Stampa
Categoria: 1989
Visite: 6101

Tipologia: Accordo
Data firma: 10 maggio 1989
Parti: Fiat e Fiom, Fim, Uilm
Settori: Metalmeccanici, Fiat
Fonte: mirafiori-accordielotte.org

Sommario:

Premessa
1. Rapporti sindacali
2. Commissioni paritetiche di studio
3. Iscritti al sindacato
4. Permessi sindacali retribuiti
4.1 Sperimentazione di un sistema di verifica della fruizione del permeasi sindacali retribuiti
5. Trasmissione delle Informazioni sugli iscritti e sull’utilizzo dei permessi sindacali retribuiti.
6. Regolamentazione dell'uso degli audiovisivi durante l’esercizio del diritto di assemblea
7. Formazione delle strutture sindacali aziendali
8. Aumenti di merito
9. Informazioni su straordinari
10. Utilizzo arredi tecnici d'ufficio nei locali destinati alle RSA
Nota a verbale
Campo di applicazione

Addì, 10 maggio 1989, tra la Fiat spa, assistita dall'Unione Industriale di Torino e Fiom - Fim - Uilm Nazionali si è stipulato il seguente accordo.

Premessa
In coerenza con i principi di cui all'accordo del 18/7/1988 e a conferma degli orientamenti espressi durante l'incontro presso il Ministero del Lavoro del 18/1/1989, le parti si sono incontrate per un riesame dei rapporti fra loro intercorrenti ai vari livelli.
In questo senso le parti convengono che, in questa fase tale riesame debba essere particolarmente teso alla migliore comprensione dei loro rapporti e che nel rispetto dei ruoli, delle funzioni, e dei compiti propri, si riconoscono reciprocamente quali interlocutori stabili nell'ambito delle rispettive prerogative e rappresentanze di interesse.
In questa prospettiva le parti ribadiscono la propria intenzione di sviluppare un sistema di relazioni industriali teso a ridurre le occasioni conflittuali e ad ampliare i momenti e le sedi di dialogo fra Azienda e Sindacato, allo scopo di affrontare i problemi di comune interesse in modo costruttivo.
Esse convengono pertanto sulla esigenza di individuare un metodo per stabilizzare e dare continuità ai rapporti sindacali, prevedendo momenti di incontro periodico non negoziale per un esame sistematico della situazione sindacale in Azienda e l’approfondimento degli eventuali problemi emergenti, fermo restando che l'eventuale e possibile evoluzione delle attuali regole e sistemi contrattuali vigenti attiene invece alle diverse scadenze contrattuali che normano i rapporti reciproci.
Per la realizzazione degli obiettivi di cui sopra le parti concordano altresì sull’opportunità di:
- riattivare, ove occorra, le strutture e gli strumenti già previsti nei vigenti accordi aziendali;
- considerare il metodo di lavoro introdotto con le Commissioni paritetiche istituite con l'accordo 18/7/1988 la forma più idonea all'acquisizione di elementi di conoscenza comuni, al confronto dei reciproci punti di vista all1 individuazione delle condizioni per possibili interventi;
- individuare alcune specifiche iniziative ed informative, di seguito indicate, affinché le organizzazioni sindacali possano acquisire le conoscenze necessarie al loro sviluppo organizzativo.

1. Rapporti sindacali
Le parti confermano che i sistemi contrattuali e gli accordi vigenti in Azienda sono ancora attuali e validi dal punto di vista dell'applicazione e degli strumenti offerti.
In particolare confermano il sistema di "comitati" di cui all’accordo 5/8/1971 e seguenti.
Inoltre, ferme restando le competenze specifiche dei comitati e degli altri livelli sindacali, le parti concordano di effettuare, a livello di stabilimento, incontri tra una delegazione delle RSA all’uopo designate, e la Direzione, con periodicità almeno trimestrale. In tali incontri si prenderanno in esame le situazioni attinenti ai rapporti sindacali di stabilimento allo scopo di un loro corretto e agevole svolgimento.
Al fine, di effettuare, una comune ricognizione e valutazione dello andamento complessivo del rapporti sindacali ai vari livelli, si terranno, di norma, con cadenza annuale incontri tra le parti stipulanti il presente accordo.
A richiesta di una delle parti tale valutazione potrà essere effettuata a livello dei settori di cui al campo di applicazione.

