed identificare prodotti, azioni e soluzioni in grado di incidere concretamente sui livelli di salute e sicurezza dei lavoratori e dei luoghi di lavoro delle imprese associate a Federchimica, anche attraverso iniziative d'informazione e formazione;
- sviluppare e sperimentare buone pratiche, sia di carattere tecnico e procedurale sia di tipo gestionale, con riferimento alle specificità dell'organizzazione del lavoro del settore ed all'individuazione dei quasi incidenti, finalizzate a favorire le azioni per la prevenzione e contribuire a diffondere la cultura della sicurezza e della salute nelle imprese della filiera chimica;
- elaborare Linee di Indirizzo per l'implementazione di Sistemi di Gestione per la Salute e Sicurezza sul Lavoro (SGSL) della filiera chimica anche sulla base delle già esistenti Linee Guida del Sistema di Gestione del Programma Responsible Care di Federchimica.

ARTICOLO 2 - MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLA COLLABORAZIONE

Inail e Federchimica, in funzione delle specifiche competenze e disponibilità, si impegnano a mettere in campo le risorse professionali, tecniche, strumentali e a rendere disponibile il proprio patrimonio di conoscenze per la realizzazione delle iniziative progettuali e dei piani operativi derivanti dal presente accordo.
Le modalità organizzative e operative per lo svolgimento delle attività, di norma svolte attraverso la costituzione di team progettuali e gruppi di lavoro, sono delineate nei piani operativi definiti dal Comitato di Coordinamento di cui al successivo art. 3.

ARTICOLO 3 - COORDINAMENTO

Inail e Federchimica svolgeranno congiuntamente la pianificazione, programmazione e organizzazione generale dei piani di attività attraverso un Comitato di Coordinamento paritetico composto da 3 rappresentanti di ciascuna delle parti. Il Comitato di Coordinamento predispone i piani semestrali e annuali delle attività e dei progetti, delineando gli indirizzi tecnici ed organizzativi, la programmazione, le procedure di monitoraggio dello stato di realizzazione delle attività e del livello di raggiungimento degli obiettivi.

ARTICOLO 4 - RIDUZIONE DEL PREMIO ASSICURATIVO
(ex art. 24 DM 12 dicembre 2000 e s.m.i.)

1- Le imprese della filiera chimica che dichiarano:
a) di adottare un Sistema di gestione della salute e sicurezza dei lavoratori (SGSL) realizzato ai sensi dell'articolo l del presente accordo e/o
b) di aderire al Programma Responsible Care,
potranno accedere alla riduzione del premio assicurativo ex art. 24 del Decreto Ministeriale 12 dicembre 2000 e s.m.i.;
2- INAIL considera l'adozione del Sistema di gestione della salute e sicurezza dei lavoratori di cui alla lettera a) del comma l del presente articolo tra gli "Interventi particolarmente rilevanti", e valuta caso per caso, gli interventi concretamente ed effettivamente realizzati nell'ambito del Programma di cui alla lettera b) del medesimo comma, collocandoli nella Sezione di riferimento anno per anno individuata.

ARTICOLO 5 - NATURA E DURATA DELL'ACCORDO

Il presente Accordo entra in vigore dal momento della sua sottoscrizione, ha durata triennale e non è a titolo oneroso per le parti contraenti.

ARTICOLO 6 - CONTROVERSIE

Per eventuali controversie in ordine al presente Accordo il Foro competente è quello di Roma.

24 APRILE 2013

Per INAIL
Il Presidente
Prof. Massimo De Felice
Per FEDERCHIMICA
Il Presidente
Cav. Lav. Cesare Puccioni

Fonte: INAIL