Stampa
Categoria: 2010
Visite: 3515

Tipologia: Avviso comune
Data firma: 20 aprile 2010
Parti: Expo 2015 spa e Cgil, Cisl, Uil
Settori: EXPO 2015
Fonte: expo2015.org

Sommario:

Premessa
Attività, opere e servizi.
Volontariato.
Contratti di stage.

Avviso comune fra Expo 2015 spa e le confederazioni Sindacali Cgil-Cisl-Uil Milano

Oggi, 20 aprile 2010, presso Palazzo Reale, Piazza, in Milano, Piazza Duomo, 14, si sono incontrati i Signori: L.G. e P.P. in rappresentanza di Expo 2015 spa; la signora I.B. e il signor A.L. in rappresentanza di Cgil; la signora S.S. e il signor R.Z. in rappresentanza di Cisl; il signor S.F. in rappresentanza di Uil ed hanno sottoscritto il presente Avviso Comune

Considerato
Il memorandum di intenti per Expo 2015 convenuto fra il Comune di Milano e le Organizzazioni Sindacali Cgil Cisl e Uil di Milano.
Il Protocollo di intenti del 21 luglio 2009 e il Protocollo a tutela della sicurezza e salute sul lavoro e della legalità del 29 settembre 2009 sottoscritti tra le parti in epigrafe.
Premesso che
• è volontà delle Parti consolidare il percorso avviato da Expo 2015 spa, con la sottoscrizione del Protocollo d’Intesa presso la Prefettura sul tema della Sicurezza sul lavoro, inserendo nei contratti un limite ai livelli di sub appalto o sub affidamento, nonché inserendo, in assenza di RLS aziendali, l'esplicita accettazione del ruolo degli RLST o RLSSP, come previsto dalla D.Lgs n. 81/2008, all’atto delle partecipazione all’appalto, gare o affidamento;
• le Parti convengono altresì sulla prioritaria necessità di garantire, nell’ambito di legalità e trasparenza nello svolgimento di tutte le attività connesse con l’Esposizione Universale del 2015, le più ampie opportunità al Mercato del Lavoro locale e nazionale con particolare attenzione alla promozione di figure professionali qualificate nonché sulla necessità di offrire opportunità di impiego alle fasce deboli così come definite dal regolamento CE n. 2204/2002 e dalla legge 381/1991.
Tutto ciò considerato e premesso le parti convengono quanto segue

Attività, opere e servizi.
Expo 2015 spa si impegna ad inserire in ogni bando, capitolato e contratto da essa stipulato in qualità di Committente, l'obbligo in capo ai soggetti contraenti di una clausola che impegni l’impresa assegnatami al l'assunzione di una quota di personale con difficile accesso al lavoro, a partire dal personale in cassa integrazione straordinaria e/o in deroga, in mobilità, disoccupato a seguito di procedure di licenziamento nonché soggetti inoccupati ai sensi dell’art. 2 , comma 1, lett. f) sub. (viii) del Regolamento CE n. 2204/2002;
Detta clausola consisterà in un meccanismo premiante, che prevederà l'attribuzione di un punteggio da determinarsi, ai partecipanti che si impegnino, in sede di offerta, ad assumere in caso di aggiudicazione dell’appalto, una quota di lavoratori come sopra definita;
Detta clausola comporterà l’impegno da parte dei soggetti suddetti, ad inserire un'obbligazione analoga in ogni contratto d’appalto e/o fornitura eventualmente stipulato con ulteriori soggetti coinvolti nello svolgimento delle relative attività;
Tale previsione contrattuale riguarderà anche i rapporti instaurati con i soggetti di cui alle Leggi 381/1991 (disciplina delle cooperative sociali), 225/1992 (organizzazioni di volontariato alle attività di protezione civile) e 383/2000 (associazioni di promozione sociale);
Nel caso di mancato rispetto delle suddette clausole da parte delle imprese appaltatrici e sub-appaltatrici e/o di fornitura di servizi delle suddette clausole, Expo 2015 spa intimerà alle stesse imprese di ottemperare con effetto immediato a dette clausole e di rimuovere tempestivamente tale situazione di irregolarità, assumendo ogni opportuno provvedimento, tra cui anche la risoluzione del contratto, ed ogni altra idonea tutela atta a garantire l’occupazione e quanto dovuto ai lavoratori.

Volontariato.
Per quanto concerne le attività che potrebbero essere svolte in via complementare anche da Associazioni di volontariato, di cui alla legge quadro 266/91, e regolarmente iscritti ai registri delle Associazioni di volontariato, le parti convengono che preventivamente alla definizione delle modalità operative relative allo svolgimento dell’Esposizione e comunque preliminarmente alla stipula di qualsiasi convenzione, andranno concordati uno o più protocolli mirati all’individuazione delle attività oggetto dell'intervento delle suddette associazioni.

Contratti di stage.
Fra le parti si darà luogo ad uno specifico accordo sull'utilizzo dei contratti di stage finalizzato alla definizione della loro durata e rivolti a peculiari profili professionali, da valorizzare nel mercato del lavoro locale anche dopo l'Esposizione.
Periodicamente, su richiesta di una delle Parti, si effettueranno incontri per monitorare la situazione degli appalti, commesse, forniture, ecc., e per accertare l’applicazione di quanto sopra convenuto con il presente accordo.