2. Commissioni paritetiche di studio
Le parti sottolineano l’importanza attribuita alle commissioni di studio previste dall'accordo 18/7/88 in materia di Ambiente ed Igiene del lavoro e di Previdenza e Assistenza e pertanto convengono sulla necessità di attivare tali commissioni. A tal fine, le parti stabiliscono che i primi incontri dovranno aver luogo entro 30 giorni dal presente accordo e si impegnano ad un lavoro comune e in tempi ravvicinati secondo le indicazioni e sui temi definiti nell’accordo 18/7/88.

6. Regolamentazione dell'uso degli audiovisivi durante l’esercizio del diritto di assemblea
Visto l'interesse sempre maggiore verso forme di comunicazione che utilizzino strumenti audiovisivi e preso atto della volontà espressa dalle OO.SS. di farne uso durante lo svolgimento delle assemblee regolate dall'art. 20 L. 300/1970 e art. 1 Disciplina gen. Sez. II CCNL 1987, si conviene, anche ai sensi del quarto comma dell'art. 20 L. 300/1970, di disciplinare come segue le modalità di utilizzo di questi strumenti durante le assemblee.
Premesso che sarà cura delle OO.SS, fornire gli strumenti operativi e tutto quanto altro necessario al corretto utilizzo dei mezzi audiovisivi stessi, si precisa che:
- la richiesta di avvalersi di tali materiali dovrà essere inoltrata dalle OO.SS. all‘Azienda almeno 6 giorni prima della data fissata per lo svolgimento dell’assemblea;
- 1'Azienda, senza alcuna assunzione di responsabilità, potrà prendere visione dei mezzi di supporto tecnico che si intendono impiegare;
- qualora si proiettino filmati, questi dovranno avere stretta attinenza alle materie previste dalla Legge 300/1970;
- non sono consentite proiezioni di programmi in diretta, o comunque registrati da canali televisivi senza il rispetto della normativa vigente in materia, né riprese filmate all'interno dell’azienda;
- sarà cura delle OO.SS., al termine dell'assemblea, riportare i mezzi audiovisivi utilizzati fuori dall’azienda.
I mezzi audiovisivi utilizzati dovranno essere adeguati o compatibili con i locali già ritenuti idonei, in relazione ai disposti legislativi e contrattuali, per l’esercizio del diritto di assemblea.
Le OO.SS., sono tenute a rispettare le norme di sicurezza relative all'ambiente e all’utilizzo degli strumenti di proiezione.
Le OO.SS., e i loro rappresentanti si assumono la piena responsabilità civile e penale per tutto quanto viene proiettato e comunque attiene all'uso del mezzo audiovisivo, esonerandone completamente l'Azienda.

9. Informazioni su straordinari
Le parti sottolineano l'opportunità di dar corso ad una tempestiva e puntuale comunicazione sulle ore di lavoro straordinario, nel termini e nel modi previsti in materia dal Contratto Collettivo Nazionale di categoria.

10. Utilizzo arredi tecnici d'ufficio nei locali destinati alle RSA
In relazione alla richiesta avanzata dalle OO.SS. in merito alla possibilità di disporre, all'interno del locali destinati alle RSA ex art. 27 L 300/1970, di macchine da scrivere elettroniche e fotocopiatrici, le parti convengono quanto segue.
Le OO.SS. avranno cura di procurarsi tali macchinari e quant'altro possa essere necessario al suo utilizzo, pertanto il costo di tutto ciò sarà interamente a loro carico.
L'autorizzazione all'introduzione dei macchinari nei locali destinati alle RSA situati all'interno degli stabilimenti, dovrà essere richiesta con un preavviso di 15 giorni al Responsabile del Personale competente per l'area interessata.
Tenuto conto della molteplicità degli usi cui possono essere adibiti i macchinari di cui sopra, sono comunque da considerare non consentiti quelli che possano arrecare pregiudizio all'Azienda.
La responsabilità per l’utilizzo, la manutenzione, il rispetto delle norme di sicurezza e igiene del lavoro, e la custodia di tale macchinario è interamente a carico del rappresentanti sindacali aziendali interessanti e delle OO.SS., che esonerano completamente da ciò l’Azienda.

Campo di applicazione
Il seguente accordo si applica alle seguenti società:
Fiat spa, Fiat Auto, Alfa Lancia Industriale (in quanto compatibile), Somepra Spica (in quanto compatibile), Iveco, Carrelli Elevatori, Teksid, Getti Speciali, Geotech, Ferroviaria, Aviazione, Crf, Comind Sud Engineering, Altecna.