Stampa
Categoria: Normativa regionale
Visite: 2986

Regione Lombardia
Decreto 30 ottobre 2003, n.  18140
DIREZIONE GENERALE SANITÀ n. 1905

LINEE GUIDA REGIONALI PER LA PREVENZIONE DELLE PATOLOGIE MUSCOLO-SCHELETRICHE CONNESSE CON MOVIMENTI E SFORZI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI.

IL DIRETTORE GENERALE

VISTA la legge regionale 11 luglio 1997, n. 31;
VISTO il decreto legislativo 19 giugno 1999, n. 229;
VISTA la deliberazione del Consiglio Regionale 8 aprile 1998, n. VI/0848 e successive modificazioni, avente ad oggetto “Progetto Obiettivo Prevenzione e Sicurezza dei Luoghi di Lavoro in Regione Lombardia nel triennio 1998-2000”;
VISTA la deliberazione della Giunta Regionale 4 ottobre 2000, n. VII/1439 avente ad oggetto "Approvazione delle Linee Guida relative alle modalità attuative degli obiettivi strategici e dei progetti speciali previsti dal Progetto Obiettivo "Prevenzione e Sicurezza dei Luoghi di Lavoro in Regione Lombardia nel triennio 1998-2000”;
TENUTO CONTO che la deliberazione di cui al punto precedente individua, fra gli Obiettivi Strategici, la prevenzione delle malattie professionali ed in particolare, fra i quadri nosologici su cui dirigere la ricerca attiva, i danni articolari e muscolotendinei da traumi ripetitivi;
TENUTO CONTO altresì che fra gli "Obbiettivi intermedi", per il raggiungimento di "Obbiettivi particolari" previsti per la prevenzione delle malattie professionali di cui al punto precedente, sono indicati:
• Identificazione dei comparti lavorativi a maggior rischio per le patologie analiticamente identificate,
• Proposta di criteri metodologici per la definizione diagnostica e dei nessi di causa nei diversi gruppi di patologia considerati,
• Incentivare le denunce ed i referti di casi da parte dei medici competenti e dei medici curanti,
• Creazione di una banca dati regionale di soluzioni preventive per le patologie identificate e pubblicazione di reports da diffondere presso le ASL e presso i medici competenti,
• Promuovere la prevenzione nei confronti dei diversi gruppi di patologie considerati attraverso interventi mirati, in fase iniziale anche solo a livello campionario.
VISTO il Programma Regionale di Sviluppo della VII Legislatura approvato con deliberazione del Consiglio Regionale 10 ottobre 2000, n. VII/39, che individua, nell'ambito dello sviluppo delle politiche di prevenzione sanitaria, la prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro, con risultato atteso il miglioramento delle condizioni lavorative per garantire la sicurezza nei luoghi di lavoro;
VISTA la D.G.R. 26 ottobre 2001, n. VII/6533 "Presa d'atto della comunicazione del Presidente Formigoni avente ad oggetto: "Seminario di Giunta del 15 ottobre 2001: obiettivi 2002 e priorità", che individua al punto 7.4.3.1, nell'ambito degli obiettivi prioritari 2002 - Sanità, l'"Attuazione del progetto regionale prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro";
VISTO altresì il Piano Socio-Sanitario Regionale 2002-2004, approvato nella seduta consiliare del 13 marzo 2002 con DCR n. VII/462, che prevede espressamente come azione chiave la "prevenzione delle malattie professionali", all'interno del Progetto obiettivo regionale "Prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro";
RITENUTO NECESSARIO, alla luce di quanto esposto nei punti precedenti, fornire indicazioni di ordine generale e dare uniformità di comportamenti alle strutture sanitarie della regione, relativamente alla prevenzione delle patologie muscoloscheletriche connesse con movimenti e sforzi ripetuti degli arti superiori;
VISTO il documento "Linee Guida regionali per la prevenzione delle patologie muscolo-scheletriche connesse con movimenti e sforzi ripetuti degli arti superiori" ed i relativi allegati 1-9, in allegato;
RITENUTO pertanto che il medesimo documento costituisca uno strumento adeguato per il conseguimento degli obiettivi prima richiamati, alla luce anche dell’approvazione dello stesso, da parte della Commissione Tecnico Scientifica consultiva per il “Progetto Obiettivo Prevenzione e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro in Regione Lombardia, nella seduta del 12 aprile 2002;
RITENUTO quindi di approvare il documento "Linee Guida regionali per la prevenzione delle patologie muscolo-scheletriche connesse con movimenti e sforzi ripetuti degli arti superiori" ed i relativi allegati 1-9, allegato al presente atto quale parte integrante e sostanziale e di prevederne la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia e sul sito web della Direzione Generale Sanità, ai fini della diffusione dell'atto;
VISTI l'articolo 17 della legge regionale 23 luglio 1996, n. 16, che individua compiti e poteri dei direttori generali;
VISTA la deliberazione della Giunta Regionale 24 maggio 2000, n. VII/4, avente ad oggetto "Avvio della VII legislatura. Costituzione delle direzioni generali e nomina dei direttori generali";
VISTA la DGR VII/11699 del 23 dicembre 2002 “Disposizioni a carattere organizzativo (4° provvedimento 2002)” e successive modificazioni, con le quali è stato conferito l’incarico di Direttore Generale della Direzione Generale Sanità al dr. Carlo Lucchina;

DECRETA

1. Di approvare il documento "Linee Guida regionali per la prevenzione delle patologie muscolo-scheletriche connesse con movimenti e sforzi ripetuti degli arti superiori" ed i relativi allegati 1-9, allegato 1 al presente atto quale parte integrante e sostanziale;
2. Di disporre la pubblicazione del presente atto, completo del proprio allegato, sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia e sul sito web della Direzione

Generale Sanità.
(dr. Carlo Lucchina)


Allegati
Allegato 1 Linee guida regionali per la prevenzione delle patologie muscolo-scheletriche connesse con movimenti e sforzi ripetuti degli arti superiori.
Allegato 1/1 Le principali alterazioni attribuibili all’attività lavorativa: sintomi, epidemiologia, patogenesi
Allegato 1/2 Un modello di check-list per la stima rapida dell’indice di esposizione OCRA.
Allegato 1/3 Classificazione del rischio e conseguenti azioni
Allegato 1/4 “Aspetti clinici della patologia da movimenti e sforzi ripetuti degli arti superiori”
Allegato 1/5 Studi clinici in popolazioni lavorative: un modello per l’indagine anamnestica delle patologie degli arti superiori e sue modalità applicative
Allegato 1/6 Studi clinici in popolazioni lavorative: valore e significato dei rilievi anamnestici, dei tests clinici e degli esami strumentali per la diagnosi delle affezioni muscolo-scheletriche degli arti superiori (WMSDs)
Allegato 1/7 Orientamenti per la formulazione di giudizi di idoneità al lavoro specifico
Allegato 1/8 Circolare INAIL n. 81 del 27.12.2000 e linee guida allegate, relativa a: “Malattie da sovraccarico biomeccanico, posture incongrue e microtraumi ripetuti”.
Allegato 1/9 Orientamenti per la riprogettazione del lavoro con compiti ripetitivi