Stampa
Categoria: 1980
Visite: 3854

Tipologia: Accodo
Data firma: 11 gennaio 1980
Parti: Fiat e RSA (FLM)
Settori: Metalmeccanici, Fiat, Mirafiori
Fonte: mirafiori-accordielotte.org

Sommario:

Verbale d'accordo
Decongestionamento dell'officina 61
Ammortizzatori colpo cuscino
Tasselli Urelast su stampo
Nuovi programmi ed esperimenti in corso
Incapsulamento Linea 1
Incapsulamento Macchina Braccio Mobile Officina 61
Cabine insonorizzate
Dotazione tuta con pettorina
Dotazione scarpe antinfortunistiche
Ristoranti aziendali
Potenziamento Servizi donne

Verbale d'accordo

Con riferimento agli accordi 7/7/77 e 14/7/78 sui problemi di natura ambientale, tra la Direzione e i RSA FLM dello Stabilimento Mirafiori Presse si è concordato quanto segue:

Decongestionamento dell'officina 61
Si conferma che a tutt'oggi il concordato programma di ulteriore decongestionamento dell'officina è stato integralmente realizzato con l'eliminazione di n. 14 macchine, e precisamente:

PL tipo targa
2510 Raskin 150 t. 60352
2511 Raskin 150 t. 60389
2512 Raskin 150 t. 60384
1102 Sass 130 t. 661147
1101 Sass 130 t. 6611129
1001 Raskin 50 t. 650347
2002 Fiat 50 t. 60332
2003 Fiat 50 t. 60378
2004 Fiat 50 t. 60415
2015 Sass 50 t. 62620 spostata off. 63
2109 Fiat 50 t. 60304
2407 Sass 100 t. 62633
2412 Sass 100 t. 641139
06A10 Wuller 100 t. 60332 }Abbinate
06B10 Verson 150 t. 641651

La Direzione espone i propri programmi di risistemazione del Layout, chiarendo come gli stessi siano mirati al raggiungimento di un migliore equilibrio ambientale.
Chiarisce inoltre che si approfitterà degli spostamenti programmati per metà maggio 1980 per installare le macchine su ammortizzatori che contribuiranno ulteriormente a migliorare la situazione ambientale dell'officina.
Si dichiara comunque disponibile a prendere in esame idee e suggerimenti che dovessero pervenire da parte sindacale.

Ammortizzatori colpo cuscino
La Direzione comunica che nei mesi di giugno-luglio '80 l'Innocenti avrà completato il prototipo dei tre smorzatori su cuscini da installare sulla pressa 503.
Nei mesi di luglio-agosto '80 il prototipo verrà montato e, se i risultati confermeranno le aspettative, si provvederà all'estensione su altre macchine Innocenti previo esame congiunto.
La Direzione inoltre comunica che nel frattempo è stata realizzata analoga soluzione su tre presse Mecford da 400 t.
La soluzione verrà progressivamente estesa sulle sei rimanenti presse Mecford aventi le stesse caratteristiche delle tre precedenti.

Tasselli Urelast su stampo
Procede l'applicazione su 480 stampi di tasselli Urelast su candele e barilotti a bordo stampi, sui premilamiera, oltre l'applicazione dei tamponi sui ritorni slitta.
Alla data attuale le modifiche di cui sopra hanno interessato 25 stampi. Si prevede l'ultimazione dei lavori entro il 1981.

Nuovi programmi ed esperimenti in corso
Incapsulamento Linea 1

La Direzione comunica di essersi rivolta alla Ditta Danese, Ikas, la quale realizzerà l'incapsulamento della Linea 1.
Il programma, primo al mondo, viene realizzato rivolgendosi ad una delle ditte di più alto livello scientifico nello studio dei rumori e della protezione dagli stessi.
Trattasi di un programma che verrà realizzato entro il 1980 e che comporta una spesa a preventivo di l. 350.000.000,= mano d'opera esclusa.
Si interverrà insonorizzando la volta sovrastante la linea con pannelli fonoassorbenti, installando lateralmente pannelli fonoisolanti a scorrimento verticale ed orizzontale.
Analogamente si installeranno barriere sulle testate di inizio e fine linea dotate di opportune parti mobili che consentiranno l'ingresso e l'uscita dei particolari.
Il progetto viene ampiamente documentato anche con l'esibizione dei relativi disegni.
Verranno effettuati i rilievi relativi al rumore, con l'officina in funzione, sia prima di iniziare gli interventi sia alla fine degli stessi, al fine, subordinatamente ad esiti positivi, di esaminare la possibilità di estensione alle altre analoghe linee.

Incapsulamento Macchina Braccio Mobile Officina 61
La Direzione comunica di avere in corso all'Officina 61 due prototipi di incapsulamento parziale di Presse dotate di braccio Mark.
Si prevede l'ultimazione dei lavori entro febbraio '80; l'eventuale estensione di tali prototipi è subordinata ai risultati di tale esperimento.

