Stampa
Categoria: 2011
Visite: 2359

Tipologia: Protocollo
Data firma: 21 novembre 2011
Parti: Expo 2015 spa e Feneal-Uil, Filca-Cisl, Fillea-Cgi, e Assimpredil-Ance
Settori: Edilizia, Cantieristica, EXPO 2015
Fonte: expo2015.org


Protocollo per la regolarità, la sicurezza del lavoro e la formazione nelle lavorazioni edili concernenti le opere di Expo 2015

Oggi, 21 novembre 2011, tra Expo 2015 spa [...], Feneal-Uil, di Milano, Lodi [...], Filca-Cisl di Milano, Lodi [...], Fillea-Cgil di Milano, Lodi [...], Assimpredil Ance Associazione Imprese Edili e Complementari delle Province di Milano, Lodi, Monza e Brianza [...]

Premesso che.
• è prossimo l'inizio della realizzazione delle opere necessarie allo svolgimento di EXPO 2015, che richiederanno, tra l'altro, l'impiego in misura rilevante di manodopera edile ed affine;
• le parti in epigrafe considerano di assoluta priorità ed importanza garantire, da parte delle imprese esecutrici di lavori edili ed affini, impegnate nella realizzazione e nel completamento delle predette opere, il rispetto della disciplina legislativa e contrattuale in materia di trattamenti retributivi e normativi concernenti i rapporti di lavoro, la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro e la formazione obbligatoria dei lavoratori;
• le medesime parti ritengono che, per il raggiungimento degli obiettivi anzidetti, sia indispensabile il coinvolgimento e la collaborazione con gli Enti paritetici bilaterali territoriali dell’edilizia;
tutto ciò premesso, si conviene quanto segue.
• Relativamente ai lavori edili ed affini eseguiti per la realizzazione delle opere necessarie allo svolgimento di EXPO 2015, il trattamento economico e normativo applicato a tutti i lavoratori dipendenti sarà quello previsto dal CCNL per i dipendenti delle imprese edili ed affini stipulato tra le Organizzazioni sindacali Feneal-Uil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil e Ance, nonché dal relativo contratto territoriale per le province di Milano, Lodi, Monza e Brianza, integrativo del contratto collettivo nazionale;
• conseguentemente, tutte le imprese edili ed affini, a prescindere dal luogo in cui abbiano la sede legale od operino abitualmente, saranno tenute ad iscrivere i propri lavoratori sin dal primo giorno, alla Cassa Edile Milano, Lodi, Monza e Brianza, con l'obbligo di versamento dei contributi ivi previsti;
• preso atto che nella Regione Lombardia è stato definito e sperimentato un sistema di messa in rete delle Casse Edili che garantisce la possibilità a ciascuna Cassa Edile della Regione di accedere alle informazioni delle altre Casse lombarde garantendo la necessaria trasparenza dei dati, l'obbligo di iscrizione dal primo giorno alla Cassa Edile di Milano, Lodi, Monza e Brianza non trova applicazione per le imprese iscritte ad una delle Casse Edili lombarde, ovvero ad altra Cassa Edile del sistema CNCE che sia in rete secondo i requisiti tecnici stabiliti;
• le parti riconoscono la competenza per il rilascio del DURC in capo alla Cassa Edile ove l'impresa è iscritta, nel rispetto di quanto stabilito ai precedenti punti 2. e 3.;
• durante l'esecuzione delle opere edili, relativamente alle imprese iscritte alla Cassa Edile di Milano, Lodi, Monza e Brianza, gli Enti paritetici - Cassa Edile, CPT ed ESEM - metteranno a disposizione di Expo 2015 spa. le risultanze delle proprie competenze per contribuire alla soluzione delle problematiche relative alla regolarità nelle assunzioni dei prestatori di lavoro, al pieno rispetto del contratto nazionale del lavoro e del contratto integrativo provinciale di settore, alla sicurezza e salute dei lavoratori ed alla loro formazione obbligatoria, mediante specifiche intese da concordare tra Expo 2015 spa e ciascuno degli Enti interessati;
• Expo 2015 spa inserirà le predette condizioni nei capitolati d'appalto e/o nei disciplinari.