Cabine insonorizzate
La Direzione, in prosecuzione della sperimentazione di cui all'accordo 14/2/1978. assume l'impegno a realizzare una cabina insonorizzata all'Officina 61, entro il 30/4/1980.
Se ne concorda con i RSA l'ubicazione.
I RSA chiedono sia per la prevista Cabina sia per quelle già esistenti l'installazione di un miglior impianto di aerazione e di una migliore cura in termini di pulizia.

Dotazione tuta con pettorina
La Direzione comunica di aver preso in considerazione la richiesta dei RSA in merito alla sostituzione del tipo di tuta attualmente in uso con un altro avente il pantalone munito di pettorina con relativa tasca (cm. 15x15) con chiusura lampo.
Al fine di esaurire le scorte del tipo senza pettorina giacenti in magazzino e quelle già ordinate e di prossimo arrivo, i lavoratori dello Stampaggio riceveranno a partire dal 15/4/80 una dotazione composta da una tuta senza pettorina e una con pettorina; medesima dotazione riceveranno a partire dal mese di settembre '80 i lavoratori delle officine di Lastratura.
Le dotazioni annuali torneranno ad essere evase alle scadenze concordate a partire dal 1981 e comprenderanno le due tute con pantaloni muniti di pettorina.
La Direzione comunica che a  partire dal 30/4/80 alle officine di Manutenzione verranno distribuite due tute di colore grigio con pettorina come da campione presentato ai RSA nella riunione del 16/11/79.
Quanto sopra esposto rientra nello spirito di un progetto aziendale tendente ad unificare le dotazioni di vestiario nei vari stabilimenti al fine di ridurre i problemi di rifornimento causa di ritardo nelle consegne ai lavoratori.
Si precisa che per quanto riguarda il personale femminile operante nelle officine di Stampaggio (61-63-65) si fornirà una tuta spezzata del tipo attualmente usato dal personale maschile e che per le tempistiche di assegnazione sono analoghe a quelle del personale maschile.
Tale nuovo tipo di dotazione porterà naturalmente alla cessazione di distribuzione del grembiule alle officine 61-63-65.

Dotazione scarpe antinfortunistiche
Si riconferma che le scarpe antinfortunistiche non sono dotazioni che si possono generalizzare a tutti i lavoratori, ma sono legate ad aree nelle quali venga riscontrato un rischio specifico.
I lavoratori operanti in dette aree debbono essere dotati delle scarpe appropriate con protezione matatarsiale che obbligatoriamente dovranno usare.
La Sicurezza Lavoro è disponibile a verificare se esista l'esigenza antinfortunistica in aree eventualmente segnalate dai RSA.
Per quanto riguarda il personale femminile operante su posti di lavoro per cui è previsto l'uso di scarpe antinfortunistiche, in data 9/1/80, è stato presentato ai RSA un tipo di scarpa adeguato alle loro esigenze a cui verrà applicata una soletta in acciaio come protezione antiforo curando in modo particolare la rifinizione interna.
La Direzione concorda di effettuare un'assegnazione, a titolo sperimentale, di n. 50 paia alle officine di Stampaggio e Lastroferratura.

Ristoranti aziendali
La Direzione dichiara che nell'arco del 1980 verrà realizzato, all'officina 68, un refettorio "modello" le cui innovazioni verranno ampiamente descritte e documentate nella riunione programmata per il 22/1/80 con i membri del Comitato Mensa.
I RSA raccomandano di tenere nella giusta considerazione le esigenze di avere un impianto fonico con caratteristiche di potenza e razionalità adeguate alla necessità di carattere informativo per i lavoratori.
Chiedono inoltre che la ristrutturazione tenga anche conto di un possibile futuro cambiamento del tipo di ristorazione attualmente in vigore.
Inoltre richiamano l'attenzione dell'Azienda affinché i locali adibiti a ristoranti rimangano tali.
Pertanto suggeriscono, tra le tante soluzioni che l'azienda vorrà mettere in atto, anche quella di chiudere ed aprire detti locali nei tempi strettamente necessari affinché tali locali siano utilizzati per gli scopi preposti.
La Direzione dichiara la propria disponibilità a ricercare soluzioni che portino alla risoluzione del problema.

Potenziamento Servizi donne
La Direzione comunica che a tutt'oggi sono stati migliorati i seguenti servizi:
Corridoio 2: Formazione di un nuovo spogliatoio per donne con inserimento di docce e ripristino servizi igienici alle scale 21 e 22
Corridoio 3: Nuovi servizi igienici per donne con docce nel corridoio Palazzina
Alla scala 32 ripristino servizi igienici per donne
Corridoio 4: Formazione spogliatoio con muro divisore
Corridoio 1 (Officina 68) : - Risistemazione locale spogliatoio in prossimità scala 10
- Risistemazione locale spogliatoio donne in prossimità scala 11
- Formazione nuovo spogliatoio donne con docce in prossimità scala 12
- Risistemazione servizi igienici scala 10 e 12 con potenziamento per donne
Comunica inoltre che si prevede di effettuare analoga ristrutturazione a partire da gennaio 1980 nei seguenti servizi:
Corridoio 5 - 5 bis: Formazione nuovi locali spogliatoio donne con docce e potenziamento servizi igienici per dette
Corridoio 2 (Officina 68): Risistemazione spogliatoio donne scala 20
Torino, 11 gennaio 